Once Upon A Time | Recensione 5×01 – The Dark Swan

My babies!
Miei piccoli cigni neri e batuffolosi!
SIAMO TORNAAAAAAAAAAAAAAAAAAAATI!!!! Siamo tornati con la stagione 5 di Once Upon A Time!

Non riesco nemmeno a dire che siamo tornati “col botto”, perchè in realtà siamo tornati con UN’ESPLOSIONE NUCLEARE!
Ho strillato istericamente per metà episodio, sottovoce per non svegliare tutta casa, e per l’altra metà ho pianto come una fontana.

12049548_1641359456120744_8345628757769732154_n

Come avete passato le vacanze? Avete rewatchato tutte le stagioni? Avete ripassato l’ultima trasmessa nella speranza che la 4A migliorasse? Avete cercato online e qui su Telefilm Addicted tutti gli spoiler possibili ed immaginabili, le immagini dal set e le interviste, o siete più il tipo: “Mi godo tutto con la sorpresa”?
Perchè io faccio parte della categoria che vivrebbe di spoiler (Siamo in 4 in tutto il mondo, credo), e che cade in preda all’ansia se non sa cosa capiterà nelle prossime puntate, e gli spoiler della stagione in corso non hanno fatto altro che confondermi le idee!

FINO A IERI SERA.
Ieri sera, improvvisamente, è stato chiarissimo il perchè uscissero ora foto dal set di Storybrooke e ora foto da Camelot come se i due luoghi fossero fusi, e perchè Emma fosse ora Dark Swan e ora vestita di bianco come se fosse in due versioni di se stessa.

Perchè non sono fusi.
Perchè abbiamo un’altra maledizione.
Perchè sono passate di colpo sei settimane, e come si dice dalle mie parti “sono volatili per diabetici” per tutta l’allegra combriccola.

Ma cerchiamo di andare con ordine, che di cose di cui parlare ne abbiamo TANTE.

La puntata si apre con una citazione Disney meravigliosa:
tumblr_nvelmcK1mj1qhh8jso1_250Una piccolissima [e dolcissima! E pucciosissima! E troppo cupcake!] Emma bambina che entra al cinema assieme ai suoi compagni di casa-famiglia, per andare a vedere uno dei classici d’animazione del 1989: La Spada nella Roccia.
E ruba una barretta di cioccolato, perchè ha già imparato ad arrangiarsi in un mondo dove nessuno le regalerebbe nemmeno un misero sacchettino di pop corn.
“Non farlo”.
Mentre il Merlino del film impreca sui gusti di Semola in fatto d’abbigliamento, il Merlino vero [Che a quanto pare può viaggiare tra i mondi come più gli piace e andare e venire a seconda degli impegni giornalieri in agenda] si presenta a una bimba di…. quanto? Cinque anni? Sei? E le dice di non togliere la Spada dalla Roccia.
Non indagherò sul perchè Merlino e il suo apprendista abbiano il vizio di andare ad importunare bambine o ragazzine nei cinema è sugli autobus, questa cosa è TROPPO INQUIETANTE.
Il sunto del discorso non riguarda tanto Excalibur, quanto il fatto che, facendo cose che non andrebbero fatte, anche facendole a fin di bene, capiteranno comunque dei casini.
E questo, per chi segue OUAT dalla prima stagione, è un concetto BASILARE E INSINDACABILE.

Proseguiamo con l’exploit Epico di oggi, ovvero con dei tizi a caso che cavalcano in un panorama mozzafiato, verso una roccia sulla quale è piantata una di quelle spade di plastica che si comprano in edicola e che arrivano con anche lo scudo, l’archino piccolo e le freccette con la ventosa. In poche parole: il kit completo del piccolo eroe alla corte di Re Artù.
[Lo ammetto: l’elsa di Excalibur è stato uno degli unici due FLOP megagalattici della puntata. La storia della lama è una gran figata, ma l’elsa proprio NO.]
E infatti, quello che arriva alla spada di plastica è proprio Re Artù, assieme a Lancillotto [Che è il solito Lancillotto di sempre, e che quindi non è ancora decaduto agli occhi si sua maestà regalandogli un bel cestino di lumache assieme alla Regina Ginevra] e a un altro tizio a caso.
Da un albero sbuca ser Kay [O almeno penso che si chiami Kay. Se non è Kay, è qualcuno di meno importante.], intenzionato a prendersi la spada e a diventare re superfighissimo di tutti i reami conosciuti.
Ma anche no.
La spada gli risponde prontamente disintegrandolo, perchè le girava malissimo e non aveva ancora finito la messa in piega.tumblr_nvd8k9Ve0v1sjcg5bo1_500
Alè, primo morto della giornata! A questa velocità, i cavalieri di Re Artù a fine serie rimangono in tre.
Artù ci riprova un po’ titubante e…. ZAC! SORPRESONE! Excalibur in realtà è HALFcalibur, e il passaggio di scena dal re-che-cerca-di-insabbiare-le-cose a Storybrook-Maine-2015-momento in cui Emma è stata risucchiata da un vortice di Oscurità, sottolinea prontamente che l’altra metà della spada leggendaria altro non è che… il pugnale del Dark One.
COMODO.tumblr_nvdxvtZx9h1tihdizo2_250

