Once Upon A Time | Recensione 4×19 – Simpathy For The De Vil

11154793_806083509447145_765122536659145746_o
Vi avevo abituati troppo bene, eh? Dite la verità che non vi aspettavate un ritardone così!
Comincio quindi col chiedere scusa a tutti per il ritardo indecente. Purtroppo, la vita ha raggiunto anche me, chiusa nel mio antro buio ad aspettare le domeniche, e festeggiare quando arrivano come Shelob quando passa un goblin.

Diamoci da fare, quindi! Abbiamo un’altra puntata meravigliosa di cui discutere!
E abbiamo per le mani un bel po’ di novità. Primo tra tutti il fatto che Cruella, protagonista indiscussa di questo episodio, non sia come gli altri.
“Evil isn’t born, it’s made” in questo caso NON SI APPLICA, e la genialità della sua storia richiama tutte le storie dei villains che abbiamo visto finora in quattro serie, ristretta in un singolo arco di 40 minuti.
10563060_380849682118448_1286908771300442283_nPotremmo anche pensare, e a ragione, che nessuno di noi sa davvero cosa avesse fatto il padre della bimba bionda per ridurla in quello stato. Potremmo ipotizzare crudeltà di ogni genere. Ma l’unica cosa certa è in realtà che la madre ha agito PER PAURA della figlia, rinchiudendola e cercando di addomesticarla esattamente come uno dei suoi cani, e questo non può che aver peggiorato una situazione già spinosa di suo.

In realtà, l’unica cosa che sappiamo è che, in alcuni rarissimi casi isolati, il male è presente fin dalla nascita sotto le forme più disparate. Ne abbiamo incontrate due, fin qui. Ed entrambi i personaggi erano “cattivi” a loro modo, uno con la sua indifferenza ed il desiderio di non crescere mai e l’altra con il suo istinto omicida.
Pan e Cruella.
[No, non Pane e Nutella. Piantatela. Mi fate venire fame.]
E potete dirmi quel che volete, ma i parallelismi tra i due si sprecano così come si spreca la loro “unicità”.
Per ogni villain che abbiamo conosciuto in OUAT, Adam ed Eddie hanno fatto un giochino molto 10653523_380849805451769_4270586497274109060_nsemplice: ad un certo punto dell’evoluzione del personaggio, tramite i flashback, si giungeva alla conclusione che il male portato da quell’antagonista all’interno della nostra storia fosse causato da uno o più elementi esterni, che avevano influito in maniera pessima nella sua vita.
Cora ha corrotto la figlia. Rumple ha dato a Cora i mezzi per attuare la sua scalata al potere e la vendetta. Rumple era un codardo e si è rifatto bullizzando il resto del creato. Ingrid era una dolce bambina incompresa. Zelena soffre di una pessima sindrome da abbandono. Ursula era una fanciullina tradita. Malefica…lo scopriremo, spero.
Insomma… l’assioma di Regina secondo il quale ogni villain è stato costretto a diventare quel che vediamo, è sempre stato confermato.
Tranne che in due casi. Entrambi causa di tutta una serie di problemi per gli altri.
Pan, col suo agire egoistico, ha fondamentalmente creato le basi per il cambiamento di Rumple. Cruella, con la sua spietatezza, ha invece cambiato la prospettiva dell’Autore che ha il potenziale per rovinare il destino di TUTTI i protagonisti.
Entrambi sono “nati” malvagi, entrambi hanno sfruttato chi li amava di più per i propri scopi, entrambi si sono poi vendicati uccidendo chi li aveva fondamentalmente resi quello che sono, esasperando la propria parte cattiva [Pan ha metaforicamente ucciso il se stesso adulto, è questo che intendo.]
Le eccezioni che confermano la regola possono esistere e devono esistere, per dare varietà alla trama.

