Scandal | Recensione 4×02 – The State of the Union

Scandal ritorna con una puntata sicuramente meno ricca di avvenimenti della prima, ma certamente più profonda nell’esplorare ciò che vari personaggi stanno affrontando.

Mellie è un personaggio che io stessa ho sempre accusato di essere solo assetato di potere, un personaggio disposto a tutto pur di mantenere la sua posizione, ma dalla scorsa stagione abbiamo cominciato a vedere ciò che questo personaggio ha dovuto affrontare: l’aborto, la rabbia verso se stessa, la paure di essere incinta del suocero, i tradimenti del marito e la mancanza d’amore. Melli non è di certo solo una vittima in tutto questo, ma non posso nemmeno negare che non abbia sopportato parecchie sofferenze; e adesso che il figlio non c’è più tutto quello per cui ha lottato negli anni le sembra talmente superfluo e inutile da essere pronta a lasciarlo andare. Mi ha davvero meravigliata la determinazione di Mellie a “lasciar andare”, ma ammetto che anche il discorso di Abby, seppur fatto per altre ragioni, è stato degno di nota: ci sono milioni di madri al mondo che perdono figli ma non hanno avuto tutto il tempo che ha avuto la First Lady per riprendersi, bensì solo qualche giorno altrimenti avrebbero perso il lavoro. Questo ha, giustamente, dato la forza a Mellie di ritornare sulla scena pubblica; ma è proprio lì che è stata forzata a risentire parole riguardanti la morte di suo figlio e vedere Fitz parlarne al mondo intero, stendendo le braccia come aveva fatto quella notte per Jerry, le ha letteralmente trafitto il cuore. Ammetto che il discorso di Fitz è stato molto toccante e ben interpretato da Tony Goldwyn che ha reso il dolore di Fitz davvero reale. Devastante è stata anche l’uscita di scena di Mellie che pian piano si è tolta le scarpe e la collana e con queste è sparita anche la faccia che ha dovuto mostrare al mondo per tornare ad essere una delle tante madri che non riesce a superare la perdita del figlio. E’ stato molto bello il fatto che Fitz sia subito corso in suo aiuto; credo che una parte di lui stia così dietro a Mellie anche perché si sente in colpa di non essersi accorto dello stupro, ma dall’altro lato vedo una persona genuinamente preoccupata e disposta ad aiutare la donna con cui ha condiviso gran parte della sua vita e tre figli.

Inevitabile era un confronto Olitiz: Olivia ha cercato di tenere le distanze finché ha potuto, ma avrebbero dovuto avere un confronto prima o poi e così è stato. Fitz si sente chiaramente abbandonato da Olivia, ma lei non avrebbe mai potuto stargli accanto in questa fase della sua vita, non essendo ancora ‘l’atra donna’ per lo meno. Liv si è sentita tagliata fuori per tutta la stagione precedente capendo che non avrebbe mai potuto far parte della sua famiglia in quel modo; perciò ha fatto la cosa giusta facendo un passo indietro. E’ stato comunque bello il loro momento insieme perché si è visto che, nonostante non possano essere niente di romantico in questo momento, c’è e ci sarà sempre una connessione fra loro: Fitz aveva bisogna dell’opinione di Liv perché per lui conta molto ciò che lei pensa e Liv ha fatto quello che sa fare meglio: il suo lavoro.

Gli Olake, invece, sono passati da “Fuggiamo insieme voglio ricominciare con te” a “a Washington ci vediamo solo per le sveltine thank you”: l’incoerenza totale nel negare che si sia più di una sveltina fra di loro. Questo comportamento di Jake è sicuramente dato dalla paura che Olivia ceda a Fitz, ma Jake è stato il primo a cedere ad Olivia e continuerà a farlo e per ora va bene così. Spero che si godano quel po’ di luce che gli è rimasta.

