Pilot Addicted | Stalker

Diversamente da ieri il pilot di oggi non è sicuramente una comedy, alcuni membri del nostro staff oggi vi parleranno delle loro prime impressioni sulla serie targata CBS Stalker.
Stalker-1-779x400

Voglio essere onesta con voi. Io son la tipica persona molto impressionabile che si spaventa molto, molto facilmente. Quale ragione mi ha spinto allora a guardare questo pilot? MISTERO. Fatto sta che, rigorosamente di giorno, ho deciso di dar una possibilità allo show e, nonostante dubito tornerò con la stessa spensieratezza al mio appartamento sola di notte dopo una serata tra amici, devo ammettere che non me ne son pentita. Parliamo di un altro procedurale che vede un team di detective impegnati nei casi di stalking sempre più in aumento anche a causa dell’avvento della tecnologia. Protagonisti dello show sono Beth Davis e Jack Larsen, appena arrivato e desideroso di far una buona impressione sui suoi futuri colleghi, e gli altri due detective Ben e Janice. Appaiono chiari fin da subito i toni seri di Stalker che riesce senza problemi a trasmettere tutta l’ansia delle povere vittime che vediamo intervallarsi sullo schermo. I personaggi mi son piaciuti, Beth è una donna forte e dedita al lavoro che nasconde le stesse paranoie delle persone che aiuta ogni giorno. Jack è venuto sin a LA per cominciare una nuova vita, essere un uomo migliore, incredibilmente intelligente e preparato riesce a combinare questa sua competenza con dei modi di fare meno rigidi rispetto alla sua collega. Per quanto riguarda gli altri due detective non si son poi visti molto, restano un po’ all’ombra in questo primo episodio a far da spalle come probabilmente continueranno a fare per il resto della stagione ma non mi dispiacerebbe vederli più partecipi in futuro. Per concludere non seguirò regolarmente questa serie per via del tempo ridotto ma non escludo di recuperarla in seguito in quanto nonostante le probabili paranoie a cui potrebbe dar vita lo ritengo uno show validissimo con degli spunti interessanti.
-Claw

Avevo deciso di guardare questa nuova serie tv a partire dal casting, un po’ il metro di giudizio che tendo ad usare di più all’inizio, lo ammetto. Nonostante la tematica indubbiamente forte e importante, avevo ormai deciso da tempo, sempre fedele a Nikita e alla sua Maggie Q. Poi è arrivata la sorpresa: ancora prima che il pilot andasse in onda, a quanto pare, piovevano critiche sulla nuova fatica di Kevin Williamson, di certo non il primo creatore che trovi sulle pagine gialle. Si criticava la violenza, la scelta del tema e dei soggetti spesso trattati: le donne. Ma io odio giudicare le serie tv senza avere prima una mia opinione personale, così eccomi qui, presente a mantenere la mia parola. Stalker è inquietante, questo nessuno lo nega e penso che il modo migliore di vederlo sia di giorno, in compagnia, quando si è di umore prettamente positivo ma una cosa è certa, Stalker al momento non è niente di più e certamente niente di meno di un tipico crime procedural, alla pari di qualsiasi altra serie tv che tratti il crimine in ogni sua forma. Inoltre, come la protagonista Beth Davis, evidenzia nella sua lezione universitaria all’inizio, non possiamo negare che le donne rappresentino la maggior parte delle vittime di stalking e nonostante questa certezza statistica, la serie ci mostra chiaramente anche un’uguaglianza da questo punto di vista, sottolineando come non ci sia discriminazione di genere o razza o età di fronte alle tragiche manifestazioni di una mente psicotica. Non me ne starò qui a dirvi quanto importante socialmente questa serie possa essere (anche se effettivamente è così) perché non sono di certo io la persona adatta per farlo. Quindi vi dirò che Williamson ha avuto un gran bel coraggio nel cambiare in questo modo il suo registro di lavoro, vi dirò che le storie sembrano davvero ben fatte tanto da coinvolgerti al punto di darti i brividi (e un paio di incubi forse), vi confermerò che Maggie Q è divina e che la sua Beth Davis è una donna tanto forte e tanto fragile al tempo stesso, una donna che ha negli occhi quella paura paralizzante che cerca di combattere ogni giorno e vi dirò anche che Dylan McDermott è l’altra metà perfetta dello show nonostante non sia ancora riuscita a inquadrare bene il suo Jack, il nuovo arrivato nella sezione Stalking del dipartimento di polizia. Sia Beth che Jack hanno un passato da scoprire e se lui non mi convince del tutto, lei già la amo, è un tenente che ha affrontato il suo incubo peggiore e forse la sua arma migliore è proprio poter dire davvero “so cosa stai passando” (e non posso non ammettere di aver squittito nel momento in cui l’ho vista con quella camicetta nera a giromanica, so NIKITA!). Che dire quindi, Here she goes again! Unica lamentela: non amo particolarmente vedere Torrey DeVitto che muore nei primi 5 minuti ma almeno non era un psicopatica! Sperando di avere abbastanza coraggio per continuare, per me il dark “Stalker” è certamente promosso.
-Walkerita

