I produttori di ‘The Flash’ promettono svolte inaspettate e partecipazioni a sorpresa di ‘Arrow’

Il produttore esecutivo Greg Berlanti ha dichiarato a The Hollywood Reporter che i prossimi crossover tra lo spin-off della The CW, The Flash, e la nave madre, Arrow, che includono un “evento” di due ore, é “qualcosa che, da fan, voglio disperatamente.”

flash-pilot

Uno degli show autunnali più sgargianti si sta prefiggendo degli obiettivi molto alti.
The Flash di The CW, spin-off di un più oscuro e serioso Arrow, prende una piega più leggera con Barry Allen, lo strano esperto forense del Dipartimento della Polizia di Central City, che è così preso da the Arrow da definirsi un fanboy. Il cambiamento nel tono è però inevitabile. Come hanno potuto vedere gli spettatori di Arrow durante l’arco narrativo di due ore di Barry Allen lo scorso autunno, l’uomo che indosserà il costume rosso ha un approccio molto più vivace alla vita.

“Quando stavamo facendo Arrow, abbiamo parlato della trilogia di Batman di Christopher Nolan. Mentre facevamo The Flash pensavamo invece ai film di Superman di Dick Donner – il suo cuore, il suo humour, il suo scopo e Americana,”dice il produttore esecutivo Greg Berlanti a The Hollywood Report.

Mentre Arrow tende ad essere “epico, shakespeariano e grandioso,” ci descrive il produttore esecutivo Andrew Kreisberg, The Flash semplicemente non lo è – e non è una cosa negativa. I produttori hanno cambiato percorso, in modo da differenziare uno show dall’altro, nonostante i personaggi vivano nello stesso universo. (Due membri dei STAR Labs sono passati in Arrow durante la scorsa stagione).

Arrow ha luogo specificatamente di notte, mentre questo di giorno, dove infatti nel pilot di The Flash, l’azione inizia e finisce durante il giorno,” spiega Kreisberg, che definisce il personaggio principale “un eroe giornaliero”. Berlanti aggiunge che “Arrow é un mondo criminale e The Flash é un mondo sci-fi.”

Inoltre Arrow esclude abilità supernaturali non umane, mentre The Flash finisce nel fantastico/sci-fi.
Ecco un esempio tipico: nel pilot di quest’ultimo, trasmesso questo mercoledì durante la serata di esclusive del Comic-Con, troviamo un nemico con l’abilità di controllare il tempo. Abilità ottenuta dopo l’esplosione dell’accelleratore a Central City.

The Flash, come la sua nave madre, ha una storia di origine. Geoff Johns, uno dei produttori esecutivi di The Flash e il capo creativo di DC Comics, ha detto il 18 luglio ai giornalisti che The Flash “è probabilmente l’adattamento più fedele di sempre tra quelli della DC.” I produttori hanno detto però che la storia di Barry Allen avrà delle deviazioni inaspettate durante il suo percorso.

“Gli spettatori saranno sorpresi da quello che abbiamo scelto di fare,” assicura Berlanti, riferendosi al grande cattivo dell’anno scorso Arrow come prima lezione da imparare.
“Slade Wilson è stato un grande esempio nei primi due anni di Arrow. Deathstroke era un personaggio che le persone conoscevano ma noi ne abbiamo fatto una nostra versione e siamo riusciti ad avere un colpo di scena cambiando tutti questi elementi.”

Uno di questi cambiamenti ci sarà col passaggio di Arrow nell’episodio 4 di The Flash, che porta Felicity a Central City. Sarà la prima volta che la mano destra femminile di Oliver Queen apparirà nella nuova serie e Kreisberg promette che Felicity avrà lo stesso senso dell’umorismo anche in The Flash.
Berlanti fa notare che, “Anche Arrow sembra più speranzoso e ottimista quando appare nel pilot di The Flash

Un “evento cross-over” di due ore prenderà forma inoltre durante il rispettivo Episodio 8 di entrambi gli show. “Ci sarà un nemico diverso in ogni show che sarà più evocativo in modo da separarli. Ma ci sarà anche una storia comune in questi due episodi,” dice Berlanti. “É una prima volta per noi. So solo che c’è qualcosa, che da fan, voglio disperatamente.”

