Grey’s Anatomy | Recensione 11×18 – When I Grow Up

Un giorno come un altro in quel di Seattle. Il sole splende, Meredith ci regala la sua intro felice, i medici son tirati a lucido per il loro turno di lavoro e una classe organizza una simpatica gita all’ospedale. E già qua qualcosa non torna, cioè chi diavolo porterebbe una marea di marmocchi nell’unico ospedale dove a tirarci le cuoia son quasi più i medici dei pazienti? Non hanno mai sentito parlare di Shonda Rhimes? E soprattutto come si permettono di non battere il cinque a un Jackson con QUELLA barbetta affascinante? Tante di queste domande probabilmente resteranno senza risposta, dopotutto son solo delle stupide e divertenti considerazioni che la mia mente ha elaborato nel corso di questo gran bell’episodio!

tumblr_nm8woyT3Js1u7yua0o2_250 tumblr_nm8woyT3Js1u7yua0o3_250 tumblr_nm8woyT3Js1u7yua0o6_250

Essenzialmente, se ci ricordiamo come si era concluso lo scorso episodio, questo tenta di dar spazio al ritorno di Derek, alla sua “redenzione”, al suo inserimento nell’ospedale, con un caso che mi ha messo una tristezza in corpo senza paragoni, con qualche spunto divertente grazie a Jo, Stephanie, Alex e Ben e la variabile della scolaresca per i corridoi dell’ospedale messa in mezzo al mix. E se devo dire la verità, stavolta, tranne in qualche raro caso a farla da padrone è stata, almeno per me, la storia dei pazienti.

A seguito di una sparatoria durante una rapina alcuni agenti di polizia rimangono gravemente feriti e si ammassano nel pronto soccorso proprio mentre il gruppo di bambini faceva ancora il suo giro con quei grandi occhioni spalancati e la curiosità che gli contraddistingue. Nel corso dell’episodio si vengono a sapere due cose fondamentali, prima di tutti i due non si trovano assolutamente in buone condizioni, la linea che separa vita e morte nel loro caso è veramente fin troppo sottile, e secondo sono fratelli. Cioè, ci rendiamo conto della tristezza della cosa? Due uomini, due poliziotti, due fratelli che da sempre non hanno voluto far altro che del bene si ritrovano coinvolti in uno scontro a fuoco, probabilmente il primo della loro vita date le rivelazione che il loro collega, capo, compagno e amico fa a Callie in seguito, entrambi a rischio di morire. Questo almeno finché nonostante gli sforzi dei medici il primo non muore ancor prima di raggiungere la sala operatoria, e il secondo lo raggiunge nel giro di veramente troppo POCO tempo. Una catastrofe, un disastro, un dolore immenso. Soprattutto se a farci compagnia nelle scene in cui ancora aleggiava un barlume di speranza per i due, non troppo a dir la verità dato che immaginavo sarebbe andata così, c’è la madre, la donna che ha visto i suoi bambini crescere, i suoi figli scegliere un lavoro pericoloso per fare del bene e che si ritrova in ospedale ad assistere ai loro ultimi momenti. Quella mattina era ancora una madre, ora ha perso i suoi due bambini, i suoi due uomini, ha perso TUTTO. Nonostante il dolore, nonostante la devastazione che si debba provare in un momento del genere, perché io son sicura che qualsiasi persona e uscirebbe devastata, la donna si mostra forte, forse perché ha sempre considerato questa eventualità anche se mai avrebbe pensato di perderli entrambi e nello stesso giorno in quel modo.

