American Gods | Star di ‘Lost’ si unisce al cast in un ruolo biblico

jeremy-davies

Il Signore sta arrivando su Starz.

L’epica nuova serie del 2017 American Gods ha già un cast pieno di divinità, ma si sono conclusi i casting per un altro nome famoso, ha scoperto EW: Jeremy Davies si unito al cast nel ruolo di Gesù. Sì, quel Gesù.

La serie segue un ladro di nome Shadow (Ricky Whittle) che si ritrova al centro di un conflitto presente in America, all’insaputa dei normali umani: Una guerra di adorazione tra gli dei antichi — quelli che sono arrivati in America dal mondo delle culture degli immigrati — e le nuove divinità dei media e della tecnologia. Entrambi vogliono disperatamente l’attenzione del genere umano.

Gesù ha un ruolo nell’apparizione di un altro personaggio: la Pasqua di Kristin Chenoweth, a.k.a. Ostara. La descrizione ufficiale di Gesù è: “Resuscitato nel giorno della festa di Ostara, Gesù è sempre stato generoso nel condividere la festa di Pasqua con l’antica divinità. Ma il fin troppo empatico Figlio di Dio ci rimarrebbe malissimo se sapesse che Ostara cova del risentimento piuttosto profondo sulla faccenda.”

Davies, che apparirà anche nella nuova stagione di Sleepy Hollow, così come nel revival di Twin Peaks, ha vinto un Emmy Award per il suo lavoro come Dickie Bennett in Justified, e per il suo arco cruciale come Daniel Faraday in Lost. E’ anche un ex di Hannibal e, attraverso American Gods, si riunisce a Bryan Fuller (che fa da co-produttore esecutivo insieme a Michael Green).

Il cast di American Gods di Neil Gaiman include anche Ian McShane, Gillian Anderson, Pablo Schreiber, Emily Browning, Yetide Badaki, Bruce Langley, Crispin Glover, Orlando Jones, Peter Stormare, Cloris Leachman, Jonathan Tucker, Corbin Bernsen, Demore Barnes, Mousa Kraish, Chris Obi e Omid Abtahi.

Fonte

Meta
Chiara, classe 1990. Incapace di vivere senza telefilm, musica, libri e film, ha iniziato a sviluppare una passione per il teatro. Predilige la lingua originale, ma sogna da sempre di entrare nel mondo del doppiaggio - magari per riportare gli adattamenti sulla retta via. All'inizio di ogni stagione telefilmica si impone di non iniziare nuove serie e sistematicamente si ritrova ad allungare la già infinita lista. Non ha un genere preferito, l'importante è che coinvolga ed intrattenga. Si affeziona troppo ai personaggi di fantasia e parla di loro come se fossero persone reali. Adora tutto ciò che è british - potrebbe passare ore ed ore ad ascoltare uomini britannici dalla voce suadente mentre leggono l'elenco telefonico - si diverte a imparare i vari accenti e cerca con scarso successo di imitarli; nel suo cuore c'è un posto riservato anche per USA e Canada. Quando Photoshop chiama, non può far altro che rispondere e darsi ai lavori di grafica e, nei momenti di ispirazione, crea anche video. Ogni tanto scrive fanfiction, ma più che altro le piace leggerle. E sì, le ship e le OTP fanno parte della sua vita, ma le usa con moderazione. Le piace viaggiare e visitare posti nuovi, ma nella vita di tutti i giorni è una pantofolaia. Nonostante il suo costante desiderio di fuggire da una realtà a cui non sente di appartenere, ama profondamente la sua famiglia. Ringrazia sempre il giorno in cui fece amicizia con un gruppo di pazze sparse per l'Italia, che sono diventate la sua famiglia virtuale. Ha incontrato David Tennant due volte in due giorni ed è ancora viva. E' rimasta in silenzio ad ammirare la sua celebrity crush tenere un'intervista a pochi metri da lei. Quando si sente giù di morale, ascoltare i rumori del suo modellino di Tardis la fa sentire meglio. P.S.: E' più pazza di quello che sembra. Uomo avvisato...

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,429FollowersFollow

Ultimi Articoli