Sex And The City | Buon 15° anniversario

foto 4

Proprio in questi giorni sono stati festeggiati i 15 anni dalla prima messa in onda di Sex And The City (SATC). La serie iniziò ad essere trasmessa nel lontano 1998 sul canale HBO riscuotendo un enorme successo tra il pubblico, vennero infatti realizzate ben 6 stagioni. Quindi quale migliore occasione se non questa per omaggiare questo cult della televisione?

Darren Star, l’ideatore della serie, già famoso per aver creato Beverly Hills 90210 e Melrose Place, decide di basarsi sull’omonimo romanzo di Candace Bushnell, per creare qualcosa che entrerà nella storia della tv.
Sex And The City: chi non ne ha mai visto un episodio? Chi non l’ha mai sentito nominare da amici o parenti o da qualche altro film o telefilm? NESSUNO.

foto 5

Partiamo dal presupposto che SATC per me è la Bibbia, e forse lo è anche per la maggior parte dei gay e non solo, noi tutti vorremo trovarci come Carrie a qualche party favoloso con le nostre amiche a bere cosmopolitan. Mi sto forse sbagliando? L’idea di avere una vita come quelle delle 4 protagoniste non può non avervi mai sfiorato.
Sex and the City è una serie per chi sogna, chi ama e per chi crede nell’amicizia… e anche per chi ama un po’ il sesso.
La tematica principale della serie è l’amicizia, infatti le protagoniste possono sempre contare l’una sull’altra, in ogni occasione sanno che ci sarà sempre un consiglio o una spalla su cui piangere. Avere delle amiche così è il sogno di qualsiasi ragazza.

Ogni protagonista incarna uno stereotipo (Carrie è alla ricerca dell’uomo perfetto, Samantha pensa sempre al sesso, Miranda alla carriera e Charlotte al matrimonio), ma non si limitano a questo, anzi, i loro personaggi vengono sviluppati benissimo e li vediamo evolvere a seconda delle situazioni che si susseguono nella loro vita.
Ma ora cerchiamo di vedere bene nel dettaglio le quattro newyorchesi.
Partiamo da lei, la favolosa Carrie Bradshaw che è alla continua ricerca del suo “Mr Big”.(personalmente l’attore che interpreta Mr Big esteticamente non mi piace molto), ma con il termine di “Mr Big” Carrie si vuole riferire ad un concetto: “Mr Big” è l’uomo perfetto, l’uomo che tutte le donne/gay vorrebbero al proprio fianco.

Se penso a Carrie non posso non citare una delle mie frasi preferite.
“Ed eccomi di nuovo con il solito problema: un armadio di vestiti e niente da mettermi”

Samantha Jones, l’unica e indimenticabile, come si fa a non amare questa donna? E’ schietta, diretta, frizzante e oltre alle sue amiche ha sempre in mente un’altra cosa: IL SESSO, è una “ninfomane” di prima categoria che ama sperimentare di tutto e con tutti. Ecco una scenetta giusto per farvi un’idea :



Ora è il turno di Miranda Hobbes. Per lei il lavoro viene prima di tutto, nella sua vita infatti l’importanza che dà alla sua carriera da avvocatessa spesso le crea dei problemi nella sua vita sentimentale .
“Se un uomo ha più di trent’anni ed è single ha qualcosa che non va. È darwiniano: la natura li elimina affinché non propaghino la specie.” Una delle sue citazioni che preferisco. Non ha ragione secondo voi?

tumblr_m6q8kuY2tm1qa918to1_500

E per finire tocca a Charlotte York, lei è il personaggio più comune ed è quello in cui molte ragazze si rispecchiano, perchè è la classica ragazza che vede il matrimonio come punto focale della sua esistenza. Avere figli e una relazione monogama sono le sue massime aspirazioni (non che questo sia un male, ovviamente!), il suo rapporto sentimentale ideale è basato sulle «regole» dell’amore e degli appuntamenti.
“Ho letto che se non fai sesso per un anno puoi ridiventare vergine.”
Come possiamo non amare Charlotte che ci regala queste perle?!

foto 2Ecco, ora immaginatevi queste 4 ragazze a New York.
SATC è stato un successo per diversi motivi. Il primo sicuramente è quello dell’aver portato sul piccolo schermo una tematica forte come quella del sesso in una veste totalmente nuova e scherzosa. Le quattro protagoniste davanti ai loro drink si trovano a parlano del sesso esattamente come gli uomini farebbero davanti ad una birra, senza troppi fronzoli o troppi taboo, all’epoca era veramente difficile trovare uno show che trattasse con la stessa semplicità questa tematica, infatti non mancarono le polemiche a proposito.