E quando le viene chiesto di prendere la difficile decisione che si nasconde sempre dietro alle parole “donazione organi” la donna riflette lucidamente, pensa a quello che i suoi figli avrebbero voluto, pensa a quello che hanno fatto, a quello che son stati e non assolutamente in modo egoistico, cosa che si sarebbe potuta benissimo capire dopo un simile shock. Questo almeno finché la Bailey non interrompe il delicato e ottimo lavoro che stava facendo Meredith per dar una possibilità al suo paziente, anche se in molti credono che dopotutto non dovrebbe meritarsela. Di chi parlo? Oh be, per chi ha visto l’episodio dovrebbe essere semplice capirlo, perché poteva certo mancare uno dei sospetti rapinatori? E poteva questo non essere poco più che un ragazzino? E poteva lui non ritrovarsi in situazioni critiche ma riuscire a salvarsi?

tumblr_nm8xzxYZQc1qbfy4fo5_250 tumblr_nm8xzxYZQc1qbfy4fo6_250

Alle volte la vita è veramente beffarda. Perché quando ti ritrovi anche solo a considerare di dare uno degli organi dei tuoi figli alla persona che è in parte responsabile della loro morte allora sì che vedi tutto grigio, anzi…NERO PECE. La reazione della donna è comprensibilissima, come lo è la rabbia di Meredith che si ritrova scavalcata da una Bailey a cui aveva espressamente chiesto di farsi da parte e come a mio parere è anche sensato il comportamento di Miranda che davanti alla possibilità di salvare una vita mette da parte quello che tutti pensano, quello che tutti credono, una parte della sua morale per tentare di dar una seconda possibilità a quel ragazzino. Un ragazzino che ha preso la strada sbagliata, che si è fatto traviare da pessime compagnie, che ha preso decisioni sbagliate, e che come rivela a Callie il capo dei poliziotti era un ragazzino che conoscevano, che avevano inserito nel sistema, che era andato in affidamento e a cui entrambi tenevano. Ed è proprio per questo, proprio grazie alle parole di quell’uomo che nell’ospedale si riesce almeno a salvare quella vita, a portare qualcosa di buono nella giornata, ed è commovente allo stesso modo anche la scena nella quale Meredith e la Bailey, INSIEME, portano alla madre dei due poliziotti defunti, la lista di tutte le persone che grazie alle loro azioni i due hanno salvato. Sì, erano proprio dei bravi ragazzi e forse è proprio per questo che la loro dipartita fa ancora più MALE.

Personaggio importante nel corso di questo episodio, e che probabilmente si potrebbe vedere in futuro (non seguo gli spoiler e i rumors dato che solitamente preferisco non saper mai nulla riguardo a GA), è quello interpretato da Kevin Michael Alejandro, già visto da me in Arrow in un ruolo assai differente e che qua da vita a Jack Pruitt, il capo di polizia che fin dalle sue prime scene appare una figura carismatica e positiva. Chi porterebbe in braccio uno dei suoi compagni con una gamba in quelle condizioni? Questa è la prima cosa che colpisce Callie, la sua preoccupazione, quanto tenga a quegli uomini con cui ha vissuto e lavorato per tutto questo tempo e che ora si ritrovano a rischiare la vita. L’uomo è forte, è deciso, è un gran leader, risolve la situazione di stallo a cui si era arrivati riuscendo a salvare la vita di quel ragazzino che si trovava coinvolto nella rapina, passa l’episodio a pensare solo agli altri e non a se stesso e quando chiede a Callie di considerare la possibilità di un uscita insieme non son per nulla rimasta sorpresa della risposta di uno dei miei medici preferiti.

tumblr_nm7tu2ojZ11ttxdrpo1_250 tumblr_nm7tu2ojZ11ttxdrpo4_250

tumblr_nm7tu2ojZ11ttxdrpo5_250 tumblr_nm7tu2ojZ11ttxdrpo6_250

Cioè diciamoci la verità, Jack è un gran bel personaggio, si è dimostrato un grande uomo e la cosa avrebbe colpito chiunque, per quanto riguarda la chimica non ne ho sinceramente vista troppa ma non c’è nemmeno stato troppo spazio dato che la situazione era veramente troppo drammatica per permettere qualche sviluppo in questo senso. Dunque lo rivedremo? Sinceramente non mi dispiacerebbe, poi bisognerà vedere i futuri sviluppi, so solo che il fantasma di Sebastian Blood, per chi ha visto Arrow, è sempre presente nella mia mente.

