Rewatch e recuperti estivi che devi fare #19

Penultimo appuntamento per questo mese di Agosto e, visto che incombe un nuovo inizio per una serie famosissima e pluripremiata, oggi celebriamo il suo percorso.

Titolo: “Downton Abbey”
Genere: British Drama
Stagioni: 6
Stato: Conclusa ma con un film in lavorazione che uscirà il prossimo anno

Trama: Con una storia che va dal 1912 al 1926, lo show racconta il cambiamento di un’epoca attraverso le vicende della famiglia Crawley, i Conti di Grantham, e delle persone che lavorano al loro servizio presso la tenuta di Downton Abbey (da cui il titolo dello show), passando per momenti che hanno segnato la Storia umana e dell’ultimo secolo in particolare, come ad esempio l’affondamento del Titanic, il voto alle donne, i primi governi Laburisti in Gran Bretagna e la Prima Guerra Mondiale.

Perché recuperarlo (o guardarlo per la prima volta): Lo show è un assoluto capolavoro, come testimoniano le numerose candidature a premi prestigiosi e le altrettanto numerose vittorie. Il cast, la recitazione, l’ambientazione, l’accuratezza dei costumi sono impareggiabili (tanto per fare un esempio, le attrici venivano truccate solo con i cosmetici esistenti già all’epoca).
Tuttavia, “Donwton Abbey” non è solo qualità tecnica. Tra i valori indiscutibili dello show ci sono i singoli personaggi e i rapporti che intercorrono tra essi: tra le tre sorelle Crawley (Mary, Edith e Sybil), figlie dei Conti di Grantham e tra loro, i genitori e la formidabile nonna (interpretata dalla sempre magnifica Maggie Smith); tra la famiglia Crawley e le persone al loro servizio (che hanno pari importanza da un punto di vista narrativo), nonché tra i Crawley e altri membri della nobiltà.
Inoltre, si vede nei minimi dettagli il modo di vivere dell’epoca e il tutto è narrato in modo semplice, lineare e scorrevole, anche nei momenti drammatici. Il che non impedisce il coinvolgimento degli spettatori, anzi tutto il contrario. Chi guarda “Downton Abbey” si ritrova ad amare, soffrire e piangere con i protagonisti, proprio grazie alla “dignità” e delicatezza con cui tutto è raccontato.
Una tale perla della televisione non può mancare e, per chi lo ha seguito in contemporanea o lo ha recuperato poco dopo la sua fine, ora più che mai è il momento di rivederlo, visto che a giorni inizieranno le riprese del film annunciato a inizio estate e che uscirà al cinema il prossimo anno!

 

Sam
Simona, che da bambina voleva diventare una principessa, una ballerina, una cantante, una scrittrice e un Cavaliere Jedi e della quale il padre diceva sempre: “E dove volete che sia? In mezzo ai libri, ovviamente. O al massimo ai cd.” Questo amore incondizionato per la lettura e la musica l'ha portata all'amore per le più diverse culture (forse aiutato dalle origini miste), le lingue (in particolare francese e inglese) e a quello per i viaggi. Vorrebbe tornare a vivere definitivamente a Parigi (per poter anche raggiungere Londra in poco più di due ore di treno). Ora è una giovane legale con, tralasciando la politica, una passione sfrenata per tutto ciò che all'ambito legale non appartiene, in particolare cucina, libri e, ovviamente, telefilm. Quando, di recente, si è chiesta in che momento, di preciso, sia divenuta addicted, si è resa conto, cominciando a elencare i telefilm seguiti durante l'infanzia (i preferiti: Fame e La Famiglia Addams... sì, nel fantasy ci sguazza più che felicemente), di esserci quasi nata. I gusti telefilmici sono i più vari, dal “classico”, allo spionaggio, all'ambito legale, al “glamour”, al comedy, al fantastico in senso lato, al fantascientifico, al “giallo” e via dicendo. Uno dei tanti sogni? Una libreria. Un problema: riuscirebbe a vendere i libri o vorrebbe tenerli per sé?

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
2,942FollowersFollow

Ultimi Articoli