Friday Night Lights | Ci sarà mai un film? Kyle Chandler dice…

Friday-Night-Lights_612x380I fan devoti di Friday Night Lights sono in astinenza dal 2011, quando lo show è terminato. Voci di corridoio si sono rincorse fin da allora, riguardo la possibilità di una reunion sul grande schermo. Ma Kyle Chandler – che ha ottenuto un Emmy per la sua interpretazione nel ruolo del Coach Eric Taylor – mette queste voci a tacere: “E’ finito così bene, è finito meravigliosamente,” dice. “E sono stato più che contento di finirlo quando è successo, perché non si poteva andare oltre.”

Chandler, nel cast della nuova serie di Netflix Bloodline (in onda dal 20 marzo), è rimasto in contatto con i colleghi e la crew di FNL. Anche se lo show riguardava apparentemente la squadra di football del liceo, la ricchezza dei personaggi e del Coach Taylor e la sua vita domestica con la moglie Tami (Connie Britton) sono le cose che hanno affascinato di più il pubblico. Questi aspetti sono i ricordi si Chandler più belli dello show. “Ogni volta che Connie veniva e mi diceva che avevo sbagliato o chiamarmi un idiota o scuotere la testa chiedendosi perché mai mi abbia sposato – lo amavo,” dice.

La loro chimica sullo schermo era innegabile, una cosa che lui attribuisce al fatto che lui e Britton provavano la stessa cosa: “Sapevo che se fossi caduto all’indietro, lei mi avrebbe preso prima che sbattessi la testa, e lei sapeva la stessa cosa.”

Chandler ha anche apprezzato lo spirito collaborativo durante le riprese – specialmente durante i famosi discorsi d’incoraggiamento alla sua squadra. “Mi piaceva fare quei discorsi da spogliatoio,” dice. “Era una sorta di energia collettiva che si sprigionava. Faceva un po’ paura perché non sapevo cosa li rendeva magici. Ma era una specie di forza esterna – si urlava “Clear Eyes, Full Hearts” e la magia accadeva.”

 

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.