Hart of Dixie | Recensione 2×11 – Old Alabama

Dopo una lunghissima (almeno così è sembrata) pausa natalizia, torna Hart of Dixie!

Come sempre, a BlueBell c’è un grande evento cittadino in vista. Questa volta, si tratta di una celebrazione in memoria dei fondatori della città, in particolare della prima coppia di BlueBell. Lavon, che ultimamente ha la testa altrove dopo la rottura con Ruby (Berlusconi docet), deve trovare all’ultimo momento una coppia che interpreti i due storici personaggi e (manco a dirlo!) Zoe si propone in coppia con Wade. La ragazza, tuttavia, avendo paura di finire come i suoi genitori, decide di non voler litigare con il suo ragazzo e, nonostante egli ne combini di tutti i colori, lei cerca sempre di trasformare la rabbia in energia positiva, come consigliato nel diario della fondatrice. Wade è sorpreso dal comportamento di Zoe e, su consiglio di George, cerca in tutti i modi di farla arrabbiare. Nel frattempo, Brick deve trovare il modo di rompere con Shelby, mentre Annabeth e Lemon vorrebbero occuparsi del catering dell’evento nonostante la riluttanza di Lavon.

C’è poco da dire: mi stra-piacciono! Ovviamente mi riferisco a Wade e Zoe. E’ vero che lei è un totale disastro con il rapporto di coppia, e l’ha dimostrato più volte nel corso della stagione, ma è pur vero che le sue intenzioni sono sempre buone. Questa settimana ha rischiato seriamente di mandare tutto all’aria con quel suo atteggiamento positivo nonostante le azioni disastrose di Wade, però ascoltando il discorso finale si capisce che l’ha fatto solo perchè ci tiene ed ha paura di perderlo. Non avendo mai avuto una relazione vera è comprensibile che non sappia da dove cominciare. La scena più divertente tra i due, in questa puntata, è stata il litigio alla festa, davanti alla reporter di Southern Living! La scena più adorabile, invece, è stata quella finale nel bagno! Ma quanto sono carini???? *__*

Insomma, Wade e Zoe sono una coppia talmente disastrosa e disastrata che non puoi non affezionartici!

Lavon è ancora sconvolto per la rottura con Ruby. Il problema è che se la prende con Lemon. E’ vero che lei è stata, in un certo senso, la causa di tutto ciò, ma è pur vero che la loro era una storia destinata a finire. Il giorno in cui avrebbe dovuto prendere quella decisione su quel lavoro, prima o poi sarebbe arrivato e (parliamoci chiaramente!) lui non avrebbe mai lasciato BlueBell, così come lei non avrebbe mai rinunciato alla sua carriera! Era una storia morta ancor prima di iniziare. Io sono convinto che Lavon tutto ciò lo sappia e, anche se per il momento scarica la sua frustrazione su Lemon, mi ha dato l’impressione per un secondo di volerle dare un’opportunità. Ad un certo punto, infatti, le ha chiesto come mai avesse detto quelle cose a Ruby. Io l’ho inteso come un “Mi ami ancora?” molto velato. La ragazza, per un attimo, stava tirando fuori i suoi sentimenti, poi ha cambiato idea. Peccato! Io, comunque, resto dell’idea che li vedremo insieme nel season finale di questa seconda stagione. Gli autori, nonostante tutto, stanno gestendo benissimo questa coppia!

Veniamo, ora, al terzo ed ultimo (nonchè il più divertente) capitolo di questo episodio: Brick. Il nostro caro dottore, dopo la notte di “follia” della scorsa puntata, ha paura che Shelby possa aver frainteso le sue intenzioni ed è deciso a dirle la verità, dato che la ragazza ha l’età di sua figlia. Per far ciò indovinate a chi chiede consiglio? A GEORGE!!!! Ma scherziamo??? Questa settimana l’Inutile è stato tirato in ballo da tutti. Tutti a chiedergli consigli, manco fosse il detentore di tutto il sapere mondiale. Wade gli ha chiesto consigli su come comportarsi col nuovo atteggiamento di Zoe e lui gli ha consigliato di farla arrabbiare, Brick gli ha chiesto come lasciare Shelby e lui si è rivenduto la storia del panino dei complimenti o come cavolo si chiama. Ma fatti un po’ i cazzi tuoi no? Tanta, tanta, tanta, tanta stima per Shelby che ha fatto ciò che tutti noi (anche tu, ammettilo!) vogliamo fare fin dalla 1×01.

Cose che abbiamo imparato da questo episodio:
“Non ascoltare i consigli di una donna morta da 200 anni” CIT. Wade Kinsella

Missing Person:
Continuano a mancare Rose e Magnolia che, secondo me, danno un tocco in più allo show. Assenti anche Tansy, che è utile a rendere meno inutile l’Inutile, e Burt Raynolds che, nel caso in cui Tansy fallisse nel suo scopo, può sempre mangiarselo l’Inutile!

Alla prossima settimana!

3 commenti su “Hart of Dixie | Recensione 2×11 – Old Alabama”

  1. “Cose che abbiamo imparato da questo episodio:
    “Non ascoltare i consigli di una donna morta da 200 anni” CIT. Wade Kinsella

    Missing Person:
    Continuano a mancare Rose e Magnolia che, secondo me, danno un tocco in più allo show. Assenti anche Tansy, che è utile a rendere meno inutile l’Inutile, e Burt Raynolds che, nel caso in cui Tansy fallisse nel suo scopo, può sempre mangiarselo l’Inutile!”

    AHAHAHAHAHHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!!!!!! TI ADOROOOOOOOO!!!!!!

  2. Per aver letto tutto la scorsa recensione di Hart of Dixie e non esser passata subito al commento sulla coppia tanto attesa c’è un bonus? 🙂

    Questa puntata credo sia stata la celebrazione dei costumisti di quel telefilm che dalla prima puntata della prima stagione non hanno mai sbagliato un colpo.

    Quanto abbiamo aspettato per questa coppia di scoppiati? Tantissimo, personalmente dalla prima inquadratura insieme, speriamo che se la giochino bene questa story line.
    La dottoressa che non sa stare in una relazione e il barista macho abituato a storie da una notte promettono puntate piene e divertenti.

    Mi associo alla speranza che Burt Raynolds torni presto.

  3. Recensione meravigliosa… Meno male che ho recuperato questo show, così mi sto leggendo tutte le tue recensioni!!!!
    Wade lo amo alla follia e la storia con lei è meravigliosa….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.