Ora: ragionando a mente fredda sulla metafora che ne potrebbe uscire, considerando il percorso di Emma e della serie fino a questo momento, e anche alla luce di quel che dice l’Apprendista barbuto di Merlino sull’utilizzo della bacchetta dei portali, PROBABILMENTE il trucco per mettere assieme Excalibur e poterla impugnare con tutti i crismi sarà unire l’Oscurità alla Luce, semplicemente comprendendo che entrambe convivono in tutti i cuori e dobbiamo scendere a patti con la nostra parte malvagia per poter vivere serenamente.
[LO SO che è troppo presto per fare congetture! NON POSSO FARNE A MENO!]
Ma…. dato che l’angolo delle speculazioni di norma sta alla FINE di una recensione, direi di chiudere qui l’argomento riflessioni.

Ho AMATO il fatto che Killian passi subito all’azione, non appena Emma sparisce rapita dal vortice.
Non aspetta nemmeno un minuto. Le prova tutte. La chiama. Interpella Henry. Fa carte false per lei. Si incazza. Si libera della mano di Robin come a sottolineare che NIENTE può tenerlo lontano dalla sua Emma.
Tenta ogni via che gli passa per la mente, alternando rabbia e frustrazione e disperazione… esattamente come un uomo innamorato farebbe vedendosi portare via la donna che ama.
Emma è sparita, e per lui tutti sono troppo lenti, troppo indecisi, troppo immobili… e per lui, al contrario,il tempo scorre troppo veloce. LUI SA cosa voglia dire lasciarsi tentare dall’Oscurità e soccombere ad essa. Lui sa quanto sia irresistibile per tutti il richiamo della corruzione. Lui ha paura.tumblr_nvd92xF0HU1s19ebpo1_500
Lui non ha paura che Emma ceda. Ha paura che lei si perda nella sua stessa mente. Perchè lui ci è già passato.
Magari non aveva la Voce-Tremotino in testa che gli dava le indicazioni stradali… ma ci è già passato.
Perchè L’Oscurità nel cuore di ogni Villain è come una voce malevola che distorce tutto ciò che fai e che vedi, sottolineandone solo i lati negativi, togliendoti ogni speranza.

E se è vero che, come ci ricorda Hermione ne “La Camera dei Segreti”, “Sentire voci che nessuno altro può intendere non è proprio un buon segno, anche nel mondo della magia.”, allora Emma è nella metaforica merda fino al collo.
Perchè non solo sente le voci, MA LE VEDE PURE.

[Interrompo lo sproloquio un attimo per comporre un’ode, fare un ritratto e se riesco pure una statua d’oro a Robert Carlile, che non solo torna in grande stile, ma che era l’unico a poter interpretare in maniera convincente l’Oscurità, riuscendo anche a renderla estremamente diversa da Rumple e creando di quest’ultimo una nuova e terrificante versione.
NESSUNO potrebe sbagliarsi sull’identità dei due personaggi. Quello non è Rumple, e lo si riconosce ad una prima occhiata. Quello è molto, MOLTO peggio.
E Robert è meravigliosamente e spaventosamente in character, riuscendo a risultare inquietante ed affascinante allo stesso tempo, cambiando persino tono di voce ed tumblr_nvd9nnol4R1tqj6cvo1_400accento, muovendosi in maniera diversa….. Non c’è niente da fare: è una spanna sopra agli altri.]

[No, non sono impazzita. Io amo visceralmente Robert Carlile e il suo modo di recitare. Non sopporto Rumplestilskin… ma questo NON E’ Tremotino..]

Dicevamo.
Emma sente le voci, e le voci, o per meglio dire LA voce, le dice di uccidere. Le dice di cedere all’Oscurità. Le dice che l’unica maniera per smettere di essere il Dark One è essere fermati.
Emma esce da un pozzo d’Ombra liquida, con una cappa dal colore indefinibile e ornata da piumette striminzite, bagnata, disorientata, nel panico… E’ nato il Cigno Nero. O meglio… E’ nato il Cigno. Di che colore saranno le sue piume, ancora non lo sappiamo.
Le similitudini tra Emma e un pulcino ci vengono schiaffate in faccia alla velocità della luce.
Tutto, in quello che fa e che è in questi istanti di rinascita, ha una potenza visiva inimmaginabile. I costumi e il trucco riescono a rendere così perfettamente il paragone che restiamo incantati nel vederla struggersi in preda alla paura di ferire chi ama, combattuta tra ciò che la Voce le dice e ciò che vorrebbe fare.

