Cotte Telefilmiche – Gli uomini della Famiglia Pearson

This is us è quella serie che o ti prende o non la sopporti, ti piace e ti emoziona oppure ti stanca e ti annoia. Se c’è qualcosa che però non si può non apprezzare in This is us, qualcosa per cui non si può decisamente non essere tutti d’accordo, sono gli uomini della famiglia Pearson: Jack, Kevin e Randall.

Scopriamo insieme perché!

1. Quando amano lo fanno totalmente. Jack Pearson è l’uomo più dolce e premuroso dell’intero universo seriale (sto esagerando volutamente, ma è solo per rendere bene l’idea!). Jack è il marito, l’amico e l’amante perfetto, sempre attento e premuroso sa che amare significa condividere. Allo stesso modo i suoi figli, Kevin e Randall, amano senza riserve. Nel rapporto tra Randall e Beth si scorge molta della complicità che c’è tra Jack e Rebecca, e lui porta la moglie letteralmente in palmo di mano. Kevin non ha una compagna, vero, ma in tutto quello che fa si vede quanto lui non si risparmi, con nessuno, in primis la sua famiglia.

2. Non sono perfetti, ma ci mettono la faccia. L’infanzia di Jack ha segnato inesorabilmente il suo carattere, lasciando cicatrici profonde e forse non ancora sanate. Kevin e le sue insicurezze, la sua incredibile voglia di essere amato, la paura di non essere mai abbastanza (se non vi ricordaste tutto questo potete ripercorrere qui l’episodio 2×08… preparate i fazzoletti però). Randall e le sue manie di controllo, le sue ansie e le sue crisi di panico. Ognuno di questi uomini ha delle debolezze, eppure nessuno di loro si è nascosto dietro a una maschera, ciascuno di loro ha preso in mano la sua fragilità e ha cercato di affrontarla.

3. Sono tre esempi costanti. Vorrei riuscire a essere una compagna così presente come dimostra di essere Jack (ogni volta) con Rebecca. Vorrei trovare sempre il tempo per le persone a cui tengo come riesce a fare Kevin con i suoi fratelli. E vi ricordo che, in questa stagione, nell’episodio a lui dedicato, Kevin trova tempo anche per regalare qualche perla di saggezza per Maddison… ok, ok, le ha regalato anche qualcosa di più! Vorrei riuscire a essere per mio marito un partner in crime, creando insieme un team perfetto, come Randall riesce a fare con Beth.

4. Sono attenti alle esigenze delle proprie compagne. Vorrei solo ricordarvi (e cito solo un esempio per tutti) Kevin che si ricorda le ciambelle preferite di Sophie dopo quasi 20 anni e gliele porta per tirarla su di morale. CIAO PROPRIO.

5. Si sacrificano per la loro famiglia. Non voglio neanche pensare a quello che è successo a Jack, fa ancora troppo male. Pensiamo però alla sofferenza di Randall nella gestione dell’intruso in casa sua a Filadelfia, consapevole di quello che sarebbe potuto succedere alla sua adorata famiglia. Randall soffre ma si tiene tutto dentro per non far soffrire Beth e le ragazze. STO MALE, MALISSIMO. SEND HELP.

6. Direi che siamo tutti d’accordo nel dire che gli uomini della famiglia Pearson sono tre (FIGHI PAZZESCHI) notevoli rappresentanti del genere maschile. Piacciono, eccome se piacciono, a ciascuno il suo (ma Kevin solo per me! Ops!)

E voi cosa ne pensate degli uomini della famiglia Pearson, siete d’accordo con me?

Gnappies
Nata negli anni 80, grazie al suo papà clone di Magnum P.I., cresce a pane e “Genitori in blue jeans” (dove si innamora di Leonardo di Caprio che troverà poi in quei film tanto amati come "What's Eating Gilbert Grape" o “Total eclipse”), l’uomo da 6 milioni di dollari, l’A-Team, Supercar e SuperVicky. L’adolescenza l’ha trascorsa tra Beverly Hills 90210, Santa Monica e Melrose Place..il suo cuore era sul pianeta di Mork e alle Hawaii..anche se fisicamente (ahimè) era sempre e solo nella provincia bergamasca. Lettrice compulsiva fin dal giorno in cui in prima elementare le hanno regalato Labirinth è appassionata di fantasy (Tolkien è il suo re, Ann Rice e Zimmer Bradley le sue regine) e di manga (Video Girl AI in primis per arrivare a Paradise Kiss e Nana), anche se ultimamente è più orientata a letture propedeutiche pediatriche! Ama studiare (tra laurea, dottorato e master ha cominciato a lavorare a 28 anni!!) ed imparare, ma non fatela arrabbiare altrimenti non ce ne è per nessuno!

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,029FollowersFollow

Ultimi Articoli