Revenge | Recensione 2×01 – Destiny

Quanto ci era mancato Revenge? Il bello di questo show è che si tratta, fondamentalmente, di una primetime soap opera. Ci sono tutti i cliché del caso: inganni, tradimenti, morti, gravidanze, triangoli amorosi e chi più ne ha più ne metta. Inoltre, ci permette di poter aggiornare i nostri status di facebook con le famose frasi che recita la VanCamp in voiceover.

È una sorta di incrocio tra Beautiful, Kill Bill e Gossip Girl, ma proprio perché è consapevole di esserlo, e aggiunge al tutto grandiosi colpi di scena, è da ammirare, e fa il suo sporco lavoro: intrattenere.

All’inizio credevo che finalmente degli esploratori si fossero decisi a ritrovare il cuore dell’oceano, Dio solo sa quante ne ho dette a quella vecchiaccia di Rose quando l’ha buttato in mare, c’è crisi! Invece no, la barca di Jack “Amanda” è affondata.

Ma non è l’unica ship (pun intended) che è affondata, Jack ed Emily non stanno insieme, e questo mi spezza il cuore. Proprio quando credevo che sarebbe stata l’unica ship che l’anno scorso poteva salpare, ecco che arriva la baldraccona di Amanda con tanto di pancione gravido e la sua sporca aria da sgualdrina dell’est o battona della salaria: fate vobis. E qui si ritorna ai clichè delle soap: quando qualcuno è felice, bisogna renderlo infelice, ed ecco che arriva la gravidanza.

Ma Jack non è felice, questo ci dimostra che lui non era innamorato semplicemente dell’idea di Amanda, ma dell’anima della ragazza, anima che appartiene ad Emily. Sono contento che la nostra protagonista abbia messo la pulce nell’orecchio al bravo ragazzo. Sì, perché credo Jack sia l’uomo più buono che esista sulla faccia della serialità americana.

Non parlerò molto di quanto sia trash il fatto che Daniel ed Ashley siano insieme. Lei è simpatica come un calcolo renale, lui se casca il mondo si sposta, è assolutamente un’accoppiata vincente insomma. È assolutamente chiaro il fatto che sia ancora innamorato di Emily, e spero, com’è sempre stato, che la cosa rimanga unilaterale. La stessa Emily VanCamp ha ammesso che il true love (mi scuso con gli Stelena per il marchio registrato) di Emily/Amanda sia Jack.

La storyline di Charlotte fa molto Gossip Girl, con Serena rinchiusa in rehab. Lei la tollero pochissimo, ma c’è, dobbiamo condividere la stessa aria, quindi mi sono messo l’anima in pace. Una cosa a suo favore è il fatto che è gnocca, per quanto riguarda la sua controparte maschile, quell’asciugatore di scogli di Declan, mi viene da dire: ma che esisti a fare?

Sapevo che Victoria era viva, ci avrei messo la mano sul fuoco che fa da sfondo ad Emily VanCamp sul famoso spot degli Oscar di Revenge. Mi aspettavo che la Signora Grayson spuntasse fuori da un momento all’altro, stile Taylor di Beautiful, dichiarando di essere stata su un’isola deserta, e di aver sposato un principe indiano.

Ma torniamo a Kill Bill, ehm, Kill Graysons volume 2. Emily è una che vorrei dalla mia parte in una battaglia: è subdola, bona, machiavellica, è la perfezione. Seguo la VanCamp da quando era ancora una pischella e si aggirava tra le montagne di Everwood, interpretando uno dei personaggi più fastidiosi di sempre, ma io l’amavo già. In questa serie, sta dando il meglio di se, ed è perfetta per la parte.

Sento aria di nuovo interesse amoroso per Emily, e tutto ciò mi disgusta, sì, il tipo che l’ha tirata fuori dall’acqua, e che sta andando ad aiutarla, probabilmente sarà il nuovo lato di un triangolo, perché sarebbe troppo brutto far vivere a Luigi Toto il sogno d’amore tra Emily e Jack, vero?! Sì, autori di Revenge, parlo con voi!

Sono contento che Nolan sia andato a vivere con Emily, adoro il rapporto tra i due, e lui è il perfetto Sidekick. Kudos agli autori per questa scelta, si fanno perdonare in parte per i miei sogni d’amore infranti.

Ma non è Revenge senza misteri e segreti: dov’è la mamma di Emily? Cosa è successo realmente, perché la barca di Jack è in fondo al mare? Perché esistono Charlotte e Declan? Insomma, una serie di domande a cui, spero, un giorno avremo una risposta.

Favolose le scene falsissime tra Emily e Victoria, quelle due, quando si guardano, sembrano avere un coltello dietro la schiena, sono sempre pronte ad azzannarsi. Victoria ha sempre un piano, e quel piano solitamente è degno di una cattiva della Disney. Alcune volte la odi, alcune volte la ami, ma non si può fare a meno di dire che senza di lei Revenge non avrebbe senso.

Ottima premiere, ci sono tutte le impostazione per una stagione con il botto.

Voto: 8,5

Related Articles

3 COMMENTS

  1. ahahah come si può guardare un telefilm senza le tue recensioni dopo..Quanto le adoro.. è poi il bello e che esprimi quello che pensa la maggior parte di noi ma nel tuo modo ironico che mi fa morire 🙂

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
2,980FollowersFollow

Ultimi Articoli