155567 tumblr_nvel6fhjZN1qcruu2o2_500

In un rimpallo veloce e che non ci lascia quasi il tempo per pensare, vediamo lei combattere contro l’istinto di cedere all’Oscurità e contro le menzogne della Voce, mentre a Storybrooke la preoccupazione per lei fa fare dei grossi passi falsi e dei grossi strafalcioni all’allegra combriccola, primo tra tutti la GENIALE [Inserire Sarcasmo Qui] uscita di Killian di provare a liberare Zelena per vedere se li aiuta.
MA TI PARE???
MA TI SEMBRA IL CASO???
Ha poi ragione Regina a chiamarti MORON. LO SEI, CAZZAROLA! Ti avrei preso a schiaffi se fossi stata lì!
Io capisco il panico, io capisco che l’assenza di Emma ed il saperla da sola nell’Oscurità ti mandano giù di testa, ma non è una scusa per comportarsi da cretini e insultare gente a caso! Pensi davvero che Regina non si senta in colpa per quello che sta capitando ad Emma? Pensi davvero che non si senta responsabile? MA STIAMO SCHERZANDO?tumblr_nvec4uXRCh1rqpmfio3_r3_250
[Sì lo so, scusate… ho il brutto vizio di sgridare i miei presonaggi preferiti.]
Grazie a dio, abbiamo Snow che tira fuori le figurative palle e siede tutti con quattro paroline ben dirette, calmando la situazione e riuscendo a farli ragionare.
E grazie a dio Regina non è stupida, e sa benissimo cosa combinerà la sorella, e la frega con la sua stessa arma: il dolore.

[Ode numero 2 a Rebecca. Io ADORO Zelena, e adoro come la interpreta lei. E’ totalmente fuori di cranio, pazza da legare, arriva a tagliarsi via una mano per liberarsi del braccialetto e a voler scappare ad Oz col bambino per avere qualcuno che la ami. E in tutto questo, riesce ad essere la cosa più fastidiosa dell’universo per tutti!
Magari quella di portarsela dietro a Camelot non è un’idea poi così geniale, ma GRAZIE REGINA! CI DAI MODO DI AVERLA TRA I PIEDI ANCORA PER UN PO’!]

Emma invece se la passa male.
Avere a che fare con la Voce del Dark One è come avere a che fare con Morgoth del Silmarillion: prima ti fa fare le cose che non vorresti fare, e poi da pure la colpa a te.
Io SAPEVO che prima o poi la citazione da Tolkien sarebbe arrivata. NON ASPETTAVO ALTRO.
Due nerdoni come i nostri amati Adam&Eddie non potevano non citare, nel loro percorso verso l’Oscurità, il maestro del Fantasy.
E infatti.
La corruzione che il Dark One applica pian piano ad Emma è esattamente come la corruzione di Melkor/Morgoth. Ti mostra quanto sia facile cedere all’Oscurità, ti instrada volente o nolente sulla via del Male, perchè sa come insinuarsi dentro il tuo cuore e la tua testa, sa come farti vedere solo il lato negativo delle cose, ti convince che la sua via sia l’UNICA via possibile, lentamente, pazientemente, rodendo pian piano… e poi ti sbatte in faccia quello che hai fatto, e ti fa presente che la scelta è sempre stata tua.
La colpa, la paura e la sete di potere sono le sue armi. E le sa usare bene.
Ed Emma arriva quasi a cedere. Arriva quasi a credere che Merida voglia tradirla per malizia, e non perchè Emma effettivamente si è presentata in modo molto poco rassicurante, parlando da sola e usando la magia per fermarla. Arriva quasi a pensare che l’unico modo per ottenere il Fuoco Fatuo sia quello di uccidere Merida e impadronirsene, SENZA PENSARE CHE MERIDA IN tumblr_nve1uz0KGS1rp74xfo1_250REALTA’ L’HA PORTATA LI’ IN BUONA FEDE, E CHE POTREBBE TRANQUILLAMENTE FARGLIENE TROVARE UN ALTRO.
Cosa che la Voce si guarda bene dal dirle.
Parla dei Fuochi Fatui al plurale, ma non le fa presente che, se è vero che chi sussurra a un Whisp diviene il suo padrone fino alla morte, di Whisp ce ne potrebbe essere più di uno… convincendola invece che l’omicisio è l’unico modo.

Santo Killian.
Santo lui e tutta la combriccola che arrivano, portati da un tornado, dritti difianco al cerchio di pietre per fermarla.
[Menzione d’onore ai nani, e a Leroy in primis, che si riscatta per essere stato un’incredibile imbecille nel finale di stagione.]
E qui rientriamo in carreggiata! La famiglia riunita, tema principale della nostra serie, si presenta da Emma per salvarla.

Snow, in una eco distorta del finale della quarta stagione, prende il pugnale e tenta di usarlo per comandare la figlia senza nemmeno pensare a fidarsi del suo istinto.
E Killian la ferma.
Killian, che CONOSCE Emma. Killian che sa la differenza tra le parole di Emma e le parole del Dark One. Killian che la ama, e distingue lei da quella parte di lei che per il bene farebbe il male, ovvero che, come le ha detto Merlin all’inizio dell’episodio, rischia di cadere nelle tenebre pur di fare una buona azione.

