Scandal | Recensione 3×01 – It’s Handled

PREVIOUSLY ON SCANDAL. Fin dall’inizio della serie, era altamente prevedibile che la relazione fra Olivia Pope e il presidente degli Stati Uniti Fitz Grant, sarebbe diventata di dominio pubblico. Nell’arco delle due stagioni, la passione fra Olivia e Fitz è sempre stata palpabile, con i due che facevano fatica a stare lontani, e pian piano tutte le persone vicine a loro hanno scoperto della loro relazione, che proprio nel finale della scorsa stagione diventa di dominio pubblico. Mellie, stanca di subire sempre, spiattella alla stampa il tradimento del marito, senza però fare il nome della Pope. Il finale della seconda stagione ci ha regalato tante emozioni e un cliffhanger da cardiopalma: una soffiata rivela alla stampa l’identità della mistress del Presidente Grant e un’inconsapevole Olivia Pope si ritrova catapultata in una realtà caotica,  in pasto alla stampa scalpitante per avere delle conferme dalla donna. Ciò che però mi ha lasciato ancora di più a bocca aperta è stato scoprire che Rowan, l’uomo misterioso che incaricò Jake Ballard di spiare Olivia, sia in realtà il padre della Pope. Dopo un finale così, chi è che non ha aspettato con grande ansia e trepidazione la ripresa di Scandal? E quando una serie è tanto attesa, il rischio è quello che le grandi aspettative possano farti rimanere deluso dalla ripresa… Invece devo dire che Shonda come sempre è riuscita a mantenere uno standard molto elevato e ci regala una premiere davvero fantastica. 

IL RAPPORTO PADRE-FIGLIA

Questo episodio ci regala un assaggio del rapporto fra Olivia e suo padre. La donna è rimasta molto sorpresa quando se l’è ritrovato in quella auto, pronto a “salvarla”. Il loro rapporto è abbastanza freddo, i due sono distanti, si trovano in completo disaccordo per quanto riguarda ciò che sta accadendo. Rowan rimprovera la figlia e si impone in maniera molto autoritaria: è deluso dalle scelte fatte da Olivia e arriva quasi a darle della poco di buono. Davanti a tale autorità e veemenza, sono rimasto molto stranito dalla remissività e dalla poca combattività di Olivia, che probabilmente in confusione e in fase di metabolizzazione, accetta il tutto passivamente e sale sull’aereo senza quasi batter ciglio. Quei pochi istanti sull’aereo e una telefonata a Cyrus bastano ad Olivia per ricomporsi, scendere dall’aereo e dirne quattro al padre. In tutto quel tempo ho pensato seriamente che Shonda stesse per fare una delle sue cavolate, però Scandal senza l’Olivia Pope combattiva non sarebbe Scandal.

 tumblr_mu7wgo7bSC1qaaufmo1_250tumblr_mu7wgo7bSC1qaaufmo2_250

Più avanti nella puntata, Olivia e il padre hanno un altro scontro in cui l’uomo dimostra ancora poca fiducia nei confronti della figlia ma anche di conoscerla davvero molto poco. Proprio con la frase “I’m never out of options” Olivia rimette (per il momento) il padre al suo posto senza troppe chiacchiere. Mi piacerebbe tanto che in questa stagione venisse dato spazio al loro rapporto, alla fine sappiamo ben poco del passato della protagonista, a parte ciò che abbiamo visto nelle scorse stagioni e le notizie apprese in questa puntata. Un altro scambio di battute che i due hanno avuto nelle fasi iniziali dell’episodio (Rowan: “The White House will destroy you” – Olivia:”That’s what mum used to tell me about you“) ci fa capire come fra i due non corra buon sangue.

FITZ, MELLIE E OLIVIA

Proprio uno degli assi presenti nella manica di Olivia, consente questo incontro parecchio inaspettato. La situazione fra i tre è abbastanza tesa ed è soprattutto Mellie quella più innervosita: il loro incontro nel bunker tira fuori una soluzione che è quella di essere sinceri, almeno in parte. L’idea è di Olivia e viene supportata da Fitz, ma ovviamente Mellie non sta lì a fare il soprammobile e rompe ai due le uova nel paniere. Infatti la donna, per non fare la figura della scema, vuole che sia presentata una situazione in cui la relazione dei due viene minimizzata a qualche semplice scappatella, dovuta a momenti di mancanza di lucidità. Mellie in questa occasione è entrata un po’ in contraddizione con sé stessa: mi riferisco a quando propone di andare da Oprah a smentire ciò che precedentemente lei stessa ha spiattellato in televisione. Tornando in televisione a smentire il tutto, che credibilità avrebbe avuto? Praticamente nessuna: avrebbero fatto entrambi la figura dei bugiardi e il loro gradimento, soprattutto quello di Mellie, sarebbe sceso in maniera notevole. Sono rimasto parecchio sorpreso dal fatto che Mellie non abbia visto questo risvolto della situazione, il che mi fa pensare che si sia lasciata un po’ prendere dalla rabbia.

