Shameless | Recensione 2×03 – I’ll light a candle for you everyday

E’ l’episodio dei sensi di colpa per i Gallagher, la storyline di Frank prende una rapida, improvvisa virata e si conclude con una scena che mi ha lasciato a bocca aperta…ma non posso partire dalla fine, ora vado con ordine!
Ancora una volta a monopolizzare l’attenzione sono i tentativi di Frank di sembrare disinteressato nell’assistere la cardiopatica malata terminale Dottie Coronis; la donna sta iniziando a concedergli un po’ di confidenza, tanto che accetta addirittura di sposare Frank, dopo la sua goffa proposta (fatta con l’anello rigorosamente rubato dal fidanzato motociclista tamarro di Karen che vuole chiederle di sposarlo!). Siamo solo alla terza puntata della nuova stagione, eppure gli autori hanno deciso di risolvere subito la “situazione Dottie Coronis” (anche se stava diventando interessante!), temendo forse che vedere il nostro padre di famiglia troppo premuroso troppo a lungo potesse annoiare o indispettire lo spettatore: dopo aver confessato a Frank che, nonostante i suoi premurosi sforzi e l’imminente matrimonio, non riceverà nulla in seguito alla sua dipartita perché i suoi beni sono già stati assegnati, la donna si chiude in bagno per farsi una doccia e nel frattempo riceve una chiamata per la donazione di un cuore compatibile con il suo.
E’ Frank a intercettare il cercapersone, rispondendo che la sua adorata moglie è deceduta proprio la sera prima e non ha più bisogno di un trapianto di cuore. SUL SERIO FRANK???? Abbiamo visto fare al capofamiglia Gallagher tante cose stupide, disdicevoli, disgustose…ma questa le supera tutte! Condannare a morte una persona solo per ottenere la sua casa? Questo va un po’ oltre l’umorismo cupo e goliardico tipico di Shameless!
Tralasciando i miei scrupoli morali, Dottie il giorno successivo viene a sapere dal telegiornale che un giovane è morto in un incidente stradale e il suo cuore è stato donato ad un altro ragazzo: realizza che per lei è finita, che passeranno ancora mesi prima che le ricapiti un’occasione del genere e lei non ha tutto quel tempo. Per questo motivo chiede a Frank di “assisterla” nel suicidio, avendo un rapporto sessuale con lei: il cuore della donna non regge, come aveva già previsto, e muore.
Frank se ne va come se avesse concluso un lavoro, ma in realtà (e questa è la scena che mi ha lasciato a bocca aperta) lo si vede al bancone del bar commosso e sul punto di piangere…quindi Frank ha un cuore! Ha avuto qualche rimorso per ciò che ha fatto…immagino che lo scopriremo per certo nel prossimo episodio.
In ogni caso, continuo a non condividere la scelta di andare oltre così rapidamente in questa storyline che, a mio parere, avrebbe avuto ancora molto da dire, mostrandoci un Frank neo marito fintamente docile e affettuoso. Lo ammetto, Dottie Coronis mi stava simpatica!
Meanwhile, Fiona flirta con un ex compagno di scuola sposato e trova sul treno una Louis Vuitton con un portafoglio decisamente capiente. Dopo aver speso tutto il contenuto per un lauto pranzo con la famiglia, la maggiore dei Gallagher si fa cogliere da sensi di colpa e decide di restituire borsa e denaro alla proprietaria, che non è una riccona snob, ma una ragazza povera come lei che doveva pagare l’affitto. In realtà Fiona non renderà i soldi alla proprietaria, ma se ne andrà stizzita dopo essere stata (peraltro giustamente!) accusata di furto.
In seguito ad un pessimo incontro ravvicinato con il noioso ex compagno sexy, Fiona subisce la seconda ondata di sensi di colpa e chiama STEVE, che, apparentemente, non se la cava poi così male e non sente troppo la sua mancanza. Sento imminente un ritorno di Steve, la storia ha bisogno di lui!
La coppia Kevin – Veronica, invece, accantonata la questione marijuana, ora cerca di comprare il bar in cui lavora Kevin, rendendolo anzitutto più moderno e appetibile per i clienti. Nonostante le prime incertezze, Veronica si lascia poi convincere e trascinare nel progetto.
Ho adorato anche la piccola Debbie, ossessionata dalla morte dopo la dipartita del vecchietto nella casa di riposo in cui lavora Veronica: fantastica la scena in cui sveglia Fiona elencandole tutti i sinonimi di “passare a miglior vita”!
Episodio sempre divertente e piacevole, nonostante mi restino dei dubbi sulla soluzione frettolosa della storyline di Frank…spero di essere smentita la prossima settimana con un nuovo, inaspettato plot twist!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.