Flashrecaps #10 | Marvel’s Agent Carter, Jane The Virgin, Scandal, Scorpion

Marvel’s Agent Carter 2×04 – Smoke & Mirrors
Agent CarterGiunti a questo punto della storia, credo che sia inevitabile riconoscere quanto Agent Carter rappresenti uno dei più brillanti esempi televisivi di “girl power”, un elogio evidentemente senza tempo allo straordinario potenziale della donna, al suo coraggio nell’affermarsi in un mondo che non la considera, alla sua determinazione nel camminare controsenso in una folla di uomini troppe volte omologati. Peggy Carter vs Whitney Frost, Margareth Elizabeth Carter vs Agnes Cully, il quarto episodio della stagione ci mostra i percorsi paralleli di due donne più simili di quanto siano disposte ad ammettere, due donne la cui incredibile intelligenza viveva al sicuro ma celata dietro la loro bellezza. Grazie a un affascinante gioco di flashback, abbiamo la possibilità di conoscere Peggy Carter nella sua vita precedente all’SSR, una vita in cui nonostante iniziasse a conoscersi per davvero, Peggy aveva scelto di essere ancora Margaret, una donna normale, ordinaria, perché nessuno a parte suo fratello Michael l’avrebbe mai vista o accettata per la persona che era in realtà. Allo stesso modo, anche la giovane Agnes sopprimeva il suo immenso potenziale sotto un bel viso spesso imbronciato, sognando una realtà in cui il suo genio sarebbe bastato per portarla via dalla sua ordinarietà. Ma mentre l’influenza di Michael rappresenta per Peggy la spinta decisiva per diventare la donna che sapeva di poter essere, Agnes abbraccia il cambiamento come unica via di fuga, accettando finalmente la sua bellezza ma solo come una maschera che le avrebbe permesso di ottenere tutto ciò che aveva sempre desiderato. Ormai adulte e indipendenti, Peggy e Whitney accettano pienamente ciò che sono diventate, incrociando per la prima volta i loro percorsi così simili, e in quel momento tutti gli uomini che le circondano, i potenti dell’Arena Club, i coraggiosi dell’SSR e i geni dell’Isodyne Energy, diventano soltanto comparse in un duello a cui erano destinate e che soltanto loro avrebbero potuto affrontare.

Marvel’s Agent Carter| Flashrecap 2×05 – The Atomic Job
Agent-Carter_Showsheet-e1418850203260Così com’era successo in precedenza, anche l’ultimo episodio di Agent Carter focalizza la sua attenzione sul confronto tra forze parallele e questa volta si comincia dai due personaggi che condividono il legame maggiore con la travolgente Zero Matter. L’evanescente dott. Wilkes e la nuova Whitney Frost vengono infatti “richiamati” dalla forza attrattiva della sostanza, in parte ancora presente nel corpo della sua prima vittima, ma è il modo in cui entrambi rispondono a questa chiamata a differenziarli completamente. Ancora una volta purtroppo, Whitney sembra essere un passo avanti alla squadra di Peggy, privando così Wilkes di una possibile cura ma aprendo nello stesso tempo il secondo confronto, quello contro Peggy Carter. L’aver origliato il piano successivo della sua nemesi infatti posiziona Peggy nuovamente sul suo stesso percorso in quella che diventa una vera e propria gara in cui ogni mezzo è lecito per mettere le mani su quelle particolari testate atomiche in grado di ricreare la stessa esplosione che aveva dato vita alla Zero Matter la prima volta. Mentre Whitney si avvale di appoggi criminali, sostenuta da un riluttante e sempre più spaventato marito, Peggy viene affiancata dagli unici agenti dell’SSR di cui si fida, mettendo in luce Rose e presentandoci il più degno antecedente di Leo Fitz, il dott. Samberley. Costantemente protetta da Jarvis e accompagnata anche dal leale Sousa, Peggy sperimenta per la prima volta il duello corpo a corpo con Whitney, uscendone purtroppo gravemente ferita e in seguito salvata solo grazie alle cure di Violet che purtroppo apre anche gli occhi sui veri sentimenti di Daniel. Se Peggy e le testate atomiche sono al sicuro, lo stesso non si può dire nel finale del dott. Wilkes che ricomincia a perdere ogni aderenza con la realtà.

-Walkerita

Jane The Virgin | Flashrecap 2×11 – Chapter Thirty-Three
Jane The VirginEpisodio veramente ricco, sentimentalmente parlando. Tutti devono affrontare i propri sentimenti, che si tratti di rendersi conto che qualcuno non ha ancora dimenticato il proprio ex, o di avere visioni differenti della vita, o… di essere attratte (e ricambiate) dal proprio professore. Bellissima la dichiarazione d’amore di Rogelio a Xiomara; pienamente nello stile del personaggio, e veramente toccante. Che questi due siano endgame non ci sono dubbi, perciò l’ostacolo “figli” non mi spaventa; al contrario, è un sollievo vedere finalmente Xiomara pretendere spazio per se stessa, dopo essere stata relegata per troppo tempo. Tenero Rogelio con il nipote: nonostante l’egocentrismo, ha sempre tenuto alla sua famiglia, e con il bambino è uno spettacolo. Tenerissima anche Petra, che ha fatto passi da gigante ed è sempre più simpatica, e un capitolo a parte se lo merita il professor Chavez. Non è la prima volta che Jane si propone di perdere la verginità, e già da qualche episodio il professore ha saputo farsi amare, ma gli autori davvero sceglieranno lui, e non Michael o Rafael, per farle perdere la verginità? E procede anche il mistero di Mutter, che sforna in rapida sequenza colpi di scena degni delle migliori soap opera, e ora, con il ritorno di Rose, promette di essere più vivo che mai. A metà stagione, questa serie sa mantenere viva l’attenzione.

