Pilot Addicted | Extant

Il pilot di cui vi parleremo oggi è sul fantascientifico, è andato in onda sulla CBS (sì me ne sono stupita anche io xD) e sto parlando ovviamente di Extant. Andiamo subito a leggere qualche parere in merito.

2mh8kqq

Uno dei pilot più attesi.
E la ragione è un po’ sempre la stessa: maestria da cinema che sempre più spesso (per la nostra gioia) colpisce il mondo della televisione.
In questo nuovo show targato CBS, riusciamo a far incontrare nientemeno che il genio di Spielberg con la sensualità animale della splendida Halle Berry.
La storia in apparenza è un deja-vu del film ‘La moglie dell’astronauta’, in quanto la protagonista Molly, torna a casa dopo una missione spaziale che l’ha tenuta ben un anno lontano dalla famiglia, ma non è più la stessa donna.
Una famiglia che non è propriamente uguale alle altre: il marito infatti, per ovviare ai loro problemi di fertilità (e per salvare il loro matrimonio) ha appositamente creato un umanoide bambino che intende far crescere in maniera particolare: impiantando cioè in lui un reale amore per le persone che lo circondano, grazie a gesti e ricordi.
Una tematica a me personalmente molto cara, e simile alla trama principale del film Intelligenza Artificiale. Sono particolarmente sensibile al tema dell’integrazione di ‘creature umanoidi’-in un non precisato futuro-con gli noi esseri umani (leggi vorrei essere ancora in vita quando ci proveremo davvero).
Dallo spazio però Molly non è tornata sola: o meglio un fatto particolare che lei stessa ha nascosto ai suoi superiori sta portando alla luce una scottante verità.
Pur avendo passato tutto il tempo in assoluta solitudine la donna è rimasta incinta.
Ma non solo, durante un misterioso black-out del sistema di controllo della navetta, Molly ha creduto di incontrare il suo ex-fidanzato defunto.
Incontro che però sembra non essere mai avvenuto in quanto le immagini riprese con la telecamera non mostrano nulla.
Concludendo ci sono diversi filoni della trama PARECCHIO interessanti:
– Molly e la sua avventura con il misterioso spettro del fidanzato;
– Il marito di Molly e la ‘fabbricazione’ di questi bambini in apparenza normali (in realtà il piccolo Ethan mostra non pochi segni di essere turbato più di quanto dovrebbe esserlo una macchina);
– Il governo e questo misterioso finanziatore filantropo giapponese che sembrano fin troppo interessati a Molly e alla sua famiglia.
Credo di aver amato particolarmente questo pilot grazie il mio amore per la fantascienza pura: campo che, nel mondo della televisione, non veniva ‘interpellato’ da tempo.
PROMOSSO. SENZA DUBBIO.
Mary’sWorld

Perché ho iniziato Extant? Perché la presenza nel cast di un’attrice di livello internazionale come Halle Berry e Steven Spielberg tra i produttori mi ha incuriosita e mi ha fatto pensare che forse c’è qualche probabilità in più che il prodotto sia di buon livello, come probabilmente è successo ad altri che hanno deciso di dare un’occhiata al pilot. Ovviamente si parla di fantascienza, Spielberg è praticamente votato a quel genere o, in alternativa, alla storia. Ci troviamo su una Terra con tecnologie più avanzate di quelle attuali, quindi in un futuro prossimo più o meno distante. Halle Berry è un’astronauta che ha passato un anno nello spazio in missione, e quando ritorna scopre di essere incinta. Lei che, non solo è stata tutto quel tempo da sola nello spazio, ma che è praticamente sterile. Per questo motivo, il marito ha deciso di creare un umanoide bambino e di crescerlo come se fosse figlio loro, con la speranza che attraverso le esperienze vissute, questi possa sviluppare sentimenti umani. Scopriamo subito che niente è come sembra, che Molly – il personaggio della Berry – nasconde qualcosa, il figlio umanoide riesce ad essere piuttosto inquietante (il bambino che hanno scelto ha un viso che può farlo tranquillamente passare per un angioletto… o un diavolo, good job) e ovviamente cominciano già da questo primo episodio a sorgere le prime domande e misteri che si spera vengano svelati in maniera esaustiva nel corso dei prossimi episodi. Personalmente l’episodio l’ho trovato abbastanza interessante – nonostante la cosa per ora mi puzzi di alieni, almeno per la questione Molly, e il genere non sia il mio preferito – e scorre anche abbastanza bene, a parte magari qualche momento più tranquillo prima delle scene più succose. Sicuramente guarderò il prossimo episodio e, credo, anche il terzo, sperando non scada in qualcosa di troppo banale.
Bornwithoutamask

Il motivo per cui questo pilot era nella mia lista risiede nella mia passione per lo sci-fi in genere, quindi un lavoro simile non potevo ignorarlo, considerato anche il cast. In tutta onestà non ricordavo fosse marchiato CBS e quando l’ho scoperto ne sono rimasta sorpresa in tutta onestà. Non perchè i lavori della CBS siano fatti male o cosa, ma non avevo visto nulla di simile tra i prodotti dell’emittente in questione negli anni precedenti.
Le tematiche che affronta non ci sono del tutto sconosciute, viaggi nello spazio, intelligenza artificiale, complotti; in linea generale sono argomenti che mi piacciono ed interessano, delle possibili visioni su un futuro (forse nemmeno troppo lontano da noi) sono sempre spunto di riflessione per me.
Il pilot ha fatto il suo lavoro, il tanto che basta a farmi proseguire ancora per un po’, con la speranza che il tema portante dell’intelligenza artificiale venga trattato non con un semplice conflitto macchina vs uomo, ma sperando venga esplorato più a fondo, magari con un approccio diverso da quello che conosciamo già grazie ai precedenti film o serie tv sull’argomento.
P.S: quanto è creepy quel bambino?!
Lu

Voi avete visto questo pilot? Cosa ne pensate? Scrivetecelo nei commenti!

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,429FollowersFollow

Ultimi Articoli