Moffat parla della quarta stagione di ‘Sherlock’ e di Moriarty

sherlock-lego-set-martin-freeman-benedict-cumberbatch-pbsQuando inizierà la quarta stagione di Sherlock? Quanto è cambiato Sherlock Holmes (Benedict Cumberbatch) dalla prima stagione? Janine ritornerà? Il produttore esecutivo Steven Moffat risponde a queste domande e parla anche di Moriarty.

Vi è piaciuto quel breve momento in cui “Sherl” e Janine si frequentavano? Se sì, siete fortunati, Moffat suggerisce fortemente che l’attrice Yasmine Akram tornerà più in là nella serie.
“La rivedrà. Saranno amici,” spiega Moffat. “Ho amato la performance di Yasmine nel ruolo di Janine – lui le piace ancora in fin dei conti. A un certo punto, se Sherlock dovesse andare da qualche parte ed avesse bisogno di una ragazza, sarà lei che chiamerà, e non si aspetta un no come risposta. Sarà molto arrabbiata con lui, ma alla fine si presenterà e si divertiranno. Perché a lui piace Janine.”
Considerando quanto Janine sia egocentrica in modo divertente nella terza stagione, ogni appuntamento futuro potrebbe essere assolutamente spassoso.

Se avete posto molta attenzione, verso la fine di “His Final Vow”, probabilmente avrete notato il riferimento di Mycroft a un altro fratello nella famiglia Holmes. Anche se Moffat non fornisce dettagli su una cosa così grande, è disposto a stuzzicarci. “Aspettate e vedrete!” esclama quando gli chiediamo quale parte possa giocare il terzo fratello Holmes nel futuro di Sherlock.

Per quanto riguarda i due attuali fratelli Holmes, Moffat ha dei sentimenti forti riguardo il rapporto tra i due geni. “E’ molto legato al fratello, sin dall’inizio – e non è cambiato – sin dal primo momento in “A study in pink”“, dice Moffat parlando di Mycroft (Mark Gatiss). “Sta cercando di prendersi cura di lui. E’ preoccupato per lui. E’ preoccupato di cosa potrebbe fare dopo il suo fratellino tossico, come lo sarebbe chiunque nella vita reale. Se tuo fratello minore o qualcuno a cui tieni volesse diventare un detective, non più un tossico – ed ora ora vuole essere un detective, perché il crimine è davvero avvincente –  saresti preoccupato. E lui è preoccupato, questo è tutto.”

Qualsiasi anteprima i fan possano ottenere da Moffat, la grande domanda è sempre: quando ci sarà la quarta stagione? “Non ne ho la minima idea”, è la risposta vaga e quasi irritante di Moffat. “Sue [Vertue] sta lavorando ai programmi proprio ora. Io ho appena iniziato a lavorare con [Peter] Capaldi per la nuova stagione di Doctor Who. Faremo ciò che è possibile, ma non sacrificheremo la qualità – è questo il punto.”

E Moriarty? E’ ancora vivo? Come ha potuto sopravvivere al suo apparente suicidio nel finale della seconda stagione?
“Era sicuramente morto!” spiega Moffat. “Non puoi fingere di spararti in faccia – parte della sua testa è venuta giù.”

Per quanto riguarda il messaggio “live” da parte di Moriarty alla fine dei titoli di cosa, secondo Moffat, non è stato altro che un regalo per gli spettatori, nato da un’idea di Mark Gatiss.

FonteFonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.