Game of Thrones | Kit Harington parla della battaglia di Hardhome

game-of-thrones-03

Game of Thrones ha appena svelato una delle scene d’azione più grandi della sua storia. Ma a differenza delle altre battaglie dello show negli anni precedenti, questa sequenza è arrivata quasi senza alcun preavviso. La guerra dello scorso anno a Castle Black e la Battaglia delle Acque Nere della seconda stagione erano scontri che i personaggi si aspettavano molto tempo prima. La sequenza di Hardhome si piazza tra le scene più straordinarie dello show, con Jon Snow (Kit Harington), Tormund (Kristofer Hivju) e un accampamento di Bruti che vengono attaccati dagli Estranei.

“Ci sono volute dalle tre alle quattro settimane per una scena che supera di poco i 20 minuti,” ha detto Harington. “Abbiamo girato meno di un minuto al giorno! E’ così pieno di CGI, è diverso da qualsiasi cosa abbia fatto in Game of Thrones. Sono sempre stato orgoglioso del fatto che lo show non esageri mai con gli effetti speciali, ma in questa sequenza hanno dovuto farlo. Credo sarà spettacolare.”

La premessa: Snow e Tormund arrivano al remoto avamposto sul mare di Hardhome, con Snow che spera di unire i Bruti e i Guardiani della Notte per difendere il regno dalla minaccia degli Estranei. Lì incontrano una capo tribù bruta di nome Karsi (l’attrice danese di Pitch Perfect 2, Birgitte Hjort Sørensen) mentre cercano di convincere le altre tribù a tornare con loro alla relativa sicurezza di Castle Black. Poi la temperatura cala, e inizia il caos.

“Ho girato ogni scena tre volte,” ha detto Harington. “La prima volta contro un uomo in una tuta proiettabile sullo schermo verde, la seconda con un uomo che non indossava una tuta verde, ma era stato truccato per apparire come un morto, e la terza volta dovevo semplicemente combattere senza un avversario, colpendo l’aria. Ha dato loro l’opportunità di scegliere l’opzione migliore a livello visivo. La battaglia di Castle Black nel nono episodio dello scorso anno è stata la più difficile che avessi fatto. Questa è stata due volte più difficile. E’ stata estenuante.”

La sequenza ha richiesto circa 400 comparse e 50 stuntmen. Harington ha fatto notare che la produzione è stata anche aiutata da un budget più ampio per questa scena di battaglia, rispetto alle stagioni precedenti. “Penso che la HBO abbia capito che per mantenere le persone interessante allo show, le parti importanti debbano essere più grandi di quelle precedenti,” ha affermato Harington. “Se fosse un racconto classico, allora questo sarebbe il punto in Game of Thrones dove tutto è al suo momento più oscuro, dove niente sembra possa andare bene e che tutto sia perduto – quello è il punto in cui siamo con l’episodio 8.”

 

Fonte

1 comment
  1. Una battaglia resa in modo davvero eccezionale! È quasi un peccato che non esista la sua controparte nei libri. Hanno fatto davvero un ottimo lavoro con Hardhome… i migliori 20 minuti di questa stagione, fin ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.