“Look at us. Heroes and Villains together for you. BECAUSE of you.”
Con queste parole, Killian sugella definitivamente il patto della famiglia che servirà a salvarla… probabilmente.
E sì, mi importa davvero poco del fatto che Emma abbia dato il pugnale a Regina anzichè a lui. Quello è solo l’indice di una spettacolare amicizia, che Emma riconosce essere la sua via di fuga nel caso le cose andassero male. Emma Sa che Regina pensa soprattutto al bene di Henry, e che Killian invece pensa prima di tutto al suo. Killian la ama, Regina no. Regina, per il bene di suo figlio, sarebbe disposta tranquillamente a sacrificarla e ad ucciderla se si rivelasse necessario.
Motivazione per la quale è Killian a riuscire a placarla, a convincerla a restituire il cuore a Merida. Ed è Killian l’uomo a cui Emma si AGGRAPPA letteralmente nel momento in cui SCEGLIE DI FARE LA COSA GIUSTA, e la Voce sparisce.
Fare la cosa giusta porta sempre il bene.
Seguire Merida nel suo viaggio, aiutarla ed alla fine lasciarla andare, aiuta Merida stessa a comprendere la propria Oscurità e rinunciare ad un massacro per sceglier ela via della diplomazia.
In questo modo, Emma tiene per un attimo a bada il Dark One che è in lei e le parla, perchè la luce vince sulle tenebre che la minacciano.tumblr_nvd7cmkTwL1qcruu2o1_500

E dall’arrivo di Arthur e del cavalieri in poi, vediamo un’Emma diversa camminare mano nella mano col suo Pirata. Non è più un pulcino bagnato, appena nato. La lanugine si è asciugata, i capelli risplendono nuovamente. Riesce a fare battute sul suo aspetto con Killian. Non è più disorientata ne persa, ma cammina assieme al suo compagno ed alla sua famiglia sulla via, lei crede, per imparare a controllarsi in attesa di trovare Merlino, entrando in quella PORACCIATA INFAME di castello che non è altro che Neuschwanstein ricolorato. [Questo è il secondo BIG NO dell’episodio: Camelot è orrenda e fatta malissimo, ma sapevamo che non ci saremmo potuti aspettare troppo. In fin dei conti, pensiamo al fatto che gli effetti speciali sono pure migliorati dalla Season 1…]

Resta poco del Dark One in lei a questo punto: una certa immobilità nello sguardo, un modo leggermente diverso e alieno di muoversi, un che di estraneo nel suo spostare la testa per sentire meglio. Tentennamenti… quasi che il pulcino si stia abituando pian piano alle nuove forme.

E sì.
Anche questa stagione vi tedierò con le PAROLE DELLA SETTIMANA.
Ed è proprio questa la parola della settimana: Pulcino. Pulcino perchè questo è l’episodio della rinascita di Emma, dell’indecisione, dell’insicurezza, del “non sapere ancora cosa diventerà”… fino alla fine.
Fino ad un finale che arriva come un badile picchiato in faccia a tutto braccio.
Dopo sei settimane, ecco l’incubo che diventa realtà.
Emma non è più Emma. E’ il Dark One. E’ il Dark Swan.
Vestita di nero ma bianca e glaciale, le labbra rosso sangue in una parodia tetra delle labbra di Biancaneve nella favola omonima, pallida come erano pallidi gli Elfi corrotti da Morgoth nel Silmarillion, come se l’Ombra le avesse tolto ogni colore tranne i costrasti.

tumblr_nvddlsEONM1qfont0o4_500

Menzione d’onore a Snow che alla battuta del marito “I nostri ricordi sono spariti” domanda un incredulo “AGAIN?”, perchè è quello che tutto il fandom ha pensato o urlato in quel momento.
Ma, in fin dei conti, cosa sarebbe una stagione di OUAT senza una Dark Curse? Cosa sarebbe senza i flashback, senza il sistema narrativo che conosciamo e che amiamo?
Io sinceramente sono ammirata più che infastidita. Ammirata da come gli showrunner siano riusciti per l’ennesima volta a riutilizzare un pattern familiare e rassicurante ma contemporaneamente a reinventarlo in toto, dandoci qualcosa di nuovo che ci risulti comunque confortante.
La Dark Curse è di nuovo in azione, i ricordi di Camelot sono spariti, il buco nella memoria non permette ai protagonisti di sapere cosa hanno fatto di così irrimediabile da spingere Emma nell’Oscurità… ma lei sì. Ed è intenzionata a fargliela pagare.

E la voce echeggiante del Cigno Nero ci stupisce e mette i brividi.
Se Jennifer era già stata meravigliosa nel resto dell’episodio, nel finale è DIVINA. ALIENA. IRRAGGIUNGIBILE. TERRIBILE E BELLISSIMA.
E mette la parola fine ad ogni speranza con una spietatezza che Rumple non aveva mai avuto.

tumblr_nvd6yq7eL51u3s8t9o1_250

ANGOLO DELLE SPECULAZIONI
A quante domande dovremo trovare risposta?
Perchè Emma ha il pugnale? Perchè non lo hanno unito ad Excalibur e perchè non è più nelle mani di Regina?
Cosa può averle fatto Killian? Cosa possono averle fatto tutti per ridurla così?
Cosa servirà per salvarla? Cosa si inventerà Henry stavolta?
Rivedremo Merida e riusciremo a capire se è riuscita a salvare i fratellini ed il regno?
Quali altri personaggi incontreremo a Camelot?
Sono riusciti a trovare Merlino?

Insomma… ce ne sono e ce ne sarebbero troppe di domande, in fin dei conti siamo ancora all’inizio.
E io ho l’ansia. Un’ansia da morire!

E quindi arrivederci a domenica prossima, e ai flashback delle sei settimane a Camelot uniti al presente terribile di Storybrook dove il Dark Swan imperversa, e Regina vuole ergersi a Saviour! Vi lascio con il promo del prossimo episodio e con uno sneal peek uscito poche ore dopo la diretta!

https://www.youtube.com/watch?v=9Z84zP_keH0

Primo Sneak Peek di “The Price” !

