Prison Break | Fox ha detto sì al ritorno della serie

imagePrison Break tornerà ufficialmente in TV, più precisamente su Fox. Le star della serie originale Wentworth MillerDominic Purcell torneranno nei panni dei fratelli Michael Scofield e Lincoln Burrows, anche se per il momento non è ancora stata fissata la data della premiere.

Il revival di Prison Break è stato annunciato venerdì a Pasadena, in California, durante il press tour della Television Critics Association, dai CEO di Fox Television Group Dana Walden e Gary Newman.

Il progetto è basato sulla serie del 2005 – di cui sono andate in onda quattro stagioni – e il team di produzione originale composto da Paul T. Scheuring, Neal Moritz, Marty Adelstein e Dawn Olmstead tornerà in qualità di team di produttori esecutivi, mentre Scheuring scriverà la serie e sarà anche lo showrunner.

Al momento non sono stati diffusi dettagli sulla trama, ma la scorsa estate la Walden e Newman hanno parlato dei piani del revival e la Walden ha definito il progetto “una specie di sequel”. La Walden ha poi aggiunto che la storia “riprende dopo qualche anno” dalla conclusione della serie originale e “affronta questioni aperte durante la serie”, commentando che “c’è una spiegazione logica e credibile nel mondo di Prison Break per il modo in cui la trama continuerà. Sia Miller che Purcell sono nel cast dello show di The CW DC’s Legends of Tomorrow che debutterà il 21 gennaio. Dal momento che Fox non ha ancora annunciato la data della premiere della serie, possiamo ipotizzare che stia cercando di risolvere le sovrapposizioni di impegni.

La serie originale di Prison Break raccontava di Michael Scofield, determinato a dimostrare l’innocenza di suo fratello e di salvarlo dal braccio della morte grazie a un elaborato piano di evasione dalla prigione di Fox River.

Fox sta puntando molto sui revival: dopo X-Files e Prison Break, il network ha confermato di aver dato l’ok anche al pilot di 24.

Fonte

Cecilia
Con il corpo è in Italia, con il cuore è in Giappone, con la testa è negli USA. Ritiene di avere ottime potenzialità come sceneggiatrice di “finali alternativi” e come moglie di attori talentuosi e affascinanti (magari con l’accento british e le fossette). In una serie cerca persone e non semplici personaggi, mondi più che location, non un sottofondo ma vere e proprie emozioni musicate, vita, non una storyline. Nel suo universo ideale la birra è rossa e il sushi è in quantità abbondante, le Harley Davidson sono meno costose, la frangia non è mai né troppo lunga né troppo corta e il suo favorito arriva incolume al finale di serie. Forse ha troppi smalti, mentre per i tatuaggi, i cani, i gadget di Spongebob e i libri troverà sempre il posto. Tiene pronti la balestra, i viveri e l’hard-disk zeppo di serie: l’Apocalisse Zombie non la coglierà impreparata!

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,330FollowersFollow

Ultimi Articoli