Grey’s Anatomy | Recensione 11×07 – Can We Start Again Please?

Avete presente quella spiacevole sensazione che si prova quando, dopo aver avviato l’episodio, non ci si sente psicologicamente ed emozionalmente pronti per la visione? Quelle puntate passate con la lacrimuccia pronta a scendere in ogni scena, anche la più insignificante, anche una dove in condizioni normali avreste fatto finta di nulla? Non parlo di pianti paragonabili a midseason finale o le conclusioni delle stagioni, non quegli sfoghi disperati mentre tra un singhiozzo e l’altro si maledice Shonda e noi stessi. Parlo di quelle puntate leggere, delicate, prive di quell’eccessiva fonte di drama che spesso ritroviamo ma che con la giusta predisposizione alla lacrima e una buona dose di soffusa tristezza son in grado di trasformarti da normale telefilm addicted pronto alla visione in una creatura dagli occhi lucidi e dal pacco di fazzoletti alla mano. ECCO. Questo è successo a me durante la visione del penultimo episodio che Shonda ci ha servito prima della lunga pausa invernale che si concluderà a fine gennaio mi pare. Questo è quello a cui son andata incontro.

tumblr_n2pawmAC3d1qikmd9o1_500

(SEMPRE TUTTA COLPA DI GREY’S ANATOMY)

Solitamente mi piace iniziare con una citazione, una di quelle splendide frasi che rileggerei per ore e ore, così pregne di significato e perfettamente adatte a descrivere praticamente il succo dell’episodio a cui si riferiscono ma non questa volta. Non stavolta che il mio coinvolgimento emotivo ha avuto inizio praticamente nei primi minuti, quasi ad apertura di puntata quando è arrivato il primo caso della giornata.

Un uomo che si è lanciato dal palazzo in fiamme. Sembra normale amministrazione, qualche frattura, probabilmente il rischio di qualche danno interno, una barella e via…ma NO. Quando si aprono le porte dell’ambulanza la scena di cui si ritrovano spettatori alcuni dei nostri dottori è tutt’altro che usuale. L’uomo è sì sulla barella ma tra le sue braccia stringe ancora il corpo violaceo e senza vita (?) della moglie che ha provato a salvare e che nessuno riesce a portargli via. L’uomo viene portato dentro e subito tutti intorno a lui gli intimano di lasciar andare la moglie, inutilmente sia chiaro , ma è proprio in quel preciso istante che Meredith si erge sopra tutti gli altri e riesce a convincere l’uomo a “lasciarla andare”. Ormai la moglie è morta, tra le sue braccia, sentendosi protetta e amata, forse il modo migliore in cui sarebbe potuta morire e se non farà qualcosa purtroppo lui seguirà la sua stessa sorte. Belle parole, parole forti e che convincono l’uomo a fare come gli viene detto se non fosse che…BAM. La moglie in realtà è ancora viva e viene subito portata in sala per essere operata.

NORRIS, LA TUA HETTIE RESPIRA ANCORA
(Questa era la mia faccia durante l’intera scena e per tutte le loro scene successive)

tumblr_nezuq3FSRw1qg9raso2_250

Essenzialmente questo episodio, a mio avviso FAVOLOSO, si snoda attraverso due grandi casi con in aggiunta una piccola parentesi dedicata alla Bailey e il primo intervento di Jo. Abbiamo da una parte quello della coppia che mi ha straziato il cuore e quello della paziente della Herman e Arizona, una donna ormai in procinto di partorire il cui bambino avrà bisogno delle conoscenze della donna per quanto riguarda la chirurgia fetale. Dei due (tre) preferirei cominciare a parlare del primo perché, vuoi per quei due coniugi così innamorati, vuoi per la presenza dei personaggi più interessanti, vuoi per la focalizzazione sulla storia di Amelia, è stato quello che ho preferito. Stavolta dunque non dividerò per personaggi ma bensì per casi dato che in sostanza tutti i dottori son stati coinvolti in sala operatoria e non.

