I segreti di The OC: Fox voleva abortire Seth Cohen

“Benvenuto a OC, stronzetto!”

E’ difficile immaginare che sono passati 10 anni dalla première di The OC e che ha cambiato le nostre vite in meglio. Ma avrebbe avuto lo stesso effetto senza Seth Cohen? O senza le band come i Death Cab for Cutie?

Il creatore Josh Schwartz, impegnato con Fake Empire insieme a Stephanie Savage, ha parlato con TVGuide.com del successo di The OC, cosa è andato storto e le sorprendenti coppie che non abbiamo mai potuto vedere.

Riguardo la responsabilità di The OC di aver reso la musica indie mainstream: “Non so se mi sento responsabile. Sono felice che tutte queste band abbiano avuto giovamento. Penso che ci sono dei momenti in cui ascolto una canzone presente negli show o nei film e penso ‘Ehi, l’abbiamo usata nel nostro show anni fa.’ … E non avevamo molti soldi, quindi siamo stati fortunati perché c’erano molti gruppi indie rock ed erano più facili da scritturare. E inoltre avevano voglia di essere scritturati perché ai tempi non c’era iTunes, non c’erano radio online… quindi se eri una band indie rock, questo era l’unico modo per far sentire la tua musica.”

Riguardo gli artisti che hanno rifiutato: “L’unica band che ricordo averci rifiutato erano gli Arcade Fire perché non volevano associarsi a nulla in quel periodo. Ma ho preferito non fare una guerra, come la diatriba Glee vs. Kings of Lion. E continuo ancora ad amare la band, nonostante il loro rifiuto.”

Come il successo commerciale dello show ha influito sulla musica: “C’è stato un momento quando anche i Death Cab erano come, ‘Forse non autorizzeremo questa canzone e inizieremo a separare un po’ la nostra identità dallo show’, perché erano troppo collegati allo show. La cosa più bella è che ad un certo punto le band che non avremmo mai potuto avere o che non ci avrebbero mai dato l’autorizzazione, venivano da noi a chiederci di inserire le loro canzoni in anteprima mondiale nello show.”

I personaggi che avrebbe voluto continuare a tenere: “Bè Luke, Anna, Jimmy Cooper nella prima stagione. Il personaggio di Olivia Wilde, Alex, nella seconda stagione. C’erano un sacco di scambi e legami fra diversi personaggi che non abbiamo fatto. Ne abbiamo sempre parlato, ‘Oh, c’è questa intesa Summer-Luke che potrebbe essere interessante, o Luke-Anna, ad un certo punto ne avevamo discusso. Oppure Seth-Marissa, come vi sembra?’”

Perché lo show ha avuto successo così presto: “Credo che gli show di questo tipo tendano ad avere successo, non importa come. E’ il bello degli show. Riescono a catturare il tempo e il momento giusto e splendono così forte, ma si bruciano anche molto in fretta… Quindi parte di questo successo è inerente al genere, ma credo che una parte sia anche per la velocità con cui ci siamo districati fra le storie. E come è davvero difficile riavere ciò indietro.”

Sull’odio della Fox verso Seth: “Quello è stato un personaggio difficile perché all’inizio Fox diceva, ‘Bè se Ryan (Ben McKenzie) è il nostro Luke Perry, chi è il nostro Jason Priestly?’ E’ una domanda che continuava ad uscire. Ed io ero tipo, ‘Non stiamo facendo quello show.’ Quindi l’idea che il nostro secondo protagonista maschile doveva essere un ragazzo nerd, amante di fumetti ed ebreo era un po’ spaventosa. Quando abbiamo scritturato Adam Brody, era qualcuno con così tanto carisma e così divertente e ovviamente adorabile per le ragazze che il network si è tranquillizzato.”

Riguardo il tentativo della Fox di escludere il personaggio: “Ad un certo punto mi è stato detto che nel pilot il personaggio di Seth proprio non piaceva e ho ricevuto una nota con scritto, ‘I Cohen non potrebbero aver avuto un aborto?’ In difesa del network, il personaggio di Seth all’inizio potrebbe essere stato un po’ più seccante di quello che alla fine è diventato, ma è stato comunque sgradevole.”

Perché Seth è diventato comunque un rubacuori un’icona geek: “Penso che abbia dato voce a quei ragazzi che quando vanno al college stanno bene, tutto va alla grande, ma al liceo, dove la conformità è la chiave, questo tipo di ragazzi non riescono ad adeguarsi e vogliono vivere al di fuori della massa e non hanno un modello da seguire in televisione che ha tutte queste qualità e alla fine riesce pure ad avere la ragazza.”

