Legends of Tomorrow | Recensione 1×01 – Pilot

Ebbene sì, l’attesa è finita! Il primo episodio di Legends of Tomorrow è andato in onda, lo abbiamo visto, lo abbiamo amato e, nelle prossime settimane, sarò io a tenervi compagnia. Contenti?
Ho amato ogni secondo di questo pilot (anche se non capisco il motivo di dividere un pilot in due parti) e sì, è vero, non è che sia ancora successo chissà che cosa, ma come episodio introduttivo e di “presentazione” dei personaggi – anche se in gran parte li conoscevamo già- è stato più che soddisfacente.
Quindi bando alle ciance, lasciate che vi presenti le leggende di domani.

Sara Lance/White Canary

tumblr_o1chycDwgJ1rgko07o1_500 tumblr_o1chycDwgJ1rgko07o2_500

aka la donna che rivoluzionerà l’industria dei push up

Ho sempre amato Sara, sin dalla sua primissima apparizione. Sara è sempre stata ed è ancora una sopravvissuta, una ragazza che ha pagato le scelte sbagliate e ne ha fatte altrettante spontaneamente per il bene di qualcun altro. Sara Lance è già un’eroina e Odino solo sa quando mi mancava nei panni di Black Canary. Perché sì, amici miei, continuo a trovare poco credibile che Laurel si sia trasformata in una cazzutissima supereroina con tre mesi di addestramento, che se io mi iscrivo in palestra ci guadagno un attacco di cuore prematuro, lei un costumino sadomaso e il certificato di novella eroina di quartiere.
Sara è stata addestrata dalla Lega degli Assassini, ha combattuto per gran parte della sua vita ed è morta facendo quello che riteneva giusto: aiutare gli altri.
White Canary è un nuovo inizio per lei e, anche se la mia “simpatia” per Laurel è, ad oggi, conosciuta anche dai sassi, dalla flora della tundra e dai ghiacciai polari, devo dire che il suo discorso alla sorella è stato davvero azzeccato: Sara non ha più bisogno di nascondersi perché adesso può fare la differenza alla luce del giorno.
Menzione particolare al nuovo outfit: mi piace davvero un sacco! Ma a nome di tutti fan, devo dirlo: cara Black Canary, ci mancherai molto. Ci mancherai tu, la tua parrucca biondo platino e le tue mega poppe che non erano mai di intralcio, né per te né per i tuoi nemici.

Ray Palmer/Atom

tumblr_o1c5vfEvSt1umv1ooo9_250tumblr_o1c5vfEvSt1umv1ooo2_250 tumblr_o1c5vfEvSt1umv1ooo5_250

aka il personaggio inutile che sa di esserlo

Ray Palmer è uno di quei personaggi che non mi ha mai ispirato grande simpatia. Tutto di lui mi urta in maniera pressappoco imbarazzante:

  • il suo alterego, Atom, che è sempre apparso ai miei occhi come qualcosa di profondamente sbagliato, la versione sfigata di un ibrido metà Iron Man metà Ant-Man;
  • la sua personalità. Il volerlo rendere a tutti i costi la versione maschile di Felicity non ha avuto l’effetto che chi ha concepito questo personaggio si aspettava, almeno non nel mio caso: se le nevrosi e il continuo ed inesorabile parlare a sproposito rendono Felicity… Felicity, lo stesso non vale per Ray. Lui è terribilmente awkward, e non è una cosa positiva.
  • Brandon Routh, che in generale mi ricorda quell’oscuro momento della mia vita in cui ebbi l’infelice idea di andare a vedere Dylan Dog al cinema.

Quindi io e Ray non partiamo con il piede giusto, ma sono pronta a ricredermi. Anzi, sono pronta a spezzare una lancia a suo favore già da adesso: ho apprezzato davvero molto il suo punto di vista, sono riuscita per la prima volta a capire qualcosa di questo personaggio. Ray ha sempre sognato di cambiare il mondo, ci ha provato, lo ha persino fatto per certi versi, ma quando il mondo l’ha creduto morto non solo è andato avanti senza di lui come se nulla fosse, ma lo ha addirittura dimenticato.
Non trovo assurdo che Ray voglia fare la differenza, né improbabile che riuscirà nel suo scopo. Se riuscirà a gestire la sua personalità altalenante – e, per quanto mi riguarda, estremamente fastidiosa- sarò dalla sua parte.

