Arrow | Marc Guggenheim risponde ad alcune domande sugli Olicity e Black Canary

Tutto cambia in Arrow quest’anno. Il Team Arrow ha guadagnato alcuni nuovi membri ed alleati, Ma Oliver (Stephen Amell) ha perso tutta la sua famiglia e le sue fortune. Ma con niente altro da perdere, Oliver fa finalmente una mossa per avvicinarsi al cuore di Felicity (Emily Bett Rickards). Ad ogni modo, il nuovo capo della Queen Consolidated Ray Palmer (che a quanto pare è l’alias nel mondo reale del supereroe The Atom) non gli renderà le cose facili.

Vediamo cosa ci può anticipare il produttore esecutivo Marc Guggenheim sulla relazione di Oliver e Felicity, su cosa vuole realmente Ray Palmer (Brandon Routh) e su quando vedremo Laurel (Katie Cassidy) diventare Black Canary.

Ora che ha perso la Compagnia e la famiglia, cosa ne sarà della personalità non-arrow di Oliver?
Marc Guggenheim:
Questa è proprio la cosa con la quale Oliver starà lottando all’inizio della terza stagione. Ha perso sua madre. Thea (Willa Holland) ha lasciato la città. Ha perso la casa. Ha perso la Compagnia. Penso che Oliver si stia domandando “C’è una vita per Oliver Queen? Esiste ancora un Oliver Queen?” questo è ciò con cui sta combattendo, e cerca di sistemare quella parte della sua identità nella relazione con Felicity.

Cosa puoi dirci del primo appuntamento di Oliver e Felicity?
MG:
Scelgono un ristorante italiano. Penso che lui ordini uno scotch. Felicity indossa un vestito meraviglioso. Cos’altro posso dirvi? Oliver dirà a Felicity qualcosa che non le ha mai detto prima.

Ci sarà anche un primo bacio!
MG:
penso che il pubblico rimarrà sorpreso dalle circostanze nelle quali si scambiano questo primo bacio, perché è fondamentalmente il modo in cui facciamo le cose in Arrow. Ma penso che queste circostanze rendano il bacio molto più emozionante di come sarebbe altrimenti.

Ora che Oliver sta cercando di far funzionare questa relazione con Felicity, le cose sono davvero finite con Laurel?
MG:
Penso che sia finita da quando, all’inizio della Season 2, Oliver e Laurel hanno parlato della morte di Tommy, e dell’assenza di cinque mesi di Oliver dopo la stessa. Penso che Oliver e Laurel siano in una sorta di ottimo stato post-relazione. Questo non vuol dire che non possano tornare assieme in futuro. Mai dire mai, in Arrow. Ma penso che la season 3 mostri che la loro relazione si sta evolvendo. Penso che alcune delle scene girate nella season 3 tra Stephen e Katie siano attualmente tra le più intime che Oliver e Laurel hanno avuto dalla season 1.

Come cambia le cose il fatto che lei conosca il suo segreto?
MG:
E’ questa la cosa molto divertente per noi. Avremo delle scene tra Oliver e Laurel che non abbiamo mai avuto, ora che lei è nel circolo delle persone fidate. E penso che ciò che è stato fatto abba davvero approfondito la loro relazione, poiché ora possono davvero essere sinceri l’uno con l’altra riguardo a ciò che accade nelle loro vite. Detto questo, Laurel terrà comunque un segreto con Oliver, perché il nostro show è questo. I personaggi hanno mantengono sempre segreti gli uni con gli altri.

Vedremo Laurel compiere altri passi per diventare Black Canary?
MG:
Non voglio spoiler are nulla, ma è sufficiente per me dire che di sicuro volevamo instradare Laurel su un certo cammino da quando Sara le ha dato quella giacca di pelle. E di sicuro non è stata l’ultima comparsa per la giacca. So che questo è al limite dello spoiler, ma penso che il pubblico che ama il personaggio di Laurel ed ama l’idea di una lei più attiva nella lotta al crimine, r non semplicemente come Procuratore Distrettuale, sarà molto felice quest’anno.

Come cambiano le dinamiche del gruppo ora che Roy (Colton Haynes) ne fa parte?
MG:
Sta cercando il suo posto nella dinamica del gruppo. E’ entrato in un trio che ora è un quartetto, e sta imparando ad avere a che fare con questo. Allo stesso tempo, imparerà a gestire alcuni fardelli abbastanza pesanti nel corso della prima manciata di episodi. C’è una cosa che accade nella premiere che avrà ripercussioni per tutto il resto della prima metà della stagione. Inoltre, ci sono alcuni vecchi problemi che torneranno a galla per Roy.
Roy avrà qualche guaio molto grosso da affrontare in questa stagione, alcuni collegati al suo rapporto col Team Arrow ed altri che vanno al di là della cosa.