Le intenzioni dietro la storia Marissa-Alex: “Sapevamo che sarebbe stato divertente vedere Seth che scopre cosa stava succedendo e che stava perdendo la ragazza a causa di Marissa (Mischa Barton), ma volevamo anche che fosse una vera relazione. Volevamo che avesse delle basi emotive vere e far capire il perché Marissa ha fatto quella scelta… e non farne un dramma sul fatto che era un’altra ragazza. E ovviamente, la Fox gestisce la pubblicità, ‘Sintonizzatevi per il bacio che non volete perdere’, e la promozione di questo bacio Marissa-Alex. E poi i broadcast standards ci avrebbero fatto tagliare, sapete, tre quarti di un millisecondo. Quindi è stato strano.”

Perché Oliver è il peggiore: “Potrei dire che Johnny ha ferito lo show più di Oliver… Ma [Oliver] è stato decisamente un personaggio più grande, una storia più pazza. Era un cattivo, e Taylor Handley ha portato in vita quella cattiveria davvero bene quindi penso che le persone hanno odiato Oliver proprio nel modo in cui si doveva odiare, ma penso anche che le persone non erano ancora pronte per l’arrivo di un nuovo personaggio che scuotesse lo show… Ma a dire il vero non rifarei Oliver, perché le persone lo ricordano e bisogno tenerne conto.”

Perché ha ucciso Marissa: “Sapete, è stata una decisione e un momento davvero difficile per lo show. C’erano molti fattori in gioco. Creativamente, ci sentivamo come se avessimo raccontato quelle storie e che fosse sempre nel DNA di Marissa. L’essere un personaggio tragico e che nonostante gli sforzi, Ryan alla fine non era in grado di salvarla… Dirò che dopo averlo fatto quella notte, perché Marissa è un personaggio che ne ha passate davvero tante per la critica televisiva, e ciò che ho imparato quella notte, è che quelle critiche erano poche in confronto alle milioni di persone che guardavano lo show e amavano il personaggio. E c’è stato un vero senso di lutto dopo l’ ‘OMG. Cosa abbiamo fatto?'”

Cosa cambierebbe se potesse tornare indietro: “E’ difficile pensare alla quarta stagione senza aver ucciso Marissa. Credo che la quarta stagione sia stata davvero una grande stagione, dal punto di vista creativo, per lo show, ricca di quel sentimento e umorismo che avevamo perso nella terza stagione. Taylor Townsend è stata davvero un grande personaggio emergente e Chris Pratt (interpretava Che) che ha aiutato Summer (Rachel Bilson) durante il suo periodo ambientalista alla Brown, è stato molto divertente. E’ un momento difficile da ripensare. Probabilmente ripenserei un po’ su quanto ho messo alla prova il matrimonio dei Cohen. Ma alla fine, sento come se avessimo chiuso lo show in maniera forte e dove volevamo finirlo.”

Riguardo le voci che Ryan era il figlio illegittimo di Sandy: “Sono qui per smentire quelle voci. Non somiglia proprio all’uomo! Non è mai stata una nostra intenzione. Il rapporto Ryan-Sandy è puro al 100%.”

I suoi pensieri su Laguna Beach e The Real Housewives of Orange County: “Non c’è di che, America. Già, l’eredità accidentale. Sapete, avrei voluto avere un pezzo del franchise di Real Housewives, quello sicuro… Sapete, l’imitazione è la più sincera forma di ammirazione, credo sia questa l’espressione, e così i reality show basati sul nostro show. Sono lusingato.”

Cosa ha preso dal set: “Ho la Principessa Favilla e Capitan Avena che mi stanno fissando in questo momento. Li tengo in una stalla molto sicura. Ho anche il casco da Storm Trooper (Truppe d’Assalto), un regalo da George Lucas dopo la sua apparizione nello show. E ho Atomic County, il fumetto di Seth, incorniciato sul muro.”

Le possibilità di una reunion di OC: “Volevamo fare una reunion per il decimo anniversario, ma per poterlo fare volevamo che tutti partecipassero e che volessero partecipare.”

Dove sarebbero ora i personaggi: “Sono dell’idea che Ryan e Taylor non stanno più insieme e che lui ha incontrato recentemente Alex Kelly e hanno iniziato a vedersi. E Seth e Summer non hanno ancora bambini perché Summer non avrà figli finché il mondo non sarà un posto più sicuro e ha ridotto l’emissione di anidride carbonica.”

 

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.