– Eilidh

Scorpion | Flashrecap 2×16 – Fractured
ScorpionIl titolo di questo episodio non si riferisce solo al terremoto che scuote LA ma anche e probabilmente alla particolarità di questo episodio: il team, per la prima volta, DIVISO. Con un inedita impostazione della situazione infatti il gruppo, per varie ragioni, si ritrova a dover lavorare in modo separato accoppiando Toby e Walter (rei di non aver fatto altro che litigare nell’ultimo periodo), Ralph e Sly (per via di un permesso speciale dalla mamma iperprotettiva dell’anno) e infine lasciando Cabe da solo con le due donne del team. Nonostante i vari problemi e le difficoltà del dover agire in situazioni di pericolo senza il sostegno degli altri alla fine il pericolo viene ancora una volta sventato, anche grazie all’ottimo lavoro di squadra che il team Scorpion riesce sempre a mettere in atto. I passaggi importanti di questo episodio, che porta avanti, più di altri, la trama verticale dello show, son in primis il rapporto Toby/Walter, con quest’ultimo che si lascia andare ai sentimenti e ammette di non sapersi comportare con le altre persone ma di non essere disposto a perdere un amico e la rivelazione di Toby di star tentando una sorta di sabotaggio in quanto la vita sembra finalmente sorridergli. Troviamo poi il lavoro impeccabile di Ralph, ormai sempre più lanciato verso un posto fisso nel team, magari semplicemente anche solo come supporto. E come gran finale LA SCENA TRA QUINN E HAPPY, con i due che si lasciano andare veramente ai loro sentimenti, niente più freni. Io son impaziente di sapere che ne penserà il team (Walter soprattutto) e come procederà la cosa e voi?

– Claw

Scandal | Flashrecap 5×10 – It’s Hard Out Here for a General
Scandal_SHOWSHEET-e1410468355123Well, well, well Gladiators, bentornati all’appuntamento settimanale con lo show più Scandaloso di sempre! Questo ritorno a parer mio è arrivato un po’ in sordina, mi aspettavo qualcosa di più wow dati i pochi indizi nei vari promo. A partire dai cambiamenti nei personaggi: si notano eccome, ma ancora non ci sono stati spiegati e sinceramente questa non era una cosa che volevo esplorare a suon di flashback, ma volevo godermela mentre accadeva. A quanto pare non sarà possibile capire perché Olivia ha cominciato a vestirsi di colori sgargianti e Fitz chiama Abby alle 2 del mattino per dirle che ha voglia di cheeseburger, o almeno non tanto presto. L’episodio è scorso un po’ a rilento a mio avviso, salvo qualche gustosa scena (no, non sto parlando di Scott Foley senza vestiti). A proposito di Jake, ce lo vogliamo chiedere un bel perchè? Perché con tutti i punti di forza dello show dobbiamo puntare all’unico che non può portare da nessuna parte se non in un posto chiamato NOIA MORTALE? Il triangolo amoroso è uno degli espedienti narrativi più sfruttati degli ultimi anni e posso onestamente dire che non c’è mai stata una serie tv in cui mi sia piaciuto? Va bene per una stagione, ma qui ci stiamo giocando l’intero show a forza di tirarlo in ballo. Secondo me Scandal è molto di più del back ’n’ forth tra le ship, e mi piacerebbe tornare ai tempi della terza stagione dove avevamo delle trame orizzontali killer e anche i casi settimanali erano interessanti. Per il momento non voglio sbilanciarmi in negativo, devo ancora inquadrare bene la situazione, però non sono del tutto soddisfatta.

– xsunsetbeauty

Lestbluehttp://www.youtube.com/Lestblue
Lestblue, giovane archeologo che ha scoperto la sua passione per i telefilm all’età di 8 anni grazie a Beverly Hills 90210. I telefilm (tutti) sono la sua droga. Soffre di shopping compulsivo e non manca mai di comperarsi l’ultimo cofanetto di una qualche serie tv che lo ha stregato. Telefilm preferiti : Buffy, Six Feet Under, Criminal Minds, OZ, Nip/Tuck, Big Love, Xfiles e i Soprano. Una volta ha creduto di sentire le voci come Melissa Gordon poi ha scoperto di essersi addormentato con l’ipod acceso.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
2,879FollowersFollow

Ultimi Articoli