L’incontro nel bunker regala la possibilità a Olivia e Fitz di rivedersi dopo la dilvugazione della loro relazione. In primis i due iniziano a litigare, poi vengono interrotti da Mellie. Al termine del meeting, la prima ad abbandonare la scena è proprio la first lady, lasciando i due da soli. E qui nonostante Olivia continui a ripetere a Fitz, ma soprattutto a sé stessa, di star bene, Fitz sa che sta mentendo e fa un gesto davvero degno di nota: la abbraccia teneramente e cerca di far sentire in qualche modo alla donna tutta la sua vicinanza.

tumblr_mu88iu2yIR1qba9pko5_250tumblr_mu88iu2yIR1qba9pko6_250
tumblr_mu88iu2yIR1qba9pko7_250tumblr_mu88iu2yIR1qba9pko6_250 (1)
tumblr_mu88iu2yIR1qba9pko9_250tumblr_mu88iu2yIR1qba9pko10_250
LO STRATEGA CYRUS

Cyrus è uno dei personaggi meglio riusciti di questa serie: è sempre coinvolto nelle situazioni più scabrose, ha sempre un potere decisionale smisurato e riesce in parte a manipolare come vuole le persone che ha intorno: suo marito James, il presidente Fitz, la first lady Mellie, e all’inizio della puntata è riuscito a manipolare anche un po’ Olivia. L’uomo ha saputo dare a quest’ultima una motivazione valida per scendere dall’aereo, traendone anche vantaggio in qualche modo. Si è spacciato per suo amico e anche quando Olivia lo ha definito un mostro, un essere spietato, è riuscito a farle pensare che è veramente dalla sua parte. In realtà Cyrus è veramente dalla parte di ciò che deve esser fatto: è senza scrupoli e guarda a quali possono essere i risvolti negativi derivanti dalla partenza di Olivia. Quando più avanti le cose nella puntata non sembrano migliorare, non esita a cercare informazioni riguardanti il passato dell’amica Olivia, informazioni da utilizzare proprio per denigrarla in qualche modo.

tumblr_mu4piqRxhH1qbwkkro1_250tumblr_mu4piqRxhH1qbwkkro2_250
 tumblr_mu4piqRxhH1qbwkkro3_250tumblr_mu4piqRxhH1qbwkkro5_250

Ma le deduzioni dei collaboratori della Casa Bianca fanno passare Olivia quasi per una arrampicatrice sociale, quindi Cyrus non sopporta l’idea di colpirla e cerca un’alternativa: però quel file sulla Pope rimane. Quello che emerge non mi è piaciuto e penso che in qualche modo quel folder sarà riutilizzato nel corso di questa stagione. Ciò che mi piace di Cyrus è proprio il suo essere versatile, di ampie vedute, ha ben in testa i suoi obiettivi, noncurante dei mezzi utilizzati per raggiungerli.

Un altro aspetto positivo è il suo pungente sarcasmo, che sfodera con maestria ed abilità fenomenale. Quante risate mi son fatto quando nello Studio Ovale ricorda al Vice Presidente Langston di non esser Dio; oppure l’espressione assunta quando la guardia gli dice che il Presidente e Mellie sono fuori dalla Casa Bianca per questioni “private”. FENOMENALE!

tumblr_mu5uqczjNw1qb0tmpo2_250 (1)tumblr_mu5zfmCV3e1qhfsg2o8_250

IT’S HANDLED

Nonostante dall’incontro del bunker si fosse usciti con un’idea ben precisa, era chiaro che Mellie non si sarebbe arresa così facilmente. Infatti la donna, aiutata da Cyrus e in collaborazione con i “Gladiators” della Pope, decide di escogitare un nuovo piano e incastrare una ragazza dello staff presidenziale, Jeannine Locke, colpevole di reputare Fitz un uomo “super awesome, super cool e super doable”. La stampa al solito ci ricama sopra una bella storia e Jeannine diventa il capro espiatorio di turno, quella che viene spacciata come la nuova mistress del presidente forse non l’ha mai nemmeno toccato, con l’eccezione forse di una semplice ed innocente stretta di mano. Comunque Olivia non ha tanto digerito il cambiamento di piano ed è consapevole del coinvolgimento dei suoi scagnozzi nella vicenda. La donna manifesta tutta la sua rabbia ed il suo disappunto con un sonoro “WHAT DID YOU DO?” presente nella gif qui sotto.

