Grey’s Anatomy | Recensione 13×10 – You Can Look (But You’d Better Not Touch)

Dopo mesi di pausa questa settimana torna, a grande richiesta, anche il gioiellino di punta della collezione Shondaland, il telefilm che nonostante ci porti sempre a piangere come idioti davanti allo schermo è in realtà il nostro grande amore: Grey’s Anatomy.

Devo essere sincera, non mi ricordavo quasi assolutamente nulla di ciò che era successo nel midseason finale, spinosa questione Alex dentro/fuori da prigione a parte, per cui il “previously on” per una volta è stato come trovare acqua fresca nel deserto, UNA SALVEZZA.

Continuando con il mio momento di pura sincerità devo ammettere che per varie ragioni mi aspettavo tutt’altro episodio. Mi son semplicemente ritrovata spiazzata. Dovete sapere infatti che personalmente non mi piace sapere cosa mi attende, almeno per quanto riguarda GA, per cui ahimè non avevo letto ne visto NULLA in giro, ritrovandomi però così impreparata.

Mi aspettavo risposte? . Le ho ottenute? No.

Da questo sfocia la mia parziale delusione nonostante in se l’episodio di questa settimana è stato SPLENDIDO riuscito a suscitare il mio interesse e la mia curiosità dimostrandosi valido e ben costruito e portandosi avanti spettacolarmente con pochi dei personaggi principali. Se ci aggiungiamo anche che Arizona necessitava di maggior spazio già da troppo tempo allora questo particolare focus è stato apprezzato parecchio.

Ci ritroviamo dunque catapultate in prigione senza aver la minima possibilità di opporci, così come la Bailey, e senza sapere se invece lo stesso destino è toccato anche al nostro tanto amato Alex.

I protagonisti della storia che Shonda ci regala questa settimana sono tre, Arizona, la Bailey e Jo, con la speciale partecipazione del più antipatico capo reparto medico della prigione e di una delle più indecifrabili minorenni incinte mai viste nello show.

ORANGE IS THE NEW BLACK MEETS GREY’S ANATOMY

 

Il caso della settimana ruota dunque intorno a questa misteriosa ragazzina rinchiusa nell’ala di massima sicurezza della prigione, rimasta incinta a 16 anni e ormai pronta a partorire. Come la vita e Grey’s Anatomy ci insegna però, nessun parto può andar MAI nel verso giusto e dunque la dottoressa Robbins è chiamata ad un non troppo difficile salvataggio. Per arrivare alla fine della giornata i tre personaggi si devono confrontare con una realtà ben diversa da quella in cui vivono avvicinandosi invece ad un ambiente ostile, trascurato e buio. A mio parere questo episodio ha voluto a modo suo essere una sorta di critica al sistema penitenziario o comunque alle cure che le detenute ricevono e ai mancati finanziamenti/equipaggiamenti adeguati a casi simili. Le nostre tre protagoniste devono allora aiutare delle persone che credono di non aver bisogno di alcun aiuto, che son ritenute pericolose e trattate come tali, devono superare i propri pregiudizi e le loro paure e stringere i denti e farsi forti davanti a situazioni non particolarmente felici.

A rubar la scena ai nostri medici è però Kristen, una ragazza che ci viene descritta come violenta, pericolosa, una bomba ad orologeria pronta a scoppiare. Praticamente ancora una bambina ma con un carattere e un comportamento per me indecifrabile. Non ci viene mai detto cosa ha fatto per finire in questa situazione, resterò con questo dubbio sino alla fine dei miei giorni, ma veniamo per lo meno a conoscenza che la sua pena arriva ai 20 anni di reclusione.

Inizialmente credevo a una storia simile a quella di Jo, ad un infanzia turbolenta, problemi in famiglia, una ragazza che era stata costretta a diventare grande prima del suo tempo e che aveva imboccato la strada sbagliata. Kristen però è una ragazza che è cresciuta in una buona famiglia (?), in un ambiente sano e con dei principi, un adolescente modello sino a che qualcosa non è scattato e il fattaccio non è accaduto. CHE DIAVOLO HA FATTO QUESTA RAGAZZA, DITEMELO!

La madre che ci viene presentata non vuole assolutamente aver nulla a che fare con lei, non ci viene mostrata ne nominata alcuna figura paterna, ne un fratello o una sorella o comunque qualsiasi altro rapporto/relazione al di fuori di quello madre/figlia ormai logorato. Kristen crede che la madre ariverà a stringerle la mano e starà con lei durante il parto, crede che in seguito le permetterà di vedere la bambina e se ne prenderà cura sino al momento della sua scarcerazione. La madre però ha tutt’altra idea, sembra così affranta e distrutta da non poter sopportare il pensiero di rivedere quella che un tempo è stata la sua amata figlia perfetta e proprio per questo la mia mente non riesce minimamente a concepire che CAVOLO possa essere successo.

Che abbia ferito il padre/compagno della madre? Sfigurato qualcuno? Provato a uccidere qualcuno? HO BISOGNO DI RISPOSTE.

In questa delicata situazione si muovono le nostre tre protagoniste, dimostrandosi assolutamente pronte e professionali a riguardo. Inizialmente la Bailey mostra una certa paura/insicurezza ma tutto questo viene superato con il passare del tempo in quelle mura rivelando il classico e ormai conosciuto CARISMA del nostro capo in comando. Arizona è la più risoluta, con il suo solito sorriso e la sua aria sicura che subito viene demolita e sbeffeggiata dalla irascibile ragazzina:


 
(ARIZONA IS A UNICORN)

Nonostante questo Arizona non si ferma mai, lotta costantemente per dar una possibilità a quella ragazza, per tentare di convincere la madre ad andare da lei, per tornare a considerarla, per farle aprire gli occhi su tutta quella situazione.

