Ship Addicted | Endless Lovers – Pete Lattimer & Myka Bering

tumblr_n5qcxseXFZ1soy1g4o1_1280

Non ricordavo più come fosse. Innamorarsi di due personaggi, di quello che tu vedi in loro, di quello che potrebbero essere insieme, e poi quasi rassegnarsi, come se alla fine potesse restare soltanto un bel sogno ma all’improvviso, quando stai per perderli, ti rendi conto che qualcosa sta cambiando e prendi lentamente consapevolezza di aver sempre avuto ragione e quel sogno si trasforma in meravigliosa realtà. Oggi ragazzi, oggi permettetemi di tirarmela un po’, di dire “io l’ho sempre saputo” mentre tutti gli altri vedevano qualcosa di diverso e io mi chiedevo se davvero non riuscissero a vedere ciò che mi sembrava così dannatamente evidente fin dall’inizio. L’inizio, già …

 tumblr_n3suu86CFs1r455cbo2_250 tumblr_n3suu86CFs1r455cbo5_250 tumblr_n3suu86CFs1r455cbo1_250

Quando la misteriosa sig.ra Frederick ha scelto i suoi due agenti per un lavoro top secret in un magazzino del South Dakota, non ha certamente scelto i primi due nomi che casualmente ha letto nella lista degli agenti federali. Pete Lattimer era un uomo perso in fondo, con un grande cuore messo troppo spesso in stand-by e con la sbagliata convinzione di non essere abbastanza per niente e per nessuno, di non essere all’altezza, non fidandosi neanche di quelle strane sensazioni che tante volte avevano provato a illuminargli la via. Myka Bering era l’agente perfetta, la professionista perfetta, la dipendente governativa perfetta ma la sua straordinaria impeccabilità esteriore non era altro che una splendente vetrina usata per nascondere la solitudine e l’insicurezza che riuscivano a dominarla non appena provasse ad abbassare le sue barriere per il tempo di un respiro.

Pete e Myka erano diversi, tanto: lui irresponsabile, inappropriato, infantile, forse troppo; lei pignola, cinica, adulta, forse troppo; ma alla fine della giornata però erano entrambi soli, entrambi alla disperata ricerca di qualcosa, di stabilità, di sicurezza, di casa.

tumblr_n3suu86CFs1r455cbo6_250 tumblr_n3suu86CFs1r455cbo3_250 tumblr_n3suu86CFs1r455cbo4_250

Fin dall’inizio, di fronte all’immensità del tutto irrazionale e illogica di quel magazzino che sembrava quasi avere una vita propria, Pete e Myka avevano avvertito il cambiamento, avevano riconosciuto il momento che avrebbe cambiato le loro vite per sempre e si trovavano lì, di fronte a quel bivio, con una scelta da fare e se Pete si tuffa in questa nuova avventura senza neanche pensarci, com’era abituato a fare in ogni frangente della sua vita, Myka ha il tempo necessario per rifletterci: 5 secondi per decidere, 4 secondi per tornare indietro, 3 per riprendere la sua vita così come l’aveva lasciata, 2 per fuggire da quel posto che sembra essere dominato dalla pazzia, 1 secondo per restare ferma lì e cominciare a vivere come un’agente del Warehouse 13, al fianco del suo nuovo partner Pete Lattimer.

Pete e Myka ricominciano insieme, mettendo da parte ciò in cui credevano e ciò che credevano di sapere, abbandonando il vecchio stile, le vecchie abitudini, lasciando fuori da quel grande magazzino ogni dubbio o perplessità e accettando di dover aprire la mente, gli occhi e il cuore e cominciare a guardare davvero il mondo, un mondo di Infinite Meraviglie. Ma per quanto predisposti a trovare il loro posto in questa strana realtà, Pete e Myka devono imparare ad accettarsi nelle loro diversità, ad essere complementari, ad ascoltarsi, in definitiva ad essere partner e a trovare il loro modo unico di vivere e lavorare in un mondo in cui guardarsi le spalle a vicenda smette di essere un modo di dire ma diventa uno stile di vita.

