Chi è il Boia? #3

Eccoci di nuovo qui a cercare di uscire dal groviglio di situazioni sentimentali complicate per venire a capo del mistero dietro l’identità di Black Hood.

Come detto nella recensione della 2×07, di tutto il calderone creepy che era stato il road trip verso Greendale avrei salvato unicamente la rivelazione di questo altro caso di omicidio brutale ad opera di quello che era stato poi definito lo Squartatore di Riverdale. Ovviamente a Riverdale nulla accade per caso – ah quei geniacci degli autori – e così lo Squartatore ed il Boia sembrano essere strettamente collegati.

La casa abbandonata dove Black Hood aveva dato appuntamento a Betty infatti è proprio il luogo del primo massacro. Da questa carneficina però qualcuno è scampato, qualcuno che ovviamente adesso è a portata di mano per raccontare tutta (o quasi) la verità e diventare il nuovo grande sospettato. Già nella scorsa puntata ci avevano mostrato il bidello Svenson come figura inquietante che si aggirava per i corridoi, ed ora addirittura sembrerebbe direttamente collegato alla nuova serie di aggressioni. E dico “sembrerebbe” perché, a mio modestissimo parere, se così fosse sarebbe davvero troppo scontato. Tutto al momento sembra puntare contro di lui e proprio per questo mi pare logico che per scoprire il vero colpevole si debba invece guardare da tutt’altra parte.

In tutta questa situazione che sembra un enorme, gigantesco specchietto per le allodole, però qualcosa da salvare c’è. Svenson dice che fu un gruppo di uomini ad occuparsi della faccenda del finto predicatore, concedendogli così la sua vendetta per la strage compiuta nei confronti della sua famiglia e sul finale dell’episodio riguarda una vecchia fotografia che sembrerebbe appunto ritrarre il gruppo di vendicatori. E qui casca il mio interesse, perché l’ipotesi che dietro a quel cappuccio nero si nascondano più volti mi intriga parecchio, che non sia quindi una voce sola ad invocare l’epurazione di Riverdale da tutti i suoi peccati. Ora mi riservo ancora un po’ di tempo per vedere se effettivamente qualcuno degli uomini ritratti in quella fotografia possa effettivamente essere riportato alla luce: come età anagrafica direi che non ci siamo (essendo presumibilmente più vecchi di Svenson), ma qualcuno potrebbe aver preso ispirazione da loro o essere stato educato da loro alla ricerca di una vendetta privata. Questo, lo ammetto, potrebbe essere interessante, ma tengo fede al mio saldo dubbio che il bidello possa essere effettivamente coinvolto in tutta questa macchinazione.

Rispetto all’inizio di stagione il focus si sta spostando più sullo sviluppo dei singoli personaggi e meno sulla caccia al Boia, ma continuiamo a raccogliere indizi e teorie. Non siate timidi e commentate, che un solo cervello non basta ad imitare l’acume dei nostri eroi!

Al
Ingegnere e bionda, borderline per definizione. Galleggia sul mare del disagio quotidiano grazie alla passione per libri e serie TV. Il suo motto nella vita resterà sempre “Save the cheerleader. Save the world”.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
2,985FollowersFollow

Ultimi Articoli