Ricordatevi di passare in queste meravigliose pagine per news, aggiornamenti e spoiler settimanali sugli episodi, news sui nostri personaggi preferiti e consigli su qualcosa da leggere nel tempo libero!

Once Upon A Time – First Italian Fan Page

• Ginnifer Goodwin Italia •

You’re not a villain, you’re my mom ღ

Lana Maria Parrilla

Ocean
Annalisa Mantovani nasce a Ferrara, in un freddissimo e nevossissimo Febbraio del 1980. Forse è per questo che odia l’estate, il sole e il caldo e preferisce climi rigidi e temperature polari, grazie alle quali può godersi le fusa dei suoi gatti, una bella coperta calda, il divano e i suoi amatissimi libri. Sin da piccola legge tutto il leggibile, dal romanzo d’avventura al fantasy, dalla storia d’amore alle etichette dello shampoo, ma le sue letture preferite rimarranno sempre i romanzi di Emilio Salgari sul pirata Sandokan, Il Silmarillion di quello che definisce il suo “papà” letterario J.R.R.Tolkien, la saga di Harry Potter e qualsiasi cosa sia stata scritta sui vampiri, anche la spazzatura. Da qui, e dalle sessioni di Dungeons&Dragons a cui gioca col marito ormai da più di 15 anni, la passione per la scrittura di romanzi fantasy e urban fantasy che, se dio vuole, un giorno riuscirà anche a pubblicare. Telefilm Addicted da quando guardava Hazard e l’A-Team con il nonno dopo i compiti, predilige serie dove la componente sovrannaturale giochi un ruolo importante, anche se non disdegna Downton Abby, Criminal Minds e Broadchurch. Whovian per la vita, le sue serie del cuore saranno sempre Doctor Who, Buffy e, da poco aggiuntasi, Once Upon a Time, che ha il potere di farla tornare bambina.

Related Articles

15 COMMENTS

  1. Bentornato Once.
    Bentornata Ocean!

    vorrei fare un applauso agli intensi interventi di David #inseriresarcasmoqui 😛
    oh per circa 40 minuti di puntata avrà detto sì e no due sillabe! pazzesco 😀
    più che altro faceva il palo.

    Hook non mi è proprio piaciuto quando dice a Regina che preferirebbe avere Henry per se piuttosto che aiutare Emma, ecco lì Regì du sberle gliele avrei date!!
    fortuna che c’era Snow in quel momento altrimenti si sarebbero scannati, come minimo.

    E FORTUNA CHE C’E’ SEMPRE REGINA A SALVARE IL CULO A TUTTI! Zelena dovrebbe imparare le tradizioni di famiglia XD come le ha suggerito la sorella.
    Però con la storia del “mi hai portato via tutto buuuuu Regina cattiva”…ha un po’ rotto i maroni eh!

    che poi mi son sempre chiesta; ma perché fare tutto quel macello nella s3?
    voglio dire, era già una strega potentissima (anche più di Regina) e voleva tornare indietro nel tempo per uccidere Eva, la mamma di Snow e bla bla bla…e cosa ci ha guadagnato in tutto questo? che è stata legata come un salame nel ristorante di Granny! 😀

    il sistema trito e ritrito del reset serve agli autori per prolungare gli eventi per più puntate, io penso che per spezzarlo useranno…il bacio del vero amore (stile 3×19 Regina bacia Henry e la maledizione di Zelena sui ricordi si spezza), però non so con chi potrebbero metterla in atto.
    O ci sarà un’inversione di ruoli davvero, e Regina riuscirà a spezzare l’ennesima maledizione, in qualche modo.

    Ciao alla prossima :*

    • Ciao Fede! Oh quanto mi sei mancata mia cara!
      Non ho parlato di Charming proprio perchè non è pervenuto in questo episodio, e la cosa ha seccato anche me devo ammetterlo. MA. Con tante persone in ballo, ammetto che possa essere difficile trovare screentime da dare a tutti.
      Non ho biasimato troppo Killian per la storia del “avere Henry per se” perchè era onestamente fuori di testa dalla preoccupazione, e tutti al mond, almeno una volta, ci siamo lasciati scappare parole che non pensavamo in un momento di sbrocco.
      Diciamo così: il sistema della Dark Curse sappiamo da spoiler e interviste che si risolverà abbastanza in fretta. Quello che mi incuriosisce di più non è tanto il modo in cuio la spezzeranno, quanto il perchè Dark Swan l’abbia usata^^

      Ciao e alla prossima, e grazie del commento!!!

  2. Questo episodio aveva delle buone premesse, ma si è concluso in maniera deludente, quantomeno secondo me. Sarà per via del fatto che sono il tipo di spettatore a cui piace rimanere piacevolmente spiazzato da un telefilm; che non sopporta le trame “fan service” atte a compiacere e rassicurare.
    Dal mio punto di vista, l’ennesimo vuoto di tempo e di memoria – da essere colmato mediante flashbacks – è tremendo. Una scelta narrativa pessima, sopratutto se arrivati alla quinta stagione.
    Ma del resto, devo convenire che stiamo parlando di uno show targato abc… di un network che purtroppo si trova obbligato a tenere conto delle inclinazioni del telespettatore medio.

