Nashville | Recensione 1×14 – Dear Brother

Previously on Nashville: Teddy chiedeva a Rayna il divorzio e si divertiva con Dana de “La Vita secondo Jim”. La James dopo essere stata centrifugata da Deacon nell’ascensore, decideva di assaggiare Liam, il vecchio chittarrista/produttore. Scarlett chiedeva a Gunnar di girovagare per casa con l’asciugamano striminzito e invitava pure il fratello di lui per alzare il livello di testosterone nell’appartamento. Juliette licenziava il suo manager e chiedeva alla madre di farle da coinquilina.Deacon faceva Deacon.

Questa è stata la puntata di svolta di molte storyline, Juliette e la madre, Gunnar & Scarlett, Teddy e il mio ritrovato odio per lui.

Partiamo proprio da quest’ultimo. Teddy è un deficente, se prima riuscivo a provare empatia nei suoi confronti ora lo vorrei esclusivamente prendere a testate. La sua aria di supponenza in tutto l’episodio mi ha dato sui nervi. Capisco che può essere ferito dai sentimenti mai repressi di Rayna per Deacon, ma questo non comporta che può fare l’asino e ovviare al problema “Non possiamo farci vedere assieme” , ed assumere Peggy nell’amministrazione comunale per poter fare le porcate in orario lavorativo. Ho apprezzato la suapresa di posizione nei confronti di Lamar, ma dovrebbe ricordare che è sindaco solo grazie alle varie mosse di copertura messe in atto dal Boss di Nashville.

Parlando di Lamar, in questa puntata mi ha stupito. L’ho sempre visto come un “Padre padrone”, dittatore sia nell’ambito lavorativo che famigliare. Invece l’approccio che ha avuto con Rayna, dopo lo scandalo dei Tabloid, mi ha piacevolmente stupito. Ha incoraggiato la figlia a non nascondersi, a camminare a testa alta ed essere fiera di se stessa. Speriamo che prosegua su questa strada


Visto che siamo in tema “Genitori” veniamo alla situazione di Juliette. La ragazza non spicca come nelle puntata precedenti, ma gli autori ci hanno dato degli spunti interessanti. Iniziamo a scavare nel suo passato e ci vengono rivelati dettagli sul suo difficile rapporto con la madre. Le due iniziano a fare dei passi avanti, anche grazie all’intervento dello Sponsor assegnatole dalla Clinica. Juliette infatti capisce che il percorso della madre è solo all’inizio, e solamente con il suo aiuto può  superare questo brutto momento. Momento intenso quando la madre le chiede scusa per averle rovinato il nono compleanno.


La giovane si è fatta in quattro per organizzare la festa per il compleanno di Deacon, che è anche il filo conduttore della puntata. Ma ha dovuto abbandonare il Party per poter aiutare la madre. Abbiamo notato, nuovamente, il suo disappunto nel non aver potuto cantare al Bluebird ed essere considerata in un modo diverso rispetto all’immagine patinata che le hanno creato. La sua voglia di rivincita e di affermazione nel mondo del country d’autore è la storyline che preferisco per questa ragazza, e spero che prima o poi il suo sogno di  cantare nel “tempio”  si possa avverare.

Come dicevo in precedenza il filo conduttore della puntata è il compleanno di Deacon. L’uomo ha il suo rituale, che comporta chiudersi in casa e mangiare popcorn guardando “Zanna Gialla”. Juliette con l’aiuto di Scarlett lo attira al Bluebird per la festa a sorpresa, ma lo stupore più grande è stato per la comparsa di Rayna. Infatti la James, se ne infischia dei consigli “paraculi”, e si presenta al compleanno dell’amico. Assistiamo ad un altro momento di tenerezza tra i due, sia durante la splendida canzone scritta dalla cantante, sia successivamente quando Rayna si chiarisce con Deacon. Mi è spesso difficile capire i sottintesi tra i due, la profondità del loro rapporto e degli atteggiamenti mi portano a pensare che la relazione vada in un senso, mentre le parole dei due propendono in tutt’altra direzione. Anche questa settimana vediamo Rayna che dedica a Deacon una canzone, che manda al diavolo il mondo e si presenta alla festa. Però quando gli parla lo lascia libero, gli dice che deve fare la cosa giusta per lui. Da una parte posso capire la loro voglia di proteggersi a vicenda, ma dall’altra hanno aspettato tantissimo tempo e sarebbe pure ora che tentassero di far funzionare il loro rapporto, in un modo convenzionale… insomma mettevi assieme prima di diventare mummie che hanno bisogno della pillolina blu!


Consiglio che hanno afferrato al volo i due giovani piccioncini aka Gunnar & Scarlett. Li ho lasciati volutamente per ultimi perchè sono ancora in modalità “ODDIOODDIOODDIO LA CENTRIFUGAAA ODDIOOOOOO LA MANO DI LUIIIII ODDDDIOOOOOO LA LINGUAAAAA”. Scarlett finalmente prende l’iniziativa e bacia appassionatamente Gunnar, mandando in delirio gli ormoni di mezzo fandom. È doveroso però fare un passo indietro. Gunnar dopo aver scoperto che il fratello aveva una pistola, lo caccia da casa e getta l’arma in mezzo al fiume senza ascoltare le rimostranze del ragazzo. Ovviamente dopo la scoperta della morte di quest’ultimo, i sensi di colpa di Gunnar sono all’apice. Disperato e in cerca di un po’ di pace si lascia andare nelle braccia di Scarlett. Un desiderio represso da molto tempo, che trova sfogo nel momento peggiore per lui. Sinceramente, anche se sono nella modalità sopracitata, non mi è piaciuta molto questa scelta degli autori. Non mi è piaciuto vedere questo passo fatto dai ragazzi in quel determinato momento. Avrei preferito che fosse successo prima della scoperta, avrei apprezzato di più la cosa se fosse successa in un modo più spensierato. Ma questi sono gusti personali…


Menzione d’onore alle canzoni della puntata, tutte e tre le canzoni erano molto intense e degne di significati importanti. Il fascino del Bluebird colpisce ancora, infatti sia “I Will Fall” che “Stronger” erano da brividi. Piccola curiosità dell’episodio: Connie invita Kate York a cantare con lei “Stronger”, ma la cantante è l’autrice di “I Will Fall” canzone eseguita da Scarlett & Gunnar.

Vi lascio con il promo della prossima puntata. See y’all people!


http://youtu.be/eh0J8Q5Speo

2 comments
  1. Fantastica come sempre Giò!! Sto morendo dalle risate xD
    Questa serie mi prende sempre di più e Juliette si dimostra sempre il personaggio migliore dello show. La adoro in tutte le sue sfaccettature!

  2. Io invece ho adorato TROPPO come è successo tra Gunnar e Scarlett. Premetto che sono una fan sfegatata del melodramma, quello che ti fa star male dentro, e il fatto che sia successo in una circostanza come questa, l’ho visto tanto come un gesto dolce e allo stesso tempo disperato, come qualcosa che non poteva più essere evitato. Insomma, ho fangirlato troppo xD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.