11161366_380842962119120_2134891007494743570_nDi certo, pochi tra noi si aspettavano che Cruella fosse il vero e solo villain del gruppo delle evil queens.
Unica pecca, a mio parere, il tempo. Con gli altri villain abbiamo avuto intere stagioni (o parti delle stesse) per comprendere l’evoluzione del personaggio. Con Le Queens of Darkness stiamo avendo archi narrativi veloci, per quanto estremamente esaustivi, che sviluppano i loro character in un solo episodio e poi lo tolgono di mezzo.
Per alcune, Cruella ad esempio, è un vero peccato. Adoro Victoria e avrei voluto per lei più tempo sullo schermo.
Ha comunque dato prova di una maestria non da poco. Fino ad ora, lei e Zelena sono i miei villains preferiti in assoluto!

E devo dire che, ad ogni modo, la sua storia è stato un gradito plot twist.

Altro momento che ho gradito moltissimo è stato il confronto Belle-Rumple al pozzo.
Per favore, autori: possiamo fare controllare Belle da Regina più spesso?
Perché a me è piaciuta un sacco in questo episodio!!!
A parte il risatone generale scattato alla vista del cuore di Tremotino, che ci ricollega per un secondo al cuore che lui ha tolto a Killian nella 4A e alla frase di Belle allo stesso Killian nella season 2 “Il suo cuore è puro, e il tuo è marcio!”… [Come dissi nella recensione della 4×08: sarà pure una situazione di merda, ma la risatina isterica scappa eccome!] almeno adesso abbiamo conferma del fatto che Rumple non morirà. Diventerà solo più abbietto di quel che è già… Davvero si può? Evidentemente sì.
Ma qui, ragazzi miei, la domanda sorge spontanea: FERMARSI PRIMA?
Ritorniamo sempre allo stesso punto insomma: la sua insaziabile sete di possesso per tutto ciò che crede di meritare dalla vita lo ha reso ciò che è. Si fosse accontentato, e di sicuro c’è una maniera di accontentarsi, visto che sia Killian che Regina ci sono riusciti, non sarebbe al punto di doversi rimirare un cuore nero come l’inferno. O come il famoso pezzo di carbone al quale Zelena lo ha paragonato nello scorso episodio.
Io non vorrei arrivare a dire “Chi è causa del suo mal pianga se stesso” ma… ma sì. Ci si arriva. Con Rumplestilskin è una cosa ovvia. Talmente ovvia che ha persino SBAGLIATO SOLUZIONE, rendiamocene conto.
Anziché pensare a come poter fare del bene e ripulire il proprio cuore dall’oscurità, è maxresdefaultarrivato a organizzare un piano macchinosissimo per ROVINARE LA VITA A TUTTI PUR DI TORNARE BUONO.

Ma davvero basterebbero due parole scritte dall’autore su un foglio di carta per cancellare questa montagna spropositata di azioni dannose? O QUACOSA di più potente persino di quella penna entrerebbe in gioco per impedirglielo?

