Gossip Girl | Recensione 6×10 – New York, I Love You – XOXO

E dunque ce l’abbiamo fatta. Siamo arrivati alla fine. Lacrime e applausi scroscianti.

Dopo sei lunghi anni di trash e glitter e amori epici e feste da urlo dobbiamo salutare Gossip Girl.

Bonnie & Clyde

Blair e Chuck lasciano che Bart cada giù dal tetto e tanti saluti. Per quanto il finale della scorsa puntata lasciasse un po’ a desiderare questa volta con delle inquadrature meno surreali è sembrata tutto più credibile e un filo più drammatico.

La polizia, ritrovato il corpo di Bart, cerca in tutti i modi di rintracciare i Chair ma i due, aiutati da Georgina, riescono a scappare in una pensioncina romantica lontana da tutti.

Vengono ritrovati dal buon vecchio zio Jack che cerca di aiutarli a fuggire dalla giustizia suggerendo un matrimonio. Blair ovviamente non vede l’ora

< Let’s celebrate è arrivato il Grande e Lieto Giorno in cui, non ci sono voti a Dio o padri psicopatici che tengano, se tromba! > Chuck ha qualche remora dato che dovrebbero sposarsi in tribunale, di nascosto e in fretta e furia, senza nessun amico e parente.

Infatti i due decidono di organizzare un matrimonio lampo in Central Park e sulle note di It’s time (recentemente cantanta in Glee dal mmmeraviglioso Blaine

Derena forever.

La bella biondona mozzafiato non è riuscita a partire per L.A. per via del mistico final chapter/dichiarazione d’amore eterno di Dan. Ecco ci sono state delle critiche al riguardo. Uno ti tratta a pesci in faccia per circa sei anni e tu comunque non appena ti fa leggere quattro righe d’amore crolli ai suoi pedi tutta intera. Che storia è mai questa?

Ma diciamo la verità, l’ammore è l’ammore e se ci dimentichiamo qualche storyline pessima (Dan e Blair, Dan e Georgina, Siirina e i vari manzi) possiamo fingere che il Derena sia sempre stata l’unica soluzione.

Who Gossip Girl really is

E qui la grande rivelazione. Per quanto tutti credessero fosse Dorota (le peggio risate) il final chapter di Dan non lascia spazio al dubbio. Lui è ed è sempre stao, fino alla chiusura del sito, per via dell’incidente di Blair e Chuck, Gossip Girl. Come twist plot devo dire che non è stato male anche perché le motivazioni psicologiche che hanno portato Dan a innescare tutta questa enorme farsa sono particolarmente interessanti e azzeccate. In un modo come quello ricco e patinato dell’Upper East Side in cui se non appari non ci sei il gossip è tutto e ancor di più far parlare di sé. Dan ha creato un “portone” perfetto per intrufolarsi in un mondo in cui altrimenti non sarebbe potuto mai entrare, si è costruito un personaggio, degli scandali, ha fatto in modo che tutti parlassero di lui e pian piano si è guadagnato il suo spot illuminato. Certo ha ingannato, spiato e rovinato moltissime persone ma in fondo non è quello che hanno sempre fatto anche Nate Serena Blair Chuck e Georgina? Anche loro hanno utilizzato il mezzo Gossip Girl per far parlare di sé e per svoltare le situazione in loro favore.

L’unica che forse avrebbe potuto lamentarsi davvero del comportamento di Dan sarebbe potuta essere la piccola J bandita per sempre dall’Upper East Side ma in realtà, a quanto pare, la ragazza è sempre stata cosciente della posizione del fratello e anzi l’ha sfruttata per andarsene, una buona volta, da un mondo che in realtà la intossicava e basta.

In tutto ciò quello che ho percepito di più è che, per quanto sia stato un piano meschino e a tratti crudele, ha funzionato e anche molto bene. Nonostante il male inflitto e subito i ragazzi sono usciti dal “tunnel” Gossip Girl cresciuti, consapevoli di tutto ma comuqnue uniti. Cosa che in fondo così negativo in fondo non è.