Certo è difficile parlare o prendere una posizione quando non si sa cosa sia successo e io son del parere che a volte è la vita a colpirti ma a volte sei tu stesso ad andarti a cercare la peggiore delle soluzioni per cui a fine episodio son arrivata alla conclusione che nessuno avesse torto e nessuno ragione e non voglio dunque esprimermi sull’argomento.

Rimarremo sempre con questo dubbio, l’unica certezza è che vedere una madre abbandonare in quel modo sua figlia e tanto triste e vedere allo stesso tempo una giovane madre che non potrà più riabbracciare la sua bambina per decenni è DOPPIAMENTE più drammatico. Grey’s Anatomy in un modo o nell’altro riesce sempre a spezzarci il cuore, è inutile!

Il vero colpo basso arriva però a fine episodio, quando la Bailey mette al corrente Jo, e quindi anche noi, della questione che si è tentata di ignorare per tutte quelle ore, del grande elefante nella stanza: Alex. La donna rivela infatti che Alex ha accettato il patteggiamento ed è ora in prigione scatenando subito la terribile reazione di Jo che si ritrova a concimare l’erbetta ai lati della strada.


Ma qua arriva la vera domandona, davvero vogliamo credere che Alex sia finito in prigione? IO DICO NO. La Bailey sa solo quello che lui le ha detto PRIMA di ascoltare il messaggio della segreteria di Meredith, se Alex avesse DAVVERO accettato il patteggiamento nessuno potrebbe tirarlo fuori, nemmeno Annalise Keating, almeno non in tempi recenti e dato che un salto temporale c’è già stato non penso proprio aspetteremo anni per rivedere Karev in circolazione.

Secondo me l’uomo non ha accettato il patteggiamento e si è preso del tempo per restare solo, per sparire un po’, per pensare a come procedere della propria vita. Non sarebbe totalmente assurdo pensarla così no? Per cui io mi espongo e dico che NO SHONDA, non casco in questo inganno e non piango al pensiero del mio bel dottorino dietro le sbarre, finché non vedo non credo!

Prima di concludere vorrei condividere con voi un ultima impressione ed è su Jo. Non vi è sembrata “strana”? Il suo comportamento, il suo atteggiamento in prigione, la scenata della macchina? A me parecchio, e leggendo su internet ho trovato una teoria che mi ha particolarmente entusiasmato, anche se non so tempisticamente quanto sia fattibili (non ricordo quanto tempo è passato dalla lite con DeLuca): e se Jo fosse incinta? DRAMA TIME

Che ne pensate? Vi sembra una cosa credibile? E secondo voi Alex è veramente finito in prigione oppure c’è ancora qualche possibilità per lui? Fatemelo sapere!

Io vi lascio come al solito con il consiglio di far un salto in queste splendide pagine:

E il promo della prossima puntata, che si preannuncia INCREDIBILE

Claw
Nata nel non troppo lontano 1994 si dimostra subito particolarmente affine ai programmi televisivi cominciando la sua vita da divoratrice pomeridiana e seriale di cartoni sino a scoprire il mondo delle serie tv. La memoria non è proprio il suo forte, il suo primo ricordo risale ad una notte passata in compagnia di tre bellissime streghe indaffarate ad eliminare il demone di turno. Fu amore a prima vista, e da Streghe si passò velocemente a Smallville e Buffy per poi venir letteralmente catapultata nel meraviglioso regno dei Telefilm! "Questa è l'ultima serie che comincio!" è la sua citazione più frequente anche se affascinata da qualsiasi cosa in cui si imbatte, non importa di che genere, si ritrova costantemente a doversi districare tra mille show e finisce con l'innamorarsi follemente di personaggi che solitamente non si ritagliano molto spazio o son destinati a far brutte fini! Alcune delle serie nella sua lista sono: Once Upon a Time, Doctor Who, NCIS Los Angeles, Grey's Anatomy, New Girl, The Vampire Diaries, Arrow, Revenge, Castle e tanti altri che vi risparmio per salvarvi da un elenco esageratamente lungo. Ossessiva compulsiva, dalla lacrima facile e dalla risata isterica ama criticare e commentare qualsiasi cosa la colpisca, solitamente senza alcuna ragione!

Related Articles

2 COMMENTS

  1. – Nemmeno io penso che Alex sia finito in galera, ma con #maiunagioiaShonda non si sa mai!
    – Considerato che Camilla Luddington è incinta, l’ipotesi che lo possa essere anche il suo personaggio ci starebbe, ma ripeto, stiamo parlando di #maiunagioiaShonda. Sul fronte gravidanze poi, si è sempre preferito camici abbondanti, mega borsoni e banconi di ogni genere messi ad hoc, piuttosto di pancioni in bella mostra con attrice e personaggio entrambe in dolce attesa. Dal momento poi, che l’ultima “gravidanza in comune”, se non erro, risale a Sarah Drew e nella serie è, letteralmente, finita in una valle di lacrime, sono sempre meno ottimista.
    – Con tutto l’affetto per la Bailey, quando ha risposto che non voleva sapere che crimine aveva compiuto la ragazza, lasciandoci così all’oscuro, l’avrei picchiata!
    – Concordo con te, bella puntata, ma dopo il fall finale non aggiungere nessuna informazione al “dove eravamo rimasti”, era davvero necessario?

    • Condivido il “avrei picchiato la Bailey” cavolo, uno passa un intero episodio a chiedersi una cosa e quando può ottenerla risponde di No? NON LO ACCETTO! Comunque avevo dimenticato che Camilla fosse incinta, allora la teoria che anche Jo lo sia mi convince sempre di più ormai!
      Grazie del commento 🙂

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,429FollowersFollow

Ultimi Articoli