Sleepy Hollow | La quinta stagione sarebbe potuta andare così

Purtroppo Sleepy Hollow è andato, più morto di Ichabod prima che Katrina lo facesse tornare in vita con la magia. Ma questo non ha fermato Janina Gavankar dal darci una serie di informazioni a dir poco interessanti: ci ha raccontato cosa sarebbe successo se Fox avesse rinnovato la serie per la sua quinta stagione.

“Dal punto di vista della trama credo che abbiamo trovato un finale grandioso”, ha detto mercoledì a TVLine prima dei Saturn Awards. “Crane è a Washington D.C. Ha trovato la sua stabilità. Ha trovato una nuova casa lì, con Jenny.” E, come abbiamo visto nelle ultime scene del finale, “Tra lui e Diana le cose vanno bene, hanno sconfitto un kraken, caspita!”

In realtà la creatura marina mitologica sarebbe probabilmente tornata in una groooossa scatola all’inizio della quinta stagione, ha continuato a raccontare l’attrice, che darà voce ad un personaggio nel videogioco Star Wars: Battlefront II. “Come ce la caviamo con le sirene e con i kraken, creature del mondo marino?”

Altri hanno tirato in ballo trame con la figlia di Diana, che è apparsa nella serie sia come una bambina, Molly (Oona Yaffe) e come una giovane donna che viaggia nel tempo, Lara (interpretata da Seychelle Gabriel), ha detto Gavankar.

“Nessuno mi ha dato la risposta, ma stavano decidendo se Lara – la versione adulta di Molly – avrebbe fatto parte del cast e di tutte le storie successive,” ha detto, aggiungendo che sarebbe stata curiosa di scoprire come si sarebbe evoluta la situazione tra loro tre. “Volevo sapere cosa era successo al mio paparino? Abbiamo chiamato per dire, ‘Ok, sappiamo che non sei un lupo mannaro?’” ha raccontato ridendo.

Infine, Gavankar ha detto che l’eredità di Sleepy Hollow è il fatto che abbia sempre presentato “moltissimi personaggi femminili complicati e forti. Ci sono così tanti show che si limitano ad un solo personaggio principale femminile, mentre in Sleepy Hollow erano tantissimi. Ovunque c’era una ragazza con gli attributi che sconfiggeva un mostro. Questo aspetto della serie mi piaceva moltissimo e spero che molte, molte altre seguiranno il suo esempio.”

Fonte

SalvaSalva

SalvaSalva

thisperfecttime
Valentina, classe 1991. Da piccola il suo appuntamento quasi-fisso era con Young Hercules e Xena L’addiction però è arrivata più avanti, con Lost. Ricorda un momento preciso, come un colpo di fulmine: accende la tv e appare un gruppo di persone a lei ancora sconosciute, una ragazza bionda prende la mano di un ragazzo e poi un’asiatica esclama: “Boat, Boat!”. Ecco, quello è stato IL Momento. Dopo aver recuperato telefilm che le erano inspiegabilmente sfuggiti (Buffy in primis) inizia a guardare un numero sempre crescente di serie tv, vecchie e nuove, (tanto i network “risolvono il problema" facendo stragi e cancellandone una buona percentuale) e ad affezionarsi, sempre e comunque, a quei personaggi destinati a tirare le cuoia nei modi più assurdi e dolorosi. Per ora fa la spola tra Gotham City e l’Enchanted Forest, tra il Seattle Grace e Central City, tra Baltimora e il salotto di Freddie e Stuart… Ma è sempre alla ricerca di nuove destinazioni.

Related Articles

1 COMMENT

  1. Credo di non aver mai visto una serie tv più deludente, peccato per l’idea, che almeno all’inizio sembrava interessante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,328FollowersFollow

Ultimi Articoli