Così, quando Myka inizia a sopprimere la voglia di prenderlo a pugni e Pete inizia a capire di non poter vivere in un fumetto, insieme cominciano a conoscersi, ad apprezzarsi, a creare quella sintonia unica che va oltre ogni tipo di rapporto, che diventa quasi radicata in loro, come se ci fosse sempre stata e dovevano solo scoprirla. Senza neanche rendersene conto, Pete e Myka trovano quella casa che avevano perso da tempo ormai, la trovano nel magazzino, nella quotidianità e nella sicurezza che questa trasmette, la trovano nel Bed & Breakfast e in quei legami così semplici e indissolubili con Artie, Claudia e Leena ma soprattutto la trovano l’uno nell’altra perché continuano ad esserci, ogni giorno di più, continuano a combattere insieme, a vivere fianco a fianco, ad affrontare le paure e a superarle perché si ha la certezza do avere qualcuno pronto a sorreggerti quando senti che non ce la fai.

tumblr_n2ekdvlx2V1r455cbo2_250 tumblr_n2ekdvlx2V1r455cbo1_250

Pete e Myka si accorgono di ciò che sta succedendo ma impostano il loro rapporto sulla leggerezza, sul sorriso, sui pugni sul braccio, anche quando questo significa evitare di scavare più a fondo e vedere cosa in realtà stesse nascendo.

tumblr_n15xmpglMT1rpuq0vo1_250 tumblr_n15xmpglMT1rpuq0vo2_250 tumblr_n15xmpglMT1rpuq0vo3_250 tumblr_n15xmpglMT1rpuq0vo4_250 tumblr_n15xmpglMT1rpuq0vo8_250 tumblr_n15xmpglMT1rpuq0vo9_250

Ma ci sono momenti in cui è difficile mentire anche a se stessi e, che lo si voglia o no, le emozioni emergono prepotentemente. Quando Myka si ritrova di fronte un Pete che smette di giocare e sceglie di sacrificarsi per la distruzione di un artefatto che aveva già causato troppe vittime in passato, le sue forze sembrano crollare come un castello di sabbia e resta immobilizzata di fronte alla concreta possibilità di perdere quella persona che, non si sa quando, era diventata la parte più importante della sua vita. Nel momento in cui prova a rianimarlo, Myka lascia trasparire tutta quella fragilità che cerca di nascondere e che allo stesso tempo non le permette di ammettere ciò che invece i suoi occhi stavano già esprimendo. E nell’istante in cui Pete ricomincia a respirare, lo fa anche lei, consapevole che lui non l’avrebbe lasciata.

spine

tumblr_n5sig0jICj1sxaxgbo10_r1_250 tumblr_n5sig0jICj1sxaxgbo1_250

Così, insieme, Pete e Myka riprendono la loro routine, ricominciano a vegliare l’uno sull’altra, imparano ad apprezzare le loro piccole stranezze come nessuno riuscirebbe a fare e soprattutto iniziano a conoscersi davvero, a sapere quali sono i lati più scoperti dell’altro, quelli da proteggere con più cura perché sono quelli che fanno più male e per Myka questo era il rapporto con suo padre. Quando il padre di Myka subisce gli effetti fatali del diario di Edgar Allan Poe, Myka torna a casa nonostante avesse con lui un rapporto da sempre troppo ricco di incomprensioni, di parole non dette e di rimpianti. Ma questa volta era diverso, questa volta ad aspettarla c’era Pete, disponibile per qualunque cosa lei avesse bisogno e anche grazie al suo supporto, Myka riesce a cambiare il suo destino e ad aprire un nuovo capitolo della sua vita che credeva non potesse più riprendere.

Per quanto questi momenti difficili rendano terribilmente evidente e innegabile il sentimento che ormai legava Pete e Myka, ciò che ho sempre amato notare erano le piccole cose, i piccoli gesti, i sorrisi quando l’altro non guardava, la gelosia ricacciata immediatamente indietro per paura di mostrarsi vulnerabili. Sono piccoli dettagli, neanche troppo nascosti, che rendevano il desiderio di vederli insieme prorompente e vivo. Anche negli aspetti più strambi e pazzi delle sue giornate, Pete si guarda indietro per vedere se Myka è lì al suo fianco, per vederla ridere ai suoi scherzi, per poter vivere la sua quotidianità con lei; e Myka dal canto suo ha imparato a parlare con lui, a sorridere e a capire le sue stranezze come nessun altro sarebbe in grado di fare.

tumblr_m66yt9RSCD1qcj500o6_250 tumblr_m66yt9RSCD1qcj500o7_250 tumblr_m66yt9RSCD1qcj500o8_250