tumblr_mu5upqpTOp1qlyrm7o8_250

Mi limito a dire che non vorrei esser proprio al loro posto, a sopportare le conseguenze della loro azione e l’ira di Olivia. Però c’è da dire che la donna deve esser loro grata perché,  nonostante le cose non dette, tutti i segreti, loro stanno sempre al suo fianco, dimostrando smisurata lealtà, fiducia e di volere il bene del loro capo. Olivia decide poi di offrire il suo aiuto a Jeannine, che diventa così una sua nuova cliente. Questa scelta l’ho trovata abbastanza scontata e mi ha lasciato parecchio perplesso: perché Olivia è stata appena tolta dall’occhio del ciclone e rappresentando la donna potrebbe ritrovarsi a essere nuovamente un bersaglio, sebbene la notizia relativa a lei come amante sia stata messa a tacere. Sono d’accordo con Harrison quando le consiglia di auto-preservarsi per una volta. Proprio Harrison ha dimostrato di essere un buon leader, prendendo le giuste decisioni in presenza di una Pope parecchio assente, mentalmente parlando.

FINALE DI PUNTATA

L’astuta Mellie riesce a capire prima di tutti chi è stato a rivelare l’identità della Pope come mistress del Presidente: si tratta proprio di Fitz Grant, suo marito, ad aver diffuso l’informazione. Mellie si è sempre dimostrata una grande donna, zelante, estremamente intuitiva, ambiziosa, astuta e intelligente: ha capito prima di tutti che il colpevole è il marito il quale, facendo uscire allo scoperto il nome di Olivia, col tempo avrebbe potuto trarne grandi vantaggi. L’unica pecca che si può trovarle è l’essere un po’ troppo presuntuosa, il pensare di essere l’unica furba, l’unica capace di architettare piani, capace di manipolare Fitz come meglio crede. Invece proprio l’uomo le ha lasciato credere di avere la situazione sotto controllo e al momento giusto, l’ha affondata. La frase “Now she (riferito ad Olivia) is free” ha parecchio ferito Mellie, che nuovamente si ritrova a vedere Fitz che preferisce un’altra donna. Ormai fra i due è guerra aperta e sono sicuro che non mancheranno sicuramente i colpi di scena. Mellie deve stare attenta perché penso non abbiamo mai visto un Fitz così agguerrito.

 vlcsnap-2013-10-06-15h33m23s201

Rowan convoca Cyrus in maniera molto esplicita per parlare della missione “Remington”, quella a cui parteciparono Fitz e Jake Ballard. Cyrus apre il file e inizia a leggere ciò che veramente successo in quella missione. Tutto ciò che ci dice è un “Oh my God”. E la puntata si chiude così. OH MY GOD

SCANDAL IS BACK. E lo fa con una puntata fantastica. Gli spunti per una stagione strepitosa ci sono tutti: Fitz e Mellie più agguerriti che mai; il personaggio di Rowan così misterioso, potente e autoritario da riuscire a far tremare anche Cyrus; Olivia e Fitz che ormai sembrano una realtà tanto lontana; il rapporto Rowan-Olivia, che mette in campo il passato della donna e infine quel famoso file su Olivia che sono sicuro porterà un bel po’ di problemi. In conclusione volevo consigliarvi di passare dalla pagina Facebook SCANDAL ITALIA, gestita da due ragazze fantastiche, per rimanere sempre aggiornati su tutto ciò che riguarda la serie e mi raccomando mettete un bel MI PIACE!

etty90
23enne calabrese, laureato in infermieristica da poco in cerca di un'occupazione. E' un grande appassionato di libri, medicina, tennis....ma soprattutto di TELEFILM. La sua passione inizia fin da piccolo grazie alle epiche serie di Beverly Hills 90210 e ER. Negli anni ha espanso sempre più i suoi orizzonti televisi, dedicandosi anche alla visione delle serie subbate in contemporanea con gli States, stanco di dover aspettare sempre la ritardata messa in onda italiana. Con l'avvento di MyskyHD, il decoder che registra, la sua dipendenza da telefilm è anche peggiorata (cosa che non pensava fosse possibile!). Ama i medical drama, i family e i teen drama, con un interesse anche verso comedy, thriller, horror e fantasy drama. Sogna di visitare gli States e anche la Gran Bretagna, e magari chissà, un giorno andarci a vivere...

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,433FollowersFollow

Ultimi Articoli