Shadow and Bone - Tenebre e Ossa

Shadow and Bone – 5 differenze sostanziali tra serie tv e romanzi

Shadow and Bone – 5 differenze sostanziali tra serie tv e romanzi

La prima stagione di Shadow and Bone – la serie tratta dai libri del Grishaverse di Leigh Bardugo, di cui trovate qui la recensione – è approdata su Netflix venerdì scorso e, come (quasi) tutti gli adattamenti televisivi, presenta alcune differenze sostanziali rispetto alla sua versione cartacea.

Ma quali sono quelle che saltano più all’occhio? Eccovi un breve elenco!

  1. La serie di Netflix mischia vicende e personaggi di Tenebre e Ossa (il primo volume del Grishaverse) con quelli di Sei di Corvi. C’è però un piccolo dettaglio da tenere in considerazione, ovvero che la dilogia dei Corvi è ambientata un paio di anni dopo le vicende narrate nella trilogia, quindi va da sé che nei libri i Corvi con riceveranno mai l’incarico di rapire Alina Starkov. Possiamo quindi considerare questa parte di narrazione all’interno del telefilm un vero e proprio prequel alla dilogia!
  2. Nei libri il generale Kirigan viene chiamato Darkling, sempre e da chiunque. All’interno del primo romanzo si scoprirà che lui e il Black Heretic sono la stessa persona, ma è solo a metà del terzo che verrà svelato che il suo nome è Aleksander. Il cognome non verrà mai nominato – e possiamo immaginare che nella serie tv abbiano preso la decisione di presentarlo come generale Kirigan e Aleksander prima che come Darkling e Black Heretic, per umanizzarlo agli occhi del telespettatore in vista della “grande” rivelazione. Rigorosamente virgolettato perché si capisce praticamente dal primo sventolio di mantello che sarà poi lui il cattivo di turno.
  3. Nella serie tv Alina è per metà Shu e questo la rende ancora più emarginata rispetto a quanto non sia già nei libri.

    Shadow and Bone – 5 differenze sostanziali tra serie tv e romanzi: i rapporti tra i personaggi

  4. Il rapporto tra Mal e Alina è diversissimo tra la loro versione cartacea e quella televisiva. I libri si aprono con Alina innamorata di un Mal che però, crescendo, si è staccato molto da lei rispetto ai tempi in cui vivevano a Keramzin e che, almeno nella prima parte della storia, non sembra riuscire a vedere niente in lei a parte la compagnia d’infanzia. Nella serie tv i due sono inseparabili e lo sono sempre stati, il che cambia alcune dinamiche degli eventi: ad esempio, invece di trovarsi per caso entrambi parte della missione all’interno della Faglia, Alina si ritrova a dover usare improbabili stratagemmi per poter seguire Mal.
  5. Anche il rapporto tra Alina e il Darkling è molto diverso tra i due medium: nei libri tra i due si crea un’intimità più forte (e sensata), al punto che il Darkling mette al corrente Alina di una parte dei suoi piani – come quella di cercare il cervo per donarle le sue corna come amplificatori di potere. Nel telefilm invece Alina è del tutto all’oscuro di qualunque piano dell’altro e questo, a mio avviso, rende molto meno intensi sia il momento in cui lei scopre la vera identità di Kirigan, sia poi la caccia al cervo e il passaggio in cui riesce a riprendere il controllo del proprio potere all’interno della Faglia.

Ovviamente è normale che da romanzo a sceneggiatura molte cose scompaiano o vengano modificate, è molto raro che un film o una serie tv siano fedeli in tutto e per tutto all’opera da cui sono tratti. E altrettanto ovviamente, queste non sono le uniche differenze tra la serie e i romanzi, ma sono le più grosse ed evidenti.

Voi avete apprezzato questi cambiamenti o avreste preferito una sceneggiatura diversa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.