Necessary Roughness | Recensione 3×01 – Ch-Ch-Changes

dottoressa dany Il finale della seconda stagione di Necessary Roughness era stato abbastanza turbolento, all’insegna di difficili decisioni. Durante la rottura fra Dani e Matt, i due non erano rimasti con le mani in mano: Dani aveva baciato Nico, dimostrando un’attrazione nei suoi confronti tale che la stessa dottoressa non pensava fosse possibile; viceversa Matt si era spinto più avanti di un semplice bacio con la giornalista sportiva Noelle che, al termine della stagione, si scopriva essere incinta. Nel post rottura con Matt, Dani attraversa un brutto periodo, pieno di dubbi e incertezze che la spinsero a chiedere aiuto a un suo vecchio amico terapista, per cercare di far chiarezza sui suoi sentimenti. Durante una delle sedute Dani realizzò che  Matt era la persona giusta per starle a fianco, giusta al punto che per lui era disposta ad avere altri figli, come se i suoi non fossero già abbastanza duri da gestire. Mentre la piccola Lindsay aveva trovato una sorta di equilibrio, Ray Jay invece decideva di partire con un’altrettanto problematica ragazza, la miliardaria Juliette Pittman. Nel frattempo Nico, capendo che fra Matt e Dani vi fosse un possibile riavvicinamento,  decise di accettare una nuova proposta di lavoro, che lo avrebbe costretto a  trasferirsi a Dallas alle dipendenze di un altro magnate. Prima di accettare l’impiego, Nico fece capire a Dani il suo interesse per lei affermando che non vi fosse niente ormai per cui rimanere a New York.  La corsa di Nico verso Dallas si interrompe molto presto: subito fuori dallo stadio degli Hawks, l’uomo viene fermato da due agenti che vogliono fare quattro chiacchiere, invitandolo a seguirlo.
vlcsnap-2013-06-16-11h16m34s117 La terza stagione si riapre con un salto in avanti di sei mesi rispetto al termine della seconda. La vita dei protagonisti è ancora scossa dalle varie decisioni difficili che sono state prese. La squadra è stata venduta e un cambio di guardia è avvenuto: il nuovo coach degli Hawks è il plurivincitore di playoff e di ben quattro anelli rappresentanti la vincita di quattro campionati, Tom Wizinski. Le intenzioni del nuovo coach sono da subito chiare: vuole rendere gli Hawks vincenti, ma vuole farlo secondo le sue regole apportando dei cambiamenti secondo i principi contenuti in quella  che lui definisce “La Bibbia di Wisinski”. Il primo provvedimento che il coach prende è quello di licenziare in tronco la dottoressa Santino, in quanto quest’ultima non è disposta a venir meno a quella che la sua morale di terapeuta sportiva. Proprio prima di questa brutta notizia che noi spettatori veniamo a conoscenza di quale è stato il destino della coppia Dani-Matt: l’anulare della mano sinistra di Matt porta una fede di matrimonio e dall’espressione sorpresa della dottoressa capiamo che Matt ha scelto di fare la cosa “giusta”, cioè quella di sposare Noelle e di crescere insieme il loro bambino. fede matt Se da un lato la scelta che ha fatto Matt è da ammirare, poichè decide di assumersi le sue responsabilità, dall’altro è da condannare: ciò che era chiaro nel finale della seconda stagione è che lui fosse innamorato ancora di Dani, che la loro storia doveva concludersi per la divergenza di pensiero riguardo l’idea di aver dei figli insieme. Ma dal momento che Dani ha cambiato idea, poteva benissimo star vicino a Noelle e aiutarla a crescere il bambino e stare contemporaneamente con Dani.
Come dice il detto “chiusa una porta si apre un portone”, così è stato per la dottoressa appena licenziata: proprio mentre si lamentava di non aver ricevuto più notizie di Nico, non una telefonata o un messaggio di addio, il telefono della dottoressa squilla. Dall’altra parte della cornetta, vi è proprio Nico Carales, che la convoca presso il quartier generale della V3, importante agenzia sportiva che si occupa di sponsorizzare giocatori appartenenti a vari sport. I servigi di Dani sono richiesti per curare il disturbo di una delle maggiori promesse del baseball, Daryl Hutchinson che dimostra di aver una paura spiccata per gli aerei.  Proprio Nico ha raccomandato la dottoressa a Connor McClane, l’uomo più potente del team. Dopo aver discusso del caso, Dani e Nico hanno il loro primo incontro dopo i sei mesi trascorsi: la prima cosa che la dottoressa fa nel momento in cui lo incontra è quella di schiaffeggiare il “povero” Nico, che rimane abbastanza perplesso e poi successivamente chiedere spiegazioni riguardo la sua scomparsa.
vlcsnap-2013-06-16-14h32m38s248