E se dopo tutto questo drama e tristezza ci si vuole distrarre un attimo beh allora perché non parlare un po’ di Stephanie? In sua difesa sinceramente neanche io avrei mai immaginato che quel ragazzo così carino e simpatico fosse TANTO giovane. Vedere come i due interagivano per tutto l’episodio, dopo aver assistito alle scene iniziali in cui la donna si lamentava del fatto che fosse sola da fin troppo tempo, mi aveva fatto sperare veramente bene, anche perché lui non era davvero male e c’era chimica e…17 ANNI. Dico solo questo! E mi unisco a Jo nelle grandi risate del bar, povera ragazza, le avrei offerto un giro pure io se avessi potuto, probabilmente l’amica e collega ritirerà fuori questa storia in ogni situazione per cui dico solo: TROVATE QUALCUNO PER STEPHANIE, POVERA.

tumblr_nm7oin2Cn51sl9d05o2_250 tumblr_nm7oin2Cn51sl9d05o1_250

Altre scene divertenti ma che mi hanno anche fatto ripensare ai tempi passati son state quelle poche in cui abbiamo visto Jackson. Lui e la sua voglia di rimettersi in gioco, di ricoprire il ruolo che un tempo era stato quello di Mark, di far da guida a qualche specializzando, di aiutare qualcuno proprio come Mark aveva fatto con lui ed è proprio per tumblr_nm7n5bqcwo1rmdeiao4_250questo che lo vediamo sempre al fianco di Ben a tentare di convincerlo a considerare un posto in chirurgia plastica. Lui adora il suo lavoro, adora quello che fa, e adorerebbe la possibilità, per una volta, di emulare Mark, una figura che all’uomo manca sempre da morire.

tumblr_nm7zgjOa9M1rmdeiao2_250

E Derek? E Amelia? E gli Shepherd in generale? Direi che in questa puntata entrambi si son comportati bene no? Per quanto riguarda Amelia non c’erano dubbi, ormai è diventata una delle mie preferite, uno dei medici che vorrei sempre vedere in scena. Derek invece mi ha sorpreso, direi che si sta effettivamente facendo perdonare, e non solo per essere tornato indietro e per RESTARE, o per essere tornato a fare il bravo padre e il buon marito, o per essersi senza problemi messo al servizio di Amelia ed aver accettato di aver la sua sorellina come capo. No, direi che il momento in cui Derek mi ha veramente colpita è stato proprio nel finale, dopo tutta quella giornata, dopo tutte le cose di cui avrebbe potuto discutere con la sorella si ferma semplicemente a chiederle come sta. Sa bene quale impatto abbia avuto per loro il caso di quella giornata, i ricordi che avrebbe potuto riportare a galla e per un attimo si ferma solo ad assicurarsi che Amelia stia bene.

tumblr_nm84txXaU61qbfy4fo1_250 tumblr_nm84txXaU61qbfy4fo2_250

tumblr_nm84txXaU61qbfy4fo4_250 tumblr_nm84txXaU61qbfy4fo3_250

Rivela di essere andato dalla loro madre e di averci parlato e forse proprio quella discussione, insieme a varie altre cose chiaro, ha davvero aperto gli occhi al neurochirurgo sulle cose veramente importanti nella sua vita. Lo scambio di battute tra i due Shepherd è grandioso, il modo in cui Amelia sottolinei la loro abitudine a scappare, come la ricolleghi a quello che è successo a loro padre e come senza farsi troppi problemi riveli al fratello di essersi innamorata di Owen e di quanto questa cosa la spaventi, della paura che ha di esser distrutta da questo. E la risposta di Derek direi che vince tutto no? Perché non sarebbe amore se non avesse il potere di distruggerti.

tumblr_nm7k13jTeC1qad61qo3_250 tumblr_nm7k13jTeC1qad61qo2_250

Splendida anche la scena con Derek e la bambina della gita che si nasconde per l’ospedale e si scopre stava SOLO seguendo un operazione. A parte che dubito avrei reagito così bene davanti a una cosa del genere ma le parole della bambina unite al discorso di Derek mi hanno davvero strappato un sorriso e fatta riflettere.