    Eppure la scena della piccola Emma al cinema mi era parso un ottimo inizio (non considerando il Merlino giovane e di colore: forse l’attore che ha interpretato l’apprendista sarebbe stato un tantino più appropriato nel personaggio); solo una volta arrivato al primo “effetto speciale” (lo “scioglimento” dell’ipotetico sir Key di fronte alla spada-giocattolo lampeggiante) ho cominciato a realizzare di stare visionando OUAT.

    La recitazione e la sceneggiatura le ho trovate anche piuttosto apprezzabili… ma solo fino al “devastiamo mezza città con un tornado, con lo scopo di far finire un singolo edifico in un universo parallelo che non è Oz, ma la Gran Bretagna”.

    Poco convincente anche Merida e la parte dei fuochi fatui (qui, piuttosto, ci vedrei un piccolo plot-hole. Emma sarà anche stata spaesata, confusa e corrotta dal Dark One, ma ciò non giustifica un tale rincitrullimento da parte sua).

    • Sai il mio parere, lo hai etto nella recensione. Ho la fortissima impressione che questa Dark Curse sarà diversa non solo per le tempistiche (in intervista hanno detto che non durerà tanto quanto le altre, ma sarà molto più breve) ma anche per la sostanza. Mi incuriosisce sinceramente sapere PERCHE’ Dark Swan l’abbia utilizzata, e ne abbia fatta una sua, così differente dalle altre.
      Per quanto riguarda Merida: non credo sia un vero e proprio plot hole. Emma, ricordiamolo, ha imparato ad usare la magia solo nella scorsa stagione. E adesso è stata improvvisamente catapultata in un altro mondo, riformata da un pozzo d’ombra e ha Tremotino che le parla nella testa. Mi sembra una motivazione sufficiente al “rincitrullimento”, come lo hai chiamato^^
      Sarò entusiasta di natura, ma a me è sembrata una premiere con delle ottime premesse, a parte la spada di plastica^^’
      Grazie per il tuo commento e alla prossima puntata!

    • Mio marito ha riso più o meno quanto te^^ Non pensavo fosse così divertente^^

      Grazie del commento Valentina! Alla prossima!

  3. Grandissimo ritorno!!! Quasi quasi, e dico quasi, potrei mettere una pietra sopra la 4a e dimenticarla, se il resto della stagione varrà almeno la metà della premiere!
    Concordo con te: Robert Carlyle, Rebecca Mader e Jennifer Morrison veramente su un altro pianeta!
    Non vedo l’ora di scoprire cosa è successo a Camelot! In sei settimane a ONCE può accadere di tutto!!!!
    Menzione d’onore fra i flop anche a baby Neal che con tutto quello che è successo non ha emesso un vagito ma ha fatto il sacco di patate per tutto il tempo in braccio a Mary Margareth… il figlio che tutte le madri vorrebbero!
    E Killian-Regina nuovo duo comico please: ho riso mezz’ora quando l’ha chiamato “Cap-liner” 🙂

    • Uuuuu Baby Neal! Così rilevante che non mi ero nemmeno accorta che se lo fossero portati dietro, finchè non sono tornati O.O
      Per mettere una pietra sopra alla 4A mi ci vorrà un po’ di tempo, ma siamo sulla buona strada. Sperando che continuino così!

      Grazie del commento e alla prossila puntata!!!

  4. Un ben tornato a te e alle tue recensioni!
    Una premiere che ho fatto fatica a seguire per la prima metà salvo poi farmi risucchiare nella seconda.
    Mi piacciono molto le tue riflessioni e mi intriga moltissimo capire come la Emma che conosciamo si sia trasformata in Dark One.
    Tra l’altro mi chiedevo, perché i ricordi persi partono da DOPO l’incontro con Artù e il suo seguito?
    Sappi che «moron» l’ho esclamato anche io…ma che gli è venuto in mente a Killian?Anche se, come hai scritto tu, l’idea di avere Rebecca Mader nel cast ancora per un po’ mi fa molto felice.

    Tra l’altro, parlando della straordinarietà di Robert Carlyle, sempre una spanna sopra agli altri, mi sono scompisciata quando, interpretando l’Oscuro che tentava Emma, ha preso in giro Merida per l’accento scozzese…considerando che lui – Carlyle – lo è!

    In realtà, durante la visione mi erano venute in mente molte più cose…anyway, buon inizio di stagione e di recensioni. Ammiro molto la profondità delle tue analisi dei personaggi. Brava!
    Alla prossima!

    • Considerando il fatto che Robert non solo è scozzese, ma non si capisce una beneamata quando parla col suo accento naturale E che ne ha messo un po’ (del suo accento) anche nell’Oscurità che tenta Emma, è davvero comico come commento XD

      Ci sono davvero ancora troppe domande… qualcosa so per certo che lo sapremo nel prossimo episodio, e sono TROPPO curiosa!
      A parte questo… ero talmente in ansia per Emma che la prima parte dell’episodio, per quanto lenta, mi è volata. Non mi sono nemmeno accorta che stesse passando, davvero.

      Grazie per il commento! Un bacio!