A quanto pare, comunque, quella penna può già ottenere parecchio da sola.
C’è qualcosa però che NON TORNA, lo ammetterete anche voi.
Seguite il mio ragionamento….
L’Autore conosce Cruella, viaggiando per i mondi e presentandosi una sera a casa della madre di lei per “intervistarla” e raccogliere la sua storia. E’ incaricato di seguire tutte le storie più importanti, e fin qui ci siamo.
Porta Cruella, che si finge un’ingenua ragazzina rinchiusa in una torre molto in stile Rapunzel, a conoscere il mondo e il gin. Locale con musica, due ragazzi entusiasti della vita ballano fino all’alba… ed ecco che l’Autore ci casca come un pollo e le rivela il suo segreto.
NON SOLO.
Usa la penna per darle un potere magico che le permetta di non avere più paura dei cani di sua madre.
La situazione si evolve come sappiamo, con Cruella che prende la macchina e va da sua madre per controllare mentalmente i suoi dalmata, farla sbranare e poi [in una scena degna di un maledetto 11178310_381383145398435_4771125780206164174_nfilm Horror. Sarà perché la cara Victoria l’ho conosciuta grazie a Dracula, ma ammetto di essermela fatta addosso quando l’ho vista alla macchina da cucire, immaginando tutte le implicazioni dell’aver scuoiato i due cani, sangue ovunque e via discorrendo…] ci si cuce una bella pelliccia.
E poi cerca di ammazzare l’Autore e fregargli il kit da scrittura.
E lui cosa fa? Col poco inchiostro rimasto dopo che Cruella se ne è versata addosso una boccetta, scrive che lei non potrà mai più uccidere nessuno.
La domanda sorge spontanea: PERCHE’?
D’accordo, come inizio ci poteva stare. Le impedisci di ucciderti in modo da avere più tempo. Ma perché non aggiungere altre frasi? Perché non aggiungere, magari, che Cruella si rende conto di ciò che ha fatto alla madre e se ne pente, diventando una persona migliore per il resto della sua vita? [Ed è un esempio. Me ne vengono in mente altri 50.000, dalla possibilità che la madre di Cruella potesse tornare in vita, alla possibilità di modificare la linea temporale passata estromettendosi da essa per fare in modo che gli eventi non si ripetessero…]
La mia ipotesi più gettonata, e ci ho pensato parecchio questa settimana, è che la penna dell’Autore possa, in realtà, modificare gli eventi solo in modo limitato.
Che non possa modificare nettamente l’indole di una persona, che non possa stravolgere il passato, ma che possa influire solo marginalmente, magari convincendo un personaggio ad un dialogo solo in parte Out of Charachter.
E che sia per questo che Rumple non ha mirato ad utilizzare immediatamente l’Autore per cambiare l’indole di Emma, ma che stia guidando la stessa sulla via dell’oscurità pian piano, perché la penna potrebbe non farcela a cancellare tutto il bene nel cuore della Salvatrice.

Questa, più che un’ipotesi, è una grande speranza.

Già… perché in questa puntata Emma ha davvero fatto IL BOTTO, metaforicamente e non.
Ha ucciso una persona.
[Che poi sia vero, ho i miei seri dubbi. A Rumple serviva Cruella per attuare il suo piano di corruzione, E per riavere indietro l’inchiostro. Qualcosa mi dice che la nostra pellicciaia pazza non è caduta dalla rupe, ma che quello in fondo al baratro fosse solo un’illusione… Io ci spero!]
O almeno… CREDE di aver ucciso una persona, il che vale comunque lo stesso come atto di corruzione.
E’ stato per salvare il figlio. Lei non sapeva che Cruella non poteva ucciderlo ma, come sappiamo bene, è passato il tempo delle azioni sbagliate per le motivazioni giuste.
Ha comunque commesso un omicidio sotto gli occhi esterrefatti di Henry, e questo le ha fatto fare il primo passettino sulla via del male.

once-upon-a-time-150419aGià da un paio di episodi Emma sfoggiava delle consistenti occhiaie da pianto e un colorito più pallido del normale. Visivamente, è come se il gesto avesse accentuato questi tratti. Alla fine della scena, ci ritroviamo con una Salvatrice che sembra sull’orlo di una crisi di nervi di proporzioni bibliche, e che rivolge alla telecamera uno sguardo più che glaciale.
Stavolta non ci sono scuse. Ne fughe.
Nessuno impianterà in Emma una finta oscurità estranea a lei, che basterà un bacio di vero amore per togliere. Nessuno la ingannerà. Nessuno le farà bere una pozione, la sottoporrà ad un rituale o le farà un incantesimo per il quale il suo cuore possa macchiarsi di tenebra indipendentemente dal suo volere.
Stavolta non ci saranno giustificazioni. La Salvatrice diverrà malvagia.

[Apro un secondo una parentesi per porvi un quesito: voi avete capito di cosa parlava l’Autore quando gli è stato chiesto il perché delle sue azioni da Charming? Io sinceramente credo di aver perso un passaggio.
“Nemmeno io so come finisce la storia! L’ho fatto solo per salvare il mondo da Cruella!”
“E come finisce la storia?”
“Con la Salvatrice che diventa Oscura”. Ok…. Hai appena detto che non lo sai. Ma lo sai e lo dici. O stai forse rivelando i piani di Rumple che tutti conosciamo? A volte anche io non capisco lo show… questa è una di quelle volte.]