tumblr_nm7natSvV51sl9d05o5_250 tumblr_nm7natSvV51sl9d05o6_250

Vorrei ritagliare infine uno spazietto, quella che ormai potrebbe essere un appuntamento abituale con la scena Maggie/Meredith/Alex e Callie dell’episodio. Shonda mi ascolta quando dico che vorrei davvero veder sempre scene con tutti loro, son fantastici:

tumblr_nm7mirjzx81qg9raso4_250 tumblr_nm7mirjzx81qg9raso5_r1_250

tumblr_nm7mirjzx81qg9raso2_250 tumblr_nm7mirjzx81qg9raso3_250

E nulla, penso di aver finito anche per stavolta, queste riflessioni a caldo su Grey’s Anatomy mi destabilizzano davvero. Probabilmente dovrei aspettare almeno qualche ora prima di mettermi a scrivere ma oggi è andata così, e l’episodio mi aveva veramente colpito troppo per lasciar passare del tempo.

E voi invece? Come avete trovato l’episodio? Siete a favore del ritorno di Derek? Fatemelo sapere eh!

Vi consiglio come ogni settimana di far un salto in queste splendide pagine dedicate al nostro medical preferito:

E questo è il promo del prossimo episodio, non so voi ma io non vedo l’ora di vederlo!

Claw
Nata nel non troppo lontano 1994 si dimostra subito particolarmente affine ai programmi televisivi cominciando la sua vita da divoratrice pomeridiana e seriale di cartoni sino a scoprire il mondo delle serie tv. La memoria non è proprio il suo forte, il suo primo ricordo risale ad una notte passata in compagnia di tre bellissime streghe indaffarate ad eliminare il demone di turno. Fu amore a prima vista, e da Streghe si passò velocemente a Smallville e Buffy per poi venir letteralmente catapultata nel meraviglioso regno dei Telefilm! "Questa è l'ultima serie che comincio!" è la sua citazione più frequente anche se affascinata da qualsiasi cosa in cui si imbatte, non importa di che genere, si ritrova costantemente a doversi districare tra mille show e finisce con l'innamorarsi follemente di personaggi che solitamente non si ritagliano molto spazio o son destinati a far brutte fini! Alcune delle serie nella sua lista sono: Once Upon a Time, Doctor Who, NCIS Los Angeles, Grey's Anatomy, New Girl, The Vampire Diaries, Arrow, Revenge, Castle e tanti altri che vi risparmio per salvarvi da un elenco esageratamente lungo. Ossessiva compulsiva, dalla lacrima facile e dalla risata isterica ama criticare e commentare qualsiasi cosa la colpisca, solitamente senza alcuna ragione!

Related Articles

1 COMMENT

  1. Parto dalla fine perchè sono veramente contenta non solo del fatto che Derek sia tornato ma che sia tornato quello di un tempo. Ha finalmente capito quali siano le priorità nella sua vita ma sopratutto il vero scopo del suo lavoro, cioè salvare vite. Ma ancor di più ho apprezzato il fatto che nei confronti di Amelia, a livello lavorativo, abbia fatto un passo indietro. E’ buffo, oggi ho visto sia questo episodio che tre episodi in replica della quarta stagione su La7d, e in uno di essi George disse a Izzie “un bravo medico sa anche quando fermarsi”; credo calzi a pennello con il Derek di questo episodio. Poi, beh… la chiacchierata fratello-sorella, l’ho semplicemente adorata!
    Come al solito, gli sceneggiatori ci hanno regalato un episodio in cui il caso medico in questione porta a riflettere. E’ stato commovente e d’impatto. La madre dei due poliziotti si è trovata improvvisamente tra l’incudine e il martello e alla fine ha avuto davvero tanto coraggio nel non lasciarsi sopraffare dal dolore e dalla rabbia, mostrando la sua umanità.
    Parlando del capo della polizia… se non ritorna è anche meglio! 1 perchè anche me ancora ricorda troppo Sebastian Bloom e mentre guardavo le sue scene una vocina dentro di me ripeteva “sei una brutta persona”; 2 giù le mani da Callie! Da fan Calzona nessuno deve avvicinarsi alle due, è più forte di me XD

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,429FollowersFollow

Ultimi Articoli