Adoro notare il modo in cui le lo guarda quando Pete permette al suo lato semplice e dolce di venir fuori, come durante il suo racconto della tregua di Natale o quando ammette di non aver bisogno d’altro perché la sua famiglia è lì con lui, in quel magazzino. Per Myka è spesso più difficile esprimere i suoi sentimenti perché nasconde dietro la sua forza insicurezze radicate in lei da troppo tempo (Myka, bellissima, intelligente e badass è insicura?? Lo so, anch’io ho faticato a crederci!!). Così spetta ancora a Pete provare ad aprirle gli occhi e per farlo non può fare altro che aprirle il suo cuore, o almeno una parte. Modella sotto copertura per un’indagine, Myka non si sente bella abbastanza per sfilare sulla passerella e lì Pete, spalla contro spalla perché parlarle seriamente guardandola negli occhi era troppo per lui, le permette di vedersi nello stesso modo in cui lui la guarda, con i suoi occhi, e dopo quelle parole chiunque avrebbe avuto la sicurezza e la forza di sollevare il mondo con un dito.

tumblr_n1xzeiVjmo1r455cbo5_250 tumblr_n1xzeiVjmo1r455cbo1_250 tumblr_n1xzeiVjmo1r455cbo6_250 tumblr_n1xzeiVjmo1r455cbo7_250 tumblr_n1xzeiVjmo1r455cbo8_250 tumblr_n1xzeiVjmo1r455cbo2_250 tumblr_n1xzeiVjmo1r455cbo3_250 tumblr_n1xzeiVjmo1r455cbo4_250

Uno dei momenti più importanti del loro rapporto è in fondo anche il più critico, il più difficile da affrontare per due persone che erano diventati l’uno la vita dell’altra, ossia quando Myka lascia il Warehouse per l’insostenibile senso di colpa di essersi fidata della persona sbagliata. Lei non ha neanche la forza di dirgli addio di persona, lui le corre dietro cercando inutilmente di raggiungerla per fermarla e chiederle di restare. Nel periodo in cui Pete è senza Myka è quasi irriconoscibile, sembra aver perso la voglia di sorridere, lavora senza entusiasmo, senza stimoli perché la sua compagna non era lì al suo fianco. Quando la rivede, dopo il tempo in cui erano stati distanti, lui cerca di negarlo ma il suo volto si illumina; lei cerca di nasconderlo ma vorrebbe sentirsi dire che lui ha sentito la sua mancanza. E allora, quasi come se non potessero evitarlo, ritornano a lavorare insieme per quella che doveva essere una sola missione e che invece non può essere altro che un nuovo inizio per loro due, a cui in fondo non serviva molto per tornare ad essere i soliti Pete & Myka, bastava la promessa di non lasciarsi più soli.

Così si ricomincia dallo stesso punto in cui avevano lasciato ma forse con un piccolo cambiamento, con uno sguardo sul loro rapporto che a volte sembra diventare più adulto e maturo. Anche sull’orlo del precipizio, quando ogni via d’uscita sembra ormai compromessa, Myka non smette neanche per un secondo di credere in Pete, avendo la certezza che lui è lì fuori mentre lotta contro il mondo intero per salvarle la vita; Pete dal suo canto, non si arrende e non si ferma neanche un attimo pur di riportare Myka al suo fianco, sana e salva.

tumblr_mp56ssM5Nc1qkr9s8o1_250

 

tumblr_n06jcxkSkN1qhj5vqo2_250 tumblr_n06jcxkSkN1qhj5vqo3_250

Pete & Myka sono innamorati di un concetto dai significati spesso incredibilmente ampi e dai confini fortemente labili: la famiglia. Ma la verità è che quando entrambi guardano al loro futuro tutto ciò che vedono è la persona che è al loro fianco da sempre ormai, l’unica persona che potrebbe condividere la pazzia, la magia e l’immensità che vivono da più tempo di quanto riescano a ricordare. E quando un artefatto riesce a leggere nella mente e nel cuore di Pete, riesce a percepire il suo più intimi desiderio, non c’è da stupirsi se la conseguenza di questa moderna lampada di Aladin sia quella di avere Myka … incinta! La storia è come sempre esilarante, in pieno stile PYKA, ma è il significato che corre sullo sfondo quello davvero importante: è la consapevolezza di Pete non voler avere nessun altro al suo fianco per formare quella famiglia di cui ha tanto bisogno; è la gelosia che cerca disperatamente di celare quando vede Myka che bacia un altro uomo; è l’amore che leggi sul viso di Myka mentre guarda Pete innamorato di un sentimento così semplice e profondo.

tumblr_ma4tebHn9S1qzlt9yo7_r1_250 tumblr_ma4tebHn9S1qzlt9yo9_r1_250 tumblr_ma4tebHn9S1qzlt9yo10_r1_250 tumblr_ma4tebHn9S1qzlt9yo11_r1_250

