Suits | Il boss parla della grande rottura e di cosa ci aspetta

Suits - Season 3

Mercoledì è terminata un’altra stagione di Suits con ancora una volta qualcuno che abbandona Harvey (Gabriel Macht). Ma stavolta non è stato Mike (Patrick J. Adams) né si è trattato di una banca d’affari.

Ancora scossa dalle parole di Harvey della settimana scorsa, “Lo sai che ti amo” dopo aver respinto le accuse di frode, Donna (Sarah Rafferty) fa pressioni per fargli ammettere che fosse sincero. Dapprima Harvey non può/non vuole ammetterlo dopo che Cahill (Neal McDonough) lo turba con la notizia che non è in grado di tracciare il denaro sporco tra Forstman (Eric Roberts) e Woodall (Zeljko Ivanek). Ma proprio quando sembra che Harvey sia finalmente pronto a dire qualcosa nei minuti finali, Donna gli dice che ha intenzione di lasciarlo… per andare a lavorare per Louis (Rick Hoffman), la cui segretaria Norma è morta.

Andando nella direzione completamente opposta, Mike fa la proposta a Rachel (Meghan Markle) dopo che i due lavorano insieme per scoprire che Forstman e Woodall avevano usato quel denaro per pagare l’assistenza sanitaria della ex moglie di Woodall, che soffre di Alzheimer.

Cosa ci aspetta adesso? Tornerà Donna da Harvey? Mike e Rachel arriveranno all’altare? Il creatore e produttore esecutivo Aaron Korsh risponde alle nostre domande scottanti. Inoltre: scoprite cosa sarebbe potuto succedere invece.

Donna lascia Harvey per Louis! Come sei arrivato a quel colpo di scena?
Aaron Korsh: Sto cercando di ricordare! [Ride] Eravamo alla ricerca di un finale incisivo. Ogni stagione si è conclusa con un grande colpo di scena che spesso aveva a che fare con Mike, come mi è stato fatto notare, come il fatto di essere quasi scoperto o qualche enorme cambiamento sismico. Volevamo qualcosa di simile, ma di forte impatto. Sono stati due grandi colpi di scena emotivi invece di uno solo. Lungo il percorso, avevamo anche parlato di far dormire insieme Harvey e Donna.

Dopo che lui aveva detto “ti amo”?
Korsh: No, è stato prima che entrassimo nello specifico di quella scena. Avevamo pensato durante il culmine della passione, prima che la tirassero fuori dal problema legale, succederà qualcosa tra di loro? Il modo in cui la storia si è sviluppata non ha dato risultati in quel senso. Ci siamo sentiti come se non avessimo costruito un rischio abbastanza alto da farla arrivare a meritarselo poiché era stato limitato agli episodi 15 e 16. Stavamo per farlo ma poi ci siamo detti, “Non funzionerà.” Nella mia mente, durante il “ti amo” entrambi vogliono che qualcosa accada, ma Harvey non vuole arrivare a tanto. Penso che molti fan lo abbiano interpretato in maniera diversa. Harvey, ovviamente, ama Donna. Le dice, “Ti amo”, ma non è quello che vuole in questo momento. E questo lo tormenta. Stavamo cercando qualcosa di incisivo. Così abbiamo iniziato a pensare, e se una coppia facesse un passo avanti nel loro rapporto e un’altra si “rompesse”, per così dire? Ci ridevo sopra l’altro giorno. Si può descrivere come se uno dei nostri personaggi facesse 50 passi lungo il corridoio, eppure influenzerà tutti i nostri personaggi, ma anche tutti i fan.

Donna che lavora per Louis è una cosa buona dal punto di vista logistico dato che si trova ancora nello stesso ufficio, ma non è quasi peggio per Harvey piuttosto che perderla del tutto? Lo sta facendo per punirlo?
Korsh: Probabilmente ci lavoreremo nella stagione 5. Nella mia mente non è per punire Harvey. Ci sono cose di cui siamo consapevoli e altre no. Forse non è del tutto pronta a rinunciare a quella relazione o a cambiare così tanto la sua vita. A volte prendi una decisione in un momento. Lei sa che Louis è molto interessato ad averla come segretaria ed hanno un rapporto interessante.

Harvey sembrava stordito. C’è una parte di lui che si pentirà di non aver fatto di più per lei, romantica o di altro tipo?
Korsh: Se vi ricordate, nell’episodio 2×12, Harvey dice: “Le persone non mi lasciano”. Avete visto quanto fosse sconvolto quando un cliente stava per lasciarlo. In buona parte ha a che fare con Harvey che ha dei problemi con la gente che lo lascia. Lo vede come una violazione della lealtà. Non ha una visione realistica di cosa sia la lealtà delle persone rispetto a lui contro se stessi. Non credo che capisca l’impatto di come tratti Donna. Penso che la apprezzi da un certo punto di vista. È molto buono con lei. È una situazione complicata. Se la vedi come una rottura, quando succede, attraversi diverse fasi. È come le cinque fasi del dolore… ma queste cose si sovrappongono. Credo che avrà momenti di comprensione e altri di non comprensione, e lo stesso è con Donna.

