Cotte Telefilmiche: i protagonisti maschili di Fate – The Winx Saga

Se da una parte ci sono quelli che difendono a spada tratta il cartone animato e dall’altra c’è chi ha apprezzato la versione young adult della serie tv, in mezzo ci sono tutti quelli come me che, di Fate – The Winx Saga, hanno apprezzato soprattutto i protagonisti maschili.

Ma facciamo una piccola introduzione per chi non ha avuto modo o voglia di guardare la prima stagione di questa nuova serie tv, rilasciata da Netflix il 22 Gennaio (e terminata dalla sottoscritta il 23 Gennaio).

Ora, lungi da me convincervi che vale la pena guardarlo, anche perché faccio parte di quella fetta di popolazione che del cartone animato su cui il telefilm è basato, sa poco e niente. Sì, potete insultarmi.

Il cartone animato in questione è Winx Club, creato dall’italiano Iginio Straffi e andato in onda per la prima volta nel 2004, diventando poi un fenomeno mondiale distribuito in 150 paesi del mondo.

Schieramenti a parte, sono fermamente convinta che sarebbe stato impossibile realizzare la trasposizione tv di un cartone animato di questo genere, senza aggiungere elementi dark o comunque coinvolgenti per lo spettatore. Stiamo pur sempre parlando di un prodotto televisivo non destinato ai bambini.
In ogni caso, la scelta di Netflix si è rivelata azzeccata, soprattutto considerando il target a cui la serie tv è rivolta. È l’ennesimo successo del colosso di streaming, che arriva subito dopo l’exploit di Bridgerton, ad oggi la serie Netflix più vista di sempre.

Sull’esclusione di personaggi importanti come Flora e Tecna, voglio spezzare una lancia a favore di un personaggio che è stato creato appositamente per la serie tv: Terra.
Terra è un plus non indifferente, sia ai fini delle dinamiche che si sono create, ma anche rispetto alla diversificazione dei vari personaggi. Può raccontare ancora molto, moltissimo.
Se poi nella seconda stagione, anche a seguito della rivolta del fandom, verranno introdotte anche Flora e Tecna, lo show Netflix non potrà che accrescere il suo valore.

Tornando al vero motivo per il quale sto parlando di Fate – The Winx Saga, i protagonisti maschili di questi primi sei episodi sono quasi tutti molto giovani, ma promettono molto bene.
E quindi, siccome ogni tanto anche l’occhio vuole la sua parte, ecco una carrellata di motivi per cui dare una possibilità a questa serie tv.

Sky – Danny Griffin

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da perfectly imperfect (@retr0cine)

Classe 1997, inglese ed estremamente riservato: è l’identikit di questo giovane attore, che ho visto per la prima volta guardando Fate – The Winx Saga, ma che qualcuno di voi potrà aver già conosciuto grazie alla serie Netflix Get Even o al film The Gentlemen, uscito su Amazon Prime Video.
Il personaggio che interpreta, Sky, può sembrare a primo impatto il classico belloccio della scuola, quello che sta con la cheerleader più popolare, in questo caso Stella.
E invece nel corso degli episodi, scopriamo che oltre a essere decisamente avvenente, Sky è anche gentile, premuroso e altruista. Si invaghisce di Bloom non appena la vede per la prima volta, ma il suo approccio è delicato e per nulla invadente.
Soffre molto per la scomparsa del padre, che cerca di emulare lavorando duramente per diventare un bravo Specialista.

Riven – Freddie Thorp

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da полинка?￰゚マᄑ? (@nexueep.gr)

L’eterna lotta tra il ragazzo perfetto e quello sbagliato trova l’ennesimo esempio nei personaggi di Sky e di Riven.
Riven è sfrontato, poco avvezzo a seguire le regole, incredibilmente bravo come Specialista, ma altrettanto nel combinare guai.
Nella serie Fate – The Winx Saga, è uno dei personaggi maschili che presenta più sfaccettature. Lo vediamo insofferente al clima austero della scuola di Alfea, ma al tempo stesso desideroso di far parte di quel mondo. E’ molto affezionato a Sky, sebbene non sempre siano sulla stessa lunghezza d’onda.
Potremmo definirlo il bello e dannato di turno, un po’ il Damon Salvatore delle fate. Sono sicura che il suo personaggio avrà una grande evoluzione nel corso delle eventuali altre stagioni dello show.
Per il momento Freddie Thorp ha saputo dare corpo ad un personaggio controverso e non è cosa da poco. Ma cosa sappiamo di questo giovanissimo attore?
Anche lui nasce nel Regno Unito, ma si trasferisce a Los Angeles per studiare recitazione. Rispetto a Danny Griffin, ha alle spalle diverse esperienze sia in televisione, nella serie Safe, ma anche al cinema.
Ha infatti recitato come co-protagonista nel film Overdrive, uscito nel 2017.