Quindi grazie Dan per aver creato un colossale intrigo solo per avere la tua dose di Van Der Woodsen quotidinana. < A riprova del fatto che gli uomini farebbero di tutto pur di mettere le mani su un pezzo di sgnacchera biondo e flessuoso >

Five years later

Il finale, gli ultimi dieci minuti sono per noi. La storia si era conclusa ma come avrebbero potuto i fan abbandonare l’Upper East Side senza sapere come sarebbe andata veramente a finire? Come potevamo salutare tutti senza accertarci che stessero tutti bene?

Quindi i cari carissimi (maledetti) Josh e Stephanie hanno deciso di concederci dieci minuti di per sempre felici e contenti. Cinque anni dopo dunque Blair e Chuck hanno sfornato un pargolo in giacca e cravatta ( e fiore all’occhiello, non sia mai che..), Nate è un super figo che si sta per candidare come sindaco di New York ( per carità Dio ce ne scampi!) e Dan e Serena stanno coronando l’ennesimo sogno d’amore degli shipper. Insomma anche loro si sposano quindi ragazzi, così è, tutto è bene quel che finisce bene (anche Georgina e il buon vecchio Jack sembranno essersela spassata alla grande negli ultimi cinque anni).

Unica nota dolente Lily e Rufus che limonano (AGAIN) e l’awkardness di una famiglia in cui madre e figlia sono sposate con padre e figlio. Ma se sta bene all’Upper East Side magari lo faccio anch’io!

Insomma se non ci credete fareste bene a prendervi un secondo e immagazzinare il fatto che Gossip Girl è finito e che quindi un po’ di vuoto rimane.

A me, per quanto le ultime stagioni siano stae un po’ così, mancherà tremendamente l’Upper East Side e gli intrighi ghiozzi e le alcrime facili quando Blair e Chuck s’incontravano e si giuravano amore eterno.

Per i veri nostalgici comunque Telefilm Addicted si è data da fare, vi consiglio vivamente quindi, se non sapete come colmare il vuoto e volete sentirvi compresi, di andare a leggere lo Speciale WANNABE Gossip Girl.

Ps: Due paroline sulla retrospettiva.

Se non l’avete vista, guardatela. E’ quel contentino in più per tutti quelli che per sei anni si sono nutriti di Gossip Girl costantemente e, per quanto, nell’ultimo periodo se ne siano un po’ stufati, hanno davvero amato lo show. I protagonisti e Josh Schwartz e Stephanie Savage raccontano soprattutto le sensazioni dello stare su un set come quello di Gossip Girl e del partecipare alla creazione di un’incona (negativa o positiva, piacevole o rivoltante questo sta a voi deciderlo).

Inoltre la carrellata di scene delle vecchie stagioni sparse qua e là alimenta un po’ la nostalgia e se siete dei romanticoni appassionati non vi farà che piacere.

(Michelle Trachtenberg rimane comunque la più simpatica e folle tra tutti ).

Dunque mie i cari Upper East Siderrr da qui è tutto.

Vi saluto con un po’ di tristezza. ( Magari mo’ vado a rivedermi il pilot di GG giusto per darmi il colpo di grazia finale)

You Know you love me

Xoxo

Paperajack

3 comments
  1. scusate, ma sono l’unica a cui sembra che Lily e Rufus non si siano rimessi insieme? E’ vero che si baciano, molto velocemente, ma poi si allontanano subito e si siedono ai due lati opposti del divano, Rufus mette anche il braccio intorno alle spalle della tipa con i capelli castani e Lily si siede accanto al padre di Serena. Io non ho affatto avuto la sensazione che Lily e Rufus stessero insieme, per niente.

  2. In realtà non ho capito bene se sono tornati insieme o se sia stato solo un gesto d’affetto però mi è sembrata un po’ fuori luogo, anche in rispetto ai possibili nuovi (?) mariti e mogli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.