Caso 1) La FORZA dell’amore

Siamo seri. Un uomo in età avanzata, non parliamo certo di due giovanotti accecati dall’amore dei primi anni, che si lancia nel vuoto stringendo tra le sue braccia sua moglie per proteggerla e attutire la caduta. Se questo non è VERO amore non ho idea di cosa lo sia. Questi due son riusciti a conquistare il mio cuore in quei pochi secondi nei quali Norris gridava il nome della sua amata stringendola forte al suo petto, ignorando probabilmente tutto il dolore che fisicamente stesse provando. E intorno alla loro storia, al loro “salvataggio” se così si può dire ruotano le vicende di Amelia, Derek, Callie(poco), Meredith e Maggie. Come avviene tutto questo? Semplice, la figlia di queste due meravigliose creature si rivela essere una vecchia conoscenza di Amelia, incontrata a delle sedute di recupero legate al suo passato da tossicodipendente e agli oscuri avvenimenti della sua vita. Parti che ormai corrispondono al passato, relegate ad un brutto ricordo, un ricordo indelebile certo ma che ormai è lontano. E nonostante Amelia abbia lavorato duramente per questo, nonostante ce l’abbia messa tutta per andare avanti e lasciarsi alle spalle quella parte della sua vita ecco che tutto le viene sbattuto in faccia da una donna che in preda alla paura (normale ammetto) si ritrova a rivelare all’intero ospedale proprio quel suo periodo che sarebbe dovuto restare nascosto a tutti.

tumblr_nf0b3cRXaF1qg9raso1_250tumblr_nf0b3cRXaF1qg9raso2_250  tumblr_nf0b3cRXaF1qg9raso3_250tumblr_nf0b3cRXaF1qg9raso4_250

Ed è così che tutto ha inizio, i ricordi, il passato, le voci, i sussurri, gli sguardi. Amelia pensa di essersi ritrovata di nuovo ad un punto di partenza dopo aver mandato a monte la sua seconda possibilità di vita venendo a stare a Seattle e non sentendosi spalleggiata da suo fratello tutto questo non fa che ingigantirsi. E qua non posso che dire SANTO WEBBER SUBITO. Il supporto che quell’uomo ha dato alla donna è stato impagabile, quasi quanto uno scoglio per un naufrago, un consigliere inestimabile in un momento veramente difficile. E quando il suo stesso posto come capo del reparto di Neurochirurgia viene messo in discussione, quando Derek, suo fratello, avrebbe dovuto fare qualcosa…non lo fa. ECCO. C’è stato un momento di puro odio in quel preciso frangente ma tanto, TANTO odio.

tumblr_neyugxPAC81qlxhw8o2_500

E credevo che probabilmente sarebbe stata la fine per il suo personaggio nel mio cuoricino quando ecco che invece l’uomo riesce a stupirmi, e non è solo per via di quei flashback della loro infanzia, di quando loro padre venne ucciso brutalmente e lui, un piccolo bambino, si dimostrò forte per la sua sorellina. Il discorso finale, e il modo in cui Derek si sia posto davanti al consiglio mi hanno veramente fatto cambiare questo sgradevole sentimento nei suoi confronti. Da odio son passata quasi a pietà. Mi dispiace veramente vedere Derek così perduto, confuso, sconvolto, vederlo toccare il fondo eppure, purtroppo, è tutto vero. Il suo personaggio non sa più cosa vuole, non riesce più a riconoscersi, non sa più definire i propri limiti e tutto ciò è dimostrato perfettamente in quel lampo in cui ha considerato di prendere veramente il lavoro di SUA SORELLA. Amelia glielo fa notare, sono una famiglia, queste cose si superano e hanno veramente tanto in comune ma Derek deve CAPIRE come proseguire, come andare avanti, come ricominciare ad essere quell’uomo che conosceva. Personalmente spero che ci riesca dato che ultimamente non riesco proprio a sopportarlo.

tumblr_nezpypX8ej1snbsdno1_r1_250tumblr_nezpypX8ej1snbsdno2_r1_250 tumblr_nezpypX8ej1snbsdno4_r2_250tumblr_nezpypX8ej1snbsdno5_r1_250

E qui dico grazie a Shonda per aver portato un personaggio come Amelia in GA, un personaggio con tale potenziale, un attrice veramente favolosa e in grado di aggiungere qualcosa, di portare nuove dinamiche insieme alla sua triste storia e al suo carattere forte.