Dane – Theo Graham

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Fate: The Winx Saga (@thewinxsaganetflix)

Theo Graham, classe 1997, è pressochè sconosciuto nel mondo del cinema, mentre nell’ambiente televisivo ha partecipato a diversi show, tra cui Doctors, dove ha vestito i panni di Barney Turner (2015-2016). Anche della sua vita privata si sa poco, per cui non resta che seguirlo sul suo account Instagram, che ad oggi conta più di 150mila followers.
Ad Alfea, interpreta Dane, uno giovane Specialista che inizialmente fa fatica ad ambientarsi. Viene bullizzato da Riven nel primo episodio, per poi diventare la sua ombra in quelli successivi.
Stringe da subito un rapporto di amicizia molto bello con Terra, che finisce per invaghirsi di lui. Rapporto che viene messo da parte nel momento in cui Dane si avvicina a Riven e Beatrix, creando insieme a loro un sodalizio pericoloso.
L’impronta che è stata data al personaggio di Dane è molto interessante. Non si comprende il suo orientamento sessuale, né quali siano le sue reali intenzioni. Se inizialmente parrebbe una pedina in un gioco più grande di lui, diventa ben presto colui che cambia le carte in tavola.
Sembra essere spinto da una qualche forma di adorazione per Beatrix, ma sono sicura che è un personaggio che ci riserverà molte sorprese.

Saul Silva – Robert James Collier

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ιмρσѕѕιвℓє.19 (@impossible.19)

Anagraficamente più grande, dà comunque filo da torcere ai protagonisti maschili di Fate – The Winx Saga.
Inutile dire che Robert James Collier sia un gran bell’uomo, è abbastanza ovvio.
Conosciuto principalmente grazie al ruolo di Thomas Barrow in Downton Abbey, è stato anche un modello prima di affermarsi nel mondo televisivo.
Nello show Netflix, interpreta Saul Silva, il professore degli Specialisti. Colui che insegna loro a combattere e a diventare valorosi guerrieri.
Ha un profondo attaccamento a Sky, in quanto figlio del suo migliore amico deceduto in guerra, Andreas di Eraklyon.
Tutto sommato, ho adorato il suo personaggio, sebbene ci siano diversi colpi di scena riguardanti la sua storia, e non sempre risulta chiaro il suo vero intento. Proteggere Sky o la verità che si cela dietro ai silenzi assordanti di Alfea?

Sam Harvey – Jacob Dudman

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Fate: The Winx Saga (@fatewinxnews)

Ho lasciato per ultimo il mio preferito in assoluto: Jacob Dudman.
Anche lui ha soltanto 24 anni, ma una discreta esperienza alle spalle. Diversamente dagli altri protagonisti maschili di Fate – The Winx Saga, Jacob ha iniziato ad appassionarsi alla recitazione a seguito di un infortunio che ha stroncato la sua promettente carriera sportiva (e il pensiero vola subito a Kevin Pearson di This Is Us).
Famosissimo su YouTube, dove ha creato un canale seguito da moltissime persone, è noto principalmente per aver interpretato Giulio De Medici nella serie tv rai I Medici, nonché Dev in The A List.
Nello show Netflix, è Sam Harvey, fratello di Terra e figlio del professore Ben Harvey. E’ un ragazzo timido e sfuggente, una fata della Terra in grado di attraversare i corpi solidi come muri e pareti fatti di roccia.
Inizia una relazione con Musa, una delle fate protagoniste, che grazie a lui si sente in pace. Nella serie tv, infatti, Musa è la fata dell’empatia, dono che la porta spesso ad isolarsi dagli altri pur di non sentire le loro emozioni più potenti.
Sam Harvey è un ragazzo dolce e gentile, nonché un fratello premuroso, per cui è praticamente impossibile resistergli. Vero, Musa?
Io personalmente, come ho già detto, ho amato tantissimo Sam Harvey. Esattamente come amo Jacob Dudman. Perché? Quel sorriso, quel maledetto sorriso!

E a voi sono piaciuti i personaggi maschili di Fate – The Winx Saga? La seconda stagione, sebbene non sia ancora stata confermata da Netflix, è quasi certa. Per cui questo non è un addio, ma solo un arrivederci, alla prossima carrellata.

Nevera
Ogni serie tv merita una possibilità. Non potrebbe che essere questo, il motto di chi è cresciuta guardando in tv qualsiasi cosa, su qualsiasi canale e in qualsiasi lingua. Divoratrice compulsiva di libri e di serie tv sin dalla tenera età, è figlia dello "streaming di massimo 72 minuti e poi riavvia il router" e delle interminabili attese tra un episodio e l'altro. Proprio per questo, ha accolto l'avvento di Netflix e simili, con grandissimo entusiasmo. E cibo spazzatura sempre pronto, ovviamente. D'altronde, quale modo migliore del "mangia, guarda e ama", senza pause e distrazioni fino all'ultimo episodio? Oltre al bingewatching, ha una passione sfrenata per la scrittura e aspira in segreto a diventare la nuova Shonda Rhimes. Se bisogna sognare, tanto vale farlo in grande.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,041FollowersFollow

Ultimi Articoli