Masters of Sex | Teddy Sears parla del Dr. Langham

austin“Mi sembra di essere a Natale!”

Partecipare allo studio sul sesso di Masters e Johnson è il regalo che riceve il Dr. Austin Langham (Teddy Sears) nella serie di Showtime Masters of Sex. Nella première della settimana scorsa l’ortopedico donnaiolo ha avuto via libera per tradire sua moglie nel nome della scienza, prendendo parte alla ricerca di Masters e Johnson sulle reazioni umane agli stimoli sessuali.

“Il Dr. Langham ha un debole per le attività extracurricolari che esulano dal matrimonio, per dirlo in modo molto gentile” dice Sears a TVGuide.com. “Masters e la Johnson lo sanno, quindi gli propongono di prendere parte al primo esperimento”. Nell’esperimento due partecipanti vengono presentati l’uno all’altro e collegati a dei macchinari con dei cavi, poi devono fare sesso mentre il Dr. William Masters (Michael Sheen) e la sua assistente Virginia Johnson (Lizzy Caplan) osservano l’attività e monitorano i cambiamenti dei loro corpi.

Spogliarsi e ritrovarsi come mamma lo ha fatto non è stato un grosso problema per Sears, la cui prima scena di nudo è stata nella prima stagione dello show di FX American Horror Story, quando impersonava l’amante del personaggio di Zachary Quinto. “Quindi il ghiaccio era stato rotto. Ho pensato ‘Beh, l’ho già fatto una volta, lo rifaccio'” ha detto. “In questo show sono senza vestiti per parecchie scene. In verità, la maggior parte delle persone è senza vestiti ma non ho avuto alcuna esitazione perché è Showtime, perché la sceneggiatura è buona, perché è la metà degli anni ’50 e perché il personaggio è fantastico: è stata una passeggiata”.

Mentre essere nudi è facile e naturale, tali non sono le particolari scene in cui si simula l’ambiente del laboratorio per la ricerca. Sears spiega: “Quando facevo sesso, durante l’esperimento, con Heléne Yorke, che interpreta Jane, abbiamo dovuto ripetere quella scena più di una volta perché il regista John Madden doveva girarla da diverse angolazioni. E noi eravamo coperti di cavi e i cavi, dopo ogni ciak, erano intrecciati a tal punto da sembrare un nido. Quindi dovevamo districare i cavi e rifare tutto da capo. Dopo un po’ è diventato decisamente tutt’altro che sexy, ma è stato molto divertente. Però devo dire che ero in imbarazzo. “Per me è stato un po’ spaventoso” ammette Sears. “John Madden ha detto questo mentre registravamo il pilot: ‘Voglio proteggere la vostra modestia’, il che è stato davvero grandioso. Ma avere qualcuno come lui, una specie di bravo nonno, che dice “Afferrale il sedere e metti una mano sul suo capezzolo’ è stato un po’ strano”.

Al contrario, il Dr. Langham non ha problemi a fare sesso ed è l’emblema della sicurezza. Questa autostima, però, può essere fuorviante. Sears dice: “Ogni decisione che ha preso nella sua vita aveva lo scopo di mostrare a tutti quanti nel mondo – e di convincere chiunque, incluso se stesso – che è tanto fantastico quando vuole credere di essere, che è un uomo di successo e che è lui a comandare e, sai, che è il tipo di ragazzo a cui piace essere il gallo del pollaio. E penso davvero che tutto ciò nasconda delle insicurezze molto forti, che penso inizieremo forse a vedere nella stagione 1.

“Inizia a incontrare dei problemi nella sua vita” continua Sears. “Vediamo di sfuggita la sua famiglia e la sua vita personale fuori dall’ospedale. Quell’uomo ha chiaramente dei problemi con le donne e con il modo in cui vede le donne. Penso davvero che ci siano dei problemi fortemente radicati in lui che avremo l’occasione di mettere in scena con l’avanzare dello show”.

Nel frattempo, Dr. Langham si offre volontario per ulteriori ricerche. Sfortunatamente le anticipazioni dell’episodio 2 lasciano intendere che forse verrà privato del suo regalo di Natale.

Masters of Sex va in onda di domenica su Showtime.

Fonte

Cecilia
Con il corpo è in Italia, con il cuore è in Giappone, con la testa è negli USA. Ritiene di avere ottime potenzialità come sceneggiatrice di “finali alternativi” e come moglie di attori talentuosi e affascinanti (magari con l’accento british e le fossette). In una serie cerca persone e non semplici personaggi, mondi più che location, non un sottofondo ma vere e proprie emozioni musicate, vita, non una storyline. Nel suo universo ideale la birra è rossa e il sushi è in quantità abbondante, le Harley Davidson sono meno costose, la frangia non è mai né troppo lunga né troppo corta e il suo favorito arriva incolume al finale di serie. Forse ha troppi smalti, mentre per i tatuaggi, i cani, i gadget di Spongebob e i libri troverà sempre il posto. Tiene pronti la balestra, i viveri e l’hard-disk zeppo di serie: l’Apocalisse Zombie non la coglierà impreparata!

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,428FollowersFollow

Ultimi Articoli