Quotes of the Week #68

Buona domenica e ben ritrovati come sempre con Quotes of the Week! L’afa si fa sentire sempre di più, il sole è sempre più insopportabile (anche se al momento in cui scrivo sta in realtà grandinando, tuonando, lampeggiando… mi sa che Zeus è molto, molto, mooooolto arrabbiato!), e insomma… ventilatore a palla, letto, computer e passiamo le nostre giornate a guardare serie TV, giusto per non sbagliare mai!

Quest’oggi partiamo dalla 1×08 di Salem, Departures, che si può dire abbia avuto come centro Cotton, che non è poi un personaggio così malvagio.

Alden: You’re drinking early this day.
Cotton: If you knew my father, you’d commend me for waiting this long.

Alden: Iniziate a bere presto oggi.
Cotton: Se conosceste mio padre, vi elogereste per aver aspettato così tanto.

È stato messo l’accento sull’amicizia fra Cotton e Alden.

6800

Cotton: You’re right. No man should be asked to humble himself before my father. I have been in Salem for months. I’ve made allies and enemies in scores, but the closest thing that I have come to a friend is you. So I ask you, I beg you to appeal to my father, if there is some small part of you who can call me a friend, too.

Cotton: Avete ragione. A nessuno dovrebbe essere chiesto di umiliarsi di fronte a mio padre. Sono a Salem da mesi ormai. Mi sono fatto alleati e nemici a bizzeffe, ma la cosa più vicina a un amico che ho, siete voi. Quindi vi chiedo, vi supplico di appellarvi a mio padre, se c’è anche solo una piccola parte di voi che può considerarmi a sua volta un amico.

E anche sul rapporto e le differenze fra padre e figlio.

Increase: You take issue with my methods. I understand. But you need to understand that everything I have done was to make you worthy of the Mather name.
Cotton: I loved her.
Increase: Do not say that.
Cotton: My silence does not make it untrue.

Increase: Avete problemi coi miei metodi. Lo capisco. Ma voi dovete capire che tutto ciò che ho fatto è stato per rendervi all’altezza di portare il nome Mather.
Cotton: La amavo.
Increase: Non ditelo.
Cotton: Il mio silenzio non lo rende meno vero.

Torniamo ora ai giorni nostri con la 1×18 di Beauty and the Beast, Cat and Mouse.

Vincent: The thing is, I don’t want to run anymore. I don’t know what I was thinking. I don’t want to leave Cat behind.

Vincent: Il punto è che non voglio più scappare. Non so a cosa stessi pensando. Non voglio lasciarmi Cat alle spalle.

Abbiamo visto il confronto Vincent/Gabe (gooo Gabe!).

Vincent: Do yourself a favor and walk away because I do not have time for you right now.
Gabe: At least let Catherine go. I never meant for her to get caught up in this.
Vincent: What do you mean you never wanted her to get caught up in this? You ratted me out, didn’t you? You called SWAT.
Gabe: Yeah.

Vincent: Fatti un favore e vattene, perché non ho tempo da perdere con te al momento.
Gabe: Almeno lascia andare Catherine. Non ho mai voluto che venisse coinvolta in tutto ciò.
Vincent: Cosa intendi con non hai mai voluto che venisse coinvolta in tutto ciò? Tu hai fatto la spia, no? Tu hai chiamato la SWAT.
Gabe: Sì.

Però una volta di più c’è da ammettere che Vincent e Cat sono teneri.

6808

 

Vincent: I don’t know. I can’t believe we’re like back where we started. Me hiding in shadows, you hiding me.
Cat: At least it’s romantic. Stolen moments, secret love.
Vincent: Still, it’s no future and I think we deserve a future.
Cat: We’ll have one, I promise. Together.

Vincent: Non lo so. Non posso credere che siamo tornati agli esordi. Io che mi nascondo nell’ombra e tu che mi copri.
Cat: Se non altro è romantico. Momenti rubati, un amore segreto.
Vincent: Ma nessun futuro, e credo che tu meriti un futuro.
Cat: Ne avremo uno, te lo prometto. Insieme.

Nella 4×09 di Awkward, My Personal Statement, finalmente capiamo che razza di persona sia Eva.

6806

Jenna: Here’s the deal Eva, things aren’t great between Matty and I right now, but I know Matty McKibben and he would never fuck you in my bed. So I don’t know what kind of game this is you’re playing, but count me out. But, hey, nice try.

Jenna: Ecco come stanno le cose Eva, non vanno bene fra me e Matty ultimamente, ma conosco Matty McKibben e non ti avrebbe mai scopata nel mio letto. Quindi non so a che razza di gioco tu stia giocando, ma non pensare di fregarmi. Ma hey, bel tentativo.

In pillole:

Dalla 4×09 di Game of Thrones, The Watchers on the Wall:

Aemon: Nothing makes the past a sweeter place to visit than the prospect of imminent death.

Aemon: Niente rende il passato un posto più dolce da visitare che la prospettiva di una morte imminente.

Dalla 1×02 di Halt and Catch Fire, FUD:

6803

Joe: Progress depends on our changing the world to fit us. Not the other way around.

Joe: Il progresso dipende da noi che cambiamo il mondo a nostra immagine. Non il contrario.

Dal pilot di Murder in the First (è lasciatemi dire che levare l’accento british a Tom Felton è un crimine fatto e finito):

6805 6804

Erich: If I wasn’t crazy, I think I’d go insane.

Erich: Se non fossi matto, credo che impazzirei.

Dal penultimo episodio della prima stagione di Faking It:

Shane: I’m gonna be your Olivia Pope. I’ll create another scandal to distract people from you while wearing killer outfits.

Shane: Sarò la tua Olivia Pope. Creerò un altro scandalo per distogliere da te l’attenzione, indossando outfit da paura.

Da Veep:

Amy: If there’s any dirty trick that I cannot stand, it is honesty.

Amy: Se c’è un sotterfugio che non riesco a sopportare, è l’onestà.

Anche per oggi siamo giunti alla fine, io vi auguro una settimana stupenda e vi do appuntamento a domenica prossima come sempre!

BONUS QUOTE

Dalla season premiere di Pretty Little Liars, la nostra dose settimanale di “I will always find you”!

6801 6802

Cece: We always find a way back to each other.

Cece: Ci ritroviamo sempre in qualche maniera.

Elsa Hysteria
Nella sua testa vive nella Londra degli anni cinquanta guadagnandosi da vivere scrivendo romanzi noir, nella realtà è un’addetta alle vendite disperata che si chiede cosa debba farne della sua laurea in comunicazione mentre aspetta pazientemente che il decimo Dottore la venga a salvare dalla monotonia bergamasca sulla sua scintillante Tardis blu. Ama più di ogni altra cosa al mondo l’accento british e scrivere, al punto da usare qualunque cosa per farlo. Il suo primo amore telefilmico è stato Beverly Hills 90210 (insieme a Dylan McKay) e da allora non si è più fermata, arrivando a guardare più serie tv di quelle a cui è possibile stare dietro in una settimana fatta di soli sette giorni (il che ha aiutato la sua insonnia a passare da cronica a senza speranza di salvezza). Le sue maggiori ossessioni negli anni sono state Roswell, Supernatural, Doctor Who, Smallville e i Warblers di Glee.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,333FollowersFollow

Ultimi Articoli