  5. Allora cara, tu conosci il mio rapporto complicato con OUAT ma ci sto provando quindi eccomi qui! Le tue recensioni sono MERAVIGLIOSE e io ti adoro, adoro il modo in cui riesci a passare da uno stile fortemente ironico e divertente a un altro stile terribilmente profondo e di spessore con cui riesci ad analizzare perfettamente l’episodio. Sono d’accordo su molti punti di vista, sia positivi che negativi, e in primis concordo totalmente con la bellezza delle scene di Emma e della sua voce interiore, quel lento processo di trasformazione che stava affrontando, potrò avere tutti i dubbi del mondo ma Jennifer Morrison resterà sempre una delle mie attrici preferite! Ho amato il gioco di squadra di persone così diverse unite da un unico interesse: EMMA. Onestamente, credo che il rapporto Emma / Regina sia uno dei migliori al momento e l’aver dato il pugnale a lei secondo me è un gesto importante non solo per tutte quelle motivazioni che hai enunciato benissimo ma anche perchè io credo che Emma sappia benissimo che nessuno più di Regina riesce a capire il potere dell’oscurità e questo la rende probabilmente la più adatta a stringere quel pugnale. A proposito di pugnale, bellissima la tua teoria sul legame con Excalibur, credo che tu possa averci preso in pieno! Dettaglio: ho adorato il modo freddo e distaccato con cui Dark Swan accarezza il volto di Snow alla fine, non so cosa sia successo ma credo che proprio Snow sarà la prima che Emma accuserà per non essere riuscita a liberarla dall’oscurità. E infatti credo anche che il tentativo di Snow di usare il pugnale non sia stato simbolo di una mancanza di fiducia in sua figlia, quanto invece la prova dell’amore a volte iperprotettivo di una madre che cerca la soluzione più indolore e rapida di liberare sua figlia da qualcosa che potrebbe distruggerla. In definitiva l’episodio mi è piaciuto molto ma spero di vedere profondità nei rapporti nei prossimi, soprattutto nel rapporto Snow/Emma, da sempre il cuore della serie per me!

    • Il solo fatto che tu sia qui mi dimostra quanto bene mi vuoi!
      Non mi sono dimenticata di Doctor Who… è che non ho ancora visto l’episodio ç_ç Stasera provvedo, ok?
      Grazie per i complimenti tesoro! Grazie perchè, da scribacchina quale ritengo di essere, mi dai una carica incredibile!
      COnoscendoti, penso davvero che questa prima parte di stagione potrebbe piacerti. Ne vedremo molta di più di collaborazione, e vedremo conflitti, e vedremo nascere parecchie Brotp secondo me.
      Hook e Regina dovranno trovare un punto d’incontro per riuscire a salvare Emma, ricoprendo i due ruoli basilari della sua vita attualmente, ovvero quello di compagno e di migliore amica… e nessuno può essere sereno se il proprio compagno e la propria migliore amica non si sopportano, anche nella vita di tutti i giorni, no?

      Per quanto riguarda il rapporto Emma/Snow spero, come te, che lo sviluppino molto più che nella scorsa stagione. Emma è letteralmente un pulcino che sta imparando a lasciare il nido, nido che ha trovato nelle stagioni precedenti. QUello che intendo quando parlo della scarsa fiducia che Snow ha nei confronti della figlia è proprio quello di cui parli tu: ogni madre iperprotettiva, e Snow ha tutte le ragioni per esserlo, tende a non fidarsi del giudizio dei figli nelle questioni che riguardano la crescita e la vita. E, da grande metafora della famiglia quale è OUAT, Emma non è altro che la figlia confusa che sta passando un periodo difficile, in cerca della sua identità, alla quale Snow probabilmente darà i consigli sbagliati.

      Ok…. Non volevo scrivere un’altra recensione ma mi ci hai portata tu hahahaha

      Grazie del commento e dei complimenti! Love u <3!

  6. Arrivo solo ora, ma è sempre un piacere leggere le tue recensioni. Sono così accurate e piene di sentimento che… AWWW.
    Okay, mi calmo.
    Io ho amato questo episodio, così come ho amato tutti i personaggi. Certo, avrei preso Hook a calci nelle gengive per aver fatto scappare Zelena, ma a lui perdono tutto.
    E Zelena non riesco più a vederla come una minaccia, non dopo il post che ho visto qualche giorno fa su fb con la sua faccia e con un “aspetto un figlio, eh Luca? Sei contento, Luca? È la nostra creatura” cosa che mi ha fatto ridere per giorni…
    Merida mi è piaciuta molto, quell’accento scozzese è GOLD (ahem, non letteralmente… insomma, hai capito!)
    Splendida recensione, non vedo l’ora di rileggerti 🙂

