Arrow | Andrew Kreisberg parla di Slade, Laurel e Olicity

Blast RadiusLo show della CW Arrow, dopo aver passato la prima parte della seconda stagione a posizionare diverse e appassionanti pedine, è ora pronto a lasciar volare i propri piani e l’azione, un po’ come una freccia dall’arco di Oliver. Tra i vari grandi inneschi: Oliver è alla ricerca di Blood, mentre il compadre di un tempo Slade Wilson è riemerso a Starling City con un solo occhio buono e un’indole molto cattiva. TVLine ha invitato il produttore esecutivo Andrew Kreisberg a dare qualche anticipazione sugli episodi imminenti, a partire da Mercoledì alle 8/7.

TVLINE | Durante il corso di questa prima parte della seconda stagione è sembrato come se steste disponendo delle pedine su una scacchiera…
AK| Il piano era decisamente quello.

TVLINE | Quindi con il ritorno dello show, vedremo quali elementi si uniranno e prenderanno forma?
AK | Assolutamente. Una delle cose che abbiamo imparato dalla scorsa stagione è che dopo una crescita graduale siamo arrivati all’episodio 9, rivelando che Malcom Merlyn era il Dark Archer, poi abbiamo lasciato tutto in un periodo di calma – quest’anno invece ritorniamo [dalla pausa] col botto.
Oliver è ossessionato dal trovare l’uomo con la maschera teschio, Brother Blood, su cui ha finalmente messo gli occhi nell’episodio 9, e vedremo Slade nel presente e le sue macchinazioni con Sebastian porteranno al tracollo di Oliver.
Questi prossimi quattro episodio sono anche, in un certo modo, un grande capitolo per Laurel perché vediamo tornare il problema di Laurel con l’abuso di farmaci; la vediamo toccare il fondo e Katie Cassidy sta eseguendo delle performance straordinarie. Ha reso il tutto molto emozionante e siamo davvero orgogliosi di lei.

TVLINE | Ci fa piacere sentirlo, perché una delle domande era proprio su cosa avevate in mente per rendere Laurel rilevante in questa seconda parte della storia, oltre alla possibilità che possa frequentare Sebastian.
AK | E’ stata dura in qualche modo, credo, per Katie e per noi sentire critiche sul suo personaggio perché noi non facciamo niente senza averci pensato su. E una della cose fantastiche di avere così tanto successo come noi lo abbiamo avuto nella prima stagione era la libertà di permettere alle cose di svolgersi nel modo in cui dovrebbero. Abbiamo sempre avuto un piano fantastico per il personaggio di Laurel, e so che la gente lì fuori è impaziente di vederla vestire i panni di Black Canary, ma tutto quello che stiamo facendo condurrà proprio a questo in un modo che noi pensiamo sia il più realistico e pratico. Prendere qualcuno che è un avvocato della pubblica accusa e trasformarlo in un supereroe… deve attraversare varie fasi, ed è quello che stiamo facendo in questa stagione. Noi pensiamo sempre a queste cose come dei capitoli, e questi quattro episodi in realtà ruotano intorno a Laurel. Prenderà il centro del palco quando inizierà a sospettare che Sebastian non è esattamente ciò che sembra.

TVLINE | Anche il ritorno di Alex Kingston come Dinah Lance fa parte di questa cosa?
AK | Assolutamente. Siamo dei grandissimi fan di Alex ed è stata alquanto impegnata quest’anno – è in Macbeth con Kenneth Branagh – quindi siamo stati contentissimi di sapere che sarebbe stata disponibile a tornare per qualche episodio, perché abbiamo in serbo grandi cose per la famiglia Lance.

TVLINE | Quando ritornerà, Quentin sarà tentato di dirle tutto di Sara? Ha promesso di mantenere il segreto dopotutto.
AK | Penso che l’episodio 14 sarà probabilmente il più simile a uno di Brothers and Sisters [lo show della ABC del produttore esecutivo di Arrow Greg Berlanti] tra quelli fatti fino ad ora. Tutti nella famiglia Lance nascondono dei segreti e verranno tutti esposti – ma in senso positivo.