Ma il criptico Nico non rileva niente come al solito: anzi si limita a fare il suo lavoro, cioè mettere in pratica ciò che gli viene ordinato. Durante la terapia con Hutch, la dottoressa convince il giovane a prendere l’aereo per recarsi sul luogo di svolgimento di una importante intervista, utilizzando oltre la tecnica di visualizzazione, anche un piccolo trucco: l’utilizzo di una caramella con placebo.  La dottoressa ha quindi un secondo incontro con Nico, a cui rivolge delle domande senza ottenere nuovamente delle risposte. L’interessamento di Dani per Nico rivela s mio parere che da parte sua ci sono dei sentimenti, che vanno oltre la semplice attrazione: il provare angoscia per non sapere che fine abbia fatto, fino addirittura a perdere il sonno… Tutto ciò che Dani riesce ad avere da Nico come motivazione alla sua decisione di rimanere a New York e non andare a Dallas è “Questioni Personali”, che calma Dani, anche se penso per poco tempo.
Nel frattempo nel campo degli Hawks, Wisinski continua la sua opera di tornio nei confronti dei suoi atleti: cerca di spronarli a ottenere il meglio, nonostante questi possano dimostrare affaticamento e malessere fisico. T.K. continua a essere il solito giocatore di sempre: cerca di sfuggire alle regole imposte dal coach, non rispetta gli orari di inizio degli allenamenti e in seguito al suo ribellarsi al volere del coach viene ripetutamente multato fino a quando, in un attimo della sua solita impulsività, decide di lasciare gli Hawks, anche quando viene a scoprire che non potrà più avere Dani come terapista. Durante la furia cieca che lo vede mollare tutto e lasciare il campo da football, Matt cerca di farlo ragionare ed è proprio qui che esce fuori uno dei punti cruciali della puntata: TK rimprovera a Matt di non aver lottato per la dottoressa Dany, per farla rimanere il squadra conservando il suo posto come punto fermo della squadra, posto che aveva permesso di risolvere varie crisi e permettere a Matt stesso di avere una squadra in equilibrio e ancora un lavoro. Anche se l’accusa di TK è rivolta solo all’ambito lavorativo, io credo che si possa traslare questa affermazione di TK anche alla vita privata di Matt, che è andato ad accettare ciò che doveva fare e non probabilmente ciò che voleva fare.
TK appare molto sconvolto dall’idea di non poter parlare più con Dani, poichè sente che il legame paziente-terapista che hanno instaurato gli ha permesso di diventare una persona migliore, e in effetti un’evoluzione in positivo il suo personaggio l’ha avuto nell’arco delle prime due stagioni. Matt chiede quindi aiuto a Dani, che in un primo momento si dimostra ostile alla richiesta di Matt, ma che poi esaudisce durante un’inaspettata visita a casa ricevuta da TK,il quale farà ritorno sui suoi passi e chiederà una seconda occasione al coach. Durante la permanenza di Matt a casa di Dani, appare alla porta Nico, che porta informazioni riguardante il nuovo caso di Dani. vlcsnap-2013-06-15-22h30m22s75Il momento in cui Matt, Dani e Nico stanno nella stessa stanza si dimostra abbastanza imbarazzante. Si ripropone anche in questa prima puntata, la dottoressa che appare divisa riguardo i sentimenti che prova nei confronti di Nico e Matt, con l’unica differenza che la porta di Matt si sta per chiudere definitivamente.
La puntata si chiude infatti con la notizia che Matt si trasferisce a Boston con Noelle, lasciando il posto di GM degli Hawks per accettare un altro lavoro da GM a Boston. La dottoressa appare visibilmente sconvolta dalla notizia. Realizza infatti che quella porta, quella possibilità per lui e per Matt si sta chiudendo. Lui ha preso la sua decisione, molto difficile sicuramente, e lei  da gran donna qual è, non può che augurargli buona fortuna. Sul volto di entrambi, si intravede molta commozione e anche qualche piccola lacrima.
vlcsnap-2013-06-15-22h46m14s22
Grazie alle sue straordinarie capacità di terapista, Dani risolve il caso e ottiene una proposta di lavoro da sogno: una sistemazione per tutta la vita, una assistente e una buona paga. In seguito all’addio di Matt, Dani decide di accettare la proposta di Connor McClane, diventando quindi la nuova terapista dell’agenzia sportiva V3. L’unica cosa che mi ha lasciato perplesso da questa decisione di Dani è il fatto che abbia comunque rinunciato alla possibilità di continuare a curare i suoi pazienti dello studio, visto e considerato quanto aveva lottato per loro in passato e come aveva cercato di sistemarli nel migliore dei modi durante la sua crisi post rottura.
Benvenuta in famiglia
Però credo che la permanenza della Dr. Santino all’agenzia V3 non sarà facile affatto: il collaboratore di Connor, il C.F.O. Troy Cutler, ha cercato di ostacolare la dottoressa durante le sue indagini per capire il problema di Hutch, in più non risulta affatto contento della decisione di Connor di assumerla in maniera permanente. A conferma di ciò, l’ultima scena della puntata ritrae Nico che osservando la festa di benvenuto di Dani alla V3 parla con una persona al cellulare. La frase che dice alla persona che sta dall’altra parte della cornetta, penso non sia niente di buono.


è una ficcanaso     Abbiamo un problema

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.