  7. Ciao, è la prima volta che leggo una tua recensione essendo una novella seguace di questo sito. É un compito arduo ricapitolare quest’episodio, ma volendoci soffermare su alcuni punti principali direi che la puntata non è dispiaciuta. Mi ritrovo in alcune tue considerazioni, la follia di Zelena ad esempio, che reputo un vero toccasana rispetto alla monotonia di alcuni personaggi, o l’ammirazione per Robert Carlile, che a me piace sia nei panni di Rumple (quanto mi è mancato) che in quelli del signor Gold. Tuttavia permettimi di sottolineare qualche punto della tua recensione che non mi ha convinta. Anzitutto io non credo che Regina sarà disposta a sacrificare ‘tranquillamente’ Emma, per un motivo molto semplice: se c’è un personaggio che ha subito una notevole trasformazione in questo show beh quello è proprio il personaggio di Regina, e devo dire che spero di vederla assoluta protagonista nel salvataggio di Emma, perchè lei non è stata semplicemente tentata dall’oscurità come capitan eyeliner bensì completamente risucchiata. Emma ha preferito Regina per un motivo molto semplice: Regina sa qual è la differenza tra giusto e sbagliato ora, Killian no e lo dimostra in continuazione, soprattutto in questo episodio. Mi auguro che Regina sia la guida per Emma sulla strada per la luce, in un rovesciamento di protagonisti rispetto a quella che è stata la situazione nelle prime tre stagioni in particolare. Regina conosce l’oscurità, ed è pronta secondo me ad assumere il ruolo di salvatrice sia nei confronti di Emma (la scena in cui dissuade Emma che punta la pistola verso Lily è emblematica) sia della storia nel suo insieme (per l’ennesima volta ha evitato il peggio rendendo nuovamente innocua la sorella). Trovo che sia un personaggio poco considerato, almeno in questa recensione, non so se sia così anche nelle tue precedenti; sono gusti ovviamente (si sarà capito che è il mio personaggio preferito?), ma obiettivamente ha un impareggiabile spessore. In generale non condivido l’esaltazione di uno come Killian, sarà colpa degli autori che rendono i personaggi maschili di questo telefilm inutili come i coltelli senza denti che ti ritrovi ai ristoranti e a tratti fastidiosi come la sveglia del lunedì mattina, eccezion fatta per Rumple, il Dark On(c)e basterebbe e avanzerebbe.
    Alla prossima puntata.

    Alex

  8. Okay, io ho due cose da dire:
    Spezzo una lancia a favore di quel ‘moron’ di Killian: nessuno avrebbe mai potuto che Zelena fosse tanto pazza da amputarsi una mano. Soprattutto lui, che lo stesso giorno in cui ha perso il suo primo amore ha anche perso una mano, non lo avrebbe nemmeno mai messo in conto! E sono abbastanza sicura che credesse di poterla controllare almeno sul piano fisico, finché era priva di magia.
    Nemmeno Rumple aveva avuto le palle per amputarsi una mano per liberarsi dal bracciale. Ha preferito morire senza riavere la magia per tentare di salvarsi, prima di provarci.

    Emma ha dato il pugnale a Regina non tanto per amicizia, o perché co-madre di Henry, ma perché la sua principale caratteristica, fin dalla prima serie, è stata la freddezza con cui prende le decisioni. Oh, si è sempre infuriata, ma persino la sua vendetta era stata portata a termine con una freddezza terrificante: pianificata nel dettaglio, eseguita con precisione, senza battere ciglio nemmeno alla necessità di uccidere il suo stesso padre.
    Uccidere la sua unica amica non sarebbe certo facile.
    Uccidere la madre naturale di suo figlio sarebbe straziante per lei perché metterebbe a rischio quel rapporto che l’ha portata a cambiare, a scuotersi dalle spalle il mantello nero della Regina Cattiva e a diventare la donna che abbiamo visto ballare in un vestito rosa ieri notte, una donna che rimpiange il suo passato, ma lo affronta a testa alta, consapevole di essere finalmente sulla strada giusta per diventare un Eroina, e un’eroina con i controcazzi.
    Uccidere il vero amore di un uomo che rispetta (perché sì, rispetta Killian e lui rispetta lei: anche mentre si punzecchiano, si pungolano e spronano, per salvare Emma), facendo a Killian quello che sua madre ha fatto a lei, sarebbe forse la cosa più terribile che ha mai fatto.
    E “Heroes don’t kill”, l’ha detto lei stessa a Rumple, a Zelena. Ha dimostrato di voler seguire questo motto quando uccidere Zelena sarebbe stato facile, quando uccidere Marion non le sarebbe piaciuto ma le avrebbe risolto il cuore spezzato.
    Uccidere Emma per Regina sarebbe traumatico e terribile e incrinerebbe tutti i rapporti che è finalmente riuscita a costruire a Storybrooke. MA LO FAREBBE.
    Perché? Perché sa che Emma non vorrebbe diventare il mostro che Regina era, che Rumple era. Non vorrebbe fare del male a suo figlio, all’uomo che ama, ai suoi genitori, a tutti quelli che ha intorno. E perché ha quella risorsa di freddezza che agli altri manca.
    Hook la ama troppo e non userebbe mai il pugnale contro di lei, non solo per ucciderla ma nemmeno per controllarla.
    Snow avrebbe la reazione opposta, usando il pugnale per controllarla ogni momento (come forse, farebbe ogni madre dotata di un telecomando magico per controllare i figli) pungolando l’oscurità dentro di lei fino a farla scoppiare. Charming non lo menziono nemmeno: è un uomo zerbino e tale rimarrà sempre.
    Regina lo tratterebbe con la cauzione necessaria.

    Kisses all around

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,381FollowersFollow

Ultimi Articoli