Ma nonostante tutto, nonostante quei momenti dopo i quali credi sia impossibile tornare indietro, Pete e Myka il giorno dopo ricominciano tutto da capo e affrontano la vita giorno dopo giorno, avventura dopo avventura. Eppure nessuno più di loro poteva sapere che alla fine arriva il momento in cui bisogna affrontare la realtà e rendersi conto che non si può vivere per sempre. Myka e Pete avevano superato ogni difficoltà insieme, avevano apprezzato tutto ciò che dell’altro all’inizio dava loro fastidio, avevano condiviso la vita e le paure ma cosa succede quando questo non è più possibile? Cosa succede quando un evento imprevedibile ti impedisce di restare al fianco della persona che ami nel momento più brutto e difficile della sua vita? Myka si ritrova costretta a far fronte a una malattia improvvisa e il suo problema maggiore è immaginare la reazione di Pete o immaginare di doverlo lasciare; Pete prova ad essere quello forte per una volta ma per lei, pur di salvare lei, si scopre disposto a tutto.

tumblr_n3umvkuozC1r455cbo4_250 tumblr_n3umvkuozC1r455cbo6_250 tumblr_n3umvkuozC1r455cbo2_250 tumblr_n3umvkuozC1r455cbo3_250 tumblr_n3umvkuozC1r455cbo5_250 tumblr_n15xmpglMT1rpuq0vo7_250

Quando tutto finisce, quando il peggio è ormai passato, questa volta fingere di poter tornare a ciò che si era non è più possibile. E allora eccoci finalmente, eccoci arrivati a quel momento che aspettavamo da troppo tempo e che Pete e Myka continuavano a negare, a rimandare. Pete apre gli occhi per primo perché per lui è sempre stato più facile e perché rincontrare una vecchia ex rende tutto dannatamente più ovvio; Myka ci arriva poco dopo, con l’aiuto di colui che sembrava averlo capito da sempre, il mitico Jinksy! E ciò che succede assume tinte di epicità! Tutto sta per finire, quella vita, quel sogno, quella famiglia, sembrano essere arrivati al traguardo e Myka capisce di non poterlo perdere, così fa il suo passo avanti, distrugge le barriere, i timori e le bugie, conquistando semplicemente la certezza del suo lieto fine al fianco dell’uomo che ama.

tumblr_n5usleKRC71qacbv5o1_500 tumblr_n5usleKRC71qacbv5o2_500 tumblr_n5usleKRC71qacbv5o3_500 tumblr_n5usleKRC71qacbv5o4_500

tumblr_n5utioDSqK1qacbv5o1_400 tumblr_n5utioDSqK1qacbv5o2_400 tumblr_n5utioDSqK1qacbv5o5_250 tumblr_n5utioDSqK1qacbv5o6_250

Pete & Myka lo hanno negato per così tanto tempo, per paura di perdere ciò che avevano, per paura di non essere corrisposti o forse soltanto perché erano così abituati ad avere l’uno nella vita dell’altra da non riuscire neanche a rendersi conto di quale davvero fosse il rapporto che li univa. Loro l’hanno sempre saputo, semplicemente hanno avuto bisogno di tempo per aprire gli occhi e accettarlo. Sono stati partner, sono stati amici e adesso, adesso sono tutto questo e anche di più e sempre insieme continueranno a vivere e a salvare il loro mondo fatto di Infinite Meraviglie!

tumblr_my246mzM501reuuefo2_500

WalkeRita
Occasionale inquilina del TARDIS e abitante in pianta stabile di un Diner americano che viaggia nel tempo e nello spazio, oscilla con regolarità tra Stati Uniti e Gran Bretagna, eternamente leale alla sua regina Victoria e parte integrante della comunità di Chicago, tra vigili del fuoco (#51), squadre speciali di polizia e staff ospedalieri. Difensore degli eroi nell’ombra e dei personaggi incompresi e detestati dalla maggioranza, appassionata di ship destinate ad affondare e comandante di un esercito di Brotp da proteggere a costo della vita, è pronta a guidare la Resistenza contro i totalitarismi in questo universo e in quelli paralleli (anche se innamorata del nemico …), tra un volo a National City e una missione sullo Zephyr One. Accumulatrice seriale di episodi arretrati, cacciatrice di pilot e archeologa del Whedonverse, scrive sempre e con passione ma meglio quando l’ispirazione colpisce davvero (seppure la sua Musa somigli troppo a Jessica Jones quindi non è facile trovarla di buon umore). Pusher ufficiale di serie tv, stalker innocua all’occorrenza, se la cercate, la trovate quasi certamente al Molly’s mentre cerca di convertire la gente al Colemanismo.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,333FollowersFollow

Ultimi Articoli