«Craving meat.. Really brings out the worse in me» Cyrus quanto mi è mancato! Mi mancavano i suoi ricatti, i suoi piani subdoli e .. I suoi discorsi.. «I’m not concerned that Olvia Pope will fail» che siano amici o nemici o due persone con un rapporto indefinibile non importa: Cyrus sa che Olivia è infallibile nel suo lavoro, sa che il posto che occupa Abby dovrebbe occuparlo Olivia, sa che Olivia è LA risolutrice, è LA portavoce. Con poche parole il nostro caro Cy ha steso Abby/Gabby che in quest’episodio non ho apprezzato per niente in quanto si è dimostrata chiaramente gelosa di quello che rappresentava – e rappresenta- Liv e non sentendosi alla sua altezza è andata a fare un discorso alla Fist Lady solo per sentirsi meglio con se stessa.

Per quanto riguarda Cy, speravo davvero che l’incontro con il tizio a.k.a. padre di Scott McCall in Teen Wolf a.k.a. collega di Karen in Mistresses potesse essere un nuovo inizio per lui e invece è solo uno sporco giochetto di Lizzie.

«You were right, he’s lonely» questa frase, assieme al discorso di Cy riguardo a James mi ha proprio fatto sentire empatica nei suoi confronti , ma ha anche dimostrato come quella donna possa essere senza morale prendendosi gioco di un uomo che ha recentemente perso il marito e che indubbiamente si sente solo. Ma in fondo chi ha ancora un briciolo di morale in Scandal?!!

PENSIERI RANDOM:
Parlando di morale, anche quella di David Rosen è andata a farsi benedire col ricatto per diventare procuratore.
Lo sguardo di Jake che ha incenerito Rosen è stato AWESOME!!
Huck e Quinn sono sempre al solito punto da una stagione ormai e questo è colpa di Huck che è perennemente bloccato. Sinceramente sta cominciando a stancarmi la staticità di questo personaggio… E ricordiamoci che alcune persone ti urlando addosso per farti capire che devi farti gli affari tuoi; altri ti estraggono un dente.
Mellie e il pollo fritto sono la mia nuova OTP <3
Cyrus vegentariano per 10 minuti è stato fantastico!
Se vostro marito vi infastidisce potete sempre ficcargli un apribottiglie nella coscia!

Vi ricordo di cliccare mi piace su questa meravigliosa pagina Shonda Rhimes Italia dedicata al mondo di Shonda! Qui ogni settimana potrete trovare immagini, video e notizie riguardanti non solo SCANDAL, ma anche Grey’s Anatomy e il nuovissimo How to get away with murder.

Vi lascio con il promo della prossima puntata!

http://www.youtube.com/watch?v=BIgckkZW_pM

Julia
Linguist, writer, reader, filmgoer and totally addicted to telefilm. Studia lingue, le ha sempre studiate e sempre le studierà. Fin dalle elementari ha sempre e solo avuto in testa l'inglese, ora sa anche francese, spagnolo, russo e tedesco, ma se avesse tempo imparerebbe tutte le lingue del mondo. La sua vita da strega.. Ehm cioè filmica e telefilmica è cominciata con Hocus Pocus, poi con Charmed ed infine con Harry Potter (sì, è fermamente convinta che il mancato arrivo della sua lettera sia stato solo una svista del sistema postale italiano – qui girano solo gufi ubriachi- ù.ù ). Non essendo stata convocata a Hogwarts ha passato l'adolescenza prima a Capeside con Dawson e la sua compagnia, poi a Stars Hollow dalla famiglia Gilmore ed infine ha deciso di frequentare i “quartieri alti” di Orange County in compagnia di Ryan, Seth, Summer e Marissa e dell'Upper East Side cercando di scoprire chi fosse Gossip Girl. Per guarire la sua dipendenza da quella gioventù ricca; è andata a farsi curare al Seattle Grace Hospital, luogo dove fa ritorno ogni anno anche se Shonda cerca di ucciderla. Deve confessare, però, che gironzolando per Mystic Falls e per Beacon Hills ormai è abituata a rischiare la vita. Nel tempo libero legge, legge, legge e scrive, scrive, scrive. Sogno nel cassetto: vivere a New York e scrivere sul cinema. Piano B: piazzarsi davanti agli studios di Los Angeles e, in qualche modo, farsi assumere. Motto: A volte possiamo far avverare i sogni. Non succede spesso, ma quando possiamo dobbiamo farlo.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,332FollowersFollow

Ultimi Articoli