TVLINE | Slade sembra davvero arrabbiato ora che è a Starling City. Quando l’abbiamo visto l’ultima volta sull’isola era devastato per la morte di Shado ma non aveva dato la colpa ad Oliver. Ci saranno altri flashback che riempiranno questi vuoti?
AK | Penso che il pubblico ora capisca quale sia la posta in gioco sull’isola e cosa stia alimentando la rabbia di Slade nel presente di distruggere Oliver. E’ triste e difficile da scrivere perché abbiamo passato così tanto tempo a costruire questa fratellanza e questo legame tra questi due uomini che lottano per la sopravvivenza in un luogo orribile, e ora vediamo Slade come suo nemico. Tracceremo questo tracollo in questa seconda parte di stagione, ma è stato difficile da scrivere perché abbiamo imparato ad amare Slade sull’isola e vederlo impazzire lentamente e riversare la sua rabbia e il suo odio su Oliver… speriamo sia difficile da vedere per il pubblico. Ma gli antagonisti migliori non sono quelli che sono cattivi per il gusto di esserlo. I cattivi migliori sono persone che fanno ciò che fanno per via di una perdita, di mancanza di amore e a causa del rimorso. Ciò è valso sicuramente per Malcom la scorsa stagione ed è doppiamente vero per Slade ora.

Blind SpotTVLINE | Quando abbiamo visto per la prima volta Slade seduto a quella scrivania, mentre parlava con Sebastian, la telecamera l’ha mostrato più volte serrare il pugno. C’è un significato dietro questa cosa…?
AK | In effetti c’è – ed è divertente perché è stata pensata dallo stesso Manu [Bennett]. Verrà spiegata più in là.

TVLINE | Da un lato è divertente riunire questo esercito di super-soldati – con la possibilità che Roy venga incluso – ma capiremo il fine più grande di Slade nel farlo? O è tutto meramente per punire Oliver?
AK | Slade ha un obiettivo molto specifico in questa seconda metà di stagione, e penso che le persone rimarranno sorprese di scoprire sia di cosa si tratti e che significato avrà per Oliver. Come la scorsa stagione, abbiamo le idee chiare su cosa accadrà nel season finale e tutto ciò che facciamo porterà a quello. Perciò speriamo che sia come un altro giro sulle montagne russe.

TVLINE | Una cosa davvero sensazionale di questa stagione è il ritmo. Per esempio, la trama di Black Canary si è svolta a un passo molto più veloce di quanto immaginassi, con lei che si toglie la maschera, la sua storia…
AK | Noi agiamo come se fossero le uniche storie che avremo mai la possibilità di raccontare. Voglio dire, ogni idea che avevamo e della quale pensavamo “Oh, potremmo farla nella terza stagione”, l’abbiamo spostata alla seconda stagione. Crediamo che il livello di velocità – nessun gioco di parole con l’arrivo di Flash – è il modo in cui la televisione viene prodotta adesso, specialmente se guardi a uno show come Scandal. La storia non è mai raccontata abbastanza velocemente, e una delle cose più belle, sia del nostro Universo Arrow sia di quello più grande della DC, è che ci sono sempre più storie da raccontare. Ci sono sempre più personaggi, ci sono sempre più cattivi quindi non siamo davvero preoccupati riguardo a ciò che faremo dopo.

TVLINE | Ho apprezzato come in un episodio recente Dig abbia preso l’iniziativa di infiltrarsi in una situazione pericolosa. Ci saranno altri episodi ‘Dig-centrici’?
AK | Effettivamente avremo un episodio dove ci saranno dei flashback del periodo di Dig in Afghanistan, quindi sarà un grande episodio per David Ramsey. La scorsa stagione, il successo dell’episodio in cui siamo tornati indietro a una settimana prima che la Queen Gambit partisse e abbiamo lasciato la cronologia che narrava il periodo di Oliver sull’isola, ci ha permesso di giocare un po’ di più con la struttura dei flashback, e le persone saranno in grado di seguirla. Quindi, come nell’episodio 5 di quest’anno abbiamo avuto flashback dal punto di vista di Sara, avremo un episodio in questa seconda metà con flashback dal punto di vista di Laurel e poi questo episodio che tornerà ai giorni di Dig [in Afghanistan].

City of HeroesTVLINE | A tale proposito, pensate che ci sarà tempo per raccontarci qualcosa in più su Felicity come persona – da dove viene, chi era prima di tutto ciò?
AK | Ci sono degli indizi, e abbiamo un’altra storia a cui pensare – una che, dato tutto ciò che stiamo facendo, potrebbe venire rimandata. In realtà sappiamo già da un po’ qual è la storia di Felicity – da dove viene e chi sono i suoi genitori – ma potrebbe essere una storia talmente grande che potremmo voler aspettare. Emily è la migliore – so per certo che è una dei preferiti dai fan, ed è lo stesso anche da parte nostra.

