Netflix cancella Girlboss dopo una sola stagione

Netflix ha cancellato un’altra delle sue nuove serie.

Dopo aver cestinato The Get Down dopo una sola stagione e Sense8 dopo due, Netflix ha deciso di cancellare Girlboss, l’adattamento dell’omonimo libro autobiografico di Sophia Amoruso. Sabato Amoruso ha annunciato la notizia con una serie di Instagram stories.

“Quindi, la serie Netflix sulla mia vita è stata cancellata. Sono orgogliosa del lavoro che abbiamo fatto, ma non vedo l’ora di avere il controllo sulla mia storia da ora in poi”, ha scritto. “Era una bella serie e ho avuto l’onore di lavorare con talenti incredibili, ma vivere la mia vita come una caricatura è stato difficile, anche solo per due mesi. Si, posso essere difficile. No, non sono una stronza. No, nessun uomo chiamato Shane mi ha tradita. Sarebbe bello riuscire un giorno a raccontare cosa mi è successo negli ultimi anni. Ho imparato che la gente legge il titolo, non le rettifiche.”

Netflix ha deciso di cancellare la serie con protagonista Britt Robertson dopo una prima stagione senza successo e le ragioni potrebbero essere simili a quelle date per The Get Down di Baz Luhrman e Sense8 delle sorelle Wachowski. Agli inizi del mese, alla conferenza Produced By, Ted Sarandos, il responsabile creativo di Netflix, ha detto: “Rispetto ai soldi spesi, quante persone lo guardano?… Una serie costosa va benissimo se ha una grande audience. Una serie costosissima che ha un esiguo pubblico è difficile da far sopravvivere anche con un format come il nostro.”

Indipendentemente dal fatto che gli indici di ascolto e le recensioni siano stati all’altezza o no della promozione dell’ascesa della giovane Amoruso a magnate, grazie alla sua compagnia di abbigliamento Nasty Girl ormai fallita, la showrunner Kay Cannon (Pitch Perfect) si è presa dei rischi creando sin dall’inizio un programma femminista.

In un’intervista con The Hollywood Reporter, Cannon ha rivelato che quando ha iniziato a parlare del programma, non volevano solo farle cambiare il nome della serie. Ha rivelato: “Quando l’ho presentato, mi hanno detto ‘Non puoi chiamarlo Girlboss. Devi renderlo più da uomo’… Il loro suggerimento è stato: ‘Inserisci un uomo che le insegni ad essere il capo.’ Non era quello che volevo fare perché sarebbe diventata una serie sulle politiche di genere e non volevo che lo fosse. Sarebbe assomigliata ad una qualsiasi altra serie. Accondiscendente e stupida.”

Alcuni fan hanno espresso sui social media il loro discontento sul destino di Girlboss.

GIRLBOSS cancellato?
Hey, @netflix: pic.twitter.com/aUYxLXYnOK
— Andrea G. (@DynamiteAndre) June 24, 2017
Mi macherai Sophia Marlowe 😭❤️👑 #Girlboss pic.twitter.com/RLDnW5zVg5
— Rachael (@Havenprincess) June 25, 2017
Com’è possibile che #GirlBoss su #Netflix non abbia una seconda stagione!!! 😂😂😂
È una serie che parla di una giovane donna con un sogno. Divertente e sincera. ❤ Stagione 1.
— Michele Martin (@michele_martin) June 25, 2017

Con Sense8, The Get Down e ora Girlboss, Netflix sta lentamente facendo pulizia nella sua programmazione. Anche Marco Polo, Lilyhammer, Hemlock Grove, Bloodline e la serie per bambini Richie Rich sono state cancellate. Invece Longmire, che Netflix ha acquistato dopo essere stato cancellato dall’A&E, andrà in onda con la sua ultima stagione.

Vi mancherà Girlboss?

Fonte

Kingarthurswife
Laureata in Lingue per le Relazioni Internazionali, sta per iniziare la magistrale in Traduzione. Il suo sogno sarebbe tradurre per l’editoria o per il cinema, ma anche lavorare per l’UNESCO non le farebbe schifo. Intanto è amministratrice di un blog letterario bookishbrains in cui, con un gruppo di amiche, recensisce libri e scrive articoli. Il tempo che non passa a leggere, lo usa per guardare una moltitudine indecente di serie tv. Ha un’adorazione per i supereroi (e i super cattivi) quindi le sue serie preferite sono sicuramente Arrow, The Flash, LOT, Supergirl e Agents of Shield. La intrigano da morire i polizieschi e legal dramas come Castle e Suits e non disdegna le serie storiche. Sherlock è la sua passione e Outlander la sua droga. Pensa che la vita dovrebbe essere tutta un musical e ancora rimpiange la dipartita di quella genialata che era Galavant. Spoiler-addicted, un giorno sogna di andare al Comic Con di San Diego (e ci riuscirà!!!).

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,333FollowersFollow

Ultimi Articoli