Lei HA compiuto un’azione malvagia. Di sua spontanea volontà e in piena coscienza.
Cosa ci dice questo?
Intanto che il rituale fatto dall’apprendista dello Stregone era falso come i soldi del Monopoli. Perché non avrebbe senso che Emma possa ammazzare qualcuno volontariamente se l’oscurità è stata tenuta finora magicamente fuori dal suo cuore.
E in secondo luogo che per lei, come per Killian e Regina, risalire dalla china sarà dieci volte più difficile che per qualsiasi altro protagonista della serie.

E non a caso, per tutto il tempo, Regina e Killian le stanno vicini.maxresdefault
Avevamo già parlato del bisogno di Emma di avere una vita completa: famiglia, figlio, partner, migliore amica.
Il partner e i migliori amici servono anche a questo: aiutarci nei momenti di seria difficoltà, quando tutto attorno a noi sembra nero e anche gli affetti più cari sembrano tradirci.
Ed è esattamente quello che vediamo loro fare per tutto il tempo, nel momento in cui realizzano che Emma ha bisogno del loro appoggio in questa missione di salvataggio.
I genitori hanno tradito la sua fiducia e, per chissà quale sua arcana testardaggine, Emma è convinta di non poterli perdonare.
Altro passo che avevamo previsto: una volta che si sente tradita, Emma diventa sempre dannatamente testarda e si rifiuta, quasi per principio, di perdonare la gente.
[N.D.R. Questa storia mi ha rotto le palle esattamente come avevo preannunciato.]
Ora che la sua certezza nei genitori è crollata, le restano solo Killian e Regina dei quali fidarsi. E SCUSATE MA … LASCIATEMI ESULTARE COME SI DEVE PER UN MOMENTO.

EMMA – HA – REGINA – E – KILLIAN – DI – CUI – FIDARSI.

Emma ha un’amica che cerca persino di ricucire lo strappo fresco tra lei e sua madre. E ha un compagno che tenta in tutti i modi di tenere al sicuro il suo cuore e disposto anche a spiegarle che nemmeno gli eroi son perfetti, per fare in modo che non si separi dalla sua famiglia [Daviiiid! Tu che non pensavi che un pirata fosse adatto a tua figlia e non facevi altro che dargli contro. Eh?]

Regina che vuole risparmiare ad Emma il viaggio a New York. Emma che vuole saperla al sicuro da Zelena e non vuole che le accada niente.
Saviour Queen MERAVIGLIOSO, ed una meravigliosa dimostrazione di affetto fraterno che probabilmente Regina non potrà mai avere con la sua vera sorella.
Due amiche, madri dello stesso figlio, che non esitano a tirarsi indietro ed accantonare tutto nel maxresdefault4momento in cui Henry è in pericolo, e collaborano per salvarlo.

Killian che sa cosa Emma sta passando. Killian che la vuole felice e la vuole vedere con la sua famiglia. Killian che è disposto a perdonare qualsiasi cosa, anche le cattiverie che David gli ha sempre rovesciato addosso, pur di far capire ad Emma che il mondo non è tratteggiato in bianco e nero come i capelli di Cruella, ma che il bene ed il male sono concetti sui quali si deve per forza avere una mente aperta.
Dolcissimo, tra l’altro, quando le fa presente di essere stato perdonato da lei nonostante le cose orribili fatte in passato e nonostante abbia tradito anche lui la sua fiducia.

Ora che siamo a questo punto, ora che possiamo immaginare come andrà a finire, non vedo l’ora di vedere Killian e Regina combattere per Emma, per riportarla al bene, per farle capire di avere una speranza.
E allora vedremo davvero cosa significa combattere per ciò che si desidera.
E allora li vedremo tutti e tre sullo stesso piano, a cercare di diventare persone migliori assieme, a sforzarsi di ritornare alla luce.
Sì, lo so. Sto viaggiando con la fantasia… Ma sarebbe BELLISSIMO!