Martin Stein & Jefferson Jackson/Firestorm

tumblr_o1c7un57CB1umv1ooo1_250tumblr_o1c7un57CB1umv1ooo3_250 tumblr_o1c7un57CB1umv1ooo4_250

aka la concretizzazione dell’enunciato “giovane, forse non lo sai, ma qui una volta era tutta campagna!”

So che molti di voi non hanno ancora superato la scomparsa di Ronnie, ma devo dire che questo nuovo Firestorm non mi dispiace affatto. Stein e Jefferson sono molto diversi tra loro: il primo è un professore, un uomo in là con gli anni e con una certa esperienza; il secondo è un ragazzino, un ex giocatore di football che non sa ancora cosa fare della propria vita. È la loro diversità che rende le scene di Firestorm così esilaranti e spettacolari allo stesso tempo.
È vero, potranno mal sopportarsi a volte – e dopotutto drogare il compagno non è stata la mossa più diligente e ponderata del mondo – ma quando combattono, le diversità svaniscono… almeno in parte, non ci aspettiamo mica miracoli!

Kendra Saunders & Carter Hall/Hawkgirl & Hawkman

tumblr_o1cpzj2m7v1qg4e0wo3_r1_250tumblr_o1cpzj2m7v1qg4e0wo5_250

aka la gioia dei consulenti matrimoniali

I due piccioncini, le due anime destinate ad appartenersi, gli amanti eterni… quelli che rischiano di menarsi ogni cinque minuti. Kendra e Carter avranno pure vissuto vite intere, ma non si discostano molto da qualsiasi altra coppia piena di problemi che conosciamo.
Sono due personaggi che mi affascinano molto, sia per il loro passato – voglio vedere tanti di quei flashbacks che voi umani non potete nemmeno immaginare – che per il loro futuro. Rimarranno insieme? Si molleranno? Cambierà qualcosa?
Molto toccante la scoperta dell’esistenza di un figlio saltato fuori da una vita passata, che li riunisce proprio quando stavano per allontanarsi. Sì, a volte un figlio salva un matrimonio… niente di nuovo, in effetti.
Spero che spiegheranno qualcosa di più sui loro poteri. Dubito che due personaggi destinati a morire e rinascere ancora e ancora abbiano come solo tratto distintivo la facoltà di volare. Non è una gran cosa nel mondo dei supereroi, chiedetelo a qualsiasi ultramilionario che si intende di fisica.

Leonard Snart & Mick Rory/Captain Cold & Heat Wave

tumblr_o1cqfbJQc21qg4e0wo2_500 tumblr_o1cqfbJQc21qg4e0wo1_500

aka gli amici che portano allegria (e gli alcolici) alle tue feste di compleanno

E poi ci sono loro, l’emblema del “se pensi che da un momento all’altro inizierà Arrow o The Flash è meglio che cambi canale”, Snart e Rory, i due criminali diventati tali perché lavorare non fa per loro, quelli che si interessano solo ai loro affari, quelli che mai e poi mai vorresti in squadra con te.
Ecco, loro al momento sono i miei personaggi preferiti, e non solo perché donano alla serie quel nonsoché di comico che non guasta mai, ma perché mi piace vedere dei cambiamenti.
Sappiamo già che Snart ha un briciolo di onore, ce lo ha dimostrato in molte occasioni. Su Mick ho ancora i miei dubbi, sembra solo un pazzo psicopatico, ma ehi! è un po’ come lo zio alcolizzato che inviti a Natale solo perché speri che rompa la bottiglia di birra in testa a qualcuno e ti racconti una storiella divertente.

