Arrow | Il season finale sarà distruttivo

stephen_amell_arrow

Marc Guggenheim ha commentato così il grande episodio finale: “Non abbiamo mai fatto terminare una stagione come abbiamo fatto con questa, dove lo spettatore penserà semplicemente, ‘Come può andare avanti lo show ora?’”

Arrow distruggerà tutto quello che gli sta a cuore?

Il finale di stagione di mercoledì riprende dopo che Oliver (Stephen Amell) ha lasciato i suoi amici morire nella cella di Ra’s al Ghul (Matt Nable) nella prigione di Nanda Parbat. Ra’s ha pianificato di rilasciare la fatale tossina e distruggere Starling City, e per riuscire a fermarlo, Oliver è stato al gioco, obbedendo a Ra’s. Segretamente però, lui ha lavorato insieme a Merlyn (John Barrowman) per riuscire a fermarlo.

La stagione ha già visto l’uscita di scena di Sara (Caity Lotz) e Roy (Colton Haynes). Nonostante la serie di The CW sia stata rinnovata per la Stagione 4, il produttore esecutivo Marc Guggenheim ha detto che l’episodio sembra più che altro il finale della serie stessa e che la conclusione lascerà tutti gli spettatori con questa domanda, “Come può andare avanti lo show ora?”

Parlando con The Hollywood Reporter, Guggenheim ha raccontato dei grandi eventi del finale, del ruolo di Flash (Grant Gustin) nell’episodio, e di come verrà lanciato lo spinoff DC’s Legends of Tomorrow.

 

Quanto viene anticipato della Stagione 4 in questo finale di stagione?

È una vera e definitiva fine. Sembra quasi il finale della serie. Al tempo stesso, ora che stiamo lavorando alla Stagione 4, nel finale riusciamo a vedere alcuni indizi per alcune trame della prossima stagione. Funziona davvero su entrambi i livelli, molto meglio rispetto ai finali delle passate stagioni. Non abbiamo mai fatto terminare una stagione come abbiamo fatto con questa, dove lo spettatore penserà semplicemente, ‘Come può continuare lo show ora?’. Alla fine della Stagione 1 c’è stata la morte di Tommy (Colin Donnell), e questo ha portato a chiederci come potesse andare avanti Oliver. Ma nessuno ha pensato a come lo show potesse andare avanti. Qui, Arrow non ha più nessuna identità, letteralmente. Non c’è nessun rifugio. Le relazioni sono distrutte. Tutte le cose che rendevano lo show quello che è, sono scomparse. Le ultime scene formano un’interessante situazione di stallo, in cui pensa, “Ok, questa è stata una fine davvero soddisfacente, ma so che c’è una Stagione 4, quindi dopo aver visto questa fine come può esserci una Stagione 4?”. È un cliffhanger.

Quali sono stati i tuoi scopi principali quando avete fatto questo finale?

Rimanere fedeli a tutti i colpi di scena che ci hanno portato fino a questo punto. Questo è stato probabilmente uno dei finali più tortuosi e complessi dell’anno. E assicurarci che tutto avesse una fine soddisfacente era decisamente la priorità numero uno. Volevamo avere un finale di stagione importante e coinvolgente. Al tempo stesso volevamo essere sicuri di non ripeterci. Alla fine, ho sempre scherzato dicendo che l’Atto 5, o in questo caso la stagione 1, l’Atto 6, riguardi Oliver che se la prende con un grande cattivo dell’anno ad un certo punto. Oltre a questo, come possiamo mischiare le carte nel mazzo? Come possiamo renderlo diverso dai finali degli anni passati?

Nell’ultimo episodio sembrava che Oliver avesse lasciato i suoi amici a morire nella cella. Le relazioni con loro possono essere salvate?

Una delle cose che Oliver dice a Ra’s nell’episodio 22 è, “Ho distrutto la mia intera vita e praticamente non ho più un posto in cui tornare.” Nel finale di stagione, scopriremo perché Oliver lo ha fatto. Non solo dal punto di vista della trama. Qualcuno gli chiederà direttamente, “Come pensi di poter sistemare tutto questo?” Oliver avrà una risposta molto specifica a questa domanda.

