Beauty and the Beast | Recensione 2×11 – Held Hostage

Devo ammettere beasties che questo episodio non mi è piaciuto molto … avanti, chi voglio prendere in giro, l’ho adorato!! “Held Hostage” è stato l’ennesimo episodio davvero ben fatto di questa seconda stagione di Beauty and the Beast e ancora una volta gli scrittori sono riusciti non solo a tenermi attaccata allo schermo e sperare che i 42 minuti non passassero mai ma hanno anche cercato di destreggiarsi nella caratterizzazione dei personaggi con più realismo, tanto quanto ne concede una serie fantasy. C’era tutto quello che serve e tutto quello che voglio per avere un episodio da 8 … mila!

Come Eravamo

In settimana ho riguardato un paio di vecchi episodi di BATB, quelli della prima stagione, perché volevo ricordare com’era Vincent prima del “resettaggio” della seconda stagione. Non sto dicendo che mi piace di nuovo, anche se salvare la vita del mio mito personale Tess gli ha sicuramente portato qualche punto stima in più, ma semplicemente volevo capire se davvero quella persona non esistesse più o se in qualche modo potesse esserci uno spiraglio di luce. Come succede da un po’ di tempo ormai, gli scrittori mi hanno letto nella mente e l’episodio è stato in fondo dedicato a questo spiraglio, alla possibilità che un giorno le cose possano sistemarsi perché per quanto io confermi il mio amore per Gabe e questo dubito che cambierà, ho amato i VinCat da morire e vederli l’uno contro l’altra di certo non mi è piaciuto.

Ma parliamo prima della storyline centrale dell’episodio per poi sbizzarrirci nell’analisi dei personaggi.

Come avevamo già capito dagli episodi precedenti, la gemma misteriosa sarà il fulcro di questa seconda tranche della stagione, insieme ovviamente all’ancora sconosciuto Boss a capo di tutto, particolarmente ansioso di ottenerla. Ora, la pietra verde che in qualche modo controlla e indebolisce i superpoteri degli UGM come li chiamo io (Uomini Geneticamente Modificati), strizza evidentemente con molta convinzione l’occhio al caro Smallville ma finché a farlo è uno show con Kristin Kreuk come attrice principale, va tutto bene!

La gemma sembra dunque diventata l’oggetto del desiderio di diversi pretendenti, ognuno con buonissime motivazioni nel suo arsenale: Cath la sente un po’ come sua da quando ha scoperto che apparteneva ad una sua antica parente, e poi semplicemente vuole anche toglierla a Vincent; Vincent dal canto suo ne ha bisogno per scoprirne di più su quella che non è più una singola mutazione genetica me si è trasformata in una specie, la sua specie; l’agente Landon vuole recuperarla in quanto parte di un’indagine più ampia e più grande (forse) anche di quanto non abbia detto e infine ovviamente Mister X che continua a sguinzagliare (termine al momento piuttosto appropriato) i suoi uomini per trovare la gemma ma senza soffermarsi un attimo a spiegarci il perché, che maleducato. Le ipotesi più plausibili che mi vengono in mente sono due: o vuole la gemma per controllare le “Bestie” o la vuole per controllarSI.

Qualunque sia il motivo però, l’ultimo piano per recuperarla è piuttosto ben fatto.

Nel tentativo di attirare a sé chiunque si nasconda dietro l’interesse per la gemma, Vincent usa il suo nuovo alter ego da celebrità per comparire sulle pagine delle riviste al fianco di Tori che sfoggia il suo nuovo e bellissimo gioiello che non solo le sta certamente bene ma le permette anche di non uccidere il cameriere se dovesse accidentalmente versarle un bicchiere di champagne sul vestito. Il piano geniale però porta alla sua casa galleggiante non solo gli uomini di Mister X, ma anche e soprattutto l’FBI, personificata nel mio personale trio delle meraviglie: Tess, Gabe e Cath che in fondo non vedeva l’ora di mettere le manette a Tori. Con la gemma in movimento da casa Keller al distretto, anche l’obiettivo da colpire diventa mobile e mentre Cath e Tess cercano di aiutare una riluttante e decisamente fastidiosa Tori a superare indenne l’interrogatorio dell’agente Landon, salvaguardando così la vita di quest’ultima, gli uomini di Mister X arrivano al distretto e ne prendono il controllo, proprio mentre Tori cominciava a perderlo.

Gli obiettivi dei rapitori risultano piuttosto chiari a chiunque sia coinvolto nell’affare-Bestia, soprattutto a Vincent e a Gabe che dopo aver unito le forze per respingere alcuni degli uomini alla ricerca della gemma, si ritrovano a dover anche affrontare dall’esterno la minaccia nel distretto. In realtà a Vincent sembra non importare altro se non della gemma e quando si intrufola nel distretto lo fa principalmente con l’obiettivo di recuperare la pietra, e soltanto dopo magari anche Tori, che nel frattempo aveva già fatto piazza pulita di un paio di rapitori ma aveva anche tirato troppo la corda con Catherine che aveva deciso bene di fare ciò che avrebbe dovuto fare dalla prima volta: metterla k.o.!! Così si fa ragazza!!

