Damien | Glen Mazzara parla del figlio di Satana, ormai adulto

160305-news-damien

Il panorama televisivo del momento è inondato di storie riguardanti persone normali alla scoperta delle loro straordinarie abilità. Damien di A&E però lancia il genere dei super eroi in una nuova direzione, in quella che è una serie horror firmata dallo showrunner di Walking Dead, Glen Mazzara.

È vero che Damien tratta di un adulto alla scoperta del potere che ha dentro di sé – ma stavolta questo potere nascosto è il fatto che lui sia l’Anticristo, e che il suo compito sia quello di portare la fine del mondo. Abbastanza diverso dalla forza sovraumana o dall’abilità di volare, no?

“Sentivo che un uomo che deve fronteggiare sia il suo passato, sia il suo supposto destino, fosse interessante, specialmente se nessuno di essi è appagante o soddisfacente,” ha detto Mazzara a TVGuide.com. “Il fatto che stia scappando dal proprio passato, e che sia destinato a portare l’Apocalisse, la fine del mondo che conosciamo… è straordinario. È un potere che potrebbe volere come potrebbe non volere. Come ci si comporta in questi casi? Lo vedremo cercare di venire a patti con tutto questo.”

Mazzara ha detto che il personaggio di Damien (interpretato da Bradley James di iZombie) è diverso da tutti quelli che ha maneggiato finora.

“La maggior parte delle storie che ho scritto in passato trattavano di persone che cercano una via di fuga,” afferma Mazzara. “L’unicità di questo personaggio è che lui non può scappare. Se si arrende a ciò che dovrebbe essere finirà per distruggere tutti quelli che conosce ed ama. Se combatte la sua natura, finirà comunque per distruggerli, perché porta addosso il peso del proprio destino. Quindi non ha opzioni positive. Non potrebbe esserci nulla di più serio in gioco, e penso sia una sfida molto interessante da portare avanti.”

La serie riparte 25 anni dopo la fine di The Omen, e ci mostra Damien nei panni di un fotografo freelance che ha base in Syria. Di certo non sembra il figlio di Satana – nella première aiuta signore anziane, documenta le atrocità della guerra e via dicendo. Nel giorno del suo trentesimo compleanno però, iniziano ad accadere cose strane – ad esempio l’anziana signora che ha aiutato si rivela posseduta da un demone, ed è tormentato da flashback disturbanti sulla propria infanzia. Oh, e le persone intorno a lui iniziano  a morire.

In altre parole, nessuno è al sicuro in Damien – e non penso sia una sorpresa per i fan di Walking Dead. Ma Mazzara, che ha lasciato lo show a tema zombie di AMC nel 2012 in seguito a una disputa circa la direazione creativa dello stesso, dice che l’approccio alle morti sarà molto differente in Damien.

“L’idea di uccidere i personaggi per ottenere una reazione di shock è trita e ritrita ormai, e non vogliamo prendere una direzione che gli spettatori potrebbero prevedere,” sottolinea. “Il fatto divertente è che qui non esiste una sola causa per le morti. Non c’è una minaccia concreta. Satana ha moltissimi assi nella manica, e ci sono innumerevoli minacce per Damien e tutti quelli che lo circondano. Quindi sì, questo è uno di quegli show in cui nessuno è al sicuro, ma non ci sarà necessariamente un numero di cadaveri pari a quello di altri show. Credo sia un altro degli aspetti interessanti con i quali possiamo giocare e sperimentare.”

Inizialmente Damien era stato ordinato da Lifetime e programmato per il 2015. Poi è stato spostato su A&E e posticipato, in modo che il network potesse accoppiarlo alla sua altra serie horror, Bates Motel – “due personaggi iconici, spalla a spalla,” come ha affermato Mazzara.

“Io e gli autori abbiamo sistemato insieme tutti i pezzi del puzzle,” spiega Mazzara. “Non vogliamo annoiare gli spettatori con la storia del suo passato. Ma lo mostreremo incastrandolo dove è più opportuno nel corso della storia. Questo è l’inizio di un racconto che è stato pensato per avere più stagioni. Se proprio devo essere onesto, ci sono più idee e più storie da narrare rispetto ad altre serie che ho visto.”

Damien debutterà stasera su A&E.

Eccovi il trailer della serie:

Fonte

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.