Gotham | Star parla del destino del suo personaggio: “Nessuno è al sicuro”

gotham_s02e02_zabryna_guevara_still

[Attenzione: La storia contiene spoiler per il secondo episodio della seconda stagione di Gotham]

Lo showrunner Bruno Heller e Zabryna Guevara parlano del climax mortale della seconda puntata.

Se c’è una cosa che questi primi episodi della nuova stagione di Gotham ci hanno insegnato è che diventare un commissario di polizia è una brutta idea. Dopo che Loeb è stato obbligato a lasciare l’incarico da Pinguino (nella premiere della seconda stagione), Capt. Essen (Zabryna Guevara) ha preso il suo posto – per poi finire assassinata dai Maniax.

Per lo showrunner Bruno Heller, l’assassinio della Essen per mano di Jerome Velaska (Cameron Monaghan) indica che la situazione si sta facendo più drammatica. “Nel mondo di Gotham, ogni settimana capitano cose drammatiche e pazze, e gli ufficiali di polizia sonno abituati a vivere in un mondo fatto di tragedie e traumi e vittime. L’unico modo per coglierli di sorpresa è attaccare loro, i poliziotti”  ha raccontato a The Hollywood Reporter. “Non è che le morti dei civili non gli interessino, ma quando è qualcuno vicino a loro a morire, quando qualcuno viene nel tuo territorio e porta via una figura autoritaria come era il commissario Essen, allora la cosa si sente eccome”.

La morte della Essen, dice Heller, prepara il tracciato per l’arrivo del nuovo series regular Michael Chiklis, che, dal punto di vista della trama, prenderà il suo posto nei panni del Capitano Barnes, ma, cosa più importante, “fa sapere a tutti che, anche se Gotham è stata colpita duramente nel passato, i Maniax stanno alzando la posta in gioco – e lo sta facendo anche lo show.”

Ma Essen? THR ha raggiunto Guevara per discutere della sua uscita dallo show Fox, la morte del suo personaggio e il mondo che si sta lasciando alle spalle.

Dopo tutto, Essen non avrebbe mai dovuto accettare quella promozione

Sono certa che tutti abbiano avuto un momento di panico quando è stata nominata commissario! [Ride] E’ una di quelle cose tipiche dello show: più arrivi in alto, più sei in pericolo. Avete visto il sindaco, non è che lui se la passi bene! Nessuno è al sicuro, nessuno è escluso.

Quando hai scoperto che Essen sarebbe morta? L’hai scoperto prima di iniziare la seconda stagione?

All’inizio della stagione, sapevo che lei sarebbe morta in qualche modo, ma questo l’ho scoperto solo quando ho ricevuto i copioni. Sono stati due episodi conclusiva molto belli, che hanno dato al personaggio una grande fine.

Nella sua scena finale con Jerome, è chiaro che non si arrenderà senza lottare.

Cameron è un attore super intenso – un ragazzo adorabile, ma non è difficile immaginare le paure che [Jerome] può instillare nelle persone. Contemporaneamente, interpretare un personaggio che ha dimostrato di avere spina dorsale è estremamente fortificante – mi sono preparata alla scena come faccio con tutte le altre: Cosa voglio? Cosa sto cercando di passare all’altra persona? E questo è stato facile visto che Cameron si è impegnato al massimo.

Mentre lavoravamo agli episodi ho collaborato con i produttori per migliorare le scene, e in quella scena finale, ho aggiunto io la battuta in cui Essen dice “Lascerà sicuramente un segno”. Ho pensato “Sai cosa? Voglio che se ne vada in modo più pungente”

E’ un momento così drammatico, sopratutto perché è diventata una tra le persone che supportano di più Jim gordon nella GCPD, cosa che è cambiata dall’inizio dello show. Anche quando tu e Ben [McKenzie, che interpreta Jim Gordon] vi scontravate, ti aspettavi che sarebbe andata a finire così?

Sapevo che Essen sarebbe diventata un personaggio importante, ma non sapevo come si sarebbe evoluta. All’inizio sicuramente lei e Jim Gordon si sono fatti la guerra, lui con quel suo senso morale così forte, tanto da far vacillare chiunque all’interno della GCPD. Tutti stavano lavorando per mantenere lo status quo, ma poi è arrivato lui è ha dato uno scossone a tutto. Questo le ha creato dei problemi all’inizio, ma alla fine – ed è una cosa che si vede benissimo prima della fine della prima stagione – era completamente d’accordo con lui.

Se non fosse morta, che tipo di commissario sarebbe stata secondo te? Dici che sarebbe stata schiacciata dalle pressioni come Loeb?

No. Penso assolutamente che avrebbe continuato a spingere nella direzione voluta da lei e Gordon – liberare la città dall’apatia imperversante. Credo proprio che avrebbe provato a cambiare le cose, ma è stata eliminata prima di avere l’occasione di provarci.

Ora che i Maniax si sono portati via il capo delle forze di polizia di Gotham, cosa faranno, ritorneranno per il bis? – e quanto saranno devastati Gordon e Bullock mentre cercano di organizzare un contrattacco nei confronti di questa nuovissima minaccia per la società?

Fonte

thisperfecttime
Valentina, classe 1991. Da piccola il suo appuntamento quasi-fisso era con Young Hercules e Xena L’addiction però è arrivata più avanti, con Lost. Ricorda un momento preciso, come un colpo di fulmine: accende la tv e appare un gruppo di persone a lei ancora sconosciute, una ragazza bionda prende la mano di un ragazzo e poi un’asiatica esclama: “Boat, Boat!”. Ecco, quello è stato IL Momento. Dopo aver recuperato telefilm che le erano inspiegabilmente sfuggiti (Buffy in primis) inizia a guardare un numero sempre crescente di serie tv, vecchie e nuove, (tanto i network “risolvono il problema" facendo stragi e cancellandone una buona percentuale) e ad affezionarsi, sempre e comunque, a quei personaggi destinati a tirare le cuoia nei modi più assurdi e dolorosi. Per ora fa la spola tra Gotham City e l’Enchanted Forest, tra il Seattle Grace e Central City, tra Baltimora e il salotto di Freddie e Stuart… Ma è sempre alla ricerca di nuove destinazioni.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,332FollowersFollow

Ultimi Articoli