Nonostante il suo debutto sia il 7 ottobre, The Flash ha già reclutato molti nomi noti come personaggi chiave, come Robbie Amell, che faceva parte della serie sci-fi di vita breve di Berlanti, The Tomorrow People. (“Non sarebbe una serie sui supereroi senza un Amell,” scherza Kreisberg.) Amell apparirà almeno in tre dei primi tredici episodi come Firestorm, Ronnie Raymond, e presunto fidanzato morto di Caitlin Snow. Ma, c’è una possibilità che rimanga di più. “Non voglio dire troppo ora su come stiamo gestendo la sua storia ma si, c’è una possibilità per questo di più.” aggiunge Berlanti.

Abbiamo introdotto Ronnie nell’universo di The Flash prima di quanto credessimo, mentre il pilot veniva creato. “Avere Ronnie come fidanzato di Caitlin porta grandi storie per Caitlin, ma anche per Barry,” dice Kreisberg. “Barry é qualcuno che sta imparando ad amare e a godersi i suoi poteri e quando incontreremo Ronnie, vedrete come lui sia qualcuno molto più danneggiato da quella esperienza. Come sempre, tutti questi personaggi esterni sono presenti per riflettere qualche che succede al nostro personaggio principale.”

Lo stesso vale per l’alunno di Prison Break, Wentworth Miller, che sarà guest star nel quarto episodio come Leonard Snart/Captain Cold, che Berlanti spera di riuscire a far tornare in altri episodi.

Con un’abbondanza di adattamenti della DC sul piccolo schermo (Gotham per Fox, Arrow e The Flash su The CW e Constantine su NBC), preoccuparsi della massa é valido.
“Noi ci sentiamo sempre come una alta mare che alza tutte le barche, in modo che più ne troviamo là fuori, meglio è per noi ed é ottimo per noi.” dice Berlanti.

Alla fine, la prima stagione di The Flash é la creazione di un altro supereroe. “È Barry Allen che viene mostrato in termini sia psicologici che fisici dopo quello che gli è successo,” dice Kreisberg. “Non é realmente ancora The Flash perché é ancora all’inizio dei suoi giorni. Entro la fine dell’anno, lui arriverà a sembrare il The Flash che noi conosciamo grazie ai fumetti. Questo è l’arco narrativo de primo anno.”

 

Fonte

FeFraise
Fraise, o meglio Federica, ragazza milanese di 25 anni, ha sempre amato sin da piccola tutto ciò che riguarda libri, telefilm, film, musica e viaggi. Grazie ai suoi genitori che l'hanno fatta viaggiare dall'età di 6 anni, ha sviluppato un amore incondizionato per Inghilterra e Scozia, tanto che da 7 mesi si è trasferita ad Edimburgo (che ama alla follia), insieme a quel santo del suo ragazzo. Si santo, perchè non fa altro che cercare di coinvolgerlo in tutto quello che fa e vorrebbe fare (per non parlare delle serie tv che vuole che lui veda insieme a lei!)! Il suo amore per i telefilm è nato vedendo ER e Beverly Hills, per passare poi a Friends, Dawson's Creek, Buffy, Angel e chi più ne ha, più ne metta!! Attualmente è fissata (si FISSATA) con Game of Throns,The Walking Dead, Vikings, Supernatural, Sherlock, Arrow, Revenge e tante altre! Non riesce a smettere di guardare telefilm, sono una vera ossessione! E non riesce neanche a smettere di cercare qualsiasi news telefilmica qua e là per cercare di sognare cosa potrebbe succedere! E ad ogni nuova stagione telefilmica, riesce anche a fare una lunga lista di nuovi pilot da non perdere! Passerebbe giornate intere a leggere ed ascoltare musica. Altra sua grandissima passione sono i Beatles (soprattutto Sir Paul McCartney) e i Mumford and Sons. Amante degli animali, è una convintissima vegetariana da ben 6 anni e no, se ve lo state chiedendo, non tornerebbe mai indietro e non le manca nulla! Ha viaggiato tantissimo, e continuerà a farlo, ma sente che nonostante la nostalgia della sua famiglia e dei suoi amici, abbia finalmente trovato la sua casa qui, a Edimburgo.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,434FollowersFollow

Ultimi Articoli