Covid Series: Le Serie TV che Parlano del Coronavirus

Le Serie TV che Parlano del Coronavirus

L’anno 2020 rimarrà impresso nelle vite di tuti noi per molti motivi, ma il primo tra tutti non serve nemmeno nominarlo. Nel giro di pochissimo tempo la nostra quotidianità è cambiata radicalmente, sul lavoro, con gli amici, per fare gli acquisti, viaggiare.. e il mondo intero si è dovuto adattare alla presenza di una cosa così infinitamente minuscola quanto potente: il Covid-19.

Mascherine, distanziamento sociale, meeting online, didattica a distanza sono parole che sono entrate prepotentemente nel nostro vocabolario, così come alcuni gesti quotidiani che fino a un anno fa non avremmo mai pensato di dover eseguire centinaia di volte al giorno (lavati le mani – usa il gel per sanificare – metti la mascherina – abbassala solo quando sei da solo – apri la finestra – “in questa stanza siamo in troppi”).

E tutto questo è diventato la nostra normalità – per ora!

Tanto normale che non appena accendiamo una puntata di Friends parte il pensiero “Ma cosa ci fanno seduti tutti vicini?” – “Perché non hanno la mascherina?” – “Oddio hanno bevuto dalla stessa tazza!”.

Ebbene, per chi si preoccupa del distanziamento tra Joey e Phebe c’è la soluzione. Alcune produzioni hanno accettato la sfida di portare sul set la nuova realtà in tutto e per tutto, riadattando in corso d’opera la scrittura della nuova stagione. Quindi, se siete stufi di scagliarvi contro lo schermo ad ogni stretta di mano eccovi l’alternativa alla vostra rabbia:

SUPERSTORE

Eravamo tutti al corrente dell’imminente dipartita di Amy, ma la produzione ha saputo giocare bene nell’apertura della sesta stagione introducendo un nuovo personaggio che catalizza tutta l’attenzione: benvenuto coronavirus!

La serie è sempre stata attenta a riflettere gli eventi più intensi della nostra epoca, ed è proprio la chiave comica che aiuta a portare sullo schermo anche questo buio capitolo delle nostre vite. Attentissima a non ridicolizzare lo stato di emergenza, ci fa spettatori di alcune tra le scene più assurde a cui tutti abbiamo assistito in questo periodo, dalla “crisi della carta igienica” ai negazionisti. Il tutto rigorosamente a distanza e con i giusti dispositivi!

Le Serie TV che Parlano del Coronavirus: GREY’S ANATOMY

Giunti ormai alla millesima stagione (17esima dai) sembrava non ci fosse più nulla di cui parlare al Grey Sloan Memorial Hospital: bombe, disastri aerei, innumerevoli incidenti tra auto/traghetti/treni, incendi, sparatorie… Nella checklist di Shonda non rimaneva più nulla, finché il 2020 non ha deciso di regalarle una nuova, brillante idea per la stagione.

Shondaland ha preso la palla al balzo: quale genere avrebbe potuto rappresentare al meglio una pandemia se non un medical drama!? Ed eccoli tutti lì, dietro le visiere, i camici, i guanti e i caschi a cui già eravamo abituati ma ora ancora di più. I chirurghi di Seattle sono sempre in prima linea e mostrano, stavolta in modo ancora più drammatico, ciò che accade ora dietro le porte di un ospedale.

La vecchia Grey’s Anatomy ci tiene a far sapere che è ancora una buona occasione per salvare delle vite (understand the reference!)

THE GOOD DOCTOR

Anche il San Jose St. Bonaventure Hospital si trova avvinghiato dalla morsa della pandemia. La quarta stagione si apre con un episodio in due parti dedicato all’epidemia da coronavirus, e il dottor Shaun Murphy dovrà mettere in campo tutte le sue forze e la sua intelligenza per allontanare il virus dalla città.

Un breve ma intenso spaccato della realtà, che si conclude con il secondo atto della premiere. La trama riprende con il terzo episodio, tornando ad una sorta di normalità che tutti speriamo di poter rivivere presto.

Anche altri show riadatteranno la propria trama in seguito a questo anno funesto, tra cui: New Amsterdam, che tratterà una serie di conseguenze legate al Covid-19 come diseguaglianze, i movimenti antivaccinisti e gli episodi di violenza verso chi lavora in prima linea; 9-1-1: Lone Star: l’attrice Gina Torres si unirà al cast nel ruolo di paramedico, di ritorno dal suo ritiro in seguito alla pandemia che ha stravolto la sua vita; NCIS: NEW ORLEANS: il coroner sarà sopraffatto dai corpi di coloro che non sono riusciti a combattere la malattia; Shameless: alla stagione finale si aggiungerà anche il virus e i suoi effetti economici sulla famiglia Gallagher.

È sempre più evidente come il mondo fittizio delle serie tv, in cui tanto amiamo abbandonarci, non sia più solo un rifugio dalla realtà, ma un ulteriore canale per renderci più consapevoli di questo nostro, continuo mondo in evoluzione per effetto del Coronavirus.

Related Articles

2 COMMENTS

  1. E comunque c’è da dire che Shonda dimostra ancora una volta di saper trattare bene tematiche sociali, sanitarie, di genere etc…
    Tratta bene il tema della pandemia, dando anche una certa educazione sul tema che a quanto pare li manca ancora parecchio.
    E poi i dati dimostrano che Grey’s continua ad essere uno degli show più visti negli Usa, con gli ascolti più alti della Abc

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,029FollowersFollow

Ultimi Articoli