Un altro punto di forza della serie è senza dubbio la scelta di 4 protagoniste forti ed indipendenti, tutte possiedono una sorta di “potere” e sanno come sfruttarlo sia nella vita quotidiana che in ambito lavorativo ricoprendo posizioni di rilievo.
Vivere alla SATC credo che sia il sogno un po’ di tutti (un po’ irreale, però ci piace sognare): avere un ottimo lavoro, delle amiche di cui ci si puo’ sempre fidare, essere sempre belle e sgargianti e ovviamente vivere a New York.
Una delle cose che preferisco della serie è il legame che si è instaurato tra loro, si raccontano sempre tutto, quando hanno un problema la prima cosa che fanno è chiamarsi a vicenda, e mai niente e nessuno riesce a spezzare questo rapporto. Giusto per farvi un’idea ecco una piccola scenetta:



Un’altra cosa che ho adorato dello show è il rapporto instabile tra Carrie e Mr Big, un tira e molla continuo, lei sempre ossessionata e innamorata di lui e non riesce mai a levarselo dalla testa, lui invece sempre pronto a fare/dire la cosa più giusta o la più sbagliata spezzando continuamente il nostro e il suo cuore.
Però dopo sei stagioni Carrie riesce finalmente a sposarlo.


http://www.youtube.com/watch?v=SiF-NWjmcM4

Io però se devo dire la mia preferivo Aiden, l’altra crush importante di Carrie.
Parlando proprio di ragazzi vorrei farvi notare come in SATC vinca il badboy, ovvero Mr Big.
Carrie “vive” due grandi amori quello “tormentato” con Big e quello “classico” con Aiden. A differenza di Aiden, Big fugge sempre, nel momento meno opportuno, illude Carrie e poi si nasconde, ma alla fine è proprio lui ad averla vinta nonostante Aiden sia il suo esatto contrario, sempre pronto e disponibile per Carrie e totalmente innamorato di lei.
Dopo il gran successo dello show non potevano mancare i due film dedicati alla saga, ma ahimè di poco successo rispetto alla serie.

foto 1 copiaSecondo voi perché questo flop? Io qualche idea l’avrei: in primis i tempi sono cambiati e, mentre prima SATC era qualcosa di insolito e innovativo e pronto a fare scalpore, ora invece risulta qualcosa di normale; un altro probabile motivo è la banalità della trama, il primo film potevamo anche salvarlo, la storia era carina e abbastanza interessante, ma il secondo film potevano anche risparmiarcelo, di una banalità assoluta e il tentativo di guadagnare su un brand che ha fatto la storia era palese. Personalmente ho amato molto entrambi i film, ma probabilmente perchè la serie ha un posto speciale nel mio cuore.
Ritornando allo show televisivo, SATC rimane un must e, con il passare degli anni, si continua a parlare sempre e comunque di questa serie. E’ stato citato anche in molti film e cartoni animati come ad esempio ne The Simpson, dove sono comparse delle scenette ironiche sulla nostra Carrie.

foto 1

Nei diversi episodi però non troviamo soltanto le 4 ragazze, ma a farla da contorno ci sono anche numerose guest star, come ad esempio Alanis Morrisette, Bradley Cooper, Jon Bon Jovi, Sarah Michelle Gellar, Geri Halliwell, David Duchovny e tanti altri.

SATC ha influenzato tanto il mondo della televisione, molte serie si sono ispirate al mondo femminile, al sesso, e all’amicizia tra donne, esempi sono Desperate Housewives (che ha ripreso il tema dell’amicizia tra donne) o Grey’s Anatomy, che è stato proprio definito come un incrocio tra ER e SATC. Quindi uno speciale “grazie” va a questa serie e al suo ideatore. E’ merito loro se oggi possiamo vederne altri show così belli.


Un altro elemento fondamentale della serie è la moda. Le 4 ragazze sono amanti della moda, Carrie viene considerata un guru e tutto il mondo fashion fa da sfondo alla serie. Carrie, non troppo alta, ha un amore spropositato per i tacchi alti e le Manolo.



Ovviamente come potevano mancare anche i gadget e gli accessori ispirati a SATC? Troviamo infatti prodotti per il make up come mascara, ombretti e fard o accessori come borse e t shirt tutti ispirati al glitteroso mondo di Carrie.

Dopo il successo della serie e il flop dei due film si è visto che il marchio non era stato sfruttato abbastanza e quindi perchè non ideare il prequel? Così “The Carrie Diaries” ha preso vita sulla The CW ed ha iniziato a raccontarci tutte le vicende di una Carrie adolescente, il suo amore per la moda, per New York e i suoi primi approcci con l’altro sesso. Ecco il promo:



Ci sarebbe ancora una miriade di cose da dire, ma non vorrei dilungarmi ed annoiarvi troppo. Vi consiglio solo, nel caso in cui non l’aveste ancora fatto, di correre a vedere questo cult della televisione perchè se dopo 15 anni siamo ancora qui a parlarne, un motivo ci dev’essere! Buon anniversario SATC.

tumblr_mg86pvIC9W1qcp9gro1_500

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,433FollowersFollow

Ultimi Articoli