Scream | Intervista SPOILER al killer

scream-killerATTENZIONE: L’articolo contiene SPOILER del finale di stagione di Scream. Se ancora non avete visto l’episodio non continuate a leggere.

Ci sono molte lezioni da imparare dalla prima stagione di Scream: non andate a nuotare da soli di notte (RIP Nina). Non portate caramelle durante una serata film con il vostro ex ragazzo (RIP Will). Assicuratevi che non siano telecamere nascoste durante la vostra prima volta (RIP dignità di Emma).

Ma la cosa più importante? Non. Fidatevi. Della. Giornalista.

Esatto: dopo nove settimane di macabri omicidi a Lakewood e infinite aringhe, la dipendente da crimini misteriosi Piper Shaw si è rivelata essere la donna dietro la maschera, durante il finale della prima stagione. Ma anche Amelia Rose Blaire, l’attrice che la interpreta, non si aspettava di morire.

“L’ho scoperto alla fine delle riprese del sesto episodio, prima di fare la scena con Will e Piper alal concessionaria abbandonata,” dice Blaire a TVLine. “Sicuramente non me l’aspettavo. Ero molto eccitata e scioccata e sopraffatta, tutto insieme.”

Sfortunatamente per Piper, non è sopravvissuta. Dopo aver lottato con Emma e Maggie sullo stesso pontile in cui è stato ucciso Brandon James, hanno sparato a Piper due volte, liberando Lakewood dal serial killer. (Beh, più o meno. Si è scoperto anche che Audrey era in contatto con Piper per tutto questo tempo).

Di seguito, Blaire ci ha raccontato come si è preparata al ruolo e l’influenza che il podcast Serial ha avuto sul suo personaggio.

TVLINE: Prima di scoprire di essere il killer, chi pensavi che fosse?

Ero convinta fossero Kieran e Audrey. Fin dall’inizio, avevo puntato su di loro. Kieran è apparso dal nulla, completamente coinvolto da Emma, l’ha puntata fin dall’inizio. C’erano un sacco di cose sospette su di lui. E poi Audrey – la prima cosa che dice a Piper è, “Nina era una grandissima stronza che ha avuto quello che si meritava.” Quindi, allarme in ogni dove.

TVLINE: Una volta saputa la verità, quanto ha influito sulla tua performance?

Dovevo. Avevo fatto una mappa con tutto ciò che il killer, o i killer, stavano facendo – chi c’era, tutto ciò che hanno fatto. E ha stilato anche dei profili su tutti i personaggi, cercando di decidere chi si nascondeva dietro la maschera. E poi si è scoperto essere Piper e spostare tutte queste informazioni su di lei è stato assurdo, stupendo e inquietante. C’è così tanta oscurità e tantissima tristezza. È un’esperienza da vivere.

emma-and-piper-episode-109TVLINE: Ghostface nei film è diventato iconico nella pop culture. Eri intimidita dall’interpretare una versione di questo personaggio?

È molto intimidatorio. Sono panni pesanti da vestire. Cioè, il killer originale di Scream, Billy Loomis – ricordo benissimo la scena, la prima volta che l’ho vista. Io, ovviamente, volevo fare quella scena finale nel modo più intenso possibile. Non ho idea di come sia il risultato finale. Ma quando mi sono svegliata quella mattina e ho girato la scena, è stato come essere risucchiata in un buco nero. [Ride]

TVLINE: La scena finale è così lunga e complessa – stai lottando con Emma, ti sparano e cadi nel lago. Quanto ci è voluto per girare quella sequenza?

È stato il mio ultimissimo giorno di riprese. Abbiamo iniziato al tramonto e girato per tutta la notte, fino all’alba, e poi ancora. Hanno anche richiamato gli stunt per fare altro lavoro il giorno dopo. In tutto sono stati due giorni, ma il vero lavoro è stato fatto da Willa Fitzgerald e Tracy Middendorf. Io ho lavorato solo la notte. Una notte davvero epica e intensa. [Ride]

TVLINE: Qualcuno ha scoperto che eri tu il killer prima di tutti gli altri? E come hanno reagito quando l’hanno scoperto?

Nessuno lo sapeva. Tutti avevano delle teorie fino all’ultimo episodio. Facevamo teorie su chiunque, anche sul possibile complice – ma quando l’ho scoperto, ho tenuto la bocca chiusa. Non l’ho detto a nessuno. L’unica persona che lo sapeva era la complice di Piper. Nella seconda stagione esploreranno acque molto oscure.

TVLINE: Piper sembra ispirata dal podcast Serial e dalla sua presentatrice, Sarah Koenig. Hai fatto qualche ricerca su di lei prima di iniziare le riprese?

La prima volta che sono arrivata sul set, la prima cosa che ho saputo di Piper è che si ispirava a Sarah Koenig in Serial. La prima cosa che ho fatto dopo è ascoltare tutti i suoi podcast. Creano dipendenza, continua a cambiare idea su Adnan Syed, il soggetto di Serial, se sia innocente o colpevole. Mi è davvero piaciuto. Mi sono ispirata a lei, perché l’idea di Piper è nata proprio da lì.

TVLINE: C’è la speranza di rivedere Piper attraverso i flashback nella seconda stagione?

C’è la possibilità. Non sappiamo ancora cosa succederà. Ci stanno ancora lavorando, ma mi piacerebbe avere l’opportunità di tornare e interpretare questo altro lato di Piper. Per tutta la stagione, stavo praticamente indossando una maschera. Ha due lati della personalità molto diversi. Mi piacerebbe scavare di più nel suo lato oscuro. Ma chi lo sa? Vedremo cosa succederà.

Ok, ora tocca a voi. Avevate sospettato di Piper? Chi erano i vostri sospettati? Commentate!

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.