Shameless | Recensione 4×06 – Iron City

“We’re that extra-special Gallagher kind of fucked up.”

tumblr_n158to6hG11qbnup2o1_500

La profondità di questa stagione di Shameless è inimitabile. Dopo l’episodio della scorsa settimana che ci ha lasciati con il fiato sospeso e la voglia di vivere relegata in un angolo remoto del nostro cervello, Iron City non ci regala alcun colpo di scena particolare, nessuna svolta imprevedibile, concentrandosi esclusivamente sulle conseguenze e sullo stato emotivo dei personaggi.
Se non fosse stato per le brevi scenette comiche di Sheila – che comunque ci mostrano una comicità un po’ malinconica – sarebbero stati quaranta minuti di angoscia. Una volta vista la puntata, ho sentito una tristezza addosso fuori dal comune.
Fiona è stata portata in prigione, regalandoci una delle scene più forti ed emotivamente distruttive della stagione. So che ha sbagliato; questo personaggio è caduto più in basso di quanto chiunque potesse immaginare e tutto ciò ha reso la sua disperazione così… reale.
Ma Fiona non è Frank, questo lo sappiamo bene, e troverà un modo per rialzarsi e riprendere in mano la sua vita anche se al momento sembra impossibile. Non sarà facile e dovrà riacquistare la fiducia di alcuni personaggi, specialmente di Lip, ma sono certa che ce la farà.
La scena finale è stata straziante: Fiona torna a casa ma si ritrova sola come mai in vita propria.

tumblr_n1572jPsC91trsxpko4_250tumblr_n1572jPsC91trsxpko3_250

tumblr_n1572jPsC91trsxpko10_250 tumblr_n1572jPsC91trsxpko8_250

La solitudine e la lotta contro di essa è il vero tema della stagione: Frank trova un appiglio in Samantha; Lip – dopo la solitudine più totale del collage – ritorna a casa; Ian troverà, nel prossimo episodio, nuovamente Mickey sulla propria strada.
Comunque, all the awards per Emmy Rossum e la sua interpretazione. Da brividi.
tumblr_n14n987jyv1qhhxd4o4_250Altro protagonista indiscusso dell’episodio è proprio Lip. Lip si trasforma involontariamente in una sorta di antagonista di Fiona, ne prende momentaneamente il posto e fa tutto quello che la sorella avrebbe fatto in una situazione come quella: cerca di mantenere la famiglia unita, nonostante un attacco di rabbia costringa Debbie ad allontanarsi e tornare da Matty. Non ne faccio una colpa a Lip, dopotutto è solo un ragazzo di diciotto anni che, come sempre, si fa carico di problemi molto più grandi di lui.
Lip è chiaramente arrabbiato con Fiona e per questo motivo si auto impone delle priorità: la custodia di Liam e la conseguente ricerca di Frank verranno prima di Fiona e della cauzione. Se poi si pensa che la cauzione stessa è fuori dalla portata dei Gallagher, non è facile immaginare un futuro troppo roseo per la ragazza. Per fortuna interviene Mike, rientrato nelle mie grazie solo alla fine della sua storyline, ora che finalmente si è tolto dalle scatole.
Per un momento ho pensato che fosse stato Robbie a pagare la cauzione, ma poi mi sono ricordata che non è Natale e che Babbo Natale non esiste.
Tornando a Lip, ho sul serio amato la sua indole di fratello maggiore. È pronto a farsi carico della sua famiglia anche se questo porta a galla non pochi problemi: inizialmente, parlando con la donna dei servizi sociali, afferma di voler lasciare il college per prendersi cura di Liam; verso la fine dell’episodio però, quando riceve il proprio compito di filosofia finalmente corretto e realizza di aver fatto per una volta qualcosa di buono grazie ai suoi sforzi, ecco che non sembra poi più così sicuro di volersi mettere alle spalle un futuro che non è ancora arrivato ma che sa di poter ottenere.

tumblr_n157958Nus1rsq3ibo2_250tumblr_n157958Nus1rsq3ibo1_250tumblr_n157958Nus1rsq3ibo4_250

La situazione è difficile e credo che l’unico modo per uscirne sia un riavvicinamento tra Fiona e Lip: Lip è la roccia di Fiona, solo insieme possono superare i momenti bui. Che Ian torni in sé e dia una mano? Io lo spero.
E in mezzo ai drammi familiari, ecco che spunta lui: Frank. Sapevamo già che Frank non sta affatto bene ma il medico in questo episodio sembra piuttosto chiaro. Frank sta morendo e non c’è nulla che si possa fare.
Per quanto sia un personaggio moralmente scorretto, ingrato e con sprizzi di umanità che rasentano l’inesistenza più totale, non riesco ad immaginare uno Shameless senza Frank. Di conseguenza mi è dispiaciuto un po’ vederlo in quelle condizioni, dalla scena in ospedale a quella nella pseudo casa di riposo. Nonostante tutto, però, ho sempre l’impressione che Frank riuscirà sempre a salvarsi in un modo o nell’altro. Non è facile far fuori un Gallagher.

tumblr_n1646t9np51surmtho4_250tumblr_n1646t9np51surmtho3_250tumblr_n1646t9np51surmtho2_250

Insomma, è stato un episodio che ci ha lasciato molti spunti su cui riflettere: riuscirà Fiona a rimettersi in gioco? Cosa deciderà di fare Lip? Frank ne uscirà vivo? Il prossimo episodio si prospetta molto movimentato. Prima di lasciarvi con il promo, vi invito a passare nella meravigliosa pagina Shameless Us Italian Page.

Aniel
Classe 1992, messinese, ha viaggiato molto durante la sua vita pur non avendo staccato gli occhi dal computer: ha passato un certo periodo a San Francisco con le sorelle Halliwell e ha frequentato il liceo di Sunnydale; ha bazzicato per un po' al Sacro Cuore, è precipitata su un'isola sconosciuta e ha passato parte dei suoi anni on the road a bordo di una Chevy Impala del '67. Deve alle serie tv la sua felicità attuale e la sua più che certa infelicità futura (sa fin troppo bene di non poter incontrare un Klaus o un Dean Winchester dietro l'angolo, purtroppo). È ossessionata dagli angeli, da Leo di Charmed ad Angemon dei Digimon; da Angel di Buffy (che non è un angelo ma... who cares?) a Castiel di Supernatural, e spera di cuore che arrivi a salvarla dalla perdizione telefilmica, almeno quel tanto che basta da farla laureare senza problemi in tempi accettabili.

Related Articles

4 COMMENTS

  1. Dopo puntate come questa mi convinco sempre di più che Emmy Rossum si merita una cazzo di statuetta, insieme a Jeremy e William. La scena della prigione mi ha spezzata.

  2. Bella la recensione ma l’esposizione l’avrei organizzata diversamente. Alcuni dettagli rovinano il contesto.
    Intanto le gif appesantiscono il caricamento della pagina e sono inutili.
    I commenti andrebbero DOPO la stesura della trama.
    Questo ad una rapida analisi.

    Ciao e buon lavoro, sperando che cogliate le critiche come costruttive 🙂

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,430FollowersFollow

Ultimi Articoli