TVLINE | Bene, ciò mi porta a una delle mie ultime domande. So che tutta la questione Felicity vi ha sorpresi durante la prima stagione – come il personaggio abbia decollato, la risonanza che ha avuto Emily [Bett Rickards]. E ovviamente ci sono degli spettatori che vogliono che accada qualcosa tra lei e Oliver. Cercate di mantenere un certo equilibrio, toccare la questione “Olicity” più volte senza finire per far ruotare lo show intorno a questa cosa?
AK | Una delle lezioni più importanti che ho imparato lavorando con Greg Berlanti, che ha avuto un successo davvero incredibile in televisione, è quello di avere sempre un piano davvero grandioso, e poi sapere quando è il momento di lasciare andare quel piano. Siamo molto consci di ciò che fa eccitare le persone, e sicuramente vedere i fan rispondere ad Emily la scorsa stagione ci ha aiutati a renderla una series regular in questa stagione. Abbiamo un piano, ma ci facciamo anche un po’ trasportare dalla storia. Quindi mentre è una questione di riuscire a destreggiarsi, facciamo semplicemente ciò che sentiamo sia giusto – e fino a questo punto siamo stati fortunati che la maggior parte del pubblico sia stata d’accordo; questo è uno show che adoreremmo guardare. Lo facciamo per noi stessi in realtà, e fin quando siamo felici ed entusiasti, crediamo che anche i fan lo saranno.

TVLINE | Penso che ciò che gli ‘shippers’ vedono sia davvero sullo schermo. Dio solo sa se ci sono fan che dicono “Oh, mettete insieme questa coppia” e voi rispondete “Ma non c’è nessun motivo valido per farli mettere insieme”. Poi ci sono due persone per niente sgradevoli alla vista che lavorano in situazioni incredibilmente intense e si bilanciano l’un l’altra a livello tonale. I fan sentono questa cosa e la vogliono. Immagino sia un “problema” gradito.
AK | Sì. Il nostro protagonista ha alchimia con diverse attrici, niente che ci sconvolga.

TVLINE | Ci avete dato un assaggio di ciò che è accaduto a Barry Allen nel midseason finale. Verremo a sapere cosa gli è successo nel frattempo negli episodi successivi di Arrow? Voglio dire, vi siete divertiti molto con le news di Starling City TV sull’acceleratore di particelle dei Laboratori STAR.
AK | Vero? Sembrava che non riportassero nessun’altra notizia. [Ride] Dirò questo: Barry Allen ha avuto un impatto molto forte sia sul nostro show che sulle vite dei nostri personaggi, e quell’impatto non verrà dimenticato in questa stagione di Arrow. Ciò che è accaduto a Central City alla fine dell’episodio 9 è stata una grande notizia, e gli effetti di ciò verranno menzionati. Ora ci stiamo concentrando molto a scrivere il pilot di Flash e a lanciarci nel resto della stagione di Arrow, e speriamo ci sia una sorta di sincronismo tra le due serie, nella speranza di vedere Grant [Gustin] e Flash [nella serie spin-off nell’autunno 2014].

Fonte

Meta
Chiara, classe 1990. Incapace di vivere senza telefilm, musica, libri e film, ha iniziato a sviluppare una passione per il teatro. Predilige la lingua originale, ma sogna da sempre di entrare nel mondo del doppiaggio - magari per riportare gli adattamenti sulla retta via. All'inizio di ogni stagione telefilmica si impone di non iniziare nuove serie e sistematicamente si ritrova ad allungare la già infinita lista. Non ha un genere preferito, l'importante è che coinvolga ed intrattenga. Si affeziona troppo ai personaggi di fantasia e parla di loro come se fossero persone reali. Adora tutto ciò che è british - potrebbe passare ore ed ore ad ascoltare uomini britannici dalla voce suadente mentre leggono l'elenco telefonico - si diverte a imparare i vari accenti e cerca con scarso successo di imitarli; nel suo cuore c'è un posto riservato anche per USA e Canada. Quando Photoshop chiama, non può far altro che rispondere e darsi ai lavori di grafica e, nei momenti di ispirazione, crea anche video. Ogni tanto scrive fanfiction, ma più che altro le piace leggerle. E sì, le ship e le OTP fanno parte della sua vita, ma le usa con moderazione. Le piace viaggiare e visitare posti nuovi, ma nella vita di tutti i giorni è una pantofolaia. Nonostante il suo costante desiderio di fuggire da una realtà a cui non sente di appartenere, ama profondamente la sua famiglia. Ringrazia sempre il giorno in cui fece amicizia con un gruppo di pazze sparse per l'Italia, che sono diventate la sua famiglia virtuale. Ha incontrato David Tennant due volte in due giorni ed è ancora viva. E' rimasta in silenzio ad ammirare la sua celebrity crush tenere un'intervista a pochi metri da lei. Quando si sente giù di morale, ascoltare i rumori del suo modellino di Tardis la fa sentire meglio. P.S.: E' più pazza di quello che sembra. Uomo avvisato...

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,333FollowersFollow

Ultimi Articoli