Doctor Who | L’ottava stagione sarà più simile alla serie classica

filming

Ben Wheatley, che dirige i primi due episodi della nuova stagione di Doctor Who, ha rivelato che lo show tornerà allo stile dell’era “classica”.
Il regista di The Sightseers ha detto a io9:”Oh sì, penso che Doctor Who sia alquanto oscuro. Di solito è oscuro, lo è sempre stato. Anche nelle versioni più moderne. Se guardi agli episodi di Tom Baker, è oscuro in maniera particolare. Quando lascia Leela – che è un’assistente davvero molto amata – lui semplicemente ride dopo. Non c’è nessuna disperazione o pianto. Ride e basta e “avanti col prossimo”, insomma. E’ uno show pazzo. E’ un mostro.”
Accennando al tono dell’ottava stagione, punzecchia dicendo: “Avere un’unità che va avanti per otto anni [della nuova serie]… E’ da pazzi. Hanno fatto di tutto, hanno provato qualsiasi cosa. Gli episodi che stiamo facendo ora mi danno l’impressione di essere più vicini al Doctor Who classico. Stiamo tornando a quello stile. Ma dovrete aspettare e vedere.”
L’episodio 1 è stato scritto da Steven Moffat e l’episodio 2 dal rientrante Phil Ford (‘The Waters of Mars’).
Wheatley ha anche parlato di come ha ottenuto il lavoro in Doctor Who: “E’ qualcosa che ho cercato. Ho detto al mio agente di assillarli, perché ero un fan quand’ero bambino, ma anche perché mio figlio era un fan dello show e volevo fare qualcosa che potesse vedere, tanto per cambiare. E’ stato quello. Ed è stata una cosa molto nerd. Sono entrato nel TARDIS, ho tenuto in mano il Cacciavite Sonico l’altro giorno ed è stata un’emozione particolare. Tutto questo genere di cose. E anche cose di cui non posso parlare che sono state molto, molto eccitanti per me.”

Le riprese dell’ottava stagione sono in corso a Cardiff e la messa in onda è attesa per il mese di Agosto.

Fonte

Meta
Chiara, classe 1990. Incapace di vivere senza telefilm, musica, libri e film, ha iniziato a sviluppare una passione per il teatro. Predilige la lingua originale, ma sogna da sempre di entrare nel mondo del doppiaggio - magari per riportare gli adattamenti sulla retta via. All'inizio di ogni stagione telefilmica si impone di non iniziare nuove serie e sistematicamente si ritrova ad allungare la già infinita lista. Non ha un genere preferito, l'importante è che coinvolga ed intrattenga. Si affeziona troppo ai personaggi di fantasia e parla di loro come se fossero persone reali. Adora tutto ciò che è british - potrebbe passare ore ed ore ad ascoltare uomini britannici dalla voce suadente mentre leggono l'elenco telefonico - si diverte a imparare i vari accenti e cerca con scarso successo di imitarli; nel suo cuore c'è un posto riservato anche per USA e Canada. Quando Photoshop chiama, non può far altro che rispondere e darsi ai lavori di grafica e, nei momenti di ispirazione, crea anche video. Ogni tanto scrive fanfiction, ma più che altro le piace leggerle. E sì, le ship e le OTP fanno parte della sua vita, ma le usa con moderazione. Le piace viaggiare e visitare posti nuovi, ma nella vita di tutti i giorni è una pantofolaia. Nonostante il suo costante desiderio di fuggire da una realtà a cui non sente di appartenere, ama profondamente la sua famiglia. Ringrazia sempre il giorno in cui fece amicizia con un gruppo di pazze sparse per l'Italia, che sono diventate la sua famiglia virtuale. Ha incontrato David Tennant due volte in due giorni ed è ancora viva. E' rimasta in silenzio ad ammirare la sua celebrity crush tenere un'intervista a pochi metri da lei. Quando si sente giù di morale, ascoltare i rumori del suo modellino di Tardis la fa sentire meglio. P.S.: E' più pazza di quello che sembra. Uomo avvisato...

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,429FollowersFollow

Ultimi Articoli