Per quanto riguarda Meredith e Callie, le due continuano a confrontare le loro vite così terribilmente simili. Callie alle prese con la separazione, con una figlia a cui non sa come spiegare che lei e la sua mamma non stanno più insieme, e Meredith che continua a chiamare dei time out con suo marito, che continua a mettere quei cosiddetti CEROTTI che invece le Calzona hanno strappato giusto qualche episodio fa. Anche loro stanno per arrivare ad una situazione di stallo e le condizioni di Derek lo fanno apparire veramente chiaro, per cui tutto ciò che può fare la donna oltre che consigliare suo marito sulla questione Amelia è concentrarsi sulla SUA di sorella. Maggie infatti è arrabbiata per la mancata cena, perché lei non conosce nessuno, vive da sola, si deprime ogni notte con tv e cibi monoporzione e aveva visto quell’uscita come un ottima occasione per approfondire le sue conoscenze. Ma anche se Meredith sostiene di non essere proprio un esperta nei rapporti con le sorelle, mentre la vediamo veramente molto vicina ad Amelia in un pessimo momento per lei, dopotutto la donna dimostra di tenerci alla nuova arrivata e replica la sua proposta di uscita. Vedo la luce per il suo personaggio finalmente, una Meredith che preferisco, una Meredith finalmente guardabile e comprensibile che finalmente forse sta riuscendo a superare la partenza della sua persona.

tumblr_nezxe8vLsy1qg9raso1_250tumblr_nezxe8vLsy1qg9raso4_r1_250  tumblr_nezxe8vLsy1qg9raso5_400

Caso 2) Prendere una DECISIONE

Far una scelta, in questo caso prendere una decisione è ciò che assilla Arizona per tutto il corso dell’episodio, sia per quanto riguarda la sua situazione con la Herman, situazione assai difficile, che per quanto riguarda la paziente di cui prendersi carico DA SOLA. E Arizona quella decisione la prende, e anche se non si rivela quella perfetta, quella in grado di salvare la situazione e di impedire che delle vite vengano stroncate, si rivela essere l’unica possibile.

tumblr_nez4if9A7p1qlxhw8o2_250tumblr_nez4if9A7p1qlxhw8o1_250

Vediamo la bionda sobbarcarsi i problemi della sua “insegnante” per tutto l’episodio, la vediamo indecisa, rabbiosa, confusa, correre da una parte all’altra sino all’inevitabile momento in cui decide di armarsi di bisturi e darsi da fare. Una donna e il suo bambino, è possibile salvarli entrambi? Purtroppo no. Complicanze nell’operazione rendono impossibile a lei e Graham (che non riesco a vedere al di fuori di Master of Sex) riuscire a riportare ad un uomo sia la moglie che sua figlia. Ed è straziante, è veramente straziante vedere una donna morire così sul tavolo della sala operatoria sotto lo sguardo disperato dei vari dottori ma purtroppo questa è la vita e come sottolineerà la Herman al suo ritorno non si sarebbe comunque potuto fare nulla. Per cui, quando a fine giornata la donna prende le difese di Arizona nonostante la sua sparizione per tutto il giorno e si dimostra così vulnerabile a causa della malattia, così sofferente, la bionda non può far altro che prendere in considerazione la sua proposta. Tutto quel sapere dopotutto non può andar perduto no?

Durante il caso vediamo collaborare ancora Alex e Arizona, proprio come ai bei vecchi tempi. E come sottolineo ogni volta fa bene rivedere questo rapporto lavorativo, di supporto, quasi di amicizia tra questi due che ben presto si ritroveranno anche a condividere un tetto (per la gioia di Jo). A fine episodio infatti assistiamo ad una scena stupenda, ricollegandosi infatti agli avvenimenti che hanno visto gli altri medici in azione, ritroviamo Meredith, Alex, la Pierce e Callie a condividere una birra e ricordi sul divano di casa Karev.

COME NON AMARE QUESTA SCENA? Tutto ciò che dicono, il modo in cui ridono e ricordano tutto ciò che gli ha legati in questi anni e anche il fatto che essenzialmente tutti son andati a letto con tutti. E O’Malley? OH O’MALLEY.

tumblr_nf0di5g0e01sl9d05o2_250

E proprio mentre ci si gode questa atmosfera sbuca Arizona, con una valigia al seguito e la richiesta di poter stare dall’uomo dato che ormai non ha più un tetto dove stare. Certo, Callie non sembra entusiasma della nuova guest della serata ma Alex non avrebbe mai potuto negare un posto alla sua bionda collega no? Quindi è proprio vero, praticamente tutti hanno davvero vissuto in quella casa!