Questo pilot non mi è piaciuto, proprio per partire con il piede giusto. L’idea di base, rispetto agli altri crime-procedurali è anche abbastanza interessante e diversa se vogliamo, ma la messa in opera non mi ha soddisfatta. I due casi al centro dell’episodio sono abbastanza prevedibili ed anche quella che andrà a svilupparsi come trama orizzontale non sembra essere il massimo dell’originalità. A questo aggiungo un paio di scene al limite dell’assurdo (di cui non parlo nel dettaglio per via di spoiler vari) che mi lasciano alquanto perplessa sulla caratterizzazione dei personaggi, per citarne una “l’insegumento” che fa Beth a tre quarti dell’episodio, l’ho trovato del tutto fuori luogo. Inoltre il cast non brilla particolarmente a livello di interpretazioni, Maggie Q è più o meno convincente, McDermott per quanto un bell’omino ha sempre la stessa espressione in tutte le serie che fa, gli altri sono tutti abbastanza piatti. Infine la cover di Creep a fine episodio, per quanto potesse essere azzeccata come scelta musicale, per qualche motivo non ben definito mi ha lasciata un po’ perplessa.
Sicuramente, basandomi su questo primo episodio, non proseguirò con la visione, nel caso in cui dovesse migliorare magari potrei dargli una seconda chance.
-Lu

Stalking, di cosa si tratta davvero? Cosa ne sappiamo davvero? Quante persone lo subiscono? E soprattutto… è davvero un crimine?
Forse il nuovo show della CBS targato Kevin Williamson non risponderà a tutte queste domande ma sicuramente ci allarga la visione su qualcosa di cui in questi ultimi anni abbiamo spesso sentito parlare nei fatti di cronaca.
La vicenda si apre in maniera prevedibile, ma anche no.
Un uomo spia una donna bionda mentre s’ intrattiene con un bambino (probabilmente il figlio).
Perché prevedibile? Perché parliamo di questo.
Perché ‘non prevedibile’, perché l’uomo che li spia (Jack alias Dylan McDermott) è il nostro protagonista ed è un poliziotto ma nonfinisce qui. Lui inizierà proprio il giorno stesso a lavorare nell’unità della polizia di Los Angeles che si occupa di quel tipo di crimini (dopo aver passato 9 anni a New York nella squadra omicidi).
La storia si sviluppa in maniera procedurale indagando su vari casi di stalking (rivolti sia verso donne che uomini) ed ha per protagonista, oltre Jack, Beth (Maggie Q): la granitica responsabile di questa unità anti-crimine.
Poteva esserci una protagonista senza alcun legame personale con la trama? No. Ed infatti il modo in cui Beth alla sera chiude porte e finestre, oltre ad avere un allarme elettronico che nemmeno alla NASA, fanno presagire che sia stata anche lei vittima di stalking. Cosa che confermerà anche più avanti ad un giovane studente vittima di un coetaneo.
Impressioni generali? BUONE.
Trama accattivante, attuale e soprattutto continui cambi di prospettiva (anche nel modo di presentare i vari personaggi: difficile anticipare chi è colpevole di cosa).
Piacevole la dinamica ‘cane e gatto’ tra un Jack ‘flirtante’ dal passato ambiguo e una Beth ‘tutta di un pezzo’ ma probabilmente emotivamente fragile.
-Mary’s World

Ora tocca a voi, che ne pensate di questo pilot?

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,377FollowersFollow

Ultimi Articoli