Pilot Addicted | Prodigal Son

Il 23 settembre la Fox ha trasmesso il pilot di “Prodigal Son”: crime procedural con uno spunto che non si vedeva da un po’ ed un cast con nomi interessantissimi.

Telefilm Addicted lo ha guardato con voi e queste sono le mie impressioni.

Malcolm Bright è un profiler appena licenziato dall’FBI che l’NYPD prontamente coinvolge in uno dei suoi casi. Oltre ad essere sveglio ed estremamente intelligente, Malcolm è esperto in materia perché figlio di un serial killer – The Surgeon – arrestato una ventina di anni prima proprio grazie al giovane. Per risolvere il suo primo caso con il dipartimento di NY, Malcolm dovrà riallacciare i rapporti col padre.

Bisogna considerare che leggere il nome di Michael Sheen in un progetto lo rende interessante già di suo e, dopo averlo visto all’opera, devo dire che l’attore britannico deve essersi divertito parecchio nei panni di The Surgeon. Presente solo in pochi minuti dell’episodio, Sheen lascia la sua impronta riuscendo ad essere agghiacciante e divertente quanto inquietante nelle vesti di padre alla sincera ricerca di un rapporto con il figlio.

 

Il protagonista, Michael – interpretato da Tom Payne – è un personaggio interessante fin da subito, e non per le classiche brillanti qualità che servono in ogni pilot (aka il risolvere il caso nei primi due secondi della scena in cui compare) ma per il conflitto interiore e la costante presenza del fantasma del padre. Questi retroscena del personaggio, ancor più delle capacità all’enfant prodige, promettono bene per un futuro in cui il caso del giorno – la parte procedural – non prenderà il sopravvento sulla trama orizzontale – il thriller psicologico.

A fare da comprimari ci sono gli altri membri del dipartimento di polizia e la famiglia di Malcolm, interpretati da volti noti della tv e del cinema come Lou Diamond Philips, Bellamy Young e Keiko Agena.

Stando al pilot di “Prodigal Son”, non posso non approvare appieno l’idea di un procedural con protagonista un profiler che torna a porre al centro della storia l’approccio psicologico al crimine, dopo un periodo in cui i crime hanno avuto altri spunti, per cui non resta che sperare che queste buone premesse vengano mantenute anche negli episodi che seguiranno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.