tumblr_nez4abKW961qbkchxo1_250tumblr_nez4abKW961qbkchxo2_250  tumblr_nez4abKW961qbkchxo3_250tumblr_nez4abKW961qbkchxo4_250

Caso 3) Primo intervento/ Il ritorno della Bailey

Il ritorno della Bailey? Non è un caso che io abbia scelto queste parole per descrivere questa parte perché per un attimo mi è parso di rivedere la scintilla della Nazi che tanto, tanto amavo nelle stagioni precedenti. Quella Bailey quasi “cattiva” ma a fin di bene, per insegnare al meglio a coloro che verranno dopo di lei, per dare una visione reale di cosa significa essere un medico, un dottore fatto e finito. Ed è questo che deve capire Jo, che non può mettere in dubbio il suo lavoro in sala operatoria, perché è vero, è solo una specializzanda ORA, ma in futuro sarà un medico, forse uno brillante e eseguirà decine e decine di operazioni che dipenderanno solo da lei e dovrà essere SICURA di ogni decisione, di ogni procedura, di ogni passaggio. Anche se c’è spazio all’improvvisazione e alle insicurezze queste devono essere tenute sempre sotto controllo e con questa particolare “lezione” la Bailey ha solo voluto insegnare questo alla ragazza che secondo me continua ad avare grandi potenzialità. Voglio dire, il primo intervento da sola non si scorda mai no? La piccola Bailey lo ha reso ancora più indimenticabile riuscendo anche a strapparmi qualche risata!

E voi? Come avete trovato questo episodio? Vi siete commossi come me oppure vi siete (GIUSTAMENTE) controllati? Fatemelo sapere.

Io vi consiglio di far un salto in queste splendide pagine dedicate alla serie:

E vi lascio il promo dell’ultimo episodio prima della pausa invernale che si preannuncia tutto tranne che DRAMA FREE. OH SHONDA. Ci vediamo settimana prossima!

https://www.youtube.com/watch?v=ZOa51o5dRMc

Claw
Nata nel non troppo lontano 1994 si dimostra subito particolarmente affine ai programmi televisivi cominciando la sua vita da divoratrice pomeridiana e seriale di cartoni sino a scoprire il mondo delle serie tv. La memoria non è proprio il suo forte, il suo primo ricordo risale ad una notte passata in compagnia di tre bellissime streghe indaffarate ad eliminare il demone di turno. Fu amore a prima vista, e da Streghe si passò velocemente a Smallville e Buffy per poi venir letteralmente catapultata nel meraviglioso regno dei Telefilm! "Questa è l'ultima serie che comincio!" è la sua citazione più frequente anche se affascinata da qualsiasi cosa in cui si imbatte, non importa di che genere, si ritrova costantemente a doversi districare tra mille show e finisce con l'innamorarsi follemente di personaggi che solitamente non si ritagliano molto spazio o son destinati a far brutte fini! Alcune delle serie nella sua lista sono: Once Upon a Time, Doctor Who, NCIS Los Angeles, Grey's Anatomy, New Girl, The Vampire Diaries, Arrow, Revenge, Castle e tanti altri che vi risparmio per salvarvi da un elenco esageratamente lungo. Ossessiva compulsiva, dalla lacrima facile e dalla risata isterica ama criticare e commentare qualsiasi cosa la colpisca, solitamente senza alcuna ragione!

Related Articles

1 COMMENT

  1. Un altro episodio che ho adorato. Adorato perchè finalmente e ci tengo a sottolineare finalmente, Derek si è lasciato andare al suo lato umano e vulnerabile. Da quando ha rifiutato il lavoro a Washington, si era rifugiato dietro la maschera di onnipotenza per non affrontare il suo sentirsi perso e senza uno scopo. E adesso che è arrivato ad ammettere ciò che non va più in lui, spero tanto sia il suo punto di svolta.
    Da quando è arrivata, ho sempre pensato che Amelia merita più spazio e con questo episodio, sostengo ancor di più questa idea. E’ un personaggio complesso ma al tempo stesso stimolante.
    La scena del salotto a casa di Alex è stata bellissima. Ogni tanto questi tuffi nel passato ci vogliono perchè mi piace che vengano ricordati gli ex personaggi. E comunque, sì…il primo caso dei due coniugi è stato davvero emozionante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,376FollowersFollow

Ultimi Articoli