Grey’s Anatomy | Jerrika Hinton parla della scelta di Stephanie

Grey's Stephanie

Attenzione! L’articolo contiene SPOILER per la puntata di giovedì di Grey’s Anatomy. Leggete a vostro rischio e pericolo.

Nessuno può dire che Jerrika Hinton non abbia combattuto per il proprio personaggio.

Quando l’attrice ha letto il copione dell’episodio di questo giovedì e ha scoperto quello che sarebbe successo è rimasta di stucco: Stephanie avrebbe lasciato il proprio ragazzo, Kyle (Wilmer Valderrama), malato, con una lettera! “E adesso? Cosa fa?” ha raccontato di aver detto l’attrice con una risata. “Ho chiamato immediatamente i creatori e ho detto loro ‘sono sicura del fatto che tutti abbiano svolto il proprio lavoro e abbiano esplorato tutte le varie possibilità… Ma siamo completamente sicuri di voler far finire questa storia con una lettera alla Dear John?”

Alla fine Hinton ha accettato la decisione dello staf creativo, soprattutto quando le hanno ricordato il fatto che Stephanie tende ad evitare il confronto diretto. “Stephanie scappa dai suoi sentimenti,” ammette. “Non vuole confrontarsi con la fonte di tutto ciò che ha a che fare con le emozioni. L’abbiamo visto dopo quello che è successo con Jackson e April, quando faceva di tutto per evitare di incrociare Jackson… È quel tipo di persona che chiude tutto fuori. È come se avesse degli interruttori che l’aiutano a spegnere delle parti di lei quando ne sente il bisogno. È istinto di sopravvivenza.”

“Quindi, anche se Jerrika non farebbe mai una cosa simile,” aggiunge ridendo, “capisco perché Stephanie l’abbia fatto.”

Nel tentativo di adeguarsi davvero alle decisioni del suo alter-ego, Hinton si è messa a scrivere per davvero la lettera, per entrare meglio nella parte. “Anche se non la vedremo mai [la lettera], avevo bisogno che ci fosse un che di tenero e premuroso” spiega. “Allora mi sono seduta nel mio salotto e ho cercato di immaginare cosa avrebbe potuto contenere questo messaggio. Credo di aver ricominciato almeno venti volte, perché come si possono fare certe cose? È terribile. E poi ho richiamato i creatori e ho detto “Sapete che se vi mettete a scrivere questa cosa non ci riuscite?” [Ride] Ma alla fine ho trovato una versione soddisfacente.

“Tutto quel lavoro per una cosa che non vediamo” dice. “Ma, personalmente, avevo bisogno di sapere quello che diceva”.

Fonte

thisperfecttime
Valentina, classe 1991. Da piccola il suo appuntamento quasi-fisso era con Young Hercules e Xena L’addiction però è arrivata più avanti, con Lost. Ricorda un momento preciso, come un colpo di fulmine: accende la tv e appare un gruppo di persone a lei ancora sconosciute, una ragazza bionda prende la mano di un ragazzo e poi un’asiatica esclama: “Boat, Boat!”. Ecco, quello è stato IL Momento. Dopo aver recuperato telefilm che le erano inspiegabilmente sfuggiti (Buffy in primis) inizia a guardare un numero sempre crescente di serie tv, vecchie e nuove, (tanto i network “risolvono il problema" facendo stragi e cancellandone una buona percentuale) e ad affezionarsi, sempre e comunque, a quei personaggi destinati a tirare le cuoia nei modi più assurdi e dolorosi. Per ora fa la spola tra Gotham City e l’Enchanted Forest, tra il Seattle Grace e Central City, tra Baltimora e il salotto di Freddie e Stuart… Ma è sempre alla ricerca di nuove destinazioni.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,332FollowersFollow

Ultimi Articoli