Rip Hunter

tumblr_o1c8eg2rf11uvcgjlo1_500

aka l’unico senza nome figo che soffre di sindrome post-traumatica derivante dalla morte della sua famiglia e altri fatti eccezionali ma che in realtà sappiamo con certezza derivare dalla partecipazione a Doctor Who

Rip Hunter è un Time Master (ehm) che ruba una macchina del tempo (ehm ehm) e cerca compagni di viaggio (ehmehm). Insomma, Arthur Darvill ha imparato il più possibile dal Dottore, per poi applicare il tutto a questa nuova serie.
Era LAMPANTE che il suo piano non fosse stato approvato dai suoi superiori, e quando gli altri hanno iniziato a menarlo e a fargli la ramanzina sull’importanza della verità, io mi sono ritrovata a fissarli e pensare “guarda un po’ da che pulpito!”.
Rip ha vissuto un evento traumatico e vuole vendetta. Al momento il suo personaggio può risultare un po’ piatto, è un po’ l’Harrison Wells di Earth 2 della situazione, ma c’è tempo per scavare più a fondo.
E poi abbiamo assistito al ritorno di Gideon. Come mai Rip Hunter ha a disposizione Gideon? Coincidenza? Difficile crederci.

In questa prima parte di pilot abbiamo assistito al reclutamento, ora voglio vedere un po’ di azione!
E’ stato molto diverso da quello che mi aspettavo. Dopotutto, nel primo trailer di Legends of Tomorrow sembrava che fossero stati Oliver e Barry a riunire tutti, qui invece Oliver ha espresso le sue perplessità (anche perché, ragazzi, se un tizio vi dice di venire dal futuro, se non sei il migliore amico di Flash, sicuramente ci metti più di cinque secondi a fidarti) e di Barry non c’è stata traccia. Dobbiamo ammettere che è strano.
Ad ogni modo, la guerra contro Vandal Savage è appena iniziata, vedremo se questi nuovi eroi riusciranno a cavarsela.

Prima di lasciarvi con il promo del prossimo episodio, diamo un’occhiata alle migliori scene di questa prima puntata:

  • Sara e Leonard devono a tutti i costi diventare qualcosa, poco importa cosa: amanti, amici, compagni di bevute. L’importante è che stiano nella stessa stanza il più possibile.

tumblr_o1cg3abo1z1r03pmko3_250 tumblr_o1cg3abo1z1r03pmko4_250

tumblr_o1cg3abo1z1r03pmko5_250tumblr_o1cg3abo1z1r03pmko6_250

  • In generale tutte le scene di Cold e Wave.

tumblr_o1c6u2LVGZ1r8vzdno9_250 tumblr_o1c6u2LVGZ1r8vzdno8_250

tumblr_o1c6u2LVGZ1r8vzdno6_250tumblr_o1c6u2LVGZ1r8vzdno7_r1_250

  • Ray in modalità studente che dopo una vita passata al ricevimento di un professore in università si sente dire “e tu chi saresti?”

tumblr_o1c6ad3bYj1td30ywo2_500tumblr_o1c6ad3bYj1td30ywo3_500

  • Jefferson che preferisce la morte alla droga. Robe che mai avrei pensato di vedere in tv.

tumblr_o1c47tyPVk1td30ywo2_500 tumblr_o1c47tyPVk1td30ywo1_500 tumblr_o1c47tyPVk1td30ywo3_500

Aniel
Classe 1992, messinese, ha viaggiato molto durante la sua vita pur non avendo staccato gli occhi dal computer: ha passato un certo periodo a San Francisco con le sorelle Halliwell e ha frequentato il liceo di Sunnydale; ha bazzicato per un po' al Sacro Cuore, è precipitata su un'isola sconosciuta e ha passato parte dei suoi anni on the road a bordo di una Chevy Impala del '67. Deve alle serie tv la sua felicità attuale e la sua più che certa infelicità futura (sa fin troppo bene di non poter incontrare un Klaus o un Dean Winchester dietro l'angolo, purtroppo). È ossessionata dagli angeli, da Leo di Charmed ad Angemon dei Digimon; da Angel di Buffy (che non è un angelo ma... who cares?) a Castiel di Supernatural, e spera di cuore che arrivi a salvarla dalla perdizione telefilmica, almeno quel tanto che basta da farla laureare senza problemi in tempi accettabili.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,429FollowersFollow

Ultimi Articoli