Troverà una nuova segretaria o cercherà di riprendersi Donna?
Korsh: Probabilmente farà entrambe le cose. Come è nostro solito, non cerchermo di annullare quella scelta in maniera rapida, se non del tutto. Dunque attraverserà quello che si attraversa quando si perde la propria segretaria in termini di emozioni e la sostituirà.

Quando Jeff (DB Woodside) ha rassegnato le dimissioni, ha detto a Jessica (Gina Torres) che se avessero continuato la loro relazione non avrebbero potuto lavorare insieme. Harvey andrà dietro a Donna adesso che non lavora per lui?
Korsh: Voglio chiarire che Jeff non ha lasciato Jessica per quel motivo – è stato molto più complicato [ride] – ma sì, lo ha accennato. Stiamo ancora lavorando su quello che succederà tra Harvey e Donna. Non siamo ancora sicuri se vogliamo andare in quella direzione. Credo che Harvey sia ferito. Penso che Donna probabilmente fosse già ferita. Il suo lavorare con Louis renderà le cose molte complicate per lei.

Louis sarà compiaciuto?
Korsh: [Ride] Direi sì e no. Ovviamente vediamo che ciò influenzerà Harvey. Lavorando per Louis, ci saranno dei momenti in cui Donna si troverà tra Harvey e Louis, e dovrà fare una scelta. E tutti noi sappiamo che a volte Louis non sempre fa la cosa giusta. Dal punto di vista Louis, nel momento in cui ottiene ciò che vuole ha questa paura di quando lo perderà. Non è mai soddisfatto di quello che ha, dunque o vorrà di più o rimarrà pietrificato all’idea di perdere quello che ha.

Parlando di notizie più allegre, Mike e Rachel si sono fidanzati. Era arrivato il momento?
Korsh: Si è trattato di punto di vista della scrittura. Nella scena del funerale di Norma, l’idea era che avrebbero lavorato insieme a quel caso. Mike vede molte delle qualità positive di Rachel, quanto sia brava nel lavorare ad un caso e quanto sia stata sensibile nei confronti della moglie di Woodall affetta da Alzheimer. Quando Louis dice: “Non lasciare che il momento passi”, rincresce Mike. È un’azione un po’ impulsiva. Quindi quando mi chiedi se “Era arrivato il momento?” si tratta di un’azione impulsiva. Ma Mike è un personaggio che fa le cose impulsivamente, come quando ha accettato il lavoro con Harvey, è andato a letto con Tess, o si è presentato strafatto al lavoro. Solitamente si è trattato di cose molto distruttive. Abbiamo pensato che sarebbe stato bello fargli fare qualcosa di impulsivo che nascesse per amore. Hanno avuto dei momenti la scorsa stagione, ma ci siamo sentiti come se fosse fedele al suo personaggio.

Sarà un lungo fidanzamento o ci saranno le nozze la prossima stagione?
Korsh: Ci stiamo ancora lavorando. Penso che il mio istinto iniziale e quello di Patrick e Meghan sia di non incentrare ogni episodio sul “matrimonio, matrimonio, matrimonio.”

Vedremo di nuovo Jeff?
Korsh: È un’altra di quelle cose sulle quali stiamo lavorando. Ovviamente non lo vediamo in un ipotetico finale, ma ci piacerebbe averlo di nuovo.

Cos’altro avete pianificato per la stagione 5?
Korsh: Penso che ci siano due treni che corrono. Uno riguarda le conseguenze di Donna che lascia Harvey per Louis, in mancanza di un termine migliore. Causerà guai per ogni personaggio dello show. Perché tutti questi personaggi si preoccupano l’uno per l’altro. Sarà dura. Inoltre, a causa del fidanzamento tra Mike e Rachel, stiamo pensando all’idea di riportare Robert Zane [Wendell Pierce] in una capacità giuridica che riguarderà ovviamente Mike, Rachel e Robert che va avanti. Adoro Robert Zane. Ho notato che non piace a molti fan, ma a mio avviso, se questo spettacolo fosse iniziato dal punto di vista di Robert Zane, avreste odiato Harvey e Jessica e vi sarebbe piaciuto Robert. Per quanto mi riguarda, è fatto della stessa pasta di Harvey e Jessica.

Fonte

Vincenzo
Patito di telefilm fin da sempre, che segue rigorosamente in lingua originale. Non predilige un genere in particolare ma è convinto che il soprannaturale abbia una marcia in più. Troppe le serie che segue, che ha seguito (terminate) e che seguirà! Telefilm preferito: Supernatural.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,376FollowersFollow

Ultimi Articoli