Castle | Lo show continuerà senza Castle e Beckett?

640

Il presidente di ABC Entertainment, Paul Lee, ha fatto impazzire i fan di Castle qualche settimana fa, quando ha svelato che il network ha delle “idee” per far proseguire lo show nel caso in cui Nathan Fillion e Stana Katic non dovessero rinnovare i loro contratti. Sebbene i produttori esecutivi Alexi Hawley e Terence Paul Winter ammettano di star valutando anche questa ipotesi, non è certamente la soluzione dei loro sogni.

“Se potessimo scegliere noi, vorremmo lo stesso cast e sarebbe lo stesso show”, ha detto Hawley a TVGuide.com. “Abbiamo creato nuove storie interessanti quest’anno, generando un’energia diversa che può riversarsi nella nona stagione. Siamo entrambi consapevoli che Castle è sempre stato incentrato su Beckett e Castle. L’idea che possa non essere così è scoraggiante, ci auguriamo che non avvenga”.

Detto questo, i produttori ammettono che, con o senza le sue star, lo show andrà avanti, se è questo che il network vuole. “Ci fa piacere che Paul sembri entusiasta all’idea che lo show continui, e ne siamo felici”, ha detto Hawley. “Sapevamo che c’era ancora molta vitalità nello show, quando siamo subentrati, e speravamo di guadagnarci un’altra stagione. Abbiamo iniziato a parlare di come potrebbe essere la nona stagione”.

Con Lee convinto di volere che Castle, in qualsiasi forma, faccia parte della sua programmazione per il prossimo anno, Hawley lascia intendere che, come lo scorso anno, lo show potrebbe dover creare una puntata finale che concluda sia la stagione che la serie. (“In un mondo perfetto dovremmo poter sapere con chiarezza cosa ci aspetta, avanzando verso la fine della stagione”, ha detto. “Ovviamente, lo scorso anno non si è saputo fino alla fine”).
Hawley aggiunge che era già nei loro progetti risolvere i misteri in corso – compresa la scomparsa di Castle e la saga di LokSat dell’ottava stagione.

“LokSat verrà concluso per la fine di questa stagione. La nostra speranza era quella di riprendere tutte le minacce – le cospirazioni, il senatore Bracken, l’assenza di Castle – e terminarle in un modo soddisfacente, in modo che la nona stagione potesse raccontare storie verticali a sé stanti, lasciando perdere le trame orizzontali. Penso che ormai siano storie superate”.

Fonte

1 comment
  1. Una serie che prosegue senza i protagonisti, l’asse portante di tutta la baracca? O si sono bevuti il cervello, o io non capisco i meccanismi che fanno preferire un telefilm ad un altro, oppure è tutta strategia, che mi sembra infantile, non so rivolta a cosa.

    Castle vive per la storia dei caskett: senza di loro, o anche senza uno solo dei due, muore. Almeno per me e per chi li ama per come sono.
    Quanto a Nathan e Stana (immagino di più lei), si decidano e pure in fretta, in modo da poter programmare una 9a stagione come si deve. Hanno in mano tutti gli elementi per farlo.

    Lo sapevo che non avrei dovuto interessarmi dell’aspetto business: mi toglie tutta la poesia, mannaggia a me, mannaggia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.