Mi ricompongo. Il confronto tra Vincent e Cath in un seminterrato del distretto è particolarmente importante e di rilievo: se Cath prova a far rinascere in Vincent  quel senso di giustizia e altruismo che lo pervadevano in quel passato che avevano condiviso così intimamente, Vincent tira fuori un paio di frecciatine avvelenate seppur lontanamente legittime, accusando un po’ entrambi i rami dell’albero genealogico di Cath di averlo reso quello che è e ammettendo anche il suo vero interesse per la gemma. Disillusa Cath prova a sistemare la situazione in solitario ma con soli dieci secondi a disposizione per salvare la vita della sua migliore amica, supplica Vincent ormai lontano di ascoltarla e di fidarsi ancora di lei.

tumblr_n01wzeikVp1sbx98jo4_250 tumblr_n01wzeikVp1sbx98jo5_250 tumblr_n01wzeikVp1sbx98jo6_250

Così, in quella che è probabilmente la prima scena in cui ho davvero apprezzato Vincent in questa seconda stagione, Keller fa davvero un’entrata da eroe e prende tempo dai rapitori mostrando di avere la gemma ma imponendo di lasciar andare Tess. Dall’altra parte però Cath tiene fede alla promessa di proteggerlo così stacca la corrente e permette a Vincent di fare il suo show.

Con gli ostaggi in salvo e nessun altro se non loro due e un rapitore nella stanza, Cath e Vincent uniscono le forze per cercare di ottenere un nome ma quando una piccola luce rosse diventa il segnale di immediato pericolo, Vincent sceglie di salvare Catherine lasciando l’ultimo rapitore a pagare per aver fallito la missione.

In tutto questo gioco di buoni contro cattivi, Vincent ha perso la gemma durante il necessario black-out ma adesso finalmente capisce di non essere più l’unico a doverla cercare o proteggere così sceglie di unire le forze ancora una volta con Cath mentre fuori dal distretto un insospettabile ostaggio consegna la pietra al sempre più misterioso Signor X.

 tumblr_n02e2kJaXG1qj3iago7_250 tumblr_n02e2kJaXG1qj3iago8_250 tumblr_n02e2kJaXG1qj3iago9_250 tumblr_n02e2kJaXG1qj3iago10_250

E ora soffermiamoci un po’ (e con “un po’” intendo: avete un paio d’ore?) sui personaggi, enorme ricchezza di questa serie:

  • CATH:  Catherine Chandler è probabilmente uno dei personaggi migliori tra le serie tv ora in onda, almeno secondo me! Questo episodio non ha fatto altro che dimostrare quanto particolare e complessa la sua personalità sia, un carattere che le permette di staccarsi dalla pagina scritta o dalla bidimensionalità di uno schermo e diventare viva e vera, una giovane donna in balia tra la razionalità e le emozioni. La Cath che abbiamo visto negli ultimi episodi era la Regina delle BadAss: forte, coraggiosa, inarrestabile. Ma una ragazza non può essere soltanto questo e per quanto lei abbia cercato di nasconderlo, sparare al suo ex-fidanzato non è esattamente la cura più efficace per dimenticarlo.  Anche in questo episodio Cath è in uno stato di negazione: nega di essere gelosa di Tori, nega di avere questioni irrisolte con Vincent, nega di dover far fronte ad una rabbia non del tutto placata. Ma più di tutto nega di dover aspettare per poter essere pronta ad impegnarsi con un altro uomo, il principe azzurro Gabe, per quanto vederla così convinta nel voler cominciare una relazione con lui mi ha certamente fatto accennare due o tre passi di conga.

new 7 new 8

Ma la verità è che, come lei stessa ammette nel finale, Cath ha bisogno ancora di riscoprirsi e di conoscere di nuovo se stessa perché la storia con Vincent le ha certamente tolto un paio di certezze in quanto donna, né detective né fidanzata, soltanto donna.

E seppure mi uccida ammetterlo, un’altra verità è che nel momento in cui Cath ha abbassato le difese e Vincent le ha mostrato di poter essere ancora l’uomo che era, i suoi occhi non hanno mentito e hanno rivelato ciò che in fondo già sapevamo: Cath è ancora innamorata di Vincent e questo dubito che cambierà mai.

tumblr_n02w7sTCpe1qj3iago3_250 tumblr_n02w7sTCpe1qj3iago4_250 tumblr_n02w7sTCpe1qj3iago6_250 tumblr_n02w7sTCpe1qj3iago7_250

  • VINCENT: All’evoluzione di Cath in ogni episodio sembra invece corrispondere una stabilità di Vincent che idiota l’avevo lasciato e sempre idiota l’ho ritrovato. Troppo cattiva? Un po’ se lo merita dai. Però anche qui sono stata piacevolmente sorpresa perché sempre tramite quello spiraglio di luce e di speranza di cui vi parlavo prima, abbiamo avuto la possibilità di rivedere il Vincent che io per prima ho amato tanto, quell’uomo che metteva Cath e il resto del mondo prima delle sue esigenze, prima della brama di conoscenza. Nonostante non avesse sentito Cath che lo supplicava di aiutarla a salvare tutti perché aveva indosso la gemma, Vincent sceglie di spontanea volontà di essere diverso da ciò che era diventato, diverso da Tori che sembra prenderci gusto nel suo istinto animalesco, diverso da ciò che l’avevano reso Reynolds & Co. Vincent sceglie di tornare indietro, forse letteralmente e metaforicamente, sceglie di salvare Tess e Catherine e se alla fine perde la gemma, di certo ritrova in cambio parte della sua umanità.
  • TESS: In questo episodio si festeggiava il compleanno di quella splendida creatura che porta il nome di Tess Vargas

happy bday thanks

e la festa a sorpresa che Cath e Gabe stavano organizzando per lei di certo non era quella che poi si realizza al distretto con tanto di ospiti non invitati. In tutto questo frangente, mentre Cath cercava di trovare una soluzione dall’esterno, Tess in quanto festeggiata viveva il clou della festa, venendo minacciata un paio di volte con la pistola e assistendo alla morte di un suo collega. Ma la vera svolta della sua storia sta nell’essere seduta al fianco dell’agente Landon che nonostante la situazione d’emergenza chiede a Tess di essere sincera e rivelarle cosa ci sia davvero sotto la storia del rapimento. In un primo momento Tess sembra davvero disposta a pensarci, la sua lealtà ormai si ferma a Cath e in fondo a Vincent e Tori non deve niente. Ma come ogni compleanno che si rispetti anche Tess ha un regalo e una rivelazione: può contare su più amici di quanto immaginasse perché una persona che aveva sempre tenuto a distanza le ha salvato la vita senza chiedere nulla in cambio. E questo le basta per continuare ad essere un esempio di lealtà.

 tumblr_n01vgiRec51qm0wjoo2_r3_500 tumblr_n01vgiRec51qm0wjoo3_r2_500 tumblr_n01vgiRec51qm0wjoo1_r2_500

  • GABE: Come ho detto prima, Gabe è un principe azzurro come pochi. Nonostante sia innamorato di Cath da ormai parecchio tempo, quando tutto, persino Catherine, sembra pronto per concedergli il suo momento, lui fa un passo indietro come i migliori gentleman perché sente di dover concedere  a Cath lo spazio necessario per permetterle di capire cosa o chi lei davvero voglia. Questo però non cambia i suoi sentimenti, continuerà ad aspettarla per tutto il tempo necessario.

new 9 new 10 new 11

I will go down with this ship

Infine vorrei concludere il papiro la recensione ricapitolando un po’ la situazione ships:

I Vin/Cat sembrano essere tornati in corsa, seppur gradualmente, soprattutto dopo aver deciso di cercare la gemma insieme;

Questo però non toglie fascino ai … qualunque sia il nome ship per Catherine & Gabe in quanto è innegabile che insieme sarebbero davvero dolci;

Infine un piccolo appunto personale perché vedere Gabe che prepara  la festa di compleanno di Tess ha fatto riemergere il mio sogno impossibile GATE!!

new 5 new 6

Adesso è davvero tutto, alla prossima Beasties!

WalkeRita
Occasionale inquilina del TARDIS e abitante in pianta stabile di un Diner americano che viaggia nel tempo e nello spazio, oscilla con regolarità tra Stati Uniti e Gran Bretagna, eternamente leale alla sua regina Victoria e parte integrante della comunità di Chicago, tra vigili del fuoco (#51), squadre speciali di polizia e staff ospedalieri. Difensore degli eroi nell’ombra e dei personaggi incompresi e detestati dalla maggioranza, appassionata di ship destinate ad affondare e comandante di un esercito di Brotp da proteggere a costo della vita, è pronta a guidare la Resistenza contro i totalitarismi in questo universo e in quelli paralleli (anche se innamorata del nemico …), tra un volo a National City e una missione sullo Zephyr One. Accumulatrice seriale di episodi arretrati, cacciatrice di pilot e archeologa del Whedonverse, scrive sempre e con passione ma meglio quando l’ispirazione colpisce davvero (seppure la sua Musa somigli troppo a Jessica Jones quindi non è facile trovarla di buon umore). Pusher ufficiale di serie tv, stalker innocua all’occorrenza, se la cercate, la trovate quasi certamente al Molly’s mentre cerca di convertire la gente al Colemanismo.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,433FollowersFollow

Ultimi Articoli