Game of Thrones | George R. R. Martin e il finale “di riserva”

Game-Of-ThronesGeorge R.R. Martin ha detto che sa già in che modo finirà Game of Thrones. Infatti lo ha già confidato agli showrunner David Benioff e D. B. Weiss nel caso in cui gli succedesse qualcosa e non riuscisse a concludere la saga.

Mentre attendono con ansia The Winds of Winter, il prossimo volume di A Song Of Ice and Fire, i fans possono però stare tranquilli: Martin ha un finale di riserva per la serie nel caso in cui non riuscisse a proseguire con la scrittura. Come spiega alla trasmissione web Empire Magazine, si è già immaginato una semplice risoluzione, anche se c’è ancora molto da scrivere.

“Due LUNGHI libri. 1500 pagine manoscritte ciascuno, quindi 3000 pagine. Penso di avere del buon materiale. Sai, se sarò davvero alle strette, ho già stabilito che userò la cometa rossa. Posso fare in modo che colpisca Westeros e spazzi via ogni forma di vita” scrive. Conoscendo le sue esperienze passate con le cose rosse [il Red Wedding, n. d. t.], è improbabile che stia scherzando.

Martin risponde anche alla domanda su quando sarà finito Winds of Winter con un “Quando sarà finito!” e alla domanda se sa come proseguirà A Song of Ice and Fire. Risposta breve: lo sa.

“Odio gli abbozzi. Ho un’idea generale di come andrà la storia; so quale sarà la fine, so quale sarà la fine dei personaggi principali e so quali saranno le svolte e gli eventi più importanti dei libri, quali saranno i climax di ogni libro, ma non so necessariamente quali saranno tutti i colpi di scena lungo il tragitto” spiega. “Si tratta di qualcosa che scopro durante la scrittura ed è quello che rende piacevole la stesura del libro. Penso che se facessi un abbozzo e mi ci attenessi scrivere sarebbe noioso”.

Voi che cosa pensate del finale “alternativo” prospettato da Martin?

Fonte

Cecilia
Con il corpo è in Italia, con il cuore è in Giappone, con la testa è negli USA. Ritiene di avere ottime potenzialità come sceneggiatrice di “finali alternativi” e come moglie di attori talentuosi e affascinanti (magari con l’accento british e le fossette). In una serie cerca persone e non semplici personaggi, mondi più che location, non un sottofondo ma vere e proprie emozioni musicate, vita, non una storyline. Nel suo universo ideale la birra è rossa e il sushi è in quantità abbondante, le Harley Davidson sono meno costose, la frangia non è mai né troppo lunga né troppo corta e il suo favorito arriva incolume al finale di serie. Forse ha troppi smalti, mentre per i tatuaggi, i cani, i gadget di Spongebob e i libri troverà sempre il posto. Tiene pronti la balestra, i viveri e l’hard-disk zeppo di serie: l’Apocalisse Zombie non la coglierà impreparata!

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,376FollowersFollow

Ultimi Articoli