Oliver e Roy come affronteranno la sparizione di Thea?
MG:
Verremo definitivamente a capo di questo argomento nei primi due episodi. Basti sapere che entrambi stanno affrontandola cosa in maniere differenti. E forse perché uno dei due ha più informazioni riguardo a Thea dell’altro.

Quando scopriremo cosa sta facendo Thea?
MG:
beh, nel terzo episodio sapremo con precisione cos’è accaduto quando Thea è salita in quell’auto, perché riprenderemo la scena dall’esatto momento in cui l’avevamo lasciata e vedremo cosa Thea ha detto a Malcom, e cosa Malcom ha detto a lei.

Vedremo un lato drasticamente diverso di Thea in questa stagione?
MG:
Dirò che la sua nuova relazione con Malcom e le sue nuove amicizie la cambieranno in maniera significativa. Non dirò come.

Roy è abbastanza testardo. Come prenderà il fatto di essere la spalla di Oliver?
MG:
Penso che all’inizio della stagione andrà piuttosto bene. Hanno sviluppato un tipo di relazione mentore-apprendista, e questo non vuol dire che Roy non abbia dei fardelli da portare. Ma accadranno cose, verranno ala luce cose nell’episodio 6 che cambieranno profondamente la sua relazione con Oliver. E la relazione che ha Oliver con lui. Sarà una cosa reciproca.

Diggle (David Ramsey) ha appena scoperto che diventerà padre. Come cambierà il suo ruolo nel team questa prospettiva?
MG:
Quest’anno si parlerà di identificazione per tutti i nostri personaggi. E Diggle dovrà sicuramente combattere col dilemma “Come posso essere un membro del Team Arrow e un padre allo stesso tempo?” E il modo in cui risolverà questo dilemma potrebbe davvero sorprendervi.

Cosa ci puoi dire di Ray Palmer e delle motivazioni che lo spingono?
MG:
Entra in scena Ray, e la sua tabella di marcia è un po’ un mistero. Al nostro primo incontro con Brandon, gli abbiamo spiegato che Ray Palmer è il genere di uomo che ha molte sfaccettature, molti strati, e che ciò che vediamo non è sempre quel che otterremo alla fine. Ed avrà di sicuro un qualche tipo di rapporto con Felicity, che potrebbe essere molto interessante non solo per Felicity stessa ma anche per Oliver. Ray ha dei piani per Starling City. Fa la sua comparsa nello show con dei piani decisamente interessanti per la città. E alcuni di questi piani verranno sbandierati, ma altri saranno segreti custoditi gelosamente.

C’è qualcos’altro che puoi dirci riguardo alla relazione di Ray con Felicity?
MG:
E’ impossibile non avere chimica con Emily Bett Rickards. Mi diverte il fatto che il popolo di internet abbia bocciato in partenza l’idea che Felicity possa avere chimica con, o essere attratta da, qualcun altro che non sia Oliver. Ma quando vedrete Emily e Brandon sullo schermo assieme, non potrete negarlo.

I flashback saranno ambientati ad Hong Kong quest’anno. Cosa ci insegneranno su Oliver?
MG:
Una delle cose che abbiamo fatto di tanto in tanto con i flashback è stato imparare dove e come Oliver ha acquisito una parte importante del proprio arsenale o una sua abilità specifica. E una cosa che abbiamo visto è come ha imparato a condurre gli interrogatori. E per interrogatori, intendo torture.

Fonte

Ocean
Annalisa Mantovani nasce a Ferrara, in un freddissimo e nevossissimo Febbraio del 1980. Forse è per questo che odia l’estate, il sole e il caldo e preferisce climi rigidi e temperature polari, grazie alle quali può godersi le fusa dei suoi gatti, una bella coperta calda, il divano e i suoi amatissimi libri. Sin da piccola legge tutto il leggibile, dal romanzo d’avventura al fantasy, dalla storia d’amore alle etichette dello shampoo, ma le sue letture preferite rimarranno sempre i romanzi di Emilio Salgari sul pirata Sandokan, Il Silmarillion di quello che definisce il suo “papà” letterario J.R.R.Tolkien, la saga di Harry Potter e qualsiasi cosa sia stata scritta sui vampiri, anche la spazzatura. Da qui, e dalle sessioni di Dungeons&Dragons a cui gioca col marito ormai da più di 15 anni, la passione per la scrittura di romanzi fantasy e urban fantasy che, se dio vuole, un giorno riuscirà anche a pubblicare. Telefilm Addicted da quando guardava Hazard e l’A-Team con il nonno dopo i compiti, predilige serie dove la componente sovrannaturale giochi un ruolo importante, anche se non disdegna Downton Abby, Criminal Minds e Broadchurch. Whovian per la vita, le sue serie del cuore saranno sempre Doctor Who, Buffy e, da poco aggiuntasi, Once Upon a Time, che ha il potere di farla tornare bambina.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,328FollowersFollow

Ultimi Articoli