Come avete pensato ad inserire Barry Allen nell’episodio senza fargli risolvere tutti i problemi di Oliver?

Questa è una delle cose di cui abbiamo parlato di più, di avere un universo di supereroi condiviso. Perché il team Arrow semplicemente non chiama Barry tutte le volte? Questa domanda troverà una risposta molto specifica nel finale di stagione. Ci siamo consultati con gli autori di Flash, cercando di capire a che punto della storia fosse Barry, e se guardate l’episodio 23 di Arrow subito dopo aver visto l’episodio 23 di The Flash, Barry passa direttamente da Arrow al finale di The Flash. C’è una buona spiegazione nella storia di The Flash sul perché non può risolvere i problemi di Oliver in cinque minuti.

Come è stato dire addio a Ra’s come grande cattivo e a Matt Nable?

È stata dura. Matt è un grande attore ed un fantastico essere umano. Gli stavo giusto mandando un’email l’altro giorno. Abbiamo delle idee su come riportarlo indietro l’anno prossimo. Al tempo stesso, se facciamo il nostro lavoro correttamente, alla fine della stagione voi dovreste pensare, “Ok, sono arrivato al punto in cui sono soddisfatto narrativamente dalla storia che mi è stata raccontata.” Con Arrow, niente è davvero permanente. Le cose continuano a cambiare e ad evolversi. John Barrowman è stato il grande cattivo della Stagione 1. Ora è un series regular dello show. Niente dura per sempre. Stiamo semplicemente raccontando la fine di questa particolare storia rispettando Ra’s.

Sapere che ci sarà uno spinoff ha avuto degli effetti sulle scelte che avete fatto per questo finale?

Non proprio. L’ultima scena di Ray (Brandon Routh), che è decisamente un addio, è stato qualcosa di cui abbiamo parlato all’inizio dell’anno, molto prima che si discutesse dello spinoff. L’addio di Ray è perfetto per la sua presenza nello spinoff, ma è quello che abbiamo sempre voluto fare. Funziona sia come finale della storia di Ray dalla Stagione 3, sia come anticipazione di quello che ci possiamo aspettare dallo spinoff.

https://www.youtube.com/watch?v=iuS8ij1Jt8o

Arrow va in onda il mercoledì su The CW.

 

Fonte

FeFraise
Fraise, o meglio Federica, ragazza milanese di 25 anni, ha sempre amato sin da piccola tutto ciò che riguarda libri, telefilm, film, musica e viaggi. Grazie ai suoi genitori che l'hanno fatta viaggiare dall'età di 6 anni, ha sviluppato un amore incondizionato per Inghilterra e Scozia, tanto che da 7 mesi si è trasferita ad Edimburgo (che ama alla follia), insieme a quel santo del suo ragazzo. Si santo, perchè non fa altro che cercare di coinvolgerlo in tutto quello che fa e vorrebbe fare (per non parlare delle serie tv che vuole che lui veda insieme a lei!)! Il suo amore per i telefilm è nato vedendo ER e Beverly Hills, per passare poi a Friends, Dawson's Creek, Buffy, Angel e chi più ne ha, più ne metta!! Attualmente è fissata (si FISSATA) con Game of Throns,The Walking Dead, Vikings, Supernatural, Sherlock, Arrow, Revenge e tante altre! Non riesce a smettere di guardare telefilm, sono una vera ossessione! E non riesce neanche a smettere di cercare qualsiasi news telefilmica qua e là per cercare di sognare cosa potrebbe succedere! E ad ogni nuova stagione telefilmica, riesce anche a fare una lunga lista di nuovi pilot da non perdere! Passerebbe giornate intere a leggere ed ascoltare musica. Altra sua grandissima passione sono i Beatles (soprattutto Sir Paul McCartney) e i Mumford and Sons. Amante degli animali, è una convintissima vegetariana da ben 6 anni e no, se ve lo state chiedendo, non tornerebbe mai indietro e non le manca nulla! Ha viaggiato tantissimo, e continuerà a farlo, ma sente che nonostante la nostalgia della sua famiglia e dei suoi amici, abbia finalmente trovato la sua casa qui, a Edimburgo.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,376FollowersFollow

Ultimi Articoli