La parola della settimana è stata dura da trovare, perché questo episodio è davvero duro da affrontare. Ma credo che la più adatta al caso nostro possa essere, questa volta, Mother. MADRE.
Perché? Perché la puntata ci mostra, attraverso i flashback sul passato di Cruella, l’abissale differenza tra Snow, la madre di Cruella stessa e Emma e Regina, e gli errori molto simili commessi dalle prime due nell’approcciarsi alle proprie figlie ed a ciò che il destino aveva in serbo per loro.
Snow ha momentaneamente rovinato il suo rapporto con Emma tentando di decidere per lei, quando non era ancora nata, la sua indole ed il suo cammino, e mentendole spudoratamente a riguardo. Errore commesso, bene o male, anche da Lady De Vil nascondendo la figlia in una soffitta e cercando di 11149418_380850225451727_7386038332281155742_ncontrollarla con la paura dei cani, senza tentare alcun altro rimedio se non un amore che in realtà non le ha manifestato perché spaventata dalla bambina stessa. Snow e Lady De Vil erano entrambe terrorizzate dalle loro figlie e da cosa avrebbero potuto fare, e hanno sbagliato.
Di contro, Emma e Regina si gettano a difendere Henry dimostrando il loro sconfinato amore per il figlio.

ANGOLO DELLE SPECULAZIONI
Mi chiedo se Cruella sia davvero morta cadendo da quella rupe. Nel mio piccolo cuoricino, spero tanto di no, perché mi mancherebbe una cattiva seriamente psicopatica.
Mi chiedo anche cosa volesse dire l’Autore sul “Finale della Storia”, come se in realtà lui sapesse già, a grandi linee, come deve svolgersi il racconto… quella parte continua a non essermi chiara.
Mi chiedo anche quale sia, complessivamente, il piano macchiavellico di Rumple. Perché è davvero impossibile che creda di poterla sfangare ancora. Di sacrificare Emma all’altare dei propri fini e poter riavere indisturbato la vita di prima, dove Belle lo amava e tutti erano d’accordo con lui (bene o male.)
1385630049jpg-c2d7a9_624wDavvero pensa che basterà ritornare ad avere la possibilità di amare per riavere anche sua moglie? Davvero pensa che sia così facile farsi perdonare? O, in realtà, quella penna nelle mani dell’Autore ha molto più potere di quel che ci hanno mostrato, e il suo scopo è riavere il proprio cuore per poi cambiare il destino del creato, obbligando Belle ad amarlo?
Perché, adesso come adesso, la storia di un lieto fine per i villain e di un destino crudele per gli eroi non regge davvero più.

Vi lascio col promo della puntata di domenica… Lily ritorna, e con lei sono certa si presenteranno un sacco di guai!

https://www.youtube.com/watch?v=Fq-8tLcCv9c

Ricordatevi di passare in queste meravigliose pagine per news, aggiornamenti e spoiler settimanali sugli episodi, news sui nostri personaggi preferiti e consigli su qualcosa da leggere nel tempo libero!

Once Upon A Time – First Italian Fan Page

• Ginnifer Goodwin Italia •

You’re not a villain, you’re my mom ღ

Lana Maria Parrilla

Victoria Smurfit Italia

New Adult Italia Book Addicted

Ocean
Annalisa Mantovani nasce a Ferrara, in un freddissimo e nevossissimo Febbraio del 1980. Forse è per questo che odia l’estate, il sole e il caldo e preferisce climi rigidi e temperature polari, grazie alle quali può godersi le fusa dei suoi gatti, una bella coperta calda, il divano e i suoi amatissimi libri. Sin da piccola legge tutto il leggibile, dal romanzo d’avventura al fantasy, dalla storia d’amore alle etichette dello shampoo, ma le sue letture preferite rimarranno sempre i romanzi di Emilio Salgari sul pirata Sandokan, Il Silmarillion di quello che definisce il suo “papà” letterario J.R.R.Tolkien, la saga di Harry Potter e qualsiasi cosa sia stata scritta sui vampiri, anche la spazzatura. Da qui, e dalle sessioni di Dungeons&Dragons a cui gioca col marito ormai da più di 15 anni, la passione per la scrittura di romanzi fantasy e urban fantasy che, se dio vuole, un giorno riuscirà anche a pubblicare. Telefilm Addicted da quando guardava Hazard e l’A-Team con il nonno dopo i compiti, predilige serie dove la componente sovrannaturale giochi un ruolo importante, anche se non disdegna Downton Abby, Criminal Minds e Broadchurch. Whovian per la vita, le sue serie del cuore saranno sempre Doctor Who, Buffy e, da poco aggiuntasi, Once Upon a Time, che ha il potere di farla tornare bambina.

Related Articles

4 COMMENTS

  1. la scena Regina-Rumple e Belle; altra teoria, e se quel cuore non fosse stato di Belle? Regina come la madre amava collezionare cuori, quindi è probabile che quel cuore fosse di una delle tante vittime della evil queen, anche perché non sappiamo come Regina e Belle si siano messe d’accordo al negozio!

    altrimenti perché dire poi a Belle dimentica tutto, se si sono alleate per fregare Rumple?
    per me era tutto parte della messinscena, il cuore che Regina stava per stritolare non era di Belle, e la ragazza ricorda ogni cosa!
    e poi, ma lui cosa s’aspettava? che Regina si sarebbe inchinata signor sì signore?? le ha minacciato l’amore della sua vita ed è in combutta con Zelena, credeva davvero che avrebbe accettato l’accordo?
    povero illuso!!!

    poi tutto-occhiaie e viso pallido di Emma-sembra portare a Rumple che comunque sia trionfa nel suo piano e la salvatrice diventa cattiva…ma io non la penso così! anzi il finale di stagione potrebbe anche stupirci, Emma potrebbe sorprenderci, non so ho questa sensazione 🙂
    soprattutto dopo questa puntata, e poi Rumple che la fa franca? ma anche no!!!

    evil isn’t born, it’s made… con Cruella Regì non credo proprio XD lei villain era e villain è rimasta! una pazza 😀

    Walt o Isaac o come cavolo si chiama 🙂 ancora non riesco ad inquadrarlo, mi sembra un paraculo XD non si sa ancora da che parte sta esattamente ecco

    Ciao alla prossima :* P.S. eh sì, c’hai proprio viziati! 🙂

  2. Stavo cominciando a sentire i primi sintomi di astinenza da recensione, ci hai davvero viziati! xD

    Comunque esordisco subito dicendo che ho ADORATO questo episodio, ma in una maniera pazzesca: ho ancora visioni agghiaccianti di Cruella che si cuce la pelliccia con quello sguardo da pazza e i lampi fuori dalla finestra e mi viene la pelle d’oca! xD Che storia che si sono inventati, davvero degna del personaggio meraviglioso che Victoria è riuscita a tirar su (anche io l’ho conosciuta in Dracula, mi piaceva anche in quel ruolo ma devo dire che Cruella semplicemente È lei!), una cattiva cattiva, mezza psicopatica come ne mancavano da un po’ in OUAT, delle queens of darkness è decisamente la migliore, Ursula è stata una mezza delusione (ma già in partenza era quella che mi entusiasmava di meno) e Malefica…sto ancora aspettando che le venga dato più spazio e più background, può fare decisamente meglio di così. Tutto questo premesso, attendevo questo episodio con ansia e non mi ha per niente delusa!

    L’unico dubbio che è rimasto anche a me è proprio quello dei poteri della penna dell’Autore e la sua conoscenza generale della storia: anche io avevo sviluppato la teoria che la penna possa modificare alcuni eventi ma non incidere essenzialmente sulle personalità della gente, per quello Rumpel non può chiedere semplicemente di diventare buono ma ha bisogno di questo piano così lungo e complicato, e per lo stesso motivo non ha potuto cambiare Cruella ma solo limitare i danni impedendole di nuocere ad altri. Mi sembra decisamente l’ipotesi più attendibile, e a questo punto sono praticamente sicura al 100% anche della mia primissima impressione che tutto il rito dell’Apprendista fosse solo una messinscena mirata a mandare la figlia di Malefica in un altro mondo, ma in realtà non c’è stato nessun passaggio di oscurità (quindi la terribile azione dei Charming verrà annullata, o meglio rimarrà solo il fatto che loro ERANO DISPOSTI A FARLO, ma poi nella pratica non hanno causato nessun male a nessuno).
    Allo stesso tempo però questo episodio mi ha lasciato tanti punti interrogativi su quanto in realtà Rumpel e l’Autore sappiano di quanto deve ancora accadere: oltre alla frase di Walt/Isaac/faccia-troppo-furbetta-per-potersi-fidare(anche se in questo episodio, quando si è fatti infinocchiare come un cretino da Cruella, mi ha fatto quasi tenerezza) sulla fine della storia, non ho seguito bene il percorso di Rumpel: ora si scopre che SAPEVA che l’Autore e Cruella si conoscevano ma non sapeva del fatto che lei non potesse uccidere, eppure quando scopre che lei ha rapito Henry ed Emma potrebbe ucciderla per questo sembra soddisfatto quasi come se avesse pianificato questo risvolto fin dall’inizio…insomma, forse mi sono persa un pezzo, qualcuno che mi aiuta? 😀

    Come sempre complimenti per la tua recensione (lo so che sto diventando monotona ma non posso non ripeterlo ogni settimana) e…non vedo l’ora di vedere Lily da grande!!!

  3. Premessa: ma quant’è brutta Emma in questo episodio? 😀
    Ok che sta passando al lato oscuro, ma mamma mia, neanche avesse la gastro!
    E poi la sua rabbia verso i Charming “come avete potuto, bla bla bla” non se ne può più!
    Bell’episodio comunque, questi Evil Queen centrici sono sempre molto belli, scoprire che Cruella è sempre stata cattiva fino al midollo è stato fighissimo, una vera psicopatica!
    Per lei il detto “Evil isn’t born, it’s made” non vale, certo essere rimasta chiusa in una torre per anni non ha certo aiutato!
    Scoprire il suo passato con l’Autore è stato molto interessante, anche se nemmeno io ho capito molto le sue abilità. Può decidere il corso degli eventi e far fare delle azioni alle persone (i Charming e il rito) ma allora appunto, perchè non cambiare direttamente la natura di Cruella?
    Perché non scrivere semplicemente “Cruella diventa buona” piuttosto che toglierle la capacità di uccidere?
    Condivido in pieno la tua idea sul fatto che lui possa solo in parte intervenire, secondo me può cambiare gli eventi ma non può influire sul carattere delle persone.
    Forse proprio per questo ha “imbrogliato” i Charming con il rito, lui non poteva cambiare la natura di Emma facendola divenare oscura, così ha fatto credere ai Charming che avrebbe potuto diventarlo, innescando il rito e le bugie che hanno effettivamente portato Emma sulla via della rabbia e della malvagità (non so se ho spiegato il mio pensiero), dato che come lui dice sa che finirà con la Dark Emma.
    Il resto dell’episodio è stato bello, a parte il gigantesco WTF che ho pensato quando Regina è andata da Rumple a sbandierargli che sarebbe andata a New York a salvare Robin, ma perchè?
    Ok che lo tieni in pugno perchè hai il cuore di Belle, ma andare senza dirgli niente? Si sa che Rumple ha mille risorse e se vuole riuscirà ad avvisare Zelena dell’ arrivo di Regina, quindi perchè essere così tonta da dirglielo?
    Forse perchè tanto Rumple l’avrebbe saputo comunque? Bo, questo pezzo mi ha lasciata di stucco.
    Bellissimo come sempre il trio Emma-Regina-Hook, gli unici secondo me che riescono a capirla del tutto….

  4. Speravo non accadesse ma avevo iniziato a temerlo. Mi dispiace per Crudelia perché aveva un potenziale pazzesco, fedele alla versione Disney ma con stile OUAT, ben caratterizzata e interpretata da una bravissima attrice. Questa scelta affrettata di far uscire di scena Crudelia nel peggiore dei modi mi delude molto, ma ammetto che è funzionale alla trama.

    E’ stato un gran bel episodio, dai flashback al present day, dalle atmosfere alle interazioni dei personaggi. Nonostante la dipartita di uno dei miei villain preferiti oltre che uno dei personaggi OUAT che ho più apprezzato, questo è stato uno dei migliori episodi della stagione.

    Come sempre, complimenti per la recensione